Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo23Feralpi Salò
Imolese11Padova
Modena20Gubbio
Legnago21Vis Pesaro
Fano00Perugia
Mantova10Fermana
Matelica32Triestina
Samb51Carpi
Sud Tirol21Ravenna
Cesena13V. Verona
MONDO AMARANTO
Paolo e la maglia regalo per Lorenzo
NEWS

Bang bang, partite da cani, diti medi, ricordi, il Casms, il buon senso: un anno di striscioni

Il 2012 raccontato attraverso i messaggi che sono stati lanciati dai tifosi della curva Minghelli, abituati come tutto il popolo amaranto a districarsi tra speranze, buoni propositi, amarezze e disillusioni. Dalla pistola di Raso alla frattura fra squadra e pubblico, dall'ottimismo per il progetto legato al Villaggio Amaranto alle difficoltà di questo campionato, passando per le mille polemiche sulle trasferte vietate



lo striscione che aveva salutato la partenza dell'Arezzo per il ritiroUn anno, quello che si è appena chiuso, raccontato in quindici striscioni. Messaggi sempre chiari e diretti, specchio di stati d'animo contrastanti, di situazioni che sono cambiate repentinamente sotto gli occhi dei tifosi. Dentro ci sono le evoluzioni e le peripezie che il 2012 ha riservato all'Arezzo e alla sua gente, ormai specializzata nel districarsi tra speranze, buoni propositi, sprazzi di felicità, amarezze e disillusioni. 

Si parte dal "Mario Raso bang bang" di gennaio, legato all'esultanza del centravanti con la pistola giocattolo nella prima partita dell'anno. Nessuno avrebbe immaginato che col giocatore i rapporti si sarebbero incrinati di lì a poco. Si prosegue con la spaccatura di febbraio fra squadra e tifosi, dopo il clamoroso rovescio di Piancastagnaio. Spaccatura che diventa frattura insanabile a marzo ("sui giornali fate tanti proclami, ma poi in campo giocate da cani"), accentuata a maggio nell'ultima di campionato con il Sansepolcro, quella con tanti diti medi alzati in tribuna. In mezzo, ad aprile e a giugno, ci sono le parentesi legate al Villaggio Amaranto, progetto che la tifoseria aveva accolto e salutato con ottimismo e fiducia ("investimenti, programmazione e l'inizio di un'avventura. Adesso il futuro fa meno paura"). I mesi successivi, poi, avrebbero fatto registrare un clamoroso passo indietro per tutta l'operazione relativa alle strutture dell'ex Junior Camp e al settore giovanile. A luglio l'Arezzo è ripartito con un monito chiaro: "a tutti piace il calcio giocato, ma quest'anno conta il risultato". Esortazione caduta nel vuoto, stritolata dai risultati di un girone d'andata decisamente al di sotto delle aspettative. Se agosto è stato il mese del ricordo per un amico che non c'è più ("un altro ribelle che se ne va, ciao Marco"), la parte discendente del 2012 ha impegnato la curva Minghelli anche su altri fronti, oltre a quello societario e tecnico: settembre è stato il mese della rivendicazione dell'autonomia della provincia ("Arezzo mai con Siena"), mentre a ottobre è cominciata la battaglia contro le vessazioni degli organismi che gestiscono l'ordine pubblico ("Casms, non punisce il reato ma falsa il campionato"). Una lunga serie di trasferte vietate ha spinto i tifosi amaranto ad affiggere striscioni, con autentici blitz notturni, perfino sugli spalti degli stadi dove non potevano recarsi. Come a Piancastagnaio ("liberi di seguirti, liberi di sostenerti") o a Fiesole ("qui giace il buon senso"). Fino al ritorno di Campi Bisenzio, quando l'ostracismo dell'Osservatorio è finalmente venuto meno, salutato con una scritta emblematica nel settore ospiti. Il tutto senza dimenticare la squadra, precipitata nei bassifondi della classifica in un periodo, novembre, in cui la società sembrava senza capo né coda. "Qua la fava 'ngrossa e 'l dottore 'un se vede" è un mirabile esempio di ironia, aretinità e pragmatismo. I titoli di coda sono scorsi sull'ultimo testo, che poi era un'accorata richiesta: "almeno per Natale mi regalate una vittoria?". Desiderio esaudito per il ragazzino della sud: 4-1 alla Pontevecchio e uno squarcio di serenità per cominciare (bene) il 2013.

