SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
ArezzorinvLivorno
Arzachena25 feb14.30Gavorrano
Cuneo25 feb14.30Pro Piacenza
Monza25 feb14.30Viterbese
Pisa25 feb14.30Lucchese
Pistoiese25 feb14.30Giana Erminio
Prato25 feb14.30Alessandria
Siena25 feb14.30Olbia
Piacenza25 feb16.30Pontedera
riposa--Carrarese
MONDO AMARANTO
Livia ed Elisa a Londra
NEWS

Matteoni, influenza e colpi di scena: ''Tratto con due investitori''. E si rifà vivo Nuccilli...

Il presidente oggi ha disertato lo stadio causa influenza. La poltrona vuota, a ridosso della scadenza del 16 febbraio, ha alimentato inquietudini e chiacchiere. ''Ho 38 di febbre, non potevo venire - ha detto il presidente. Venerdì pagheremo circa 300mila euro, non un giorno prima''. Intanto le voci circolano e salta fuori un incontro con Luca Focardi, aretino che ha lavorato per il Pisa sotto la gestione di Fabrizio Lucchesi: ''Sono nomi che non mi dicono niente. Però posso confermare che sto trattando la cessione di quote di minoranza con due imprenditori del nord Italia. Darebbero consistenza al mio progetto''. Poi spunta un incredibile retroscena



la poltrona vuota del presidente Marco Matteoni allo stadioUna poltrona vuota e un'inquietudine che si tagliava a fette. Marco Matteoni oggi ha disertato lo stadio ed è bastato questo per alimentare timori che sembravano dissolti. ''E' l'inizio della fine'' continuava a ripetere un tifoso in tribuna. La scadenza del 16 febbraio è dietro l'angolo e la piazza, nonostante le rassicurazioni del presidente, non è tranquilla neanche un po'. ''Per me non paga'' è il tarlo che continua a rosicchiare teste e cuori di molti che alla partita non hanno mai rinunciato e che vorrebbero continuare a seguire la propria squadra. 

Matteoni è rimasto a Roma con l'influenza e non ha potuto dare seguito al proposito annunciato via Facebook due giorni fa: ''domenica presento il progetto dello stadio e le serate che stiamo organizzando per il periodo del non calcio''. Tutto rinviato a data da destinarsi, magari alla prossima settimana. Ma stasera, con un'altra sconfitta sulle spalle, hanno preso a circolare mille chiacchiere, anche su una possibile (e clamorosa) cessione della società

 

Rintracciato al telefono, il presidente ha raccontato di una nottata difficile: ''Non ho dormito mai, ho 38 di febbre e non potevo proprio venire allo stadio''.

Poi, a precisa domanda sui pagamenti da saldare entro venerdì, ha detto: ''Si tratta di circa 300mila euro, qualcosa meno visto che stiamo facendo tutte le pratiche per la rateizzazione di contributi e versamenti. Venerdì l'Us Arezzo pagherà quanto dovuto, non un giorno prima perché non diventiamo più belli se anticipiamo i bonifici di qualche ora''.

Ma c'è dell'altro. In settimana Matteoni aveva avuto un incontro allo stadio con l'imprenditore aretino Luca Focardi, già responsabile del settore giovanile del Pisa sotto la gestione di Fabrizio Lucchesi. Esiste veramente una trattativa in corso per la cessione di quote sociali? ''Da quando non ho più un direttore generale, ricevo mille chiamate al giorno. Sinceramente i nomi di Focardi e Lucchesi non mi dicono nulla. Posso confermare invece che ho un contatto ben avviato con due imprenditori del nord Italia. Credo e spero di chiudere in tempi brevi, ma si tratta di quote di minoranza, sia chiaro''.

 

Trova dunque conferma la dichiarazione di Matteoni di martedì scorso: ''Non sono un kamikaze e sono stufo di sentirmi sempre sotto esame. La credibilità me la sono guadagnata con il lavoro e gli aiuti economici che mi erano stati promessi, non sono mai arrivati. Qualcosa però inizia a muoversi, il telefono comincia a squillare''

Oggi Matteoni ha aggiunto: ''La possibilità di aprire a nuovi investitori darebbe più consistenza al mio progetto per il futuro. E mi ripaga del silenzio terribile dell'imprenditoria aretina''.

Insomma, il presidente continua a spargere ottimismo. E svela un ultimo, incredibile retroscena: ''Non ho mai fatto trattative riguardanti una società di calcio, sono un neofita. Però ho chiesto informazioni e ragguagli perché oggi mi è arrivato un messaggio sul cellulare, dal tono deferente, da parte di un certo Alessandro Nuccilli. Gli ho risposto: sia umano, mi lasci stare''.

 

scritto da: Andrea Avato, 11/02/2018





Arezzo battuto, ma la Minghelli canta lo stesso

Arezzo-Alessandria 0-2
comments powered by Disqus