Fabbroni Serramenti
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 16a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Piacenza32Alessandria
Gavorrano26 nov14.30Pro Piacenza
Pisa26 nov14.30Livorno
Prato26 nov14.30Olbia
Viterbese26 nov14.30Cuneo
Arzachena26 nov16.30Pistoiese
Lucchese26 nov16.30Giana Erminio
Carrarese26 nov20.30Pontedera
Siena26 nov20.30Arezzo
riposa--Monza
MONDO AMARANTO
Pepone durante il suo addio al celibato
NEWS

Arriva l'intervallo, sparisce l'Arezzo: un'altra rimonta al passivo. Eppure il primo tempo...

Si allunga lo score orribile del Comunale: tredici partite, una sola vittoria e un'incapacità allarmante di gestire il risultato. Contro la Pro Piacenza, come contro l'Olbia, la squadra si è presentata in tono dimesso dopo 45 minuti giocati con ritmo e qualità. Una metamorfosi difficile da spiegare. Il buon lavoro di Pavanel si scontra con qualche difficoltà contingente e oggi si pagano anche gli sviluppi di un mercato cominciato all'insegna del ''caro Gemmi, quest'anno voglio andare in B'' e proseguito per un verso diametralmente opposto a causa delle difficoltà societarie



il rammarico di Moscardelli dopo il rigore sbagliato1. Tredici partite in casa, una vittoria, quattro pareggi, otto sconfitte, sette delle quali consecutive. Qualcuno vi trovi una logica se ne è capace.

2. A completare lo score orribile del Comunale è arrivata anche la settima rimonta al passivo. Così, tanto per gradire.

3. E' oggettivamente spiazzante come l'Arezzo riesca a passare da un calcio propositivo e brioso a una prestazione sgonfia e tremebonda nell'arco di un quarto d'ora, quello dedicato al the caldo. Contro l'Olbia e contro la Pro Piacenza, abbiamo assistito a una metamorfosi cruenta che ha messo in crisi il risultato. E anche l'umana comprensione.

4. Talarico ha detto che c'è stato un calo fisico. Pavanel ha detto che la squadra non ha saputo gestire il possesso. Luciani ha detto, stringi stringi, che nemmeno la squadra sa capacitarsi di quello che succede nelle partite in casa. Il fatto che domenica non si giochi a Cuneo a questo punto è una brutta notizia.

5. Il peccato vero è che sarebbero bastate due vittorie interne in più per trovarsi comodi dentro la zona play-off e assorbire senza contraccolpi anche le penalizzazioni in arrivo, qualunque esse saranno. Invece così, se i tribunali ci vanno pesante, il mondo cambierà. In peggio ovviamente.

 

 

6. Il quarto gol di Moscardelli sotto la sud verrà celebrato con minor enfasi di quello alla Pistoiese (pallonetto in corsa) o di quello al Pontedera (dribbling ripetuto e diagonale sul palo lontano). Ma non è stato meno bello. Riguardare per credere: smarcamento da attaccante vero sul corner, stacco aereo e torsione con palla nell'angolo. Il Mosca si avvicina ai 38 anni con l'elisir sotto braccio.

7. Semmai le statistiche mettono in luce un'imprevista difficoltà del capitano dal dischetto: errore ad aprile contro la Lupa Roma (palla alta), errore a Gorgonzola (parato), errore ieri con la Pro Piacenza (palo). Perlomeno in casa della Giana fece bingo sul secondo penalty concesso, ma anche quella non fu un'esecuzione da leccarsi i baffi. Pure Moscardelli, evidentemente, si emoziona.

8. Il buon lavoro di Pavanel si scontra con alcune difficoltà contingenti. Il momentaccio di Foglia, per esempio, il cui peso specifico si è ridotto moltissimo. Il limbo di Cutolo, che ieri è sembrato più tonico e presente, ma che ancora non incide con la continuità sperata. La fragilità di Ferrario, tornato a frequentare l'infermeria con assiduità. La degenza di Cellini, ormai un mese oltre i tempi previsti per il rientro. Due di queste magagne potrebbero risolversi a breve, due sembrano risolvibili solo a mercato aperto.

9. Sull'operato del ds Gemmi pesa come un peccato originale l'aver buttato giù il boccone amaro del caso Bellucci, allenatore scelto sopra la sua testa. Dopo quel bivio, il mondo amaranto è cambiato. Si è capito che le prospettive non erano quelle dell'ultima conferenza stampa di Ferretti (''caro Gemmi, quest'anno voglio andare in B...'') e il mercato, partito in un verso, è proseguito in un altro. Diciamo che a quel punto si è dovuti andare sulle scommesse più che sulle certezze. L'acquisto di Cellini, in questo senso, è emblematico.

10. Stasera va in onda la puntata numero 7 di Block Notes. In scaletta gli approfondimenti sulla partita di ieri e le ultime news societarie. In studio il vicecapitano amaranto Sergio Sabatino.

 

scritto da: Andrea Avato, 13/11/2017





Arezzo-Pro Piacenza 1-1, le immagini della partita

Arezzo-Pro Piacenza 1-1
comments powered by Disqus