Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 10a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Olbiamer15Albinoleffe
Carraresemer18.30Como
Giana Erminiomer18.30Pergolettese
Leccomer18.30Juventus U23
Pontederamer18.30Pro Patria
Renatemer18.30Novara
Alessandriamer20.45Pistoiese
Monzamer20.45Gozzano
Pro Vercellimer20.45Arezzo
Sienamer20.45Pianese
MONDO AMARANTO
Matteo sulle nevi di Alleghe
NEWS

La settimana più lunga, il tenero Lanciotto, assenze e asticelle, il cuore per vincere

Che sarebbero stati giorni da via crucis si è capito non appena il pallone calciato da Sciamanna è finito in rete. Davanti allo spogliatoio del "Turiddu Madami" è andato in scena un mini vertice fra l'allenatore e la dirigenza, perché in quei venti metri è destino che succeda sempre qualcosa di particolare per i colori amaranto. L'avversario di domenica ha un trend negativo da mani nei capelli, ma le insidie non mancheranno. E per vincere stavolta serviranno soprattutto compattezza e unità d'intenti



Nofri con De Martino, Bonafede e Diomede dopo la partitaLa settimana più lunga dell’anno è cominciata domenica davanti allo spogliatoio del “Turiddu Madami”. In quello spiazzo pieno di ghiaia, terriccio e disseminato di attrezzi per manutenere il terreno di gioco, è andato in scena un mini vertice fra allenatore e dirigenza. Nulla di eclatante, soltanto i soliti commenti a caldo dopo una partita persa in modo rocambolesco. Dev’essere destino che lì, in quei venti metri quadrati che fanno tanto campetto di periferia, vada spesso in scena qualche pièce amara per i colori amaranto. Due giorni fa la flagellazione per il 3-2 al 93esimo che ha scombussolato tutti i piani, due stagioni addietro la contestazione dei tifosi che aprirono i cancelli con le cattive e si fiondarono sotto le docce per dirne quattro ai giocatori che perdevano sempre. Questo anche per ricordare che al peggio non c’è mai fine e che l’Arezzo, oggi, ha comunque il gioco in mano.

Tornando a domenica scorsa. Non appena il pallone calciato da Sciamanna si è depositato in fondo alla rete, davanti agli occhi si sono appalesati sette giorni da via crucis. La partita contro il Lanciotto è sulla carta tenera come un grissino, al punto che Bastia e Scandicci avranno maledetto il calendario amaranto. La squadra di Campi Bisenzio ha fatto 9 punti in tutto il girone di ritorno, ne ha vinte appena 2 su 15, in trasferta ne ha pareggiata una su sette e le altre sei le ha perdute. Se Nofri avesse potuto scegliere dal mazzo l’avversario più scombiccherato, probabilmente avrebbe tirato su proprio il Lanciotto.

Ma vista da quest’altra parte della barricata, la partita non è così in discesa. Gli avversari hanno l’ultimo filo di speranza che li tiene attaccati al cornicione. Per non precipitare, devono strappare almeno un pari al Comunale e battere il Todi, già retrocesso, all’ultimo turno, sperando che 4 punti bastino per mantenere il distacco dalla sest’ultima sotto le 9 lunghezze che cancellerebbero gli spareggi.

 

l'Arezzo schierato domenica a Civita CastellanaDunque verranno a giocarsela con la forza della disperazione, confidando nell’episodio e giocando molto sulle ansie dell’Arezzo. Sarà una gara brutta, ingessata, almeno all’inizio condizionata dalla paura di perdere. Poi qualcuno dovrà rompere gli indugi e di sicuro toccherà proprio agli amaranto, perché un altro pareggicchio (o peggio) schiuderebbe quasi certamente le porte dei play-out. O comunque costringerebbe la squadra a una sorta di resa dei conti a Ponte San Giovanni.

Decisamente meglio vincere con il Lanciotto, che sarà disperato ma ha un trend da mani nei capelli. E’ vero che domenica contro il Castel Rigone ha imposto il pari alla capolista, lanciando un segnale di vitalità inatteso, però i numeri sono numeri. E soprattutto la qualità è qualità. L’Arezzo, nonostante il periodo di magra, le assenze e qualche elemento giù di condizione, nel complesso ha diverse armi più del Lanciotto. Soprattutto ha un allenatore che nelle pieghe del campionato sa muoversi con disinvoltura e che non ha mai mollato un centimetro durante la settimana, tenendo sempre i giocatori sulla corda.

