Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Luigi in Egitto
NEWS

La crisi del calcio aretino. Gente che si scanna e ricchi che spendono da un'altra parte

Doveva essere una stagione di successi, invece si parla solo di soldi, soci e bilanci. Severini, che ieri ha pagato quasi tutta una mensilità di stipendio a tesserati e dipendenti, si prende del povero, i tifosi non vogliono i romani e nemmeno i napoletani, ma di aretini disposti a investire nel calcio non ce ne sono (a parte tre). Ripensando anche a due estati fa, cosa si può pretendere se non il nulla?



la crisi del calcio aretinoLe cose cambiano. Doveva essere una stagione senza intoppi e senza ostacoli, una cavalcata verso la vittoria, sta diventando un tormentone che non finisce più. E il guaio vero è che si parla di soldi, di soci, di bilanci e poi arriva il sabato e ci si ricorda che già, domani c’è anche la partita. Anche. La squadra è schiacciata sotto il peso dell’incertezza e meno male che domenica scorsa, contro un avversario modesto, ha tirato fuori orgoglio e carattere. E’ evidente però che di qui a dicembre, quando riaprirà il mercato, occorre un cambiamento, un minimo di chiarezza. Severini finora ha tenuto botta e sta continuando a farlo: ieri ha pagato quasi tutta la mensilità di stipendio a dipendenti e giocatori, ha saldato qualche arretrato con i fornitori e sta tenendo in piedi la baracca. La società è sostanzialmente sana, anche se di questi tempi è dura pensare che arrivi qualcuno a rilevare la gestione e a comprare le quote sociali. A Severini e al suo gruppo l’Arezzo costò 360mila euro nel 2010. Oggi, per mille motivi tra cui la congiuntura, siamo a livelli decisamente più bassi e l’offerta della cordata campana, presentata ieri a Roma, di sicuro è di gran lunga inferiore.
Che poi stiamo tutti qua a discutere dei romani, i napoletani e gli aretini, quando la realtà ormai è molto ma molto definita. Fatta eccezione per Massetti, Zerbini e Fini (quest’ultimo a livello di intenzioni), di personaggi locali che hanno manifestato interesse concreto a prendere in mano l’Arezzo, non ve ne sono. Nemmeno mezzo. Né la media imprenditoria né quella di altissimo cabotaggio, con fatturati da centinaia di milioni, si è mai degnata di prendere in considerazione l’ipotesi di investire nel calcio. E attenzione, qua non si tratterebbe di buttare i denari dalla finestra. Si tratterebbe di mettersi a sedere e pensare a cosa fare del calcio in città, a quali obiettivi tendere, a quale programma seguire. Campare alla giornata, per intendersi, sarebbe inutile. Un altro buco nell’acqua. E in un momento in cui le aziende faticano a consegnare le buste paga a fine mese, sarebbe anche folle. Ma delineare un progetto serio, al contrario, giustificherebbe un impegno concreto per sviluppare il settore giovanile, ammodernare le strutture e ottenere risultati sportivi.
La verità è una. Non interessa niente a nessuno. Chi ha i soldi se li tiene e, se ne ha voglia, li spende da un’altra parte. Chi è ricco sfondato, ha i serpenti in tasca. Chi ha il potere, comanda e inciucia con i pari casta. Chi guida politicamente la città, forse sa a malapena che a calcio si gioca in undici. Intanto la gente si scanna perché i meridionali non li vuole, di quelli non si fida e di quell’altri nemmeno. E Severini, che continua a pagare, si prende del povero in canna.
A questa situazione non c’è via d’uscita. O si resta così, ma chissà quanto può durare. O arriva lo sceicco, che però non arriverà. O viene un filibustiere che prende la squadra per costruirsi il classico centro commerciale. A questo punto, viene da dire: magari. Ma noi, ricordiamocelo, siamo quelli che due estati fa eravamo sul punto di ripartire dalla terza categoria. Cosa si può pretendere se non il nulla?


scritto da: Andrea Avato, 15/11/2012





L'Arezzo e le cordate, parla Marco Cocci

COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: chiana, il 15/11/2012 alle 13:10

Foto Commenti

Avato 200 tessere di Orgoglio Amaranto, un numero ridoclo di abbonamenti, poco interesse ed una stampa patetica... questa è "l'importanza" del nostro amato Arezzo e sono le fondamenta su cui costruire qualcosa. Inutile girarci intorno e pretendere la luna.

