Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Torta col cavallino per gli sposi Andrea ed Elisa
NEWS

Castel Rigone, la rivoluzione continua. Nuovi acquisti e Bricca fuori rosa

Dopo aver esonerato l'allenatore per la prima volta nella sua storia, la società del lago Trasimeno ha rinunciato all'ex centrocampista amaranto e al difensore Bisello Ragno. In compenso, a disposizione del neo tecnico Giunti è già arrivato Montanari e dietro alla rottura fra Boldrini e il Sansepolcro pare esserci proprio il club di Cucinelli



Andrea Bricca contro l'Arezzo nei play-off della scorsa stagioneA Castel Rigone stanno rivoltando la squadra come un calzino. Partita con i favori del pronostico, come accade ormai da diversi anni, la squadra del lago Trasimeno è incappata in una sconfitta dietro l'altra. E dieci giorni fa, nonostante la vittoria casalinga contro il Deruta, il presidente Brunello Cucinelli ha fatto quello che mai si era sognato di fare (per precisa scelta filosofica e aziendale) in tanti anni di calcio: ha esonerato l'allenatore. Così Riccardo Bocchini ha lasciato il posto a Federico Giunti, che ha debuttato con un sonoro 4-0 rifilato al Todi. La società biancoblù, che punta senza mezzi termini a risalire la classifica per puntare alla promozione, ha anche cominciato a muoversi sul mercato. Nei giorni scorsi ha tesserato il 25enne centrocampista Andrea Montanari, reduce da sei campionati nei prof tra C1 e C2. E adesso pare si sia inserita nella trattativa fra il Sansepolcro e l'esterno Michele Boldrini, 27 anni, anche lui reduce da diverse stagioni in Lega Pro. A Boldrini, che ha firmato un accordo con il club biturgense, il Castel Rigone avrebbe offerto un ingaggio triplicato. Questi gli spifferi di mercato per una società che può permettersi rimborsi spese altissimi, fuori mercato per la serie D. Tra i più pagati in organico figuravano anche l'ex amaranto Andrea Bricca, 30 anni, e il difensore Luca Bisello Ragno (29). Entrambi però sono stati messi fuori rosa. "Abbiamo ritenuto opportuno rinunciare a Bricca e Bisello Ragno perché non disponibili al cento per cento. La società comunque - spiega il ds Luca Quarta - onorerà gli impegni presi con i due giocatori fino a quando non troveranno una nuova sistemazione". Dopodomani il Castel Rigone giocherà in trasferta a Fiesole. In attesa di un mercato dicembrino in cui Cucinelli non resterà con le mani in mano.

 

scritto da: Andrea Avato, 02/11/2012





Castel Rigone-Todi 4-0, le immagini della partita

COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: RobertoGennari, il 02/11/2012 alle 11:29

Foto Commenti

non sarebbe male portarli tutti e due ad Arezzo, se stessero bene... soprattutto Bricca!!! Wink

Commento 2 - Inviato da: Vecchia guardia, il 02/11/2012 alle 11:49

Foto Commenti

basta trovare chi gli paga lo stipendio....

Commento 3 - Inviato da: ale 65, il 02/11/2012 alle 11:55

Foto Commenti

commento 3  ...cosa non da poco

Commento 4 - Inviato da: il ferro, il 02/11/2012 alle 12:53

Foto Commenti

io porterei ad arezzo solo il loro presidente.

magari fa la squadra per vincere e non per altri interessi

Commento 5 - Inviato da: il ferro, il 02/11/2012 alle 20:36

Foto Commenti

è vero amimodo.

siamo al 2 novembre e c'è già passata la voglia......

Commento 6 - Inviato da: ale 65, il 02/11/2012 alle 21:04

Foto Commenti

se penso che  questa estate sembrava che almeno in società si muovesse qualcosa in positivo con Zerbini e Locatelli il villaggio Amaranto  ...... ora che futuro si prospetta?

I campionati tranquilli non si addicono all' Arezzo c'è da soffrire 

Commento 7 - Inviato da: botolo ringhioso ma saggio, il 03/11/2012 alle 01:18

Foto Commenti

Leggo da settimane che Cucinelli non aveva mai esonerato un allenatore da quando è presidente del Castel Rigone. Ma allora qualche anno fa Pasquale Rocco (detto "Paki") che cosa faceva in panchina all'inizio -ma non alla fine- della stagione?

