Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 10a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Olbiamer15Albinoleffe
Carraresemer18.30Como
Giana Erminiomer18.30Pergolettese
Leccomer18.30Juventus U23
Pontederamer18.30Pro Patria
Renatemer18.30Novara
Alessandriamer20.45Pistoiese
Monzamer20.45Gozzano
Pro Vercellimer20.45Arezzo
Sienamer20.45Pianese
MONDO AMARANTO
Filippo sul cammello in Egitto
NEWS

Arezzo e Perugia, la rivalità diventa un libro. Dal 1974 fino ai giorni di Serse Cosmi

E' in edicola il primo lavoro di Federico Sciurpa, con la prefazione dell'allenatore perugino che in amaranto ha vinto due campionati: si parla di una storia dimenticata, fatta di mestieranti e vip, principi del foro e "bidoni". Edimond editore



la copertina del libro sulla rivalit√† tra Arezzo e PerugiaE’ in libreria “Venti pezzi da cento, Perugia-Arezzo origini di una rivalità” (Edimond, 13 euro) scritto da Federico Sciurpa. La pubblicazione si avvale della prefazione di Serse Cosmi e della presentazione del direttore del Corriere dell’Umbria e del Corriere di Arezzo, Anna Mossuto. Il disegno di copertina è di Arturo Lozzi, uno dei massimi interpreti del fumetto Dampyr. Il libro recupera una storia dimenticata, fatta di mestieranti e vip, millantatori; principi del foro e “bidoni”. Ritrattatori e telefonate a gettoni.
E’ il processo più assurdo della storia del calcio che si fa nei giornali, non in aula e nemmeno – come oggi avviene - alla tv. Si fa nell’estate di Chinaglia e del calcio totale degli olandesi e si fa al Perugia. Ma coinvolge mezza Italia del pallone. Finisce con una assoluzione. E senza quel verdetto del quale non si trova traccia nemmeno dei motori di ricerca, il Grifo dei miracoli che ottenne subito la promozione in A, non sarebbe mai esistito e l’imputato D’Attoma non sarebbe mai diventato presidente; Perugia e Arezzo giocherebbero adesso perfino le amichevoli d’estate come succedeva in quel 1974, mentre ora si giurano odio.
“Conoscevo la storia come leggenda: ha avuto un seguito e io ho fatto la mia parte da protagonista involontario, ma fiero” scrive Serse Cosmi, perugino amatissimo ad Arezzo e simbolo amaranto che poi ha allenato il Perugia, nella prefazione.
“Questo non è un libro di calcio, ma un libro che trasmette emozioni sullo sfondo di una rivalità calcistica” scrive Anna Mossuto.
Federico Sciurpa (1966) è capo servizio del Corriere dell’Umbria e per 12 anni (1998-2010) è stato capo servizio della redazione del Corriere di Arezzo. E’ al suo primo lavoro.

 

scritto da: Ufficio Stampa Edimond, 21/12/2012





COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: il ferro, il 21/12/2012 alle 15:33

Foto Commenti

l'avrei comprato l'avesse scritto anche riccardino.MA COSì.....

GIORNALISTI GIORNALAI MA CHE CAZZO NE SAPETE VOI????

mercimoniate una realtà che non vi appartiene. altro che emozioni.

 

agab

Commento 2 - Inviato da: il ferro, il 21/12/2012 alle 15:34

Foto Commenti

che poi da uno che scrive nel"corriere di arezzo"(scusate il termine)

solo un libro sul perugia ti potevi aspettare.....scommetto che è una marchetta continua sulla cittadina umbrigena....

Commento 3 - Inviato da: baicol, il 21/12/2012 alle 15:34

Foto Commenti

Che poi gli andrebbe detto che le amichevoli d'estate si giocano lo stesso, anzi no, con loro non è mai un'amichevole

Commento 4 - Inviato da: il ferro, il 21/12/2012 alle 15:35

Foto Commenti

sciurpa siamo sempre quelli della sud. ti ricordi di noi??noi di te si.

Commento 5 - Inviato da: il ferro, il 21/12/2012 alle 15:36

Foto Commenti

avato per favore ma che gli fai anche pubblicità......

Commento 6 - Inviato da: chiana, il 21/12/2012 alle 15:38

Foto Commenti

Io lo avrei intitolato... 20 pezzi di merda. Il numero di perugini che venivano ad Arezzo quando le scorte non esistevano.

Commento 7 - Inviato da: alti60, il 21/12/2012 alle 16:30

Foto Commenti

Alòòò ma come se fà Sciurpa se na sega te della rivalità io c'ero al santagiuliana a pistoia campo neutro li ricordo come ora i tuoi concittadini infetti cosa facevano è ma un gli è fatto freddo vai,dice bene il Chiana senza scorte son venuti un 20 e uscivano dentro i cellulari della celere x tornare a casina,Sciurpa te li ricordi in tv a Teletruria che chiedevano aiuto alla polizia si sti infetti,ma che ne sè te....

 

Commento 8 - Inviato da: chiana, il 21/12/2012 alle 17:05

Foto Commenti

Anto sono venuti sempre in 4 gatti raccomandandosi alla divina povvidenza per tornare alle loro caverne fino al 90-91 quando tutto in un colpo curva piena... cosa era cambiato? Scorta imponente e bus pagati dal maiale con la cravatta. Intanto quello striscione dell'armata bruciava...

Commento 9 - Inviato da: il ferro, il 21/12/2012 alle 19:45

Foto Commenti

e griffons(10 metri) è ancora in garage.....a arezzo però.....

