Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo23Feralpi Salò
Imolese11Padova
Modenadom12.30Gubbio
Legnagodom14.30Vis Pesaro
Fanodom15Perugia
Mantovadom15Fermana
Matelicadom15Triestina
Sambdom15Carpi
Sud Tiroldom15Ravenna
Cesenadom17.30V. Verona
MONDO AMARANTO
Alessio nel Principato di Monaco
NEWS

Ferretti: "Vengo io e vinciamo sempre". Incontro positivo con Fanfani sullo stadio

Il presidente ha festeggiato la sua seconda presenza in tribuna con un altro successo. E rivolto a moglie, figlia e futuro genero, ha detto: "Squadra che vince, non si cambia". In mattinata intanto si è tenuta una riunione a palazzo Cavallo: si è parlato della questione Comunale, del ristorante da riaprire all'interno della tribuna e della riqualificazione della zona dell'antistadio



l'incontro di stamani in Comune con sindaco e assessoreOre 14 - Stamani alle 11 in punto il presidente Mauro Ferretti, accompagnato dal Dg Fabrizio Dioguardi, ha varcato la soglia di palazzo Cavallo per incontrarsi con il sindaco Giuseppe Fanfani e l'assessore Marco Donati. Un appuntamento conoscitivo che è durato all'incirca un'ora e che si è svolto in un clima di grande cordialità. "Abbiamo intavolato un colloquio positivo" ha detto poi Dioguardi, "trovando nel sindaco e nell'assessore la massima disponibilità ad ascoltare le nostre idee e a intervenire per risolvere alcune problematiche ben note".

Il riferimento è ovviamente allo stadio, struttura che necessita di interventi di manutenzione ormai non più rimandabili. E pare che, sotto questo profilo, ci sia stata un'apertura da parte del'amministrazione comunale, al fine di apportare delle migliorie rese indispensabili dal trascorrere del tempo. A tal proposito, altri incontri verranno fissati in seguito con gli uffici e con l'assessorato alle opere pubbliche di Franco Dringoli.

"Ho fatto presente al sindaco e all'assessore" ha aggiunto Dioguardi "che non siamo venuti a chiedere soldi, bensì a illustrare un progetto più ampio al quale ci farebbe piacere che aderisse anche il Comune. Mi riferisco alla volontà del presidente Ferretti di fare calcio ad Arezzo in un momento difficile dal punto di vista economico, allo scopo di ottenere i risultati sportivi che merita la tifoseria e di ricreare quell'entusiasmo che manca da tempo".

Tra gli argomenti toccati stamani figurano il ristorante all'interno della tribuna (per la cui apertura bisognerà individuare l'iter burocratico migliore e più celere) e la riqualificazione della zona dell'antistadio

 

il presidente Mauro Ferretti in sala stampaOre 10 - Due partite in tribuna, due volte con la sciarpa amaranto al collo, due successi. “Squadra che vince, non si cambia” dice Mauro Ferretti in sala stampa, sorridendo a moglie, figlia e futuro genero, che si sono guadagnati un’altra presenza in poltroncina vip per il 24 febbraio, quando al Comunale arriverà lo Sporting Terni.

Espressione felice e appagata, buonumore a dispetto del meteo, il presidente dell’Arezzo ieri pomeriggio ha sfoggiato una certa familiarità con l’ambiente, che ormai sente sempre più suo. Da venerdì mattina, giorno del primo Consiglio d’amministrazione, è rimasto in città per concedersi un giro per i banchi della fiera dell’antiquariato. E nonostante la pioggia a catinelle e il vento gelido, si è pure divertito. Poi c’è stata la partita ed è andata alla grande anche quella. Adesso manca il terzo tassello da sistemare, quello relativo ai rapporti con l’amministrazione comunale. In giornata infatti è previsto un incontro a palazzo Cavallo. “Di cose da chiedere al sindaco ne ho molte” ha detto Ferretti. “Spero di trovare una collaborazione attiva con lui e con la burocrazia, anche perché credo che alla politica locale faccia piacere avere un interlocutore intenzionato a lavorare bene per l’Arezzo calcio e di conseguenza per la città”.

