Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo23Feralpi Salò
Imolese11Padova
Modenadom12.30Gubbio
Legnagodom14.30Vis Pesaro
Fanodom15Perugia
Mantovadom15Fermana
Matelicadom15Triestina
Sambdom15Carpi
Sud Tiroldom15Ravenna
Cesenadom17.30V. Verona
MONDO AMARANTO
Paolo e la maglia regalo per Lorenzo
NEWS

Sansepolcro-Pontevecchio finisce in rissa. Panichi e Caccavale vengono alle mani

Burrascoso dopo partita al Buitoni. Coinvolti anche i parenti dei due calciatori, che sul campo si erano scontrati in qualche ruvido contrasto di gioco (il giocatore biturgense ha perso un dente). Adesso si attendono sviluppi sul piano sportivo e giudiziario



Panichi e Caccavale sono venuti alle maniUn dopo gara tutt'altro che tranquillo al Buitoni. La partita è appena finita con il Sansepolcro che ha battuto 2-0 la Pontevecchio. Sugli spalti si accende un parapiglia che vede coinvolta la madre di Lorenzo Panichi, attaccante del Sansepolcro, e la moglie di Maurizio Caccavale, difensore della Pontevecchio. I due già dopo mezzora di gioco erano venuti a contatto, con Panichi che aveva incassato un colpo perdendo un dente. A fine gara, mentre Caccavale si avvia al controllo antidoping e Panichi resta in campo cercando il dente, vola qualche insulto fra le due donne che si ritrovano vicine in tribuna. Nella bagarre viene coinvolta anche la suocera di Caccavale e il figlio di 4 anni. A quel punto anche Caccavale si avvicina alla moglie e Panichi, insieme al padre, si avvicinano alla madre. Poi la collutazione generale. A farne le spese Panichi, che è stato trasportato all'ospedale di Sansepolcro, dove gli è stato diagnosticato un trauma cranico e la suocera di Caccavale, ricoverata per un malore.
“E' stato un episodio spiacevole – spiega il responsabile dell'area tecnica del Sansepolcro, Francesco Panfili. Sinceramente non ho visto direttamente quanto accaduto ma posso solo dire che Panichi è stato costretto a fare una Tac e credo che questo sia già di per sé sufficiente per capire quanto accaduto...”.
Il giocatore comunque è stato dimesso in serata con la Tac che ha escluso complicazioni.
“Io non ho fatto altro che difendermi – spiega dal canto suo Caccavale - ho sentito volare qualche insulto verso mia moglie, mi sono avvicinato, ho sentito anche degli insulti verso mio figlio e subito dopo sono stato colpito. A quel punto ho reagito. Panichi? Non so neanche chi sia. Io ho solo difeso mia moglie, il mio bambino e mia suocera che ora si ritrova ricoverata in ospedale. Penso che qualche responsabilità da parte del Sansepolcro, che ha permesso ai suoi sostenitori di venire a contatto con i nostri tifosi, ci sia”.
A sedare la rissa sono intervenute subito le forze dell'ordine. Nelle prossime ore si attendono sviluppi sia per le condizioni delle due persone ricoverate sia per gli eventuali sviluppi che la vicenda potrebbe avere sul piano giudiziario.

 

www.eccellenzacalcio.it

 

scritto da: Nicola Agostini, 03/03/2013





Sansepolcro-Pontevecchio, rissa a fine gara

COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: ARITIM, il 04/03/2013 alle 12:27

Foto Commenti

ORA VOGLIO VEDERE SE DARANNO QUALCHE DIFFIDA.....

Commento 2 - Inviato da: il ferro, il 04/03/2013 alle 15:01

Foto Commenti

se non danno il daspo a tutti i partecipanti chiamo le iene.......

 

comunque sempre detto: le mamme,le mogli,i babbi.....a questi livelli sono una vera calamità. perchè non si occupano del ragù la domenica??

sono insopportabili. soprattutto quando non capiscono che il loro bimbo se gioca al pallone in D è un UOMO, e in quanto tale non DEVE avere bisogno di difese ,"sparate"e telefonate in lacrime....