Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 35a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carpi41Matelica
Fano01Modena
Fermana14Feralpi Salò
Padova10Gubbio
Perugia21Triestina
Samb02Cesena
Arezzo42Vis Pesaro
Mantova02Legnago
Sud Tirol20V. Verona
Imolese02Ravenna
MONDO AMARANTO
Stefano tifoso vero
NEWS

La Samb peggio dell'Arezzo, due turni di stangata. Sarno, il caos e solo una multa

La rubrica dedicata alle decisioni disciplinari del campionato dilettanti. La società rossoblù sarà costretta a giocare due partite in campo neutro e a porte chiuse per le intemperanze dei suoi tifosi in trasferta. Il club campano, invece, se la cava con una multa nonostante l'invasione davanti agli spogliatoi. Ma nel bollettino ci sono anche calci nel sedere e il lancio della borsa del ghiaccio



le decisioni tragicomiche del giudice sportivo di serie DIl Giudice sportivo di Serie D nel comunicato odierno non è andato tanto per il sottile con parecchie società. A cominciare dalla Sambenedettese, il cui campo è stato squalificato per due turni nei quali la formazione marchigiana sarà costretta a giocare in campo neutro e a porte chiuse, e a versare nelle casse della Lega 1500 euro “per avere propri sostenitori in campo avverso, al 19º minuto del secondo tempo, lanciato monete, accendini e bottigliette di acqua vuote all'indirizzo di un A.A..L'Arbitro era costretto ad interrompere la gara per circa due minuti e il gioco riprendeva anche grazie all'intervento del capitano della squadra ospite. Gli stessi sostenitori, al 38º del secondo tempo, rivolgevano espressioni gravemente minacciose ed offensive all'indirizzo del medesimo A.A. lanciandogli contro diversi oggetti. Uno di tali oggetti (una moneta) attingeva l'Ufficiale di gara ad un ginocchio cagionandogli intensa sensazione dolorifica. Interrotta nuovamente la gara per alcuni minuti, neppure l'intervento di alcuni dirigenti della Società riusciva a riportare la calma. Ripresa la gara anche grazie a messaggi diffusi con l'altoparlante dello stadio, gli stessi sostenitori continuavano a rivolgere espressioni offensive e minacciose al suddetto A.A. sino al termine della gara”. L’Isola Liri, invece dovrà pagarne 2500 di euro “per aver i propri sostenitori fatto oggetto un A.A. di espressioni gravemente offensive e del lancio di sputi alcuni dei quali attingevano l'Ufficiale di gara alla spalla” e per aver “introdotto ed utilizzato materiale pirotecnico ( 2 petardi ed un fumogeno ) nel settore loro riservato. Sanzione così determinata anche in considerazione della idoneità del materiale pirotecnico impiegato a cagionare danni alla integrità fisica dei presenti”. Parecchio cari i botti di capodanno (anticipati)…
La mia domanda è una: in base a cosa viaggia il metro di giudizio del giudice sportivo? Mi spiego meglio tramite un ulteriore esempio. La Sarnese “per avere propri sostenitori in campo avverso scavalcato la rete di recinzione del settore loro riservato e, dopo avere divelto una maniglia antipanico, fatto irruzione nello spazio antistante gli spogliatoi con il chiaro intento di raggiungere la tifoseria locale. Tale condotta costringeva l'Arbitro a sospendere la gara per 5 minuti e solo l'intervento delle Forze dell'Ordine riportava la calma e consentiva la regolare ripresa del gioco. Durante lo svolgimento dei fatti, i medesimi sostenitori danneggiavano la rete di recinzione e, lanciando alcune pietre, un'automobile sita nel parcheggio adiacente gli spogliatoi. Si fa obbligo di risarcire i danni qualora richiesti e documentati” prende “semplicemente” 2000 euro di multa.

