Fabbroni Serramenti
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 16a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Piacenza32Alessandria
Gavorrano26 nov14.30Pro Piacenza
Pisa26 nov14.30Livorno
Prato26 nov14.30Olbia
Viterbese26 nov14.30Cuneo
Arzachena26 nov16.30Pistoiese
Lucchese26 nov16.30Giana Erminio
Carrarese26 nov20.30Pontedera
Siena26 nov20.30Arezzo
riposa--Monza
MONDO AMARANTO
Ilaria in trasferta a Modena
NEWS

Rinaldi e Corradi su tutti. Moscardelli, emozioni e sofferenza. Luciani-Foglia così così

Gli amaranto pareggiano una partita dominata per 45 minuti e poi rimessa in equilibrio con un secondo tempo in netto calando. Il capitano sbaglia il terzo rigore negli ultimi quattro tentativi, ma segna un bel gol per poi assentarsi cammin facendo. Sufficienza per Cutolo e anche per Talarico, schierato nel ruolo inedito di braccetto



Aniello Cutolo, tanto movimento ma senza golLe pagelle di Arezzo-Pro Piacenza.

RINALDI 6.5 Facendo i conti della serva, la Pro Piacenza tira in porta due volte: una quando fa gol Belfasti, una quando Borra rintuzza Cavagna al 93'. Prestazione solida, in linea con le ultime. Gli servirebbe più spregiudicatezza quando imposta, la squadra ne guadagnerebbe in fluidità.

CORRADI 6.5 E' uno di quelli che lancia l'assalto alla porta ospite. Per tre quarti d'ora spinge che è una bellezza, anche con intuizioni di livello, strappando applausi e consensi. A lungo andare, perde raziocinio e non lascia più il segno. Chiude da interno di centrocampo, facendo tanta spola ma senza lampi.

MOSCARDELLI 6.5 Il gol, bello, e alcuni numeri classici del repertorio gli tirano su la pagella. Il rigore sul palo è questione di centimetri (e comunque il Mosca ne ha sbagliati tre degli ultimi quattro calciati), il secondo tempo è solo sofferenza.

BORRA 6 Puntuale con le mani, e chi l'avrebbe detto che avrebbe dovuto metterci una pezza all'ultimo secondo per evitare addirittura la beffa... Maldestro con i piedi, ogni rinvio è un patema d'animo.

TALARICO 6 Pavanel lo spedisce nel terzetto di difesa per cause contingenti. Contro Alessandro e quel volpone di Musetti non è proprio una passeggiata di salute, ma se la cava con acume. Senza strafare, senza svagatezze (st 41' Di Nardo ng Una spizzata che per poco non diventa gol. Ma otto minuti sono pochi per un voto). 

 

 

SABATINO 6 Meno pulito di altre volte. Pea ha studiato le sue uscite palla al piede e lo fa tenere d'occhio. Però è una partita di sostanza che si aggiunge alla lista.  

DE FEUDIS 6 Un bel primo tempo, prolungamento della prova positiva di Grosseto. E' lui a guidare il forcing che mette alla corda la Pro. Il post intervallo è tutt'altra musica: palleggio inibito, gioco che non decolla e Pro rimessa in gara (st 29' Disanto 5.5 Venti minuti in cui non dà la svolta).

YEBLI 6 L'approccio è discreto: a destra crea molte situazioni interessanti facendo sponda con Luciani e con Cutolo. Dà fisicità al giro palla, se non fosse che lentamente le sue apparizioni si rarefanno. Più in difficoltà, come tutta la squadra, nella seconda parte (st 21' D'Ursi 5.5 Ha un ginocchio malconcio e qualcosa paga. Un paio di buoni spunti, troppe pause tra una giocata e l'altra). 

CUTOLO 6 Meglio. Va vicinissimo al gol, orchestra la manovra offensiva con zelo e applicazione, anche se talvolta con eccessivo egocentrismo. Scollinata l'ora di gioco,  decresce (st 21' Franchetti 6 Compitino senza bagliori).

LUCIANI 5 A lui non manca la benzina, tant'è che avanza con solerzia e continuità. Però quanti errori: al cross, nel palleggio e in chiusura. Nel primo tempo rischia grosso un paio di volte e per fortuna gli va bene. Troppo stretto dentro l'area sul cross che origina il pari: Belfasti arriva da dietro e non trova opposizione.

FOGLIA 5 Mette lo zampino, anzi la testa, nell'azione che procura il penalty. Poi c'è poco altro. E' un periodaccio che si sta allungando oltre il previsto. E l'Arezzo senza un incursore come lui perde moltissimo.

 

scritto da: Andrea Avato, 12/11/2017





Arezzo-Pro Piacenza 1-1, intervista ad Alessio Luciani

Arezzo-Pro Piacenza 1-1
comments powered by Disqus