Fabbroni Serramenti
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 16a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Piacenza32Alessandria
Gavorrano26 nov14.30Pro Piacenza
Pisa26 nov14.30Livorno
Prato26 nov14.30Olbia
Viterbese26 nov14.30Cuneo
Arzachena26 nov16.30Pistoiese
Lucchese26 nov16.30Giana Erminio
Carrarese26 nov20.30Pontedera
Siena26 nov20.30Arezzo
riposa--Monza
MONDO AMARANTO
Luigi in Egitto
NEWS

Favarin in panchina, tre innesti in squadra e tanta grinta: adesso è un altro Gavorrano

La formazione maremmana, neopromossa dalla serie D, ha cambiato marcia dopo l'arrivo del nuovo allenatore: ex mediano che marcava i fantasisti avversari (''Menchino Neri era un vero talento''), ha cinque promozioni all'attivo e ha trasformato i rossoblù. Decisivi gli acquisti a torneo in corso di Finazzi, Vitiello e Merini. Stasera probabile 3-4-3 con Gemignani e Mosti da tenere d'occhio. I grossetani, ultimi in classifica, però segnano poco e in casa hanno vinto una volta sola contro la Lucchese



Giancarlo Favarin, allenatore del GavorranoDopo la sosta, l’Arezzo riprende la sua corsa da Grosseto. Nel turno infrasettimanale i ragazzi di Pavanel saranno impegnati in Maremma contro il Gavorrano, che con 5 punti, occupa l’ultima posizione in classifica.

 

Storia e Società. Il club è di proprietà della famiglia Mansi: il padre Luigi è il presidente del gruppo Solmar, società leader nella produzione dell’acido solforico nonché vicepresidente di Federchimica. Il figlio Lorenzo è vicepresidente del Gavorrano, mentre la sorella Antonella è vicepresidente di Confindustria. Il club è presieduto da Paolo Balloni, ex consigliere di Lega Pro e uomo di fiducia della famiglia Mansi. Il Gavorrano è reduce dalla promozione ottenuta matematicamente il 30 aprile scorso grazie alla vittoria in casa contro la Lavagnese. In testa alla classifica già ad inizio stagione, è stato tallonato a distanza da Massese e Savona, raggiungendo l’obbiettivo della Lega Pro.

 

Allenatore. Il mister protagonista della promozione, Vitaliano Bonuccelli, è stato esonerato il 5 ottobre scorso dopo sei sconfitte consecutive. Al suo posto è stato chiamato Giancarlo Favarin. Classe ’58, pisano di San Giuliano Terme, esperto in categoria. Per lui in carriera le panchine di Venezia, Lucchese, Ternana, Pisa, una puntata anche in Repubblica Ceca con il Viktoria Zizkov e la salvezza della scorsa stagione con la Fidelis Andria. Nel curriculum cinque promozioni con Venezia, Lucchese e Andria. Da giocatore una carriera come mediano in C e in Interregionale, incrociando da avversario anche l’Arezzo e soprattutto Menchino Neri che ricorda così: “mi fece gol a Livorno e la cosa mi è rimasta sul gozzo. Un vero talento”. Caratteriale, pragmatico, fa dell’organizzazione difensiva uno dei suoi punti forti.

 

una formazione rossobl├╣ di questa stagioneRosa. Il direttore sportivo, nonché direttore generale, Filippo Vetrini, ha confermato il gruppo che ha vinto la D, riuscendo a riconfermare anche i prestiti di Salvalaggio (Entella) e Bruni (Empoli). Dal mercato sono arrivati numerosi giovani: il portiere Mazzini (Atalanta), i difensori Andrea Gemignani (Pontedera, via Spal), Tissone (Samp) e Papini (Nocerina). Inoltre i centrocampisti Mugelli (Scandicci) e Mosti (Juve) e l’attaccante Malotti (Prato). A stagione in corso, per portare esperienza nella rosa, sono arrivati i centrocampisti Finazzi (Virtus Franzavilla), Vitiello (Ancona) e la punta Merini (Santarcangelo).