Magari ha peccato di sincerità, quando dopo la vittoria sul Todi, con i play-off a tiro di schioppo, parlò di “asticella da alzare”, dicendo una cosa che tutti, dai tifosi alla dirigenza ai giornalisti, volevano sentirsi dire. Forse quel refolo di ottimismo ha convinto la squadra che il più era fatto e che si poteva arrivare al traguardo con la marcia in folle. Ma onestamente è un’ipotesi ardita. Ben più pesanti sono stati gli acciacchi di Martinez, Piccolo, Sereni, Bianchini, Calzola che hanno costretto l’allenatore a scombinare domenicalmente la formazione. Senza contare che la rimonta di febbraio e marzo, quando la macchina è stata tirata a manetta, adesso inevitabilmente si paga.

Di sicuro questa è la settimana in cui c’è da compattarsi, concetto abusato nel calcio ma con una sua indubbia valenza. Più che con il gioco, domenica la vittoria va arraffata con il cuore e con l’unità d’intenti. L’Arezzo si gioca la permanenza in D contro il Lanciotto, una roba da travaso di bile. Ma la realtà questa è. E va presa di petto.

 

scritto da: Andrea Avato, 23/04/2013





Nofri e la dirigenza dopo il ko con la Flaminia

COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Amaranta, il 23/04/2013 alle 11:09

Foto Commenti

Non bastava la prospettiva del quarto anno di serie D...ora anche lo spauracchio dell'Eccellenza!

Commento 2 - Inviato da: Jappy7, il 23/04/2013 alle 11:45

Foto Commenti

Domenica non c'e' cazzi che tengano..poche storie, poche scuse..ma Fatti!! Vogliamo vedere una squadra che lotta dal primo alla fine..che non ci siano sorprese..perche' davvero e' la fine..la gente e' stanca!! La vostra settimana e' gia iniziata..e domenica ci faremo sentire qualsiasi cosa succeda. FUORI LE PALLE

ps: Aspetto ancora qualche parola del Presidente..!!

Commento 3 - Inviato da: coffeeshop, il 23/04/2013 alle 13:16

Foto Commenti

Se ho ben capito domenica scorsa Idromela non ha giocato perchè si è preferito farlo andare con la Juniores. Ora se questo è vero mi sembra cosa gravissima. Magari con Idromela avremmo perso 8 a zero, non si può dire, ma era un elemento comunque importante che andava a tutti costi fatto giocare vista la situazione di emergenza. Mi sembra una cosa tanto assurda che mi chiedo se ci sia davvero la volontà di restare in serie D o non si preferisca l'Eccellenza.

Commento 4 - Inviato da: il ferro, il 23/04/2013 alle 14:47

Foto Commenti

coffeshop non ha detto per niente una cazzata. ma sarebbe opportuno che anche chi di dovere lo faccia presente....questi paion de fori.....oppure peggio....mah........

e ancora il presidente è disperso e muto.......

 

tantopiù che sentire AVATO che parla di unità d'intenti mi fa molta paura. perchè, forse in questi ultimi tempi c'è qualcuno che ha avuto intenti differenti? qualcuno che ci godeva a perdere? qualcuno che ha tirato indietro gamba e attributi??

sennò perchè si sta qui a parlare di unità di intenti???qual è il motivo????

Commento 5 - Inviato da: il ferro, il 23/04/2013 alle 14:50

Foto Commenti

News Amaranto Magazine

 

"DATE RETTA A ME....PIJAMOSE ROMA!!! AMAZZAMO EL TERIBBILE!!! E LA BATTERIA NOSTRA DIVENTERA' PADRONA DE ROMA!!!"

intanto libbano nun se vede......

 

Commento 6 - Inviato da: il ferro, il 23/04/2013 alle 14:52

Foto Commenti

la cosa che mi fa più schifo e rabbia è che da alcuni book makers si può scommettere sulla serie d. e questo da un mesetto.......

