Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Luca all'Amsterdam Arena
NEWS

Eppure bisogna pensare che la ruota gira. E che il passato ci servirà da lezione

Ricordi del 1993: le prese in giro dei tedeschi al mare, i risultati segnati sul diario e gli sfottò degli amici che allo stadio non ci venivano mai. Ad Arezzo, tra la laurea e la nascita di un figlio, sono passati giocatori eccezionali e pippe incredibili, abbiamo visto la Virtus Chianciano e la Juventus, l'Ellera e il Milan. Abbiamo perso Lauro, mentre Abete e Matarrese, più o meno, sono sempre lì. E adesso, nonostante tutto, non ci resta che pensare positivo



la formazione dell'Arezzo nel 1992/93Oggi è il 17 aprile, e a me da vent’anni a questa parte il 17 aprile girano sempre le scatole. Nel 1993 ero un tifoso bambino, facevo la terza media. Tante cose che successero le ho capite dopo, alcune sono rimaste misteriose ancora oggi. La notizia della radiazione dell’U.S. Arezzo a campionato in corso e per una cifra tutto sommato trascurabile, nonostante ancora non esistesse internet, fece il giro del mondo. Mi ricordo che quell’estate, al mare in riviera adriatica, mi prendevano in giro anche i tedeschi in campeggio. “Arezzo Kaputt! Ha ha ha!” Io non ci trovavo niente da ridere, anzi. A settembre, quando ripartì l’Arezzo del “convento di frate Ciccio” io iniziavo a fare il Liceo Scientifico. Mi segnavo i risultati nel diario, e a un certo punto l’A.C. Arezzo se non mi ricordo male fece otto pareggi di fila. Qualcuno dei miei compagni di classe, sbirciando nel diario, mi diceva “o che l’Arezzo pareggia sempre?”, qualcun altro, precursore dei tempi odierni, già sentenziava “ma te ancora ti confondi con l’Arezzo?”.

Poi uno guarda ai vent’anni che ci sono stati dopo, e pensa che tutto sommato qualche soddisfazione se l’è anche tolta. A livello personale, la laurea, il matrimonio, la nascita di un figlio. E anche a livello calcistico: le partite vinte e quelle perse, le gioie e i dolori. Abbiamo vinto tre campionati, una supercoppa di serie C, abbiamo visto giocatori eccezionali e anche qualche pippa incredibile, abbiamo battuto il Milan in Coppa Italia e pareggiato a Torino con la Juve in campionato. Tutto questo partendo dalle partite con la Virtus Chianciano e l’Ellera. Abete e Matarrese, intanto, sono più o meno sempre al solito posto, il primo presidente della FIGC e il secondo membro onorario.

Abbiamo perso Lauro, e questa è una ferita che fa male più di ogni sconfitta sportiva. Poi siamo ripiombati in serie D, per gli stessi sbagli che ci portiamo dietro da quando io ero bambino. Una volta ho letto da qualche parte che “l’uomo è l’unico animale a non saper imparare niente dai propri errori”. Questa cosa evidentemente ad Arezzo vale anche nel calcio.

Abbiamo avuto un altro 17 aprile, anche se la seconda volta era luglio, e comunque ci ha fatto male come la prima volta. Fortunatamente il calcio, come la vita, è una ruota che gira. E dopo una stagione come quella che si avvia alla conclusione, non ci resta che pensare positivo. C’è una serie D da lasciare al più presto, alcune cose possiamo salvarle, altre andranno riviste e ripensate. Sperando, soprattutto oggi che è il 17 aprile, che quanto ci è già successo - non una ma due volte - ci serva di lezione.

 

scritto da: Roberto Gennari, 17/04/2013





17 aprile 1993, il fallimento dell'Us Arezzo

COMMENTI degli utenti

Commento 2 - Inviato da: RobertoGennari, il 17/04/2013 alle 14:58

Foto Commenti

Ci voleva qualcuno che facesse un po' da contraltare al pessimismo cosmico di avatiana matrice... Wink

Commento 3 - Inviato da: Giotto, il 17/04/2013 alle 15:05

Foto Commenti

No Roberto, la maestra ci ha già spiegato la lezione due volte, ma non si è capita lo stesso.

Commento 4 - Inviato da: RobertoGennari, il 17/04/2013 alle 15:08

Foto Commenti

Giotto, mettiamola così: quando ci hanno spiegato la lezione Ferretti era in un'altra scuola, quindi magari l'altra maestra l'aveva spiegata meglio! Wink

Commento 5 - Inviato da: Giotto, il 17/04/2013 alle 15:35

Foto Commenti

Roberto discutiamo da una parte sola sennò divento scemo.