Sul piatto c’è ovviamente la questione stadio, che necessita di manutenzione e di interventi per migliorarne le strutture. Il tutto è disciplinato dalla convenzione firmata soltanto due anni fa da Giuseppe Fanfani e dall’allora presidente Gino Severini, un documento che secondo Ferretti dovrebbe trovare maggiori riscontri nella realtà delle cose. Non è un mistero che il massimo dirigente amaranto abbia intenzione di riaprire il ristorante all’interno della tribuna, sia durante la settimana che per le partite domenicali. Al momento, però, sembra che l’operazione sia rallentata da intoppi formali per la concessione delle licenze.

 

scritto da: Andrea Avato, 04/02/2013





Arezzo-Spoleto 3-0, Mauro Ferretti soddisfatto

Incontro in Comune sulla questione stadio
COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Jappy7, il 04/02/2013 alle 10:50

Foto Commenti

In bocca al lupo presidente!! Dacci oggi delle buone notizie.

Commento 2 - Inviato da: ARITIM, il 04/02/2013 alle 11:36

Foto Commenti

“Di cose da chiedere al sindaco ne ho molte” ha detto Ferretti.“Spero di trovare una collaborazione attiva con lui e con la burocrazia, anche perché credo che alla politica locale faccia piacere avere un interlocutore intenzionato a lavorare bene per l’Arezzo calcio e di conseguenza per la città”.

 

 

 

 

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!

Commento 3 - Inviato da: Paul, il 04/02/2013 alle 11:44

Foto Commenti

Presidente fatti sentira quando vai dal sindaco...siamo tutti con te!

Commento 4 - Inviato da: alti60, il 04/02/2013 alle 12:39

Foto Commenti

Me raccomando il prosecchino Presidente altrimenti non ottiene nulla Sealed

Commento 5 - Inviato da: brusa, il 04/02/2013 alle 12:40

Foto Commenti

presidente siamo virtualmente in eccellenza. (3 punti dalla salvezza)festeggiamo a maggio ok?

Commento 6 - Inviato da: Amarantegnene, il 04/02/2013 alle 17:17

Foto Commenti

Presidente, cerchi di sfruttare la vicinanza al prox periodo elettorale, perchè altrimenti, a palazzo cavallo, troverà dimorti ciuchi!!! L' amministrazione Comunale, non ama il calcio, quindi, nn faccia voli pindarici, perchè poi ci si scotta!!! Presidente il suo entusiasmo è il nostro entusiasmo e quando si siede in tribuna, pensi che quella landa desolata che sono gli spalti del comunale, un tempo erano gremiti di aretini entusiati della loro grande squadra. Nulla da invidiare a piazze ancor più blasonate.

Commento 7 - Inviato da: max71, il 04/02/2013 alle 19:01

Foto Commenti

dai speriamo che sia l' inizio di una collaborazione fra la societa' e il comune.

è un occasione da non perdere.

Commento 8 - Inviato da: Andrea Avato, il 04/02/2013 alle 19:05

Foto Commenti

A seguito dell’incontro avvenuto questa mattina presso il Palazzo del Comune, al quale hanno partecipato i massimi vertici amaranto, con il Presidente Ferretti e il D.G. Dioguardi, ed i massimi vertici istituzionali cittadini, con il Sindaco Fanfani e l’Assessore allo Sport Donati, le due parti si ritengono soddisfatte reciprocamente del percorso intrapreso. Un primo incontro conoscitivo in attesa di una sinergia che possa riportare il calcio ad Arezzo dove merita, tramite una collaborazione che permetta all’ U.S. Arezzo di ritornare ad alti livelli sportivi ed alla città di potersi mostrare in tutto il suo splendore.

 

www.arezzocalcio.com

Commento 9 - Inviato da: Amarantegnene, il 04/02/2013 alle 19:19

Foto Commenti

Si Andrea avevo capito, ma di quelli li, visto i trascorsi, io nn mi fido. L elezioni sono vicine......

Speriamo bene ma aspettiamo.....

Commento 10 - Inviato da: brusa, il 04/02/2013 alle 20:26

Foto Commenti

le parole del nostro primo cittadino abbiamo imparato a nostre spese quanto valgono......