Commento 7 - Inviato da: Jappy7, il 23/04/2013 alle 15:16

Foto Commenti

Sinceramente che la società voglia andare in eccellenza perche' la si preferisca..mi sembra alquanto una cazzata..non penso sia questo l obbiettivo.. senno che cazzo l'hanno presa a fare l arezzo??? Potevano stare benissimo a roma!!! 

Commento 8 - Inviato da: il ferro, il 23/04/2013 alle 15:25

Foto Commenti

è 'l meglio......ce mancherebbe che vogliono andare di sotto.....

ma sai, sono imprenditori e sono qui per denaro, non certo per amore....

Commento 9 - Inviato da: Jappy7, il 23/04/2013 alle 15:33

Foto Commenti

Su questo sono d'accordo. .di sicuro c'e sempre qualcosa dietro..non di certo l amore per l' arezzo..quelli al max puo arrivare col tempo..mha!! Io voglio solo sapere il vero obbiettivo per il prox anno..voglio essere fiducioso..anche se non riesco a capire il silenzio del presidente. In tutti i casi, spero che prima di domenica qualcosa salti fuori..o al max domenica stessa..se saremo gia salvi.

Commento 10 - Inviato da: il ferro, il 23/04/2013 alle 16:24

Foto Commenti

gli obiettivi per l'anno prossimo???

ci vorrebbe che il presidente venisse a arezzo e lo dicesse. praticamente fai prima a prendere il treno e andare a roma a cercarlo....

Commento 11 - Inviato da: Andrea Avato, il 23/04/2013 alle 17:33

Foto Commenti

FERRO (4)

Unità d'intenti, cioè remare dalla stessa parte. Non c'è da fare interpretazioni malevole. Per una settimana, mi riferisco alla stampa e ai tifosi, si possono mettere in un angolo punti di vista differenti e badare al sodo, cioè a vincere. A prescindere che si giochi bene o meno bene. Questo volevo dire.

Commento 12 - Inviato da: il ferro, il 23/04/2013 alle 19:04

Foto Commenti

non mi pare ci sia tutta questa differenza d'opinione, nè una pressione tale da rendere pericolosa la partita col lanciotto-zero-zero-otto.....

o forse stampa e tifosi stanno spaccando il culo a squadra e società e non me ne sono accorto.  ci sta perchè io i giornali non li leggo.

Commento 13 - Inviato da: il ferro, il 23/04/2013 alle 21:15

Foto Commenti

L'asticella si è alzata per poco......

ora siamo mosci e ce serve un mese di recupero come ai vecchi.

il viagra adatto??? una fila de randellate nela scamarrita se non se vince contro el LANCIOTTO (come mi fanno vergognare di essere tifoso amaranto questi giocatori e questi tecnici e questi imprenditori e questi soloni (anzi sòloni)......

Commento 14 - Inviato da: Amarantegnene, il 23/04/2013 alle 21:53

Foto Commenti

Non scriverò più post fino a raggiunta salvezza!!! Mi costerà fatica e nervosismo, ma nn ho più parole per esprimermi!! Riscriverò forse... Quando riparlerà Ferretti!!

Commento 15 - Inviato da: Amaranta, il 23/04/2013 alle 23:15

Foto Commenti

Io voglio solo sapere il vero obbiettivo per il prox anno

Ci manca solo che l'obiettivo per il prossimo anno sia una cosa diversa dalla promozione in C... Cry

Commento 16 - Inviato da: il ferro, il 24/04/2013 alle 02:54

Foto Commenti

Terremoto Scommesse Serie D, flussi anomali: sospesa un'altra gara

14.04.2013 11:32 di Anna Laura Giannini  articolo letto 1499 volte

Ancora movimenti e cambiamenti nel tabellone di gare su cui è possibile scommettere in Serie D. Restano sei le gare sospese e sulle quali, quindi, è impossibile scommettere. Avevano già sottolineato l'anomalia (CLICCA QUI), ma la sorpresa di oggi, rispetto a quanto registrato ieri (CLICCA QUI), è il ritorno tra le partite quotate di Arezzo-Fiesolecaldine e la sospensione, invece, della gara Porto Torres-Sarnese. Tutto lascia pensare a flussi anomali di giocate che hanno indotto Stanley Bet ad eliminare le gare incriminate dal paniere di quelle quotate e sulle quali scommettere.

