La Wineria
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 18a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Alessandria31Pistoiese
Arzachena01Pro Piacenza
Carrarese23Livorno
Gavorrano30Giana Erminio
Monza10Cuneo
Viterbese10Olbia
Pisa23Arezzo
Prato01Pontedera
Piacenza11 dic20.45Siena
riposa--Lucchese
MONDO AMARANTO
Filippo, Raffaello e Stefano in Islanda
NEWS

Finalmente il fattore campo, rincorsa play-off, il mercato che verrà, la bomba sullo stadio

Dopo mesi e mesi, l'Arezzo è tornato a vincere due volte di fila in casa. Dietro c'è il lavoro di Pavanel, che sta studiando le alternative al 4-3-1-2, dove Foglia fatica a incidere nel ruolo di trequartista. Per fortuna che la classe di Moscardelli, nonostante i 37 anni compiuti, pesa ancora più della sua età. E a gennaio, con la campagna trasferimenti aperta, potrebbero arrivare i rinforzi giusti per risalire la classifica. Intanto la lucida follia di ristrutturare il Comunale, sembra non essere più un'ipotesi irrealistica



il black out delle torri faro durante la partita con il Prato1. Dopo due partite giocate bene e perse, eccone una giocata così così e vinta. Pavanel va in cerca del giusto mezzo e chissà, magari a Pisa trova finalmente la quadra.

2. Per la prima volta dopo mesi e mesi, l'Arezzo ha vinto due partite di fila in casa, peraltro senza nemmeno un gol passivo. 2-0 al Cuneo, 1-0 al Prato. Il fattore campo sta tornando a essere decisivo nel senso giusto e non è un dettaglio che si è accomodato da solo. Dietro c'è un bel po' di lavoro, che poi è il motivo principale per cui va coltivato ancora un minimo di ottimismo.

3. Adesso che è arrivato il -2, l'Arezzo è due punti dietro la zona play-off, che diventano quattro se aggiungiamo l'altra sforbiciata in programma con l'anno nuovo. La classifica però in zona spareggi promozione è cortissima e, con il mercato di gennaio alle porte, non è utopia pensare a una rosa rinforzata, quindi in grado di guardare in alto. Nonostante tutto.

4. Le tabelle portano una sfiga clamorosa, però un'occhiata al calendario l'abbiamo data tutti. Di qui alla pausa d'inizio 2018 l'Arezzo dovrà affrontare Pisa e Arzachena in trasferta, Carrarese e Giana Erminio in casa. Se la squadra arraffa otto o nove punti, nel ritorno possono succedere tante cose.

5. Foglia trequartista è un ibrido che finora ha convinto soltanto con il Cuneo, in una partita peraltro sbloccata dopo pochi minuti. Pavanel sta studiando soluzioni diverse, compreso il classico ma sempre redditizio 4-4-2, oltre a una rotazione dei rifinitori che potrebbe confondere le idee agli avversari: un po' Foglia, un po' Corradi, un po' Cutolo. La cosa buona, comunque, è che le scelte dell'allenatore, comprese quelle che non hanno dato i frutti sperati, non sembrano mai dettate dal caso.

 

abbracci a Moscardelli dopo il gol6. Note liete dalla coppia Rinaldi-Varga, sempre più titolari a suon di prestazioni convincenti. Muscat, in questo contesto, deve accontentarsi di qualche spazio ridotto, mentre Ferrario è destinato a partire a gennaio. Il mercato del vate Zavaglia sarà un tema centrale nei prossimi due mesi. Considerando che in lista over c'è anche un posto vuoto, non è illogico pensare ad almeno tre o quattro movimenti in entrata, con qualche fisologico aggiustamento alla rosa. Azzeccando quelli, la situazione si farebbe interessante.

7. Il Mosca ha segnato 6 gol in 17 giornate, cinque dei quali decisivi per il risultato finale. Avanti di questo passo, arriverebbe intorno a quota 15 anche quest'anno. Non male per un 37enne sempre più vicino al chiodo cui appendere le scarpette. Ma l'età, ancora, pesa meno della classe.

8. Le presenze allo stadio, in questo periodo caratterizzato dal pienone in centro storico, si sono cristallizzate intorno alle 1.500 unità. Se Matteoni riesce a dare l'input per alzare la soglia e riempire molti dei gradoni vuoti di ieri sera, avrà fatto un bel colpo. A prescindere dalle quattromila sciarpe regalo.

9. Una bomba atomica sullo stadio (cit) è una speranza che abbiamo coltivato a periodi alterni nell'ultimo ventennio, anche ieri quando si sono spente le luci all'improvviso. Per pensare di rimettere mano all'impianto, magari risolvendo una volta per tutte pure la questione campini, ci vogliono aperture politiche e amministrative, soldi, conoscenze e una lucida follia. Forse non è più un'ipotesi così strampalata.

10. Stasera alle 21.25 va in onda Block Notes su Teletruria. Come al solito, scaletta ricchissima: il Matteoni day, la vittoria sul campo, le prospettive di campagna acquisti e le difficoltà del Museo Amaranto, che non riesce a prendere possesso dei locali occupati dallìUnione Ciclistica Aretina. Una storia antipatica e infinita.

 

scritto da: Andrea Avato, 04/12/2017





Arezzo-Prato 1-0, le immagini della partita

Arezzo-Prato 1-0
comments powered by Disqus