 

Commento 11 - Inviato da: el lagarto, il 04/02/2013 alle 21:29

Foto Commenti

Presidente- non farti incantare dalle facili promesse, i politici in questo sono dei maestri e tu lo sai, sopratutto alla vigilia delle elezioni. Adesso è il sindaco che ha il  coltello dalla parte del manico, ma se ho capito bene, presto sarà il sindaco ha chiedere un appuntamento a te per poterti parlare. AUGURI E IN BACCA AL LUPO!!!

Commento 12 - Inviato da: Jappy7, il 04/02/2013 alle 21:31

Foto Commenti

speriamo bene anche se non e' mai stato vicino al mondo sportivo del calcio aretino!!

Commento 13 - Inviato da: vipamaranto, il 04/02/2013 alle 21:50

Foto Commenti

Presidente ammiro il suo entusiasmo e la voglia di emergere in questa piazza,lei ha un eleganza e un saper organizzare le cose che mi fá sperare che forse lei sará quello giusto,Avanti con il G.F.F. gruppo forza Ferretti.

Commento 14 - Inviato da: brusa, il 04/02/2013 alle 22:55

Foto Commenti

il cosiddetto marketting.....

Commento 15 - Inviato da: chiana, il 04/02/2013 alle 23:31

Foto Commenti

Il sindaco gli avrà parlato del famoso velodromo da 30.000 posti che ormai dovrebbe essere quasi pronto... comunque è ora che qualcuno si prenda l'impegno di spiegare al sindaco la differenza fra pista ciclabile e velodromo Embarassed

Commento 16 - Inviato da: vipamaranto, il 05/02/2013 alle 07:24

Foto Commenti

Prossime elezioni Ferretti Sindaco!

Commento 17 - Inviato da: Libanese , il 05/02/2013 alle 08:57

Foto Commenti

ma se ho capito bene, presto sarà il sindaco ha chiedere un appuntamento a te per poterti parlare. 

 

La tua fantasia non ha uguali....,  Sealed

ma realtà  quà  è ben diversa,  il calcio dà  fastidio alla politica si che ci sia uno  di cs,e  che sia un  giunta di  di centro destra...,  x che i calcio è un pozzo monetario senza fine , qua è Arezzo centro Italia   e non   una città  affamata di calcio del sud Italia.

Commento 18 - Inviato da: Giotto, il 05/02/2013 alle 10:10

Foto Commenti

Presidente le regalo un'idea di come sitemare lo stadio. Il Comune se va bene gli da una verniciatina, ma non risolve il fatto che la struttura è da Terzo mondo. Il problema è la manutenzione e la gestione quotidiana. Allora bisogna fare così. lei si prende in carico lo stadio per 99 anni e ci fa: ristorante/bar sotto la Tribuna; amaranto point/negozio di articoli sportivi sotto la Sud; tira giù maratone e la rifa in linea con la curva Sud e sotto ci fa dei mega ambienti da palestra, fitness, campi da beach vollet, squasc.. La nord uguale alla Sud. Così la struttura vive tutto l'anno. giusto?

Commento 19 - Inviato da: Giotto, il 05/02/2013 alle 10:18

Foto Commenti

Dimenticavo: l'idea che le ho dato è gratis.

Commento 20 - Inviato da: Giulio Cirinei, il 05/02/2013 alle 10:28

Foto Commenti

i preventivi l'hai già fatti fare?

Commento 21 - Inviato da: Giotto, il 05/02/2013 alle 10:32

Foto Commenti

No, io do solo le idee geniali ed interessanti, sta poi ai politici coglierle al volo e ai tecnici fare i preventivi. Il problema semmai è lo scarso valore commerciale della zona in cui sta lo stadio. Se fosse stato edificato in zona Lebole o Setteponti, per esempio, l'Esselunga o la Decatlon ci avrebbero fatto un pensierino (piccolo eh), ma aprire negozi con fronte i campi dietro la Maratona è dura. Meglio servizi e ristorazione. Al massimo un piccolo negozio di sport dato che quella è la zona sportiva

Commento 22 - Inviato da: Giotto, il 05/02/2013 alle 10:32

Foto Commenti

Che dici Giulio, che li hai girati gli stadi?

