SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 35a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Giana Erminio02Lucchese
Olbia11Prato
Pistoiese10Arzachena
Pro Piacenza12Gavorrano
Livorno20Pisa
Arezzo10Siena
Pontedera11Carrarese
Alessandria11Piacenza
Cuneo10Viterbese
riposa--Monza
MONDO AMARANTO
Samuele e Marco al Vicente Calderon di Madrid
NEWS

Il Livorno si prende derby e primo posto. In coda Cuneo e Gavorrano non mollano

I labronici battono 2-0 il Pisa e tornano in vetta alla classifica, approfittando della sconfitta del Siena ad Arezzo. Nella parte bassa della classifica conquista un buon punto anche il Prato (1-1 a Olbia), mentre la Pro Piacenza esonera Pea e si affida a Maccoppi



Vantaggiato ha appena segnato il gol del raddoppio contro il PisaCuore, grinta, testa, orgoglio. In questo finale di stagione Pavanel e i suoi ragazzi stanno dimostrando valori incredibili nel lottare contro tutto e tutti per salvare l’Arezzo. Da ultimo il successo nel derby con il Siena capolista, che ha visto la Robur tornarsene verso la città del Palio con zero punti in tasca. Decisivo Cutolo, con un chirurgico sinistro ad inizio ripresa, ma anche Perisan e il gruppo.

Di più. Guardando la classifica, al lordo di un’altra stangata di punti, l’Arezzo al momento sarebbe uscito dalla zona playout. A farne le spese, per adesso, è la Pro Piacenza. I rossoneri sono in profonda crisi, certificata dal ko del Garilli contro il Gavorrano nonostante l’iniziale vantaggio di Musetti (nel finale Remedi e Damonte firmano il sorpasso). E la quinta sconfitta consecutiva costa la panchina a Pea, sostituito da Maccoppi.

Quello dei maremmani non è l’unico successo in coda: il Cuneo infatti compie l’impresa, battendo davanti al proprio pubblico una Viterbese in netta fase calante (3 pari e 3 ko nelle ultime giornate, ultimo acuto con l’Arezzo). Di Schiavi l’1-0 decisivo che tiene i piemontesi a -4 dalla zona salvezza.

 

E così il Prato, capace comunque di pareggiare in casa dell'Olbia (Ceccarelli apre dal dischetto, Iotti pareggia per i sardi), scivola a -7 dal penultimo posto.

Questo improvviso accorciarsi della classifica ha finito per tirare dentro anche l’Arzachena, battuta al Melani di Pistoia dal rigore di Ferrari. I sardi, a secco di vittorie da sette turni, hanno soltanto 3 punti di vantaggio sulla zona playout.

Andiamo adesso nelle posizioni di vertice, dove è andata in scena l’attesissima e decisiva sfida del Picchi tra Livorno e Pisa. A spuntarla sono i labronici, che passano una volta per tempo (prima con Doumbia e poi con Vantaggiato) e si riprendono la testa della graduatoria. Il ko taglia al contempo le gambe al Pisa, che con sole due gare da disputare (più il riposo) non può più sperare nella promozione diretta.

 

Al quarto posto solitario troviamo la Carrarese, passata indenne dal Mannucci (Grassi dal dischetto porta avanti il Pontedera, Biasci pareggia prima dell’intervallo), mentre l’Alessandria in casa incappa nel quarto pareggio consecutivo. Per i grigi è una beffa, perché il Piacenza pareggia proprio all’ultimo secondo (Romero) l’iniziale vantaggio targato Gatto.

Sempre settimo il Monza nonostante il turno di riposo (e la gara da recuperare in settimana al comunale), mentre la Giana incappa nel terzo ko consecutivo perdendo in casa 2-0 contro la Lucchese (a segno Baroni e Cecchini).

 

scritto da: Daniele Marignani, 16/04/2018





Livorno-Pisa 2-0, la sintesi della partita

comments powered by Disqus