Commento 2 - Inviato da: teba02, il 15/11/2012 alle 13:12

Foto Commenti

questa è la pura ed unica verità, riflessione giusta e più che condivisibile: 10 con lode!

infondo l'Arezzo calcio interessa veramente (e dico veramente!) ad una sparuta minoranza della cITTA' e della pROVINCIA (stimabile in circa 1.000/350.000 cioè lo 0,00286): questo è un dato di fatto e stop.

si ma allora che si fa?!

ammaina bandiera, rompete le righe e tutti davanti a SKYfo la domenica?!

speriamo con tutto il cuore (amaranto) di no...

Commento 3 - Inviato da: el lagarto, il 15/11/2012 alle 13:32

Foto Commenti

AVATO - Questa purtroppo è la cruda realtà. Se Severini non riesce a vendere, dovrà cambiare programmi, abbattere i costi, investire sui giovani (L'importante è, smetterla di prendersela con i ragazzi, che siano Romani, campani o veneti) Creare un gruppo giovane  e programmare sul futuro. se questa società non riesce a sostenere i costi, non ci sono alternative.

Commento 4 - Inviato da: el lagarto, il 15/11/2012 alle 13:39

Foto Commenti

Si può creare un gruppo di giovani (UNDER) adatto al campionato di serie D e si può programmare la promozione ma con un tempo minimo di tre anni.

 Speriamo che la società venga venduta e che si possano fare programmi a breve.

Commento 5 - Inviato da: Ops, il 15/11/2012 alle 14:28

Foto Commenti

Mi pare di capire che ieri gli hanno offerto due bruglie ....

Commento 6 - Inviato da: chiana, il 15/11/2012 alle 15:15

Foto Commenti

Mi sa che anche questi gran soldi non li hanno... sono stati dal sindaco, si sono fatti intervistare, sono stati più "al pubblico" che a trattare ma si sono dimenticati di un passaggio fondamentale... dire che progetti e programmi hanno se riescono ad acquistare l'Arezzo. Dalle mie parti si dice che le chiacchiere non fanno farina.

Commento 7 - Inviato da: contedimontecrisco, il 15/11/2012 alle 15:29

Foto Commenti

Ben detto!!!!Non temere,soltanto abbi fede(Mc 5,36)

Commento 8 - Inviato da: Arretium Amaranthus, il 15/11/2012 alle 15:44

Foto Commenti

Purtroppo Arezzo è una piazza,ma non l'unica.che vuole prima di dare.In serie C e serie B allo stadio a vedere non solo la Schifentus venivano da tutta la provincia anche dal Valdarno lo so per certo!Non servono i miliardi di Euro ci vuole una programmazione attenta come dice Legarto con piani finanziari sostenibili altrimenti siamo sempre punto e a capo!

 

Commento 9 - Inviato da: Arretium Amaranthus, il 15/11/2012 alle 15:45

Foto Commenti

Volevo dire che Arezzo vuole prima avere e poi dare.......