 

Commento 23 - Inviato da: Jappy7, il 05/02/2013 alle 10:40

Foto Commenti

eheh Smile sarebbe troppo bello se fa quello che hai chiesto..non mi sembrano i tempi adesso!! Certo che la  verniciatina a maratona e curva ospite serve a ben poco e su questo ti do ragione..dovrebbero come minimo rifarli quei 2 settori.. simili alla nostra curva ma un po piu' bassi..senno chi li riempie???? Io spero in tutto questo..sarebbe troppo bello..ma servono tanti soldi!!

Commento 24 - Inviato da: Giotto, il 05/02/2013 alle 11:00

Foto Commenti

I soldi non ce li metterà mai nessuno, a meno che un privato non trovi una catena di negozi o attività commerciali che dicidono di aprire li sotto. Allora con gli affitti sicuri, si potrebbe investire. Lo so che non è il momento, ma perchè in Italia solo la Juventus è risucita a farsi lo stadio di proprietà? (e io non sono juventino, anzi) 

Commento 25 - Inviato da: Andrea Avato, il 05/02/2013 alle 11:28

Foto Commenti

GIOTTO (20)

In teoria sarebbe l'idea migliore, anche se andrebbe modificata la convenzione attuale sia per la durata che per gli annessi e connessi. Basti pensare che l'Arezzo vuole riaprire (non aprire, riaprire) il ristorante della tribuna e non può farlo perché prima serve un bando pubblico per ottenere la licenza. Per quale motivo l'Arezzo si gestiva in proprio il ristorante fino a tre/quattro anni fa e non possa più farlo oggi, è un altro mistero glorioso (probabilmente sono cambiate le normative, boh). Sul resto, andrebbe verificato quanto potrebbe costare un intervento così radicale sulle strutture. Ricorda che la Juve ha acquistato dal Comune i terreni per lo stadio (e ora per la nuova sede) a prezzi simbolici. Per progetti del genere, occorre una collaborazione politica totale, cosa che ad Arezzo, così a lume di naso, non credo proprio ci sia. L'unica speranza può venire dagli esempi che piano piano si stanno moltiplicando: Inter, Lazio, Roma hanno in animo di farsi lo stadio nuovo, utilizzando proprio l'accondiscendenza delle amministrazioni eiguardo costi e snellimento delle procedure. Vediamo che succede.

Commento 26 - Inviato da: alti60, il 05/02/2013 alle 11:39

Foto Commenti

Ma che poi per noi andrebbe bene uno stadio da 10000 posti mica piu' fatto a modino stile inglese con copertura totale delle gradinate e sottoservizi sfruttabili da pub,ristoranti palestre ecc...ecc. il costo credo che non sia poi molto elevato e con la collaborazione di privati ecc...ecc... di queste cose non sò molto pratico ma insomma almeno anche il comune si libererebbe di un peso che non sa o non pò gestire..... comunque prima di tutto pensiamo a tornare su categorie che piu' ci competono poi chi vivrà vedrà.... Forza Arezzo

Commento 27 - Inviato da: chiana, il 05/02/2013 alle 12:09

Foto Commenti

Purtroppo ad Arezzo c'è un livello "politico-economico" che negli anni ha sempre tarpato le ali a chiunque avesse voglia di fare qualcosa e non solo in campo sportivo. Non c'è volontà politica che la città esca dall'anonimato culturale-politico-sportivo in cui è caduta e non si riesce a spiegarsi il perchè... o forse si, se nessuno fa nulla tutti sono bravi, se qualcuno fa qualcosa di buono gli "altri" o si adeguano o diventano un esempio negativo.

Speriamo che questa crisi cambi qualcosa... la gestione dello stadio è un esempio lampante di questo "disinteresse". Il comune non può fare nulla perchè manca di risorse (risorse che sono state trovate però per un'opera inutile come il teatro tenda) ma non si permette di fare nulla nemmeno a chi vuole perchè lo stadio è di tutti e non di un privato. 

In settimana ho visto sul tg un servizo su un violinista particolarmente famoso che ha tenuto un concerto ad Arezzo con il quale il sindaco è divenuto amicone dopo 3 minuti di chiacchiere... mi chiedo però come faccia il sindaco di una città con 3000 anni di storia a non vergognarsi di accogliere dei personaggi culturalmente importanti facendoli esibire nell'auditorium di una scuola media. Forse poteva aspettare e farli esibire in un velodromo da 30.000 posti...