 

Formazione. Assenti Bruni e Brega, per il resto rosa al completo. Favarin schiererà i suoi con il 3-4-3, che in fase di non possesso si trasforma in un più guardingo 5-4-1. In porta Salvalaggio, terzetto difensivo formato da Cretella, Salvadori e Ropolo. Sugli esterni Gemignani e Papini, mentre la cerniera centrale sarà composta da Finazzi e Vitiello. Tridente formato da Mosti, Lombardi e Moscati che fungerà da perno. Le alternative sono Borghini, Matteo e Tissone in difesa, Conti, Zaccaria, Mugelli in mediana, Malotti e Merini in attacco.

 

Punti di Forza. Da tenere d’occhio Andrea Gemignani, cartellino di proprietà della Spal, esterno che spicca per dinamismo e personalità, che alla corsa unisce giocate intelligenti, capace di giostrare in entrambe le fasce; Leandro Vitiello, protagonista alcune stagioni fa in B col Grosseto, mediano coriaceo, abile in fase di non possesso, con spiccate doti caratteriali; Lucas Finazzi, centrocampista italo-brasiliano che ama agire come play davanti alla difesa, ordinato anche se non troppo presente in fase offensiva; Nicola Mosti, classe ’98, che la Juve ha mandato a Gavorrano a farsi le ossa: trequartista che può agire anche da esterno o da mezz’ala, mancino puro, ottima tecnica. Domenica a Monza ha realizzato il gol del pareggio.

 

per i maremmani, pareggio a Monza sotto la pioggia battentePregi e Difetti. Squadra ultima in classifica, ma questo non deve ingannare: il Gavorrano è vivo e gode di buona salute. Lo dimostrano i 5 punti realizzati nelle ultime 4 partite. Con l’avvento di Favarin e l’arrivo di Vitiello, Finazzi e Merini, giocatori navigati in categoria, la squadra ha maturato consapevolezza nei propri mezzi. Esempio ne è il pareggio in rimonta di domenica scorsa a Monza. Sotto di due reti (immeritatamente) a fine primo tempo, la compagine maremmana nella ripresa, favorita anche dal campo pesante, ha recuperato il risultato grazie ad una frazione ricca di grinta, rabbia agonistica e determinazione.

A fine partita Favarin si è dichiarato estremamente soddisfatto ed ha analizzato il suo mese alla guida del Gavorrano: “Sono salito su una barca alla deriva. Quando sono arrivato ci siamo detti che non avevamo nulla da perdere e abbiamo resettato. Se la squadra continua con questa fame, tutti faranno fatica con noi”.

A livello fisico la formazione del presidente Balloni è apparsa in buona condizione, ma potrebbe pagare il fatto di aver giocato 90 minuti sotto un forte acquazzone. La manovra offensiva è migliorata, anche se i numeri non sono ottimali: con 7 reti solo il Cuneo ha fatto peggio e la difesa con 21 reti al passivo ha fatto meglio solo del Prato (però nelle ultime 4 partite i gol al passivo sono stati solo 3).

La mediana con il duo Finazzi-Vitiello sta trovando le giuste misure e un'accettabile qualità di gioco. Gemignani (alla terza stagione da titolare in Lega Pro nonostante sia un ’96) è sempre uno stantuffo sulle corsie esterne. Tra le mura amiche dello ''Zecchini'', i rossoblù hanno raccolto una vittoria (Lucchese 1-0) e quattro sconfitte (Olbia, Siena, Viterbese e Arzachena) con 3 reti realizzate ed 11 subite. Obbiettivo della società è cercare di fare calcio con massima attenzione ai costi, avendo in rosa tanti giovani, magari da lanciare nel grande calcio, come accaduto con Pucciarelli qualche anno fa, preso in prestito e valorizzato in soli sei mesi.

 

Ultimo precedente. È la prima volta che le due formazioni si incontrano in gare ufficiali.

 

scritto da: Mauro Guerri, 08/11/2017





Monza-Gavorrano 2-2, le immagini della partita

comments powered by Disqus