D'accordo su quel che dici di Ferretti, che credo sia ambizioso/facoltoso/decisionista il giusto per riportargi almeno in serie C e tentare la B. Però intanto deve accompagnare il tutto alla PROGRAMMAZIONE (e non può non blindare un patto di ferro col Villaggio amaranto, perchè è pià che dietro casa, praticamente dentro casa, ma tutti ce lo dimentichiamo sempre, quindi Avato facci un articolo). Però anche se lui da solo fa le cose per bene, ho totale sfiducia sul contesto aretino. Comunque io mica voglio stare qui a rompere le palle. Dico chiaramente che se per qualche anno mi portano su, si vince partite e campionati, vedo qualche bel giocatore sono contento. Poi se si rifallisce non me ne frega niente, tanto ad Arezzo il calcio è una moda, passa e ripassa, si gonfia e si sgonfia ciclicamente.

Commento 6 - Inviato da: Giotto, il 17/04/2013 alle 15:38

Foto Commenti

Rispetto all'altro post dirò una cosa da frocio. A me Ferretti fa rizzare il grillo. Tradotto per chi si scandalizza alel parolacce: a me piace perchè è ambizioso. Ora intanto levaci dalla D, portaci in serie C, poi fanno la riforma dei campionati e in un tempo ragionevole ci si pole anche trovare a lottare per la B. La faccio facile, ora mi infamate, ma come penso che tra 20 anni se rifallisce, penso anche per il futuro immediato e non ci toglieremo molte soddisfazioni. Quindi, per non trovarci impreparati quando sarà il momento, puntiamo all'obiettivo grosso, mettiamo un tavolino allo stadio e raccogliamo le firme per una PETIZIONE POPOLARE: FERRETTI PORTACI IN SERIE A!!! Spruzzimo un po' di entusiasmo ragazzi!!!! 

Commento 7 - Inviato da: Giotto, il 17/04/2013 alle 15:39

Foto Commenti

Ci toglieremo molte soddisfazioni

Commento 8 - Inviato da: il ferro, il 17/04/2013 alle 15:43

Foto Commenti

diciamoci la verità:

si veniva da anni bui di serie c1 con 1500 spettatori(che a quei tempi erano niente:ancora non c'erano daspo e repressione e lo stadio divertiva . per esempio a ferrara c'erano 20.000 presenti, a lucca 5.000.....fate voi)

 

la curva semivuota e tutti seduti. la maratona nemmeno esultava ai gol.

 

dopo la fine degli anni '80 gli ultrà non esistevano più: tutti seduti e zitti. spesso nemmeno uno striscione. trasferte? solo montevarchi e perugia (eccetto l'annata miracolata 1991/1992 ma andata e basta -siena-ferrara-spezia-empoli-massa-carrara-carpi).

 qualche malato tipo me faceva anche lucca ,prato e altre ma sempre sparuti e in tribuna: il settore ospiti nemmeno lo aprivano.

ad arezzo il calcio era già malato terminale. chi c'era lo sa e se lo ricorda.

il kinder, il secco, il seppia,il bove,lo scaglia....era una reunion di ex ultrà ormai disillusi e incazzati. al loro fianco le "nuove leve" gasate e già malate tipo i ferri, i ciacci e quella che diventerà la fossa etrusca. ma zero cori e zero tifo.

quando andava bene c'erano CRAZY GANG , FIGHTERS UNITED,a volte TMT ,e COMMANDO .

(ma solo commando o solo ultrà arezzo: era peso da mettere su!!)

 campionati anonimi in lotta per salvarsi e i giornali che parlavano solo di crisi della società per 3 anni di fila.la gente ci pigliava per il culo di continuo.

 

NON FU UN FULMINE A CIEL SERENO. chi c'era se lo ricorda come s'era ridotti. fu una fine annunciata e fisiologica. anche ci avessero salvato quell'anno a mio avviso sarebbe stato solo un rimandare.

 

e col 1993 inizia il ricambio generazionale e una nuova vita e nuova linfa per l'arezzo e il suo tifo. guardandola sotto questo punto di vista forse "resettare" è stato un male non in tutto nocivo.....

Commento 9 - Inviato da: Giotto, il 17/04/2013 alle 15:45

Foto Commenti

D'accord su tutto, da questo punto di vista, Ferro sei perfetto nella ricostruzione storico.