Commento 28 - Inviato da: Andrea Avato, il 05/02/2013 alle 12:28

Foto Commenti

E' vero quello che scrivi e non è una novità purtroppo. Oltretutto il fatto di essere sprofondati in una categoria come la serie D non aiuta niente, né idee né attività. Anche se forse sarebbe stato lo stesso pure in serie A. Riguardo lo stadio, è vero tutto: prima bisognerebbe tornare ad altri livelli, nel 2004 si poteva intervenire diversamente invece che rifare solo la curva, c'è la spending review, c'è la crisi, la priorità va al sociale. Ma arriverà il giorno in cui cominceranno a cadere i pezzi di soffitto e non avremo più nemmeno uno stadio dove giocare

Commento 29 - Inviato da: chiana, il 05/02/2013 alle 12:33

Foto Commenti

Andrea lo stadio è un bene pubblico, bello o brutto che sia, che è costato e costa molti soldi... io ritengo che sia uno spreco di denaro farlo cadere a pezzi perchè prima o poi va comunque rimesso in sesto a costi molto più alti rispetto ad una normale manutenzione.

Commento 30 - Inviato da: Giotto, il 05/02/2013 alle 12:54

Foto Commenti

Andrea (30) al di là delle condizioni igienico sanitarie dello stadio (ruggine, infiltrazioni, bagni inaffrontabili....) per me i pezzi cadono già, basta guardare in alto dai gradini della tribuna. DI certo oggi in serie D si fa fatica, ma sono discorsi utili se proiettati al futuro e quindi bisogna porre le basi oggi. Il discorso è: o sia fa lo stadio nuovo nell'ex area Lebole (perfetto come logistica e appetibile commercialmente) oppure si tira guù maratona e nord e si finisce il Comunale secondo il modellino esposto in vetrina all'Informagiovani 9 anni fa.

Commento 31 - Inviato da: Giotto, il 05/02/2013 alle 12:58

Foto Commenti

Adesso ve ne dico un'altra. Sotto la Tribuna, in faccia al campo si potrebbero creare gli Sky box, i Banca Etruria box, i Butali box, i Despar box da dove vedere comodamente seduti la partita a 10 metri dal campo (come San Siro). L'han fatto anche a Cesena il secondo anno di serie A. Sogno?

Commento 32 - Inviato da: brusa, il 05/02/2013 alle 13:30

Foto Commenti

si.

 

non ci si sta focalizzando sul fatto che l'anno prossimo si rischia di essere in eccellenza e di poter giocare tranquillamente al dante.

tanto le idee gratis tanto non le accetta nessuno. fatti pagare giotto!

Commento 33 - Inviato da: Giotto, il 05/02/2013 alle 13:37

Foto Commenti

brusa di solito do le idee gratis e vincenti.... sono un generoso e un po' coglione

Commento 34 - Inviato da: Vidok, il 05/02/2013 alle 13:40

Foto Commenti

Il nuovo presidente si presenta alle istituzioni da vero presidente elegantissimo con doppiopetto blu e panta grigio si vede che è abituato a frequentare e presenziare in situazioni di alto livello. Per quanto riguarda l'assessore allo sport, sembra un cittino che va in discoteca, se non sbaglio il suo babbo e' Carlo donati noto sarto, allora vedi bene di chiedere consiglio al tuo babbo così ti evita scivoloni vari Passando a Fanfani, sembra un pensionato del canton Ticino che va al bar a giocare a carte.

Commento 35 - Inviato da: vipamaranto, il 05/02/2013 alle 14:06

Foto Commenti

Il nostro Presidente sul modo di vestire da pappa e cena a tutti,che lanci una nuova moda?.....vestirsi alla Ferretti che spettacolo,avanti cosî Presidente siamo con te!.....il Donati non era vestito poi così male,quello accanto a lui aveva cinque colori diversi addosso ....bo!

Commento 36 - Inviato da: Jappy7, il 05/02/2013 alle 14:15

Foto Commenti

in tutti i casi..I soldi non ci sono per fare uno stadio..ed e' giusto secondo me di rimettere apposto il COMUNALE e non di realizzare un altro stadio!! I soldi per rimetterlo apposto ( ristrutturarlo e verniciarlo secondo me ci sono) anche perche' il comune spende un sacco di soldi per mettere apposto delle cose in citta che centrano poco o nulla!! Poi con qualche soldo in piu'...perche non rifare la maratona e curva ospiti..??? Dico solamente di alzarle un po..non quanto la nostra curva..pero' almeno sono sistemate!!! forse sogno troppo..ma mi piacerebbe davvero!!

