Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo23Feralpi Salò
Imolese11Padova
Modenadom12.30Gubbio
Legnagodom14.30Vis Pesaro
Fanodom15Perugia
Mantovadom15Fermana
Matelicadom15Triestina
Sambdom15Carpi
Sud Tiroldom15Ravenna
Cesenadom17.30V. Verona
MONDO AMARANTO
Pistoia, 14 giugno 1998 - foto ricordo per la promozione in C1
NEWS

Cercasi continuità, ritmo e polmoni, Rubechinovic e Gentili, le verticali di Nofri

La scelta del nuovo allenatore, dal punto di vista dei programmi futuri e della ricerca di un personaggio con cui la piazza potesse identificarsi, è stata azzeccata. Adesso serve continuità per raggiungere la salvezza, con l'atteggiamento di squadra che è cambiato rispeto a prima: meno possesso, più profondità, con le punte che devono correre a perdifiato e gli esterni che devono fare la differenza. Come ieri, giornata trionfale anche per il reparto difensivo



Federico Nofri agitatissimo in panchina1. Una rondine non fa primavera e una partita, quindi, non fa testo. Bastasse il 3-0 allo Spoleto per certificare che in campo ci va già l’Arezzo di Nofri, saremmo a postissimo. Ma così non è. E’ vero che la scossa c’è stata. E’ vero che l’atteggiamento è cambiato. E’ vero che tatticamente è andata in scena tutta un’altra roba. Ma un minimo di cautela è d’obbligo, anche perché quest’anno da noi, tra infortuni, bronchiti, appendiciti e via lesionando, sta succedendo di tutto. E poi il fine ultimo della gestione Nofri è quello di dare con-ti-nui-tà. Che ha sempre rappresentato il tallone d’Achille della squadra. Da Trestina in poi, semmai, ci si potrà schierare di qua o di là con più convinzione. Anche se la gente, a lume di naso, la scelta l’ha già fatta.

2. Detto questo, il debutto del nuovo allenatore è andato come meglio non poteva. Se qualcuno pensava di vincere così largo, di chiuderla prima dell’intervallo, di costruire una decina di palle gol e di concederne una perché sì, metta il dito qui sotto. Sarà stata la classica domenica in cui gira tutto bene (evento rarissimo a queste latitudini) ma forse ha influito anche una settimana vissuta diversamente da prima. Più ritmo in allenamento, più ritmo dentro al campo. L’equazione è banale e anche veritiera.

3. Che il vento spirasse in un’altra direzione, si era capito giovedì. Nofri che entra in campo, bacchetta il giro palla e chiede la verticale sulle punte per andare ad attaccare la trequarti avversaria, è un po’ come quando mettono un semaforo nuovo all’incrocio. O cambi strada o rischi di trovare il rosso. La squadra è in apprendistato, ma certi concetti li ha assorbiti celermente. Difatti ieri si è vista una manovra elettrica, anche incisiva e ficcante. Chiaro che due centrali lenti come Guastalvino e Schettino, in certi contesti, sono una manna dal cielo. Però se si cercava una mentalità più pragmatica, più efficace, più di categoria, beh forse si è trovata. Sempre aspettando Trestina e tutte le altre di qui a maggio.

4. Bisognerà rivedere anche il metro di giudizio nei confronti delle punte. E’ giusto chiedere loro maggior concretezza sottoporta, ma Nofri dai due terminali offensivi vuole corsa, corsa e corsa per accorciare e dare profondità. Bianchini e Martinez si sono spolmonati dall’inizio alla fine, il che è già un motivo per riscuotere apprezzamenti unanimi. Nessuno di loro due è bomber vero e probabilmente non lo sono nemmeno Zuppardo e Marinucci, ma per quest’anno ormai è così. Se manca l’istinto del killer in zona gol, occorre sopperire con l’applicazione e l’impegno. Visto che l’obiettivo è la salvezza, non è detto che sia un male.

 

Simon Gentili, 4 gol in campionato5. Rubechini è maturo per i prof. Può giocare in sedici ruoli diversi e in quasi tutti fa la differenza. Inoltre segna come una seconda punta, ha corsa e ha piede. Mutuando un luogo comune trito e ritrito, vien da pensare che se si chiamasse Rubechinovic o Rubechinì o Rubechinho, l’avrebbero già preso minimo in Lega Pro e presentato alla tifoseria dalla finestra di qualche palazzo in centro città.