Commento 10 - Inviato da: DaM, il 15/11/2012 alle 15:50

Foto Commenti

non esageriamo peró.... non esiste squadra a questo mondo in cui la massa dei tifosi sia arrivata prima dei risultati

Commento 11 - Inviato da: il ferro, il 15/11/2012 alle 16:52

Foto Commenti

mi pare che vi state dimenticando che 1000 spettatori se le sognano anche diverse di c1....

qui ci sono 150.000€ l'anno solo di biglietti/abbonamenti....

detto ciò:

meglio la terza categoria con orgoglio amaranto che la d a stillicidio coi foresti/mai-onesti

Commento 12 - Inviato da: il ferro, il 15/11/2012 alle 16:54

Foto Commenti

i giornali prima tirano al massacro con chi c'è,poi si lamentano dando la colpa alla città se non viene nessuno.....CHIUDERE I GIORNALI,TENERNE UNO E CONTROLLARLO.

il duce vedeva troppo avanti.......

INCHINATEVI!! SONO LO SHOGUN MITSU KUNIMITO....

KUKE DAMMI LA FASCIA DELLA POTENZA IO ASSASSINO.....

Commento 13 - Inviato da: max71, il 15/11/2012 alle 18:23

Foto Commenti

non capisco come fate a dire che questi non hanno i soldi,che hanno offerto poco.......(forse sara' vero) ma tante volte penso che ne volete sapere piu dei diretti interessati.                                 io aspetto a giudicare  perche  non so chi siano questi personaggi , se esistono perdavvero,poi a quanto dice cocci severini a sul tavolo altre proposte. quindi aspettiamo , tanto altro non possiamo fare.

Commento 14 - Inviato da: max71, il 15/11/2012 alle 18:25

Foto Commenti

comunque sia chi verra' di peggio di questi puo' solo  andare in eccellenza o fallire.

Commento 15 - Inviato da: Perfido, il 15/11/2012 alle 18:30

Foto Commenti

Doveva essere una stagione di successi, invece si parla solo di soldi, soci e bilanci.

E' così perchè in campo si fa cacare...se si vincesse i problemi societari passerebbero in secondo piano

Commento 16 - Inviato da: el lagarto, il 15/11/2012 alle 19:33

Foto Commenti

Dall'intervista di Cocci si intuisce chiaramente che l'offerta non è stata congrua. E' vero che l'Arezzo attuale non vale molto e vista la situazioneLe cordate cercano di metterle ...al collo di Severini, però non credo che svenderà la società.

Chi ha i soldi alla fine si farà avanti con una offerta che accontenterà tutti.

Commento 17 - Inviato da: AR, il 15/11/2012 alle 20:37

Foto Commenti

allora quardiamo siena fa settemila spettatori in a

io penso che noi se ne farebbe almeno quindicimila

speriamo di provarle quelle emozioni e cosi si smette di dire certe cose facciamoci un blasone anche noi venga anche chi a da pulire i soldi chi se ne frega forza arezzo

Commento 18 - Inviato da: el lagarto, il 15/11/2012 alle 21:06

Foto Commenti

Gli spettatori aumentano con le vittorie e le categorie superiori. 

I presidenti sono sempre puliti finchè non arriva l'avviso di garanzia e la galera.

 BEN VENGANO I SOLDI FINCHE' SONO PULITI,  SE POI LI PORTA UN CARDINALE UN MINISTRO UN IMPRENDITORE, UN ARABO O UN CINESE... di pulito c'è sempre poco.

Commento 19 - Inviato da: Jappy7, il 15/11/2012 alle 21:17

Foto Commenti

Arezzo non si merita questo sdegno cazzo.. voglio rivedere l arezzo a livelli che contano non in questo schifo di categoria..!!! VOGLIAMO UNA SOCIETA' SERIA e coi SOLDI..

Commento 20 - Inviato da: el lagarto, il 15/11/2012 alle 21:23

Foto Commenti

E' UNA PAROLA!!!...