Alò scrivi quel libro

Commento 10 - Inviato da: il ferro, il 17/04/2013 alle 15:54

Foto Commenti

poi GIOTTO mi racconterai quali parole di ferretti in particolare ti fanno vedere AMBIZIONE.

finora non ha mosso unghia. puoi dirmi una sola azione fatta dalla nuova società? o qualche proclama su progetti e ambizioni???

io ho visto solo:

-prendere atto delle varie situazioni e problematiche (qui è giusto)ristorante,zerbini,oa,funghini stadio etc etc....

-MA non aver fatto a oggi NULLA di nulla per porvi rimedio

-comunicati pro bacis e SILENZIO STAMPA PUNITIVO contro amaranto magazine,con gente piccola così che posta sul sito commenti a favore della decisione......

-dare incarichi delicati al signor nessuno,anzi a uno che quando parla suscita ilarità.

-mettersi accanto gente che ha una faccia da poster di "c'era una volta in america"

-mutismo recidivo reiterato infratrimestrale (eheheheh): non si sa che intenzioni abbiano nè che cosa vogliano fare nè per la prima squadra nè del nodo settore giovanile(fondamentale). se poi ti fidi di gente esordiente nel pallone in toto per vincere la d......

-assenza costante: non  si trova mai neccuno in sede.

 

prima che me lo dica te ti ricordo che:

-nofri lo scelse dioguardi:lui amava bacis (ricordi il comunicato?)

-pagare gli stipendi precisi è un dovere. vorrei anche vedere se uno appena arrivato inizia   subito anche a pagare in ritardo......

- ha scaciato dioguardi senza tante seghe per mettere i suoi collaboratori. giusto, se non fosse che ha scaciato l'unico con un minimo di esperienza nel calcio.

Commento 11 - Inviato da: il ferro, il 17/04/2013 alle 15:56

Foto Commenti

poi giotto

non sai quanto sarei felice se i fatti mi smentissero. non vado per partito preso:

come ora sono perplesso, se poi vedrò cose fatte bene sarò il primo a essere un "tifoso"del presidente.Wink

Commento 12 - Inviato da: Giotto, il 17/04/2013 alle 16:11

Foto Commenti

Ma io sono tifoso dell'Arezzo col Presidente giusto, non del Presidente in quanto tale.

Mi piace stare ai fatti e di fatto ti do anche ragione su molti punti. Però l'ho visto di persona, vedo il modo di fare, lo sento parlare e infine rispondo a una domanda ovvia: ma che cazzo c'è venuto a fare, se non vincere lameno almeno un campionato, meglio due? Per vivacchiare in serid d o serie C???? Non credo....

Commento 13 - Inviato da: Giotto, il 17/04/2013 alle 16:15

Foto Commenti

L'ottimismo verso Ferretti deriva da un generale miglioramento della nostra classifica (vediamo di salvarci alla svelta, ragazzi!), delle prestazioni, della solidità econimica. Pagare gli stipendi sarà anche un dovere, ma nel calcio per me lo fanno in pochi puntualmente. Poi non basta per vincere i campionati, ma almeno è la base. Diciamo che con Nofri allenatore e Ferretti presidente, l'Arezzo mi sembra già avere due ottime pedine. mettiamoci qualche giocatore degno, sul ds o dg discuteremo dopo il calcio mercato, vediamo che succede...

Poi ferro, visto ho manifestato tantissimo pessimismo sul riproporsi del fallimento, bisogna pure che da qualche parte si trovi un motivo di ottimismo, altrimenti me passa la voglia anche a me (MAI) 

Commento 14 - Inviato da: il ferro, il 17/04/2013 alle 16:22

Foto Commenti

ah,ok.

ha intrapreso qui la sua PRIMA esperienza calcistica perchè ama l'Arezzo,la città e la sua gente più della sua terra.

Giotto il presidente è un IMPRENDITORE. Ovvero INVESTE nel calcio non per amore, ma per cercare di trarne  profitto economico, di immagine o di posizione......

più vinci e più guadagni mi dirai te. non sempre dico io. di approfittatori è pieno il mondo.

sennò nel pallone nessuno ci metterebbe un soldo apparte i soliti miliardari babbei alla moratti.....

 

qualcosa non mi torna.

metti in ds sconosciuto e spocchioso dicendo che tanto la campagna acquisti la fanno in base alle richieste del mister. questo è ridicolo: non puoi dare un lavoro che non è il suo a un allenatore di serie d per quanto bravo, soprattutto perchè vorrei vedere i meriti o le colpe e seconda dei risultati a chi andrebbero. inoltre è ridicolo poichè nofri non è un uomo "di ferretti", ma addirittura è stato preso da dioguardi che poi ha avuto il benservito come severini......

