Fabbroni Serramenti
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 16a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Piacenza32Alessandria
Gavorrano26 nov14.30Pro Piacenza
Pisa26 nov14.30Livorno
Prato26 nov14.30Olbia
Viterbese26 nov14.30Cuneo
Arzachena26 nov16.30Pistoiese
Lucchese26 nov16.30Giana Erminio
Carrarese26 nov20.30Pontedera
Siena26 nov20.30Arezzo
riposa--Monza
MONDO AMARANTO
Pistoia, 14 giugno 1998 - foto ricordo per la promozione in C1
NEWS

Un capitano grande così. Partitone Corradi. Bentornato al vero Foglia. Stecca solo Yebli

Il voto più alto va a Moscardelli, che colpisce una traversa, fa la guerra su ogni pallone e soprattutto s'inventa il gol spaccapartita. Bene Varga, giovane ma di carattere: in 180 minuti si è scrollato di dosso diverso scetticismo. Diligente Sabatino, a tutta birra Cenetti, combattivo Di Nardo



il raddoppio amaranto firmato da VargaLe pagelle di Arezzo-Pontedera.

MOSCARDELLI 7.5 Il gol è troppo bello. Se lo inventa da solo, sfruttando un assist al contrario di Pesenti per poi mixare allungo, dribbling in corsa, sfondamento e un diagonale sul palo lontano che gonfia la rete e i cuori. Aveva colpito una traversa poco prima, ha fatto la guerra su ogni palla nel secondo tempo. Che giocatore il Mosca! (st 35’ D’Ursi 6 Entra bene, va vicino al 3-0 con un’incornata fuori di poco).

VARGA 7 La terza da titolare va decisamente meglio della prima e anche della seconda, che pure non era stata male. Incollato all’uomo in marcatura, si lascia proteggere dal modulo che ne pulisce le sbavature. I tecnici dello staff dicono sia il colpitore di testa migliore della rosa e il gol suona come una conferma. Da perfezionare il palleggio, ma in 180 minuti si è scrollato di dosso tanto scetticismo. Di sicuro ha carattere.

CORRADI 7 Un partitone, macchiato solo dall’occasione da rete divorata in zona Cesarini. Purtroppo quest’allergia al gol se la trascina dietro da tempo. Per il resto giganteggia in fascia, coprendo e attaccando con forza e tecnica. Stava crescendo da qualche gara, la prova di stasera lo rilancia alla grande.

FOGLIA 7 Bentornato. La metamorfosi sembra finalmente compiuta. Era impossibile che l’incursore devastante di un anno fa si fosse volatilizzato in breve tempo, anche se la pubalgia lo aveva inibito. Stavolta corre, ruba palla, tira, sforna assist e regge fino alla fine. Come un nuovo acquisto. E che acquisto.

SABATINO 6.5 Nelle ultime giornate ha fatto il quarto, poi il quinto e adesso il terzo di sinistra. Eppure non ha dato i numeri, anzi. Braccetto diligente, accorto, senza fronzoli, con un giallo speso lucidamente. Non ha picchi da star, ma difficilmente stecca.

 

 

CENETTI 6.5 Un tempo a tutta birra come da mesi non si vedeva. Pressa, gioca e va dentro: il colpo di testa sulla traversa è spettacolare e galvanizzante. Dopo l’intervallo decelera un po’, poi prende una stecca e abbandona. Comunque buono (st 23’ De Feudis 6 Più dinamico, più mobile, si vede anche da uno scampolo così breve. Prima subiva la partita, adesso la fa).

DI NARDO 6.5 ‘’Confermarsi è sempre difficile’’ lo aveva ammonito Pavanel alla vigilia. Lui non segna ma vivaddio gioca una partita gagliarda, con qualche ingenuità da primavera ma con tenacia, combattività e spunti interessanti. Stop, torsione e tiro (palla fuori di un niente) dentro l’area ce l’ha nel repertorio. Conclude più di una volta verso Contini e dà una bella mano al Mosca (st 41’ Franchetti ng La prima in amaranto nei minuti conclusivi).

BORRA 6 Una parata con buoni riflessi e il gol all’89’ che gli toglie la soddisfazione di tenere la porta inviolata per la seconda volta di fila. Comunque più reattivo, più vispo, anche in uscita, rispetto al primo mese di campionato.

RINALDI 6 Male nei primi venti minuti, troppo falloso e impreciso sia in chiusura che nell’anticipo, con qualche rischio evitabile. Dopo si riassesta e tiene bene il reparto. Resta il fatto che le prestazioni migliori le ha firmate in trasferta.

TALARICO 6 Avrebbe doti di corsa e allungo che sfrutta solo in parte. E’ un quinto naturale per caratteristiche, gli manca la sfrontatezza per metterle in opera. Comincia lento, le cose più incisive le fa nella ripresa.

YEBLI 5 L’unico a steccare. Regista basso per 68 minuti, poi mezz’ala sinistra quando entra De Feudis. Atleticamente sovrasta tutti, solo che si nasconde invece che farsela dare. E quando deve giocarla, la porta troppo o sceglie soluzioni avventurose. Potenzialmente forte ma anarchico e incostante (st 41’ Benucci Debutto in C per il ragazzo del vivaio. Sempre una bella notizia).

 

scritto da: Andrea Avato, 04/10/2017





Arezzo-Pontedera 2-1, intervista con Atila Varga

Arezzo-Pontedera 2-1
comments powered by Disqus