La Wineria
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 18a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Alessandria31Pistoiese
Arzachena01Pro Piacenza
Carrarese23Livorno
Gavorrano30Giana Erminio
Monza10Cuneo
Viterbese10Olbia
Pisa23Arezzo
Prato01Pontedera
PiacenzarinvSiena
riposa--Lucchese
MONDO AMARANTO
Luisa in immersione nelle acque del Madagascar
NEWS

Imperdonabile Ferrario, mai ispirato D'Ursi. Moscardelli solo contro tutti. Corradi c'è

L'espulsione rimediata dal difensore due minuti dopo il gol della Lucchese, ha condizionato in negativo il resto della gara. Cutolo quasi mai dentro la partita, sempre larghissimo a destra e lontanissimo dal capitano, che si è spremuto come un limone ma senza l'acuto decisivo. Assente la regia di De Feudis, sufficiente Muscat



l'epulsione di Ferrario subito foro il gol della LuccheseLe pagelle di Arezzo-Lucchese.

MOSCARDELLI 6.5 Mai come stavolta, solo contro tutti. Avanti, indietro, a destra, a sinistra: il capitano si spreme come un limone e nonostante il lavoro immane, sfiora il gol e sciorina tre o quattro giocate d'alta scuola che avrebbero meritato miglior sorte, compreso un elastico da applausi in zona Cesarini. Il problema è che anche il Mosca, in solitaria e con i compagni troppo distanti, perde efficacia. E che, se si continua così, bisognerà raccoglierlo con il cucchiaino.

MUSCAT 6 Perde le misura ed eccede in fallosità nel momento della buriana, quando in rapida sequenza cadono il gol rossonero e l'espulsione di Ferrario. Prima e dopo fa il suo.

CORRADI 6 Va di spada più che di fioretto, tentando lo sfondamento anziché il fraseggio stretto. Nel complesso è tra i più intraprendenti, va al tiro in un paio di circostanze e a metà campo si fa un bel mazzo per tenere palla e provare a inventare qualcosina di decente. A volte pecca di frenesia, ma è un suo difetto e adesso si nota anche di più (st 27' Cenetti ng Venti minuti dentro una partita diventata un ping pong. Calcia in curva l'ultimo pallone del match).

LUCIANI 5.5 Meglio di Piacenza, e non ci voleva molto in verità, ma ancora non basta. Più volitivo ma poco efficace, con tanti cross rimasti in canna o scodellati ad Albertoni. Nostalgia del Luciani versione pendolino.

SABATINO 5.5 Comincia sbagliando di tutto e di più: stop, appoggi lungolinea, anticipi sull'avversario. Gli va dato atto che non si ammoscia e anzi riprende nerbo. A inizio ripresa, nel momento migliore della squadra, spinge anche con caparbietà. Il risultato finale però è decisamente inferiore all'applicazione.

 

 

FOGLIA 5.5 Qualche fremito, qualche sussulto che lo rianimano un po'. Solo che ci sarebbe bisogno di contrasto, spinta, presenza in area, ripartenze e non solo del compitino. La pubalgia estiva non può averlo prosciugato così, né giocare a tre piuttosto che a due in mezzo al campo può averlo consunto a tal modo. La squadra in questo momento non lo aiuta, né lui aiuta la squadra come ci si aspetterebbe. Un circolo vizioso duro da spezzare (st 27' Yebli ng Entra quando non si gioca più e si cerca soltanto la palla lunga sperando in San Davide).

BORRA 5 Spettacolare la parata su Bortolussi nel primo tempo. Sicure due o tre uscite come ai bei tempi dell'anno passato. Il gol di Del Sante è di quelli che i portieri odiano: si trattava di un cross o di chissà cosa e finisce dentro, con figuraccia incorporata. Dopodiché comincia lo strazio: rinvii sbagliati, un'uscita da mani nei capelli che per poco ci scappa lo 0-2 e la sensazione che sia finito nel panico più totale. 

DE FEUDIS 5 Lopez gli piazza Fanucchi alle costole, che lo marca, lo pressa e lo inibisce. Benino la fase di recupero palla, assente completamente quella di proposizione (st 22' Rinaldi 6 Ricompone la difesa a quattro ma deve solo lanciare avanti, perché la Lucchese in pratica non affonda più).

CUTOLO 5 Larghissimo a destra, lontanissimo da Moscardelli e pure da un ruolo attivo dentro la gara. Costretto a ripiegare e ripartire, rinculare e affondare, si spolmona e non cava un ragno dal buco. Nello score c'è un tiro nel primo tempo e poi tutta robetta di seconda mano per uno della sua qualità. Urgono correttivi, meno orpelli e più sostanza.

D'URSI 4.5 Veloce è veloce. Ma stasera gli manca tutto il resto. Moscardelli lo manda due volte in zona tiro e lui ne cava fuori un dribbling fiacco e un tiraccio telefonato. Mai vincente nell'uno contro uno, mai ispirato, riconsegna ai lucchesi una marea di palloni (st 11' Di Nardo 6 Lo mettono di nuovo a fare l'esterno nel tridente, che non è la collocazione congeniale per uno con le sue caratteristiche. Difatti soffre e si vede. Come si vede che migliora quando va a fare la seconda punta vicino al Mosca, spizzando qualche palla buona e servendo al capitano un assist interessante).

FERRARIO 4 Fino al 66', minuto in cui impazzisce tecnicamente e si fa cacciare, aveva fatto bene. Difesa sempre allineata, squadra corta, presenza fisica e vocale con i compagni, anche qualche ruvidezza che non guasta mai. Insoliti e frequenti gli errori in palleggio, però compensati dal resto. Poi succede che sbaglia uno stop facile facile, senza pressione avversaria, e per rimediare pianta i tacchetti sulla tibia di Bortolussi. L'Arezzo la partita la perde soprattutto lì. Imperdonabile un errore di tal fatta per uno con il suo cv.

 

scritto da: Andrea Avato, 25/09/2017





Arezzo-Lucchese 0-1
comments powered by Disqus