Commento 37 - Inviato da: Andrea Avato, il 05/02/2013 alle 14:15

Foto Commenti

CHIANA (31)

Ma io la penso come te eh. Se spendi 2 tutti gli anni, tieni in piedi la baracca. Se stai dieci anni a guardare, poi devi spendere 200 tutto d'un botto, i 200 non ce l'hai e addio. 

GIOTTO (32)

In quell'area credo che esistano già progetti diversi, dedicati a residenziale, commerciale e attività del genere. Il famoso velodromo annunciato da Fanfani in campagna elettorale doveva sorgere nei pressi del casello di Battifolle, anche per motivi di opportunità logistica. E' chiaro che, una volta approvata l'idea di intervenire sull'esistente (che non sarebbe nemmeno una scelta malvagia, visto che lì c'è l'area sportiva), bisognerebbe aprire ai privati con investimenti in cambio di pubblicità. Ma stiamo parlando nemmeno del futuribile, di più.

Tranquillizzo BRUSA (34), ricordando che si discute tanto per discutere. Che siamo quint'ultimi purtroppo si sa.

Commento 38 - Inviato da: alti60, il 05/02/2013 alle 14:36

Foto Commenti

Ma io la penso come te eh. Se spendi 2 tutti gli anni, tieni in piedi la baracca. Se stai dieci anni a guardare, poi devi spendere 200 tutto d'un botto, i 200 non ce l'hai e addio.

 

appunto come dicevo in un'altro post io basta poco per mantenere in ordine le cose,fare una manutenzione annuale,si prende gli operai del comune che già si paga e gli si fa fare il giro fuori e dentro e le magagne tipo mattonelle delle scale, intonaco che si crepa,una imbiancatina,la struttura rimarrebbe sana con pochi spiccioli invece se si aspetta gli anni addio... e poi io farei anche la copertura della curva sud,altrimenti prima o poi qualcuno sopratutto in inverno ce se rompe tutto.....

Commento 39 - Inviato da: Libanese , il 05/02/2013 alle 15:45

Foto Commenti

Commento 36 - Inviato da: Vidok, il 05/02/2013 alle 13:40

Foto Commenti

Il nuovo presidente si presenta alle istituzioni da vero presidente elegantissimo con doppiopetto blu e panta grigio si vede che è abituato a frequentare e presenziare in situazioni di alto livello. Per quanto riguarda l'assessore allo sport, sembra un cittino che va in discoteca, se non sbaglio il suo babbo e' Carlo donati noto sarto, allora vedi bene di chiedere consiglio al tuo babbo così ti evita scivoloni vari Passando a Fanfani, sembra un pensionato del canton Ticino che va al bar a giocare a carte.



Ti sei  dimenticato  di uno...

Commento 40 - Inviato da: chiana, il 05/02/2013 alle 16:02

Foto Commenti

Andrea purtroppo prevale sempre la mentalità comunistoide che vuole che con il pubblico non ci può guadagnare il privato... nello specifico sono anni che lo stadio di Arezzo è abbandonato a se stesso, sono stati fatti dei lavori con dei criteri ignoti alle persone di buon senso ed è stato gestito come una cosa pubblica (che in Italia in genere è sempre una cosa negativa perchè la colpa non è mai di nessuno), cioè male. La questione non ha mai interessato nessuno tanto che siamo arrivati alla situazione attuale... basta però che qualcuno voglia fare qualcosa di diverso ed ecco le solite problematiche. Come qualcuno chiede di poter gestire al meglio la struttura sorgono i soliti e non meglio identificati problemi burocratici che impediscono progetti e sviluppo. Io mi chiedo se è così difficile mettere insieme un accordo dove si da in gestione lo stadio ad un privato, gli si garantisce un minimo di aiuto per l'ordinaria amministrazione e gli si permette di sviluppare progetti economicamente vantaggiosi per se e la società ferma restando la destinazione sportiva dell'area. Sacrilegio!!!!!!!!!! 