6. Gentili, ha detto Nofri, “è un elemento che in questa categoria tutti vorrebbero avere”. Considerata la frase al netto dell’entusiasmo post gara e degli effetti di una prestazione indubbiamente positiva, è evidente che ogni allenatore giudica a modo suo. Perché Gentili, per esempio, era andato bene anche a Gualdo, ma nell’intervallo l’avevano misteriosamente sostituito. Ieri è rimasto dentro e ha continuato a fare il pendolo. Non sarà Cristiano Ronaldo, ma in serie D, specialmente nel 4-4-2, ci sta bene e ogni tanto benissimo. Tra l’altro ha già scrollato quattro volte. Che gli vuoi dire?

7. A parte Dolci, che ha confermato di essere glaciale (nel senso che non tradisce mai la minima emozione e Dio solo sa quanto sia importante per un portiere), la vituperata difesa ha vissuto una giornata di gloria. Calzola, con un look da olandese anni ’70, ha debuttato alla grande. E la coppia Secci-Pucci ha strappato oooh di meraviglia a ogni chiusura azzeccata. Lo Spoleto ha costruito una palla gol di numero, rimbalzando sui due ’93 in grande spolvero. Una tale metamorfosi rispetto a sette giorni prima, ognuno può spiegarla come vuole.

8. Il lavoro di Federico Nofri sulla panchina dell’Arezzo dovrà essere giudicato cammin facendo, sulla base delle prestazioni e dei risultati. Dal punto di vista della compattezza ambientale, della futuribilità dei programmi, della ricerca di un personaggio con cui la piazza potesse identificarsi, è stata una scelta azzeccata. Adesso dipende solo dal campo.

 

scritto da: Andrea Avato, 04/02/2013





Arezzo-Spoleto 3-0, le immagini della partita

Arezzo-Spoleto 3-0
COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: ARITIM, il 04/02/2013 alle 11:32

Foto Commenti



A me invece ieri il gioco non è piaciuto tanto... si s'è vinto ma a me il gioco di bacisse piaceva di più....

BACIS DOVE SEIIII!!!!!!!!!

RITORNA TRA NOI!!!!!!!

MI MANCHIIIIII!!!!!!!!

 

 
 

Commento 2 - Inviato da: Paul, il 04/02/2013 alle 11:49

Foto Commenti

Se il buongiorno si vede dal mattino...ora come ha scritto Andrea bisogna dare continuità, sia come risultato che come impegno e gioco...

Commento 3 - Inviato da: Marselo, il 04/02/2013 alle 11:52

Foto Commenti

No ma bacis aveva troppo gioco per queste categorie... Gli auguro di andare ad allenare in categorie superiori! Magari a perugia!

Commento 4 - Inviato da: alti60, il 04/02/2013 alle 12:45

Foto Commenti

Il lavoro di Federico Nofri sulla panchina dell’Arezzo dovrà essere giudicato cammin facendo

 

giusto Andrea però intanto ieri ho visto  una mentalità piu' battagliera con gente che a corso e pressato 90 minuti cosa che prima dopo 45 di tikke takke già dormivo 

Commento 5 - Inviato da: brusa, il 04/02/2013 alle 12:45

Foto Commenti

c'e' solo da dire: CONTINUATE COSI'.

senza dimenticare che abbiamo ancora un piede in eccellenza grazie anche a questi fenomeni tardivi.....

quando il FERRO cominciò a insultare bacis tutti insultarono il ferro.....per l'ennesima volta lui e i"veci" avevano visto giusto.

Commento 6 - Inviato da: Paul, il 04/02/2013 alle 13:35

Foto Commenti

Brusa io dopo ieri sono leggermente più ottimista, vedo la salvezza vicina... il piede in eccellenza lo avevamo qualche settimana fà....ora siamo ancora in zona play out, ma come ho già scritto se il buongiorno si vede dal mattino...un saluto!