 

prima mi sono anche dimenticato di far presenti le offese ridicole e gratuite verso severini (rubagalline) e martucci e de nicola(curriculum da oratorio). secondo me questi non hanno ancora idea di cosa sia il mondo del calcio. speriamo bene.

Commento 15 - Inviato da: il ferro, il 17/04/2013 alle 16:23

Foto Commenti

non sono ottimista giotto. ma spero con tutta l'anima di sbagliarmi

Commento 16 - Inviato da: Giotto, il 17/04/2013 alle 16:29

Foto Commenti

ok il Presidente è un imprenditore, su questo non c'è dubbio.

Non so allora per quale motivo sia venuto ad Arezzo, o meglio posso anche concordare sul fatto che si aspetta di costruire lo stadio nuovo, un centro commerciale una file di villette a San Cornelio. Per me è legittimo. E mi va bene.

Commento 17 - Inviato da: Andrea Avato, il 17/04/2013 alle 23:45

Foto Commenti

In effetti un bel libro sulla storia dei gruppi della sud potrebbe e dovrebbe essere scritto. Sarebbe un'opera meritoria.

A GIOTTO dico che non concordo sul machiavellismo espresso qua sopra. Capisco che, di fronte allo strazio della serie D, uno pensi ad arrivare più su possibile. Poi, anche se si fallisce un'altra volta, amen. Invece a me piacerebbe, finalmente, vedere qualcosa di diverso: un settore giovanile strutturato come Dio comanda, persone competenti messe nei posti cardine, programmazione seria, soldi non spesi ma investiti. Succederà mai? 

Commento 18 - Inviato da: Andrea Avato, il 17/04/2013 alle 23:47

Foto Commenti

Comunque, visto che qualcuno me l'ha chiesto, la formazione nella foto dell'articolo sopra era così composta.

In piedi: Sussi, Favaretto, Pozza, Biagianti, Scattini, Guerrieri.

Accosciati: Clementi, Valori, Bonomi, Vecchi, Cardelli.

Commento 19 - Inviato da: Giotto, il 18/04/2013 alle 08:58

Foto Commenti

No

Commento 20 - Inviato da: Pablito82, il 18/04/2013 alle 10:17

Foto Commenti

Foto scattata allo stadio di Bibbiena?

Commento 21 - Inviato da: alti60, il 18/04/2013 alle 12:56

Foto Commenti

Foto scattata allo stadio di Bibbiena?

 

Amichevole precampionato AREZZO-zampe gialle con relativa sconfitta NOSTRA e fuori relativa fuga delle zampe gialle anche se qualcuno di loro non fece in tempo a scappare.Fin da quella partita iniziò il declino,che ci portò a non finire il campionato :(

Commento 22 - Inviato da: il ferro, il 18/04/2013 alle 13:19

Foto Commenti

grande alti.

ci si ricordava forse in 10........

Commento 23 - Inviato da: alti60, il 18/04/2013 alle 14:46

Foto Commenti

Ferro la memoria alcune volte mi abbandona ma su queste cose mai Wink Forza Arezzo.

Commento 24 - Inviato da: alti60, il 18/04/2013 alle 14:54

Foto Commenti

Guerrieri prime 2 partite sfarfallate tremende e 2 scaonfitte la seconda a sangiovanni valdarno alòòòò cavelo subito.

Commento 25 - Inviato da: il ferro, il 18/04/2013 alle 15:08

Foto Commenti

andò anche a mai dire gol guerrieri per le papere in casa con l'empoli.....

caro scaglia....s'era ridotti dimolto male allora!!!

Commento 26 - Inviato da: alti60, il 18/04/2013 alle 15:26

Foto Commenti

s'era ridotti dimolto male allora!!!

 

male è dir poco... de piu'!!!

Commento 27 - Inviato da: frick, il 19/04/2013 alle 09:00

Foto Commenti

Per la precisione:

Coppa Italia 93-93 - 23 agosto '92

Patita di ritorno: Arezzo - Montevarchi 0-0 (eliminati - andata 1-0 per le zampe gialle)

Giocata a Bibbiena per i famosi lavori allo stadio comunale di Arezzo!!Smile

Commento 28 - Inviato da: il ferro, il 19/04/2013 alle 11:00

Foto Commenti

ferro presente :     fino a bibbiena col "si" truccato

( il tipico 65 polini, carburatore 13 pari, variatore seriacopi e tubo giannelli: 65 km orari e pareva un jet!!! gli scooter uscivano fuori allora e erano dei cessi assurdi!!!)