 

scritto da: Andrea Avato, 02/01/2013





Il 2012 raccontato con gli striscioni dei tifosi
COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: il ferro, il 02/01/2013 alle 12:53

Foto Commenti

mario raso bang bang.....SPARATI

oppure fai l'uomo e vieni in curva la prossima domenica.

oppure a casa mia. me la vedrò, come tante volte è già successo, da solo......

noi non si merita gente come raso. e per fare si che non ne vengano più come lui si è fatto troppo poco.    anzi, è stato addirittura rimesso in campo(s'è perso,ovviamente).

l'ennesima merda nel muso alla curva. grazie raso. grazie presidente, grazie bacis.

Commento 2 - Inviato da: il ferro, il 02/01/2013 alle 12:55

Foto Commenti

finita la campagna acquisti si ricomincia col solito " SIMULA FINO A ".......

Commento 3 - Inviato da: il ferro, il 02/01/2013 alle 15:29

Foto Commenti

c'ero quando lo fece la prima volta du anni fa......

e so quello che ha fatto stavolta. meglio che non c'ero. io l'aspettavo fori.

non ho guinzagli che mi legano.

Commento 4 - Inviato da: Arretium Amaranthus, il 02/01/2013 alle 16:03

Foto Commenti

La "Sdattese"è meravigliosa!

So bene che bisogna guardare in casa nostra ma forse quest'anno il Castel Rigone riesce a vincere questo schifo di campionato tanto per rigirare il dito nella piaga rimpiangendo l'ennesima occasione persa.......

Commento 5 - Inviato da: max71, il 02/01/2013 alle 17:57

Foto Commenti

quanto hai ragione  ARRETIUM.

questo fa capire l occasione persa di quest'anno, con un girone che dire modesto è fargli un complimento.

Commento 6 - Inviato da: il ferro, il 02/01/2013 alle 22:07

Foto Commenti

mario raso Gang bang......

gli si mette una bella parrucca bionda e poi si chiude in settima a sollicciano.....

Commento 7 - Inviato da: il ferro, il 02/01/2013 alle 22:30

Foto Commenti

UN MINI "FERRO&FUOCO" del mercoledì:

 

-bacis serviva per lo sponsor e per piazzare parigi.

-de nicola serve giusto per raccattare qualcuno in questa campagna acquisti e salvarsi in questo campionato di livello "i" : invalidi.

 

attendo con ansia a febbraio copiosi miglioramenti che constino in:

-un mister adeguato

-un dg serio e che stia anche con la squadra come faceva Martucci

-una programmazione e gli intenti del presidente resi noti

-una collaborazione più intensa con colui che è stato eletto aretino dell'anno: il dr ZERBINI,il quale pur avendomi diagnosticato un disturbo cluster tipo B ritengo persona validissima.

 

PASSATA LA CAMPAGNA ACQUISTI non si può simulare fino a giugno.....si DEVE pensare al futuro. con un organigramma nuovo e adeguato fin da subito.

OCCHIO ALLA PENNA PRESIDENTE!!!!

Commento 8 - Inviato da: il ferro, il 02/01/2013 alle 22:32

Foto Commenti

p.s.

chi non conosce fifa 2013 non saprà cos'è la simulazione delle partite.....pace.....

Commento 9 - Inviato da: Moderato, il 02/01/2013 alle 23:36

Foto Commenti

Ferro mi permetto di dissentire sul Dott Zerbini, io credo che sia un passionale una brava persona ma che faccia molte chiacchiere e viva di utopie. Cioè stipendio sicuro a fine mese non è certo un imprenditore un personaggio in grado di garantire futuro all'Arezzo. È un tifoso? Bho non so nemmeno questo non mi pare di averlo mai visto alla partita ne alla presentazione della squadra.

Commento 10 - Inviato da: Moderato, il 02/01/2013 alle 23:38

Foto Commenti

Credo che le squadre si debbano fare con i lilleri e non con i sogni pindarici !!!

Commento 11 - Inviato da: il ferro, il 03/01/2013 alle 14:51

Foto Commenti

un suo inserimento in organico sarebbe quindi negativo?

Commento 12 - Inviato da: Moderato, il 03/01/2013 alle 16:41

Foto Commenti

il suo inserimento in organico credo che sia comunque positivo in quanto ogni contributo che venga dato è sempre ben accetto... ma da quì a farlo uomo dell'anno mi sembra un po' troppo...

Commento 13 - Inviato da: il ferro, il 03/01/2013 alle 23:12

Foto Commenti

io non ho votato.

e se si pensa che chi è arrivato secondo è un capo delle guardie e manco è aretino pensa chi c'era in nomination!!!!!

Commento 14 - Inviato da: Moderato, il 03/01/2013 alle 23:30

Foto Commenti

Be' credo che non sia una cosa seria l'aretino dell'anno non mi dice nulla io se avessi votato avrei scelto sicuramente Giaccherini !! Devo essere sincero il dott. Zerbini non mi sarebbe nemmeno venuto i mente!!!