Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Elisa, Sara e Beatrice fuori da San Siro
NEWS

E' calcio e basta. E gli occhi lucidi

L'Ac Arezzo chiude i battenti. Rabbia, delusione, amarezza. E' la sera dei cattivi pensieri. La sera della fine. Da domani bisogna ricominciare,



Ac Arezzo (1993 - 2010)Chi piange, chi tace, chi pensa, chi ride. Chi impreca, chi si agita, chi si lascia andare, chi guarda avanti. Ognuno il lutto lo elabora a modo suo. E' un lutto strano questo, è una passione strozzata, un pezzo di cuore buttato via. E' quel groppo in gola che porca miseria non ti saresti aspettato mai di provare e invece ti viene su all'improvviso, in mezzo alla gente, e quasi ti vergogni perché è calcio e basta e non puoi prenderla così. Calcio e basta, cioè tutto. E' il ricordo di quel giorno che hai vinto, è la cicatrice di quella volta che hai perso, è la tua vita mescolata a quella degli altri, è l'emozione di una palla maledetta che va dove deve andare e dentro senti una roba strana che ti fa volare. E' finita, è chiusa, siamo degli ex che devono ricominciare un'altra storia, da un'altra parte. Non è mai stato bello l'Arezzo, non è mai stato forte l'Arezzo, non è mai diventato uno squadrone di serie A. Ma era l'Arezzo e in quelle maglie c'erano i sentimenti, le speranze, l'orgoglio. C'era l'anima. Oggi è un'anima che si trascina, nulla più. Calcio e basta, ma fa male. E' un dispiacere, una rabbia, una delusione, un'amarezza. E' la sera dei cattivi pensieri, della ferita che brucia. Non doveva bruciare così, ormai siamo grandi, siamo duri, ma brucia lo stesso. E' calcio e basta. E gli occhi lucidi. La passione non muore, ma deve passare la nottata. Titoli di coda. E' stato bello. Domani sarà tutto diverso. Fine.


scritto da: Andrea Avato, 09/07/2010