Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 36a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Ravenna03Perugia
Gubbio00Mantova
Legnago11Arezzo
Matelica00Fano
V. Verona01Samb
Feralpi Salò61Carpi
Modena30Padova
Cesena02Imolese
Vis Pesaro11Fermana
Triestina32Sud Tirol
MONDO AMARANTO
Torta col cavallino per gli sposi Andrea ed Elisa
NEWS

Parla Severini: "Il mio sfogo è servito. Qualcosa si muove"

Il presidente fa il punto della situazione sui campi d'allenamento, sulla trattativa con lo Junior Camp, sui rapporti con il Chimera e con l'amministrazione comunale. E comincia a lanciare uno sguardo al prossimo calcio mercato



il presidente Severini con Pellicanò e l'avvocato Spinella nel pre gara di domenica scorsaI Funghini, Pescaiola, lo Junior Camp, i rapporti con il Comune, il mercato. Gino Severini rompe il silenzio nel quale si era rifugiato nelle ultime settimane e interviene sull’evolversi degli scenari intorno all’Arezzo.
Presidente, novità sui campi di allenamento?
“C’è la possibilità di riaprire un discorso con i Funghini per l’antistadio. L’assessore Donati è in contatto con la famiglia e il loro avvocato. La prossima settimana mi auguro di poter incontrare un loro rappresentante. Sono in attesa di fissare un appuntamento”.
Ottimista?
“E come faccio a dirlo adesso? Per il momento è solo un’ipotesi sul tavolo. Niente più”.
Parteciperete al bando di gestione del campo di Pescaiola?
“Se andrà a bando, è una soluzione che ci interessa. Ma anche su questo fronte non c’è niente di concreto. Dobbiamo attendere le mosse del Comune”.
Capitolo Junior Camp. Qual è la situazione?
“E’ un discorso che resta aperto, ma non per l’immediato. La nostra priorità è trovare una sistemazione a breve termine”.
Con Zerbini vi rivedrete?
“Dobbiamo metterci d’accordo sul come e quando, ma ci incontreremo a breve. Il nostro ultimo colloquio risale a un pò di tempo fa e quindi dobbiamo riaggiornarci. Voglio sottolineare la gentilezza e l’attenzione che il dottor Zerbini ci sta manifestando. E’ un interlocutore serio”.
Con il Chimera come sono i rapporti?
"Di grande schiettezza. Sanno che ci siamo appoggiati a loro per una situazione di emergenza. Li ringrazio perchè ci stanno assecondando, ma quella attuale è una sistemazione temporanea che non può protrarsi a lungo, altrimenti continueremmo a vivere alla giornata. Per sviluppare i nostri progetti dobbiamo dotarci di nostre strutture”.
C’è, però, un contratto di mezzo.
“E di questo terremo conto, ci mancherebbe. Ho parlato anche in questi giorni con Antonio Incitti. Deve stare tranquillo: verrà coinvolto in qualsiasi eventualità”.
Qualche settimana fa denunciò la mancanza di soluzioni e attenzioni nei confronti dell’Arezzo. Lo scenario, alla luce delle possibilità che si sono manifestate, le sembra migliorato?
“In realtà di concreto non c’è niente. Non mi faccio illusioni”.
Ammetterà che qualcosa si muove.
“Il mio sfogo forse è servito”.
E’ sempre demoralizzato?
“Di sicuro l’umore non è dei migliori”.
Con Donati avete firmato la pace?
“L’assessore si sta prodigando per risolvere la situazione. Devo dargliene atto. Il problema è che non è appoggiato come dovrebbe da chi sta sopra di lui”.
Soddisfatto di come sta andando la squadra?
“Nel complesso sì. Fosse arrivato qualche punto in più sarebbe stato meglio, ma il campo ha sempre ragione. La vetta è a sole due lunghezze e siamo in piena corsa”.
Cosa succederà nel mercato di dicembre?
“Faremo il punto dopo le prossime partite. Se qualcuno che non trova spazio ci chiedesse di andare a giocare, valuteremmo se accontentarlo e con chi rimpiazzarlo”.

articolo pubblicato sul Nuovo Corriere Aretino



scritto da: Andrea Lorentini, 12/11/2011