Commento 7 - Inviato da: brusa, il 04/02/2013 alle 15:19

Foto Commenti

romano il saluto?

diciamo che anche dopo il sansepolcro si vedeva la salvezza vicina. poi è arrivato il casastocazzo e c'ha dato 4 pappine.

ripeto che CONTINUATE COSI' e' la cosa piu' semplice logica e scontata da dire. 

ci mancano 3 punti da recuperare

Commento 8 - Inviato da: RobertoGennari, il 04/02/2013 alle 15:30

Foto Commenti

Devo dire che il più trasformato di tutti ieri m'è parso Martinez, al di là del secondo gol sbagliato. Battagliero e combattivo come non lo vedevo davvero da un sacco di tempo, sempre presente nell'azione. Domenica prossima, col rientro di Sereni, chi sarà il sacrificato? Così a occhio, credo Secci. Oppure La Rocca, ma non credo che Samuele abbia ancora il ritmo partita per fare il terzino sinistro da subito.

Commento 9 - Inviato da: serghio, il 04/02/2013 alle 15:43

Foto Commenti

come si chiama la canzone che ora mettono quando fanno gol?

Commento 10 - Inviato da: contedimontecrisco, il 04/02/2013 alle 16:20

Foto Commenti

Concordo con il Brusa abbiamo battuto lo Spoleto ,veramente scarsi la partita poteva avere un risultato tennistico solo se Bianchini e Martinez................e poi anche Balbo avevo vinto all'andata o-3!!!Per gennari non solo sereni ma il 17/02 rientrera' Peco e   Zaccanti sai che Difesa di Ferro .Il Mister avra' di che pensare.

Commento 11 - Inviato da: Paul, il 04/02/2013 alle 17:52

Foto Commenti

per il commento n9

la canzone è dei Depeche Mode "Just can't get enough"  tradotto vuol dire non mi basta mai...

https://www.youtube.com/watch?v=TspYx7EaF5A

Commento 12 - Inviato da: max71, il 04/02/2013 alle 19:06

Foto Commenti

CONTE saranno stati scarsi ma avevano 6 punti piu' dell ' arezzo targato bacis.........

Commento 13 - Inviato da: contedimontecrisco, il 04/02/2013 alle 19:21

Foto Commenti

gisto Max quello che dici, volevo solo dire che non mi e' sembrata una grande squadra sulla nostra prestazione non discuto ci mancherebbe.

Commento 14 - Inviato da: Amarantegnene, il 04/02/2013 alle 19:24

Foto Commenti

brusa....ma mica sarai il nostro Ferro???

Commento 15 - Inviato da: brusa, il 04/02/2013 alle 20:37

Foto Commenti

eeheheheheheh.......no, sono almeno 40 kg meno di lui.....pero' lui è più bello.Sealed

sai che?? qualche volta abbiamo postato insieme dalla snai e anche da casa sua.

mi sono iscritto quando lui è uscito. e mi e' presa la voglia di scrivere anche a me.

lui ha visto molte più partite ma l'ultima nel 2010 (almeno dagli spalti)

io ne ho viste molte meno ma l'ultima ieri!!!!

andrea bruschi         arezzo e-mail   andrea.bruschi1975@yahoo.it

Commento 16 - Inviato da: brusa, il 04/02/2013 alle 20:38

Foto Commenti

alessio la difesa di FERRO con pecorari mi pare arrugginita il giusto.....

Commento 17 - Inviato da: cencetti, il 04/02/2013 alle 21:13

Foto Commenti

ieri mi sono divertito, a parte i primi 15 minuti ( abbiamo ballato parecchio) il resto della partita abbiamo dominato, il mister mi garba ( urla continuamente, li tiene svegli hhahaahah) poi rube gran gool ,  comunque tutta la squadra a fatto il suo, la musichetta quando si segna e' roba da circo ma se porta bene teniamola.................

Commento 18 - Inviato da: Amarantegnene, il 04/02/2013 alle 23:39

Foto Commenti

brusa mi fido mi fido!!! ihuhih!!!! se hai modo, cerca di riportarlo tra noi!! avra^ le sue ragioni, ma sta esagerando...abbiamo bisogno delle sue critiche costruttive, e nche Andrea sicuramente sarebbe contento di riaverlo tra noi!! anche se e^ uomo di parola, la sua assenza nn e^ spiegabile!!

Commento 19 - Inviato da: Keaton, il 04/02/2013 alle 23:49

Foto Commenti

E' vero che ogni allenatore ha il suo modo di vivere la partita, ma ha ragione Mino, l'atteggiamento di Nofri in panchina è tutta un'altra cosa.