Alla fine sono anche convinto che se qualcuno riuscisse ad ottenere quello che ho scritto, dopo secoli di disinteresse cittadino, verrebbero fuori i soliti noti che lo stadio lo vorrebbero gestire loro... pora Arezzo!

Commento 41 - Inviato da: Jappy7, il 05/02/2013 alle 16:49

Foto Commenti

bell'analisi chiana!!la penso esattamente come te su tutto quello che hai scritto!!

Commento 42 - Inviato da: Vidok, il 05/02/2013 alle 19:52

Foto Commenti

Per VIPAMARANTO: Innanzi tutto per quanto riguarda il vestire, Ferretti non mi lega neanche le scarpe, anche se non è male. Poi ti dò un piccolo consiglio per quanto riguarda il vestire bene: l'accostamento jeans e giacca non è' molto signorile viene portato da persone semplici convinti di essere alla moda. Se ti servono altri consigli scrivi pure che ti rispondo.

Commento 43 - Inviato da: vipamaranto, il 05/02/2013 alle 21:28

Foto Commenti

Ribadisco il concetto:un Presidente cosí alla moda non si era mai visto,se il buongiorno si vede dal mattino avanti Ferretti,poi che Marco Donati sia una persona semplice è vero alla mano e anche signorile,caro Vidok informati,poi impartisci a tutti quanti lezioni di stile ad esclusione del sottoscritto.

Commento 44 - Inviato da: brusa, il 05/02/2013 alle 22:00

Foto Commenti

vip se ti piacciono le scarpe del tuo avatar stai fresco......e costano quanto le clark!!!

Commento 45 - Inviato da: el lagarto, il 05/02/2013 alle 23:12

Foto Commenti

LIBANESE - Io non sarò un grande conoscitore di Arezzo, ma tu non hai una grande conoscenza sulla politica e in questo caso sui politici. Il politico da Vipiteno a Pachino pesa le persone come Severini, Ferretti o chiunque altro, in base al seguito di persone che ogniuno di loro ha; in questo momento Il presidente  non ha molto peso ( a Roma sicuramente lo ha) perchè è nuovo di Arezzo e ancora si deve creare simpatie a ammirazione nel più breve tempo possibile, ( con il calcio si può) Se lui farà bene con la squadra allora il sindaco lo peserà in base al seguito di persone (tifosi) che lo seguiranno e lo difenderanno; più la squadra salirà in alto, più il suo peso aumenterà e più le sue parole saranno vangelo per le orecchie dei tifosi. Quello sarà il momento in cui il sindaco potrebbe chiedere un appuntamento al presidente, naturalmente per farlo, aspetterà la vigilia di elezioni.

Commento 46 - Inviato da: Giulio Cirinei, il 06/02/2013 alle 09:55

Foto Commenti

GIOTTO(24)

Io ti dico che siamo ad Arezzo e non serve a niente pensare a come sono gli stadi in giro. La maggior parte degli stadi che ho visto in giro per tutta Italia sono strutture vecchie, fatiscenti, rimodernate con interventi spesso cervellotici, ma che hanno delle fondamenta vecchie quanto il cucco. Ad Arezzo in teoria col polo sportivo tutto intorno quello che dici te sarebbe giusto, giustissimo, ma come dicevo all'inizio del mio intervento, dobbiamo pensare che siamo ad Arezzo. Abbiamo una giunta e un consiglio comunale dove gli interessi del calcio non vengono tutelati. Il tutto perchè la giunta non ha la lungimiranza di capire che il calcio in 4 balletti riesce a smuovere dei soldi, e a creare un indotto, che tutto il resto dello sport non muoverà mai. Un'amministrazione lungimirante saprebbe e/o avrebbe capito che preservare lo stadio e aiutare davvero (e non a chiacchiere) la società di calcio, può far smuovere molta più economia di quanta ne ha fatta smuovere la visita di quel vecchio biancovestito osannato a maggio scorso. Ma chi glielo mette in testa a questa gente che le novantamil.a puttanate fatte tutto l'anno non smuoveranno mai ne i numeri, ne le cifre, ne l'indotto, che il calcio potrebbe smuovere?

E non sto qui a giudicare se sia giusto o sbagliato. Il calcio smuove molto più di tutto il resto. Chi dice il contrario si è foderato (volontariamente) gli occhi di mortadella