Quindi invasione di campo con maniglione antipanico divelto, irruzione davanti agli spogliatoi e conseguente sospensione delle ostilità per 5 minuti, lancio di pietre e distruzione delle recinzioni (tutto questo da recidivi) è uguale a 2000 euro. Borse rovesciate (falso), porta forzata e distrutta da elementi riconducibili alla società (direi falso) e lancio di bottiglie (tre e vuote, per quanto sia sbagliato) e cori contro la Lega è uguale a multa più porte chiuse più squalifiche a 4 tesserati (2, 3 giornate e a tempo). Due pesi e due misure mi sembra riduttivo, ma così è, purtroppo...
Andando avanti nel comunicato, troviamo altre multe cospicue: 1000 al Savona e al San Basilio, 600 al Pomigliano e alla Fortis Juventus, 500 all’Anziolavinio, al Bogliasco e Real Hyria, e 400 alla Recanatese. D’altra parte si avvicina il Natale e ci sono i regali da fare …
Tra i dirigenti squalificati non abbiamo note degne di particolare attenzione, mentre per il capitolo allenatori qualcosa di rilevante c’è eccome. Pappalena della Sarnese si è beccato 5 turni di stop perché “allontanato per avere rivolto espressioni offensive all'indirizzo dell'Arbitro, al termine della gara lo attendeva all'ingresso degli spogliatoi e con fare minaccioso gli rivolgeva espressioni offensive ed intimidatorie. Veniva trattenuto da alcuni tesserati della propria società”, mentre Pierleoni del Celano di turni ne ha presi 3 dopo che “allontanato per continue proteste nei confronti dell'Arbitro, al termine della gara attendeva l'Ufficiale di gara davanti allo spogliatoio e reiterava la condotta in modo plateale e minaccioso. Lo stesso si allontanava solo a seguito del fattivo intervento delle Forze dell'Ordine e di alcuni dirigenti della stessa squadra”.
Tra i giocatori ben cinque gare effettive le ha portate a casa Corsini dell’Arzachena, il quale “espulso per avere rivolto espressioni irriguardose ed offensive all'indirizzo di un A.A., lanciava una borsa del ghiaccio, in direzione del medesimo A.A., colpendolo all'altezza del braccio destro”. Prevenire è meglio che curare, magari senza usare tutta la borsa medica però …
Bizzarro del San Felice è stato squalificato per quattro giornate per aver spintonato l’arbitro, mentre sono state ben cinque le squalifiche per tre turni, tutte per falli di reazione (gomitata, testata, schiaffo, pugno e “per avere, a gioco fermo, colpito un calciatore avversario con un calcio al fondo schiena”). È finita a calci in c…
Due giornate, invece, sono state comminate (oltre a Macellari) a otto giocatori; tra questi, Strigari del Palazzolo “per avere a gioco fermo, tirato con forza l'orecchio di un calciatore avversario riverso a terra a seguito di uno scontro di gioco”, mentre Ciccarone del S.N.C. Teramo “calciatore in panchina, si allontanava dalla propria postazione e, correndo sulla linea laterale del terreno di gioco, rivolgeva espressioni offensive all'indirizzo di un calciatore avversario”. Due giornate per una tirata d’orecchie e per un tentativo di emulare il guardalinee.

 

scritto da: Daniele Turchini, 31/10/2012





COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Andrea Avato, il 31/10/2012 alle 17:14

Foto Commenti

La Sarnese “per avere propri sostenitori in campo avverso scavalcato la rete di recinzione del settore loro riservato e, dopo avere divelto una maniglia antipanico, fatto irruzione nello spazio antistante gli spogliatoi con il chiaro intento di raggiungere la tifoseria locale. Tale condotta costringeva l'Arbitro a sospendere la gara per 5 minuti e solo l'intervento delle Forze dell'Ordine riportava la calma e consentiva la regolare ripresa del gioco. Durante lo svolgimento dei fatti, i medesimi sostenitori danneggiavano la rete di recinzione e, lanciando alcune pietre, un'automobile sita nel parcheggio adiacente gli spogliatoi. Si fa obbligo di risarcire i danni qualora richiesti e documentati” prende “semplicemente” 2000 euro di multa.
Quindi invasione di campo con maniglione antipanico divelto, irruzione davanti agli spogliatoi e conseguente sospensione delle ostilità per 5 minuti, lancio di pietre e distruzione delle recinzioni (tutto questo da recidivi) è uguale a 2000 euro. Borse rovesciate (falso), porta forzata e distrutta da elementi riconducibili alla società (direi falso) e lancio di bottiglie (tre e vuote, per quanto sia sbagliato) e cori contro la Lega è uguale a multa più porte chiuse più squalifiche a 4 tesserati (2, 3 giornate e a tempo). Due pesi e due misure mi sembra riduttivo, ma così è, purtroppo...

 

Su questo ci sarebbe da discutere un mese e non basterebbe

Commento 2 - Inviato da: il ferro, il 31/10/2012 alle 18:18

Foto Commenti

sarno in campania???

c'è poco da discutere.....arezzo non è messina. sarno invece si.

Commento 3 - Inviato da: Andrea Avato, il 31/10/2012 alle 19:07

Foto Commenti

Oggi presso la parrocchia di S.Egidio dell’Orciolaia è stata celebrata la messa in ricordo dell’ex amaranto Giovanni Pozza, ad un anno dalla sua scomparsa.