Commento 21 - Inviato da: Piero, il 15/11/2012 alle 21:41

Foto Commenti

Il maltempo di questi giorni ha impedito che potessi avere le procure a mio nome ..... Cocci una notizia hanno inventato la posta elettronica, tu prendi un foglio lo metti nello scanner, scrivi una e-mail ad un indirizzò che devono dirti prima e la mandi in allegato.... Così il gioco e' fatto anche se piove ma ti dico di più anche se addirittura nevica!! Avato prendi posizione ma che ci si fa pigliare per il culo così? Fuori i nomi se ci sono! Sennò si pensa che ci sono solo il lami ed il marconi

Commento 22 - Inviato da: Piero, il 15/11/2012 alle 21:42

Foto Commenti

È il Lami forse ma dico forse e' anche in grado di inviare una e-mail

Commento 23 - Inviato da: ale 65, il 16/11/2012 alle 08:26

Foto Commenti

Vorrei capire una cosa  che forse mi è sfuggita . Premesso che Severini & C quando hanno preso l' Arezzo pagando la cifra che dice Andrea di 360 mila € hanno preso una squadra che era rinata da pochi mesi e con debiti pari a zero o giù di li .

Ma ora la società da quanto emerge , con tutti i scarifici della dirigenza ha accumulato alcuni debiti con fornitori ,giocatri , staf ., non per niente Andrea parla in suo articolo di pagamenti fatti alla squadra e in società ma solo in parte , non saldando il tutto ,quindi problemi economici ci sono.

Vengo al dunque , non è che l'offerta fatta a Severini non è congrua perchè chi entra non si vuole accollare i debiti , o non è congrua perchè chi entra  si accollerà i debiti  e pagherà a Severini meno soldi di quanti lui ha speso ?

Commento 24 - Inviato da: Libanese , il 16/11/2012 alle 08:37

Foto Commenti

, tu prendi un foglio lo metti nello scanner, scrivi una e-mail ad un indirizzò che devono dirti prima e la mandi in allegato.... Così il gioco e' fatto anche se piove ma ti dico di più anche se addirittura nevica

 

 

Non credo che sia possibile,  sono quasi certo che servano le copie originali  con firme originali e non fotocopiate.

Ma  cmq  in qualsiasi caso le bugie hanno sempre le gambe corte, entro pochi giorni  si saprà tutto e di tutti.

Commento 25 - Inviato da: Andrea Avato, il 16/11/2012 alle 09:05

Foto Commenti

ALE65 (23)

L'Arezzo, a quanto risulta a me, ha arretrati per qualche decina di migliaia di euro. A oggi. Con una gestione da onorare fino a maggio e al contempo sponsorizzazioni già firmate e altre entrate che porteranno denari in cassa nei prossimi mesi. Una situazione identica a quella di moltissime società (di calcio e non solo). Chi ne tratta l'acquisto, ovviamente, lo fa al netto degli arretrati. 

Commento 26 - Inviato da: Libanese , il 16/11/2012 alle 09:18

Foto Commenti

Avevo scritto :

Ma  cmq  in qualsiasi caso le bugie hanno sempre le gambe corte, entro pochi giorni  si saprà tutto e di tutti.

 

Anzi,   sulle deleghe basterebbe  riascoltate ( o ricordare )   cosa ha dichiarato  l'ex ..ex.. ex   Marconi a tutto campo due lunedi' fà.

Commento 27 - Inviato da: baicol, il 16/11/2012 alle 09:47

Foto Commenti

Quella delle deleghe puzza di marcio che avella! A parte e-mail e posta certificata, anche con il maltempo se uno ha interesse ad arrivare in un posto il sistema di arrivarci lo trova, allunghi magari il viaggio di qualche ora ma ci arrivi.

 

Commento 28 - Inviato da: Piero, il 16/11/2012 alle 14:08

Foto Commenti

Quella delle deleghe e' una Cazzata! Punto!

Commento 29 - Inviato da: il ferro, il 16/11/2012 alle 20:32

Foto Commenti

no.....loro sono onesti e sinceri.siamo noi che si pensa sempre male. aretini ringhiosi che non siamo altro.....MA QUALCHE MORSO QUANDO SI DA'????