Ecco il tabellone attuale, comprensivo delle gare sospese, suddivise per girone.

Girone D
Fortis Juventus-Atletico Piacenza
Lucchese-Pistoiese
Castenaso-Massese

Girone E
Arezzo-Fiesolecaldine
Castel Rigone-Flaminia Civita Castellana
Voluntas Spoleto-Casacastalda
Trestina-Sansepolcro

Girone F
Fidene-Vis Pesaro SOSPESA
Celano-Amiternina
Jesina-San Cesareo
Termoli-Recanatese

Girone G
Turris-Torres
Arzachena-Sora
Nola-Ostia Mare SOSPESA
Casertana-Progetto Calcio Sant'Elia SOSPESA
Porto Torres-Sarnese SOSPESA

Girone H
Battipagliese-Brindisi
Gladiator-Pomigliano SOSPESA

Girone I
Savoia-Messina SOSPESA
Cosenza-Licata
Ragusa-Cavese
Agropoli-Palazzolo

Commento 17 - Inviato da: il ferro, il 24/04/2013 alle 02:55

Foto Commenti

io poi so' sempre quello che pensa male.

fatto sta ce chiappo sempre.....

Commento 18 - Inviato da: il ferro, il 24/04/2013 alle 02:56

Foto Commenti

si aprono òe scommesse e arrivano i risultati champagne!!!!

Commento 19 - Inviato da: Jappy7, il 24/04/2013 alle 08:25

Foto Commenti

Da questo sistema maledetto..non ci salviamo piu'..che schifo!!

Commento 20 - Inviato da: Andrea Avato, il 24/04/2013 alle 09:00

Foto Commenti

FERRO, che quotare le partite di serie D sia una vergogna e un invito all'accrocco sono stra d'accordo con te. Chi ha avuto la pensata è veramente un genio della follia. E non credo che i nostri giocatori siano santi a prescindere, bada bene. 

Però alla fine Arezzo-Fiesole è stata sospesa solo qualche ora e poi regolarmente quotata fino alla fine. Tra l'altro non si conosce nemmeno il motivo per cui venne momentaneamente tolta dalle giocate. 

Poi per carità, a pensar male spesso si indovina, non lo nego. Ma bisognerebbe avere qualche dato certo in più.

Commento 21 - Inviato da: frick, il 24/04/2013 alle 09:04

Foto Commenti

Fatto sta che se comunque avessi avuto 1 euro da puntare su quella partita: pareggio tutta la vita!!! Wink

Commento 22 - Inviato da: chiana, il 24/04/2013 alle 09:09

Foto Commenti

Avvertiamo i sig.ri giocatori che siamo pieni di queste situazioni, fra fallimenti, penalizzazioni, scomesse etc... sono almeno 20 anni che passiamo delle estati drammatiche. A stò giro se viene fuori qualcosa diventa una mattanza!

Commento 23 - Inviato da: baicol, il 24/04/2013 alle 10:20

Foto Commenti

Questa delle scommesse in seire d non la sapevo!! Come si puo' far scommettere su risultati di partite tra dilettanti?? Roba da manicomio! Tra giovani che prendono 200,00 euro al mese e 35/40enni che tirano a racimolare quanto piu' possibile prima di finire la carriera sembra evidente che un buon numero di partite e' a rischio regolarita'.

Mi associo all'appello del Chiana e aggiungo che per 15 giorni e' bene che vadino a lettino presto, perche' siamo gonfi oltre ogni limite.

Commento 24 - Inviato da: il ferro, il 24/04/2013 alle 15:42

Foto Commenti

siamo gonfi bene bene......

e quel pareggio di bastia mi pare molto più chiaro adesso.

averlo saputo prima si facevano due soldi anche noi....

CONTRO IL SISTEMA!!! questi dementi fanno girare migliaia di euro su ragazzini di 18 anni che giocano gratis e vecchi marpioni che sono alla pensione e hanno paura che la mercedes poi non la mantengono più......