Commento 10 - Inviato da: il ferro, il 21/12/2012 alle 23:42

Foto Commenti

chiana:

18 novembre 1990....

avevo 15 anni.

fionda barnet diablo con poggiabraccio e bullini queli de porcellana. ero insieme al cama e al nanni......

si era già aperta la caccia al coniglio.....e non abbiamo certo preso cappotto!!!!

qualche carrozziere-carglass  umbro ancora ce starà ringraziando....

Commento 11 - Inviato da: chiana, il 21/12/2012 alle 23:47

Foto Commenti

Ferro se ti legge la mamma di qualche giocatore piange... al ritorno però ci si divertì di più Cool

Commento 12 - Inviato da: il ferro, il 21/12/2012 alle 23:48

Foto Commenti

ritorno 7 aprile 91.

la nota migliore lo striscione"fermanelli come curi". ci imperettò due volte. nel mezzo luperto su rigore. treno speciale con tipo 700 aretini. al ritorno sassi fino a castiglion fiorentino. una macchina rossa di umbrigeni ci seguiva.....

 

ma la scena della dunnina dei panini che scappava con la cassa chiamando a alta voce"guaaardieeee!!"con gli aretini che banchettavano sul furgone è epica.....

e anche la fuga di una decina di roditori quando un solo pulmann tipo atam si fermò e scese.....

 

negli anni '80 ricordo i perugini che scappavano per castel secco con gli aretini dietro e un tetto di sassi verso i roditori.....da lì il coro"scappaaa coniglio perugiinooooo"

 

in amichevole l'anno di bazzani ci siamo divertiti molto con le macchine singole....

soprattutto coi soliti conigli che invece che scendere e difendersi si chiudevano dentro e si lasciavano sfasciare la macchina dai fratelli ferro....il tutto per diverse macchine e nessuno scendeva......

CHE PALESTRA I PERUGINI!!!!

Commento 13 - Inviato da: il ferro, il 21/12/2012 alle 23:52

Foto Commenti

CHIANA: la mamma di qualche giocatore HA GIA' pianto. telefonando in lacrime al direttore....

e con buste di cibo pronte per il cucciolo.....

ma sti figlioli a 18 anni non hanno un po' di dignità???

io l'avrei amazzata la mi'mamma.....prima le telefonate in lacrime perchè si storpia il nome del figlio(aahahahahah)

poi le scenate che se non gli porta da mangiare lei il bimbo perisce di fame.....

dai....io a 18 anni già andavo a rubbare a facevo a toppe anche coi muscini.....

Commento 14 - Inviato da: il ferro, il 21/12/2012 alle 23:54

Foto Commenti

e copulavo col pagare e non.....

secondo me la colpa e che non c'è più il servizio militare.....

Commento 15 - Inviato da: Andrea Avato, il 22/12/2012 alle 00:05

Foto Commenti

Giusto per chiarire. Questo libro è in edicola. Racconta come e perché è nata la rivalità fra Arezzo e Perugia. Io non l'ho letto, quindi non posso darne un giudizio (è come quando uno non vede la partita e però si esprime lo stesso. C'è chi lo fa e non se ne vergogna, a me non piace). Tra l'altro mi risulta che qualcuno a Perugia non abbia gradito la narrazione dei fatti del volume. Quindi, adesso sapete che il libro c'è. Potete decidere di non comprarlo a priori. Di comprarlo e bruciarlo nel camino. Di comprarlo, leggerlo e farne una recensione negativa. Di comprarlo, leggerlo e apprezzarlo. Immagino che l'autore, prima di averlo scritto, si sarà documentato su fatti, episodi e personaggi dell'epoca. Dov'è il problema?

Commento 16 - Inviato da: chiana, il 22/12/2012 alle 00:11

Foto Commenti

Per spiegare in modo soddisfacente la questione bastava dire che i perugini hanno la mamma chiacchierata ed il babbo... a sapello chi è!

Commento 17 - Inviato da: alti60, il 22/12/2012 alle 08:50

Foto Commenti

Esatto Chiana al (9) ma anche a casina loro de figurine ne han fatte parecchie dai 300 del primo anno di B hai 3000 hai 700 e poi l'anno che quasi gli si entra in quella curva di m...a al nostro arrivo..... alò lasciamo perdere i coniglietti al di fuori di tirare qualche sassolino e poi nascondersi un'an mai fatto,l'unica cosa che purtroppo gli invidio sono gli anni di seria che hanno fatto e le trasferte in Europa cosa che noi almeno per adesso e me sà per sempre non abbiamo mai avuto il piacere di fare Cry

Commento 18 - Inviato da: il ferro, il 22/12/2012 alle 15:27

Foto Commenti

il problema principale è l'autore......

fare pubblicità allo sciurpa non ti fa onore.

 

quasi tutti i GIORNALISTI anzi, "I GIORNALISTI" aretini commentano e valutano senza aver visto la partita.....

i tifosi assenti almeno si informano con altri tifosi presenti,ovvero con gente disinteressata.

poi tanti sembrano assenti.....

Commento 19 - Inviato da: il ferro, il 22/12/2012 alle 15:28

Foto Commenti

perchè pubblicare un articolo (toh,sotto natale) su questo libro?

pura informazione?

Commento 20 - Inviato da: il ferro, il 22/12/2012 alle 15:30

Foto Commenti

mi sa che a troppi sfugge chi sia l'autore e come si è espresso più volte......

forse quando si faceva i cori e gli striscioni contro di lui c'era poca gente allo stadio....

ma non tutti dimenticano.

Commento 21 - Inviato da: Amaranta, il 24/12/2012 alle 01:07

Foto Commenti

Comunque io nel 1974 c'ero e la storia vera della rivalita' Arezzo Perugia la conosco.... c'ero a Pistoia in campo neutro, c'ero al Santa Giuliana nel maggio 1975...identico risultato, identica sequenza....