Commento 8 - Inviato da: Amarantegnene, il 03/11/2012 alle 03:53

Foto Commenti

Cucinelli vieni da noi!!! C è più fica, più spettatori appassionati, c è il saracino, c è la fica, c è uno stadio (sempre meglio di dove giocate voi), c è la fica!!!!!  Cucinelli saresti il NOSTRO EMIRO!!! Saresti l' unico Arabo che amerei!!!! ti aspettiamo.... c è la ficaaaaaaaa!!!!

Commento 9 - Inviato da: Hic Sunt Leones 75, il 03/11/2012 alle 08:44

Foto Commenti

Cucinelli vieni da noi!!! C è più fica

questo è  vero, se  vieni  qua, le Aretine   come scoprono che sei il RE del Cashmere    TE LA DANNO ANCHE  LUNGO IL CORSO ITALIA   Sealed

Commento 10 - Inviato da: Giulio Cirinei, il 03/11/2012 alle 09:54

Foto Commenti

Che male abbiamo fatto noi Tifosi dell'Arezzo per avere tutto questo?

Secondo ma una cosa c'è. Ad Arezzo siamo da sempre i più pessimisti in assoluto, i più pronti a criticare, i più pronti a spalare merda, i più pronti a remare contro... In compenso siamo i più restii a remare dalla stessa parte, a turarci il naso per il bene della causa, a dir bene e non permettere agli altri di dir male... Da qualunque altra parte, il proprio campanile lo difendono sempre e comunque. Qui da noi non funziona così. In niente. Qui la massima soddisfazione è poter dir male (meglio se alle spalle e/o nascosti da qualche nickname, invece che mettendoci la faccia)

Non sto dicendo che sia PER QUESTE RAGIONI che le cose vanno male sempre. Sarebbe negare problemi reali e che con le cose di tutti i giorni c'entrano poco. Però resto convinto che solo ad Arezzo, progetti come il Villaggio Amaranto possono essere guardati con sospetto e con così poca partecipazione da parte di città, gente, imprenditori, enti, associazioni e pubblica amministrazione. In qualunque altro posto d'Italia una società che era arrivata con i nomi e i mezzi della società che ora ci sta lasciando, sarebbe stata accolta da sponsorizzazioni, soldi, attività, "movimento" in genere. Qui ad Arezzo, SE qualcosa si muove, siamo sempre e solo noi. I soliti. Gli stessi di sempre. Perchè qui ognuno sta a guardare il giardino del vicino

In tutto il mondo si guarda il giardino del vicino. Solo che ad Arezzo ci si comporta in modo diverso che in tutto il mondo. Nel resto del mondo si vede il giardino altrui più verde e si cerca di aggiungere verde al proprio. Ad Arezzo si cerca solo (e si spera) di far perdere colore anche al giardino altrui

Siamo noi, botoli ringhiosi 

Commento 11 - Inviato da: M.Fed, il 03/11/2012 alle 11:32

Foto Commenti

Concordo al 100%.

Oltre che nel calcio, siamo sempre a parlare male di questo e quello.

E poi se qualcosa va bene,tutti con il carrozzone dei vincitori

Commento 12 - Inviato da: il ferro, il 03/11/2012 alle 14:43

Foto Commenti

avete vissuto anche altre realtà per giudicare o è il sentito dire che vi frega???

è COSì OVUNQUE. ANZI. QUI C'è FIN TROPPA PAZIENZA......

A MOMENTI A BOGLIASCO IERI UNGONO CIRO FERRARA......

e non parlo del sud italia.....

Commento 13 - Inviato da: Libanese , il 03/11/2012 alle 14:54

Foto Commenti

Come sempre  per me ha ragione il Ferro..,  e aggiungo  le altre realtà calcistiche  sono  identiche alle nostre (  solo  a  Chievo e a Empoli sono  le isolefelici  del calcio  )  se le cose vanno male  anche   i Fiorentini  contestano il  loro  "ciabattino" salvatore della patria .

Commento 14 - Inviato da: il ferro, il 03/11/2012 alle 15:22

Foto Commenti

perchè noi ci s'è battuto il muso sulle cose e ci s'ha il capo per ragionare e sbagliare per conto nostro.

Commento 15 - Inviato da: contedimontecrisco, il 04/11/2012 alle 14:23

Foto Commenti

Ben detto !!