Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 18a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Pianese12Pontedera
Pro Vercelli00Pistoiese
Siena10Como
Arezzo10Gozzano
Juventus U2313Carrarese
Lecco20Olbia
Pro Patria12Novara
Albinoleffe12Renate
Monza30Giana Erminio
Pergolettese21Alessandria
MONDO AMARANTO
Francesca a Barcellona
NEWS

La festa per Rubechini Cavallino d'oro. Anche Tassinari, Neri e Pellicanò lo applaudono

Ieri sera, nel rinnovato salone del museo di Porta Santo Spirito, si è svolta la cerimonia di consegna del premio più antico d'Italia, che va avanti ininterrottamente dalla stagione 1957/58. Rubechini succede a Mencarelli, nel segno della grinta, del piede sinistro e dell'aretinità. Presentati anche i volumi curati da Stefano Turchi che raccolgono la storia fotografica del Cavallino d'oro



Stefano Rubechini premiato con il Cavallino d'oroAd applaudire il Cavallino d'oro di Stefano Rubechini c'era anche Menchino Neri, che il premio lo ha vinto nel 1981. Altri tempi, stessa emozione. I due erano seduti fianco a fianco alla cena dentro il circolo di Santo Spirito e, come ha rivelato il Rube, "Menchino mi ha fatto morire dal ridere". Poi, nel rinnovato salone del museo gialloblù, è andata in scena la cerimonia di consegna.

Apprezzata l'idea di convocare nella sede del quartiere qualche vincitore del passato: oltre a Neri e alla sua rovesciata dei sogni, argomento universale di discussione, hanno presenziato Raul Tassinari, primo nel 1960, e Pino Pellicanò, il più meritevole nel 1983. C'era anche Michele Mencarelli, che un anno fa stava al posto di Rubechini e si prendeva complimenti e pacche sulle spalle per la grinta, il sinistro e l'aretinità. Sotto questo profilo non poteva esserci erede migliore: il Cavallino continuerà a galoppare sulla stessa fascia sinistra e resterà dentro le mura di provincia, spostandosi soltanto da Castiglion Fiorentino a Indicatore.

Davanti a qualche tifoso, a diversi quartieristi e alla stampa, la dirigenza di Santo Spirito ha ricordato la storia del premio, il più antico d'Italia. Altri riconoscimenti sono nati con qualche anno d'anticipo, ma non hanno avuto continuità. Il Cavallino d'oro invece va avanti ininterrottamente dal 1957/58 e l'unica volta che non venne assegnato, per la stagione 1992/93, fu in seguito al fallimento della società. 

Un applauso scrosciante se l'è meritato Stefano Turchi, membro della commissione del premio insieme a Fabio Barberini e Francesco Ciardi, che ha mostrato in anteprima i tre volumi all'interno dei quali sono ripercorse tutte le tappe fotografiche del premio: dalla medaglia d'oro consegnata al primo vincitore, Gianfranco Bozzao, fino ai baffi di Neri e ai capelli riccioluti di Pellicanò ("sembravo un altro" ha commentato), passando per il look anni '80 di Zandonà e le facce del passato più o meno recente come quelle di Floro, Ranocchia, Baclet e Chianese. In parallelo, le immagini dei vari giostratori che hanno sfidato il Buratto con i costumi della Colombina.

Poi è toccato a Stefano Rubechini. Flash di fotografi, interviste, autografi in gran quantità hanno segnato l'epilogo di una serata piacevole. Per il Rube, a prescindere dalla categoria in cui gioca oggi l'Arezzo, una gran bella soddisfazione: il suo nome è marchiato a vita nell'albo d'oro. E magari fa in tempo anche a concedere il bis, un evento raro riuscito a soltanto a Vezzoso, Tonani, Orsi, Fabbri e Floro Flores.

 

L’albo d’oro del premio.
1957-1958 Gianfranco BOZZAO Difensore - 1958-1959 Romano MAGHERINI Centrocampista
1959-1960 Raul TASSINARI Centrocampista - 1960-1961 Filippo REGNI Difensore
1961-1962 Innocente MEROI Attaccante - 1962-1963 Walter BERETTA Difensore
1963-1964 Giorgio BISSOLI Portiere - 1964-1965 Fabio BONINI Difensore
1965-1966 Renato PICCI Difensore - 1966-1967 Enzo FERRARI Attaccante
1967-1968 Sergio VEZZOSO Difensore - 1968-1969 Sergio VEZZOSO Difensore
1969-1970 Luigi TONANI Difensore - 1970-1971 Elio PAROLINI Difensore
1971-1972 Luigi TONANI Difensore - 1972-1973 Benvenuto VERGANI Difensore
1973-1974 Federico RIGHI Centrocampista - 1974-1975 Giovan Battista PIENTI Centrocampista
1975-1976 Fernando BENATTI Difensore - 1976-1977 Riccardo BERTINI Centrocampista
1977-1978 Vittorio MARINI Difensore - 1978-1979 Andrea BALDI Centrocampista
1979-1980 Gianfranco PLATTO Difensore - 1980-1981 Domenico NERI Centrocampista
1981-1982 Giuseppe ZANDONA' Difensore - 1982-1983 Giuseppe PELLICANO' Portiere
1983-1984 Adriano MALISAN Centrocampista - 1984-1985 Stefano COLANTUONO Difensore
1985-1986 Fernando ORSI Portiere - 1986-1987 Fernando ORSI Portiere
1987-1988 Marco NAPPI Attaccante - 1988-1989 Roberto DI NICOLA Attaccante
1989-1990 Sandro TOVALIERI Attaccante - 1990-1991 Paolo FABBRI Portiere
1991-1992 Paolo FABBRI Portiere - 1992-1993 NON ASSEGNATO
1993-1994 Filippo GIOVAGNOLI Difensore - 1994-1995 Alessio BIFINI Centrocampista
1995-1996 Gionata BRUNI Difensore - 1996-1997 Massimiliano SCICHILONE Attaccante
1997-1998 Michele TARDIOLI Portiere - 1998-1999 Marco DI LORETO Difensore
1999-2000 Fabio BAZZANI Attaccante - 2000-2001 Riccardo BONETTO Centrocampista
2001-2002 Francesco CLEMENTINI Centrocampista - 2002-2003 Emiliano TESTINI Attaccante
2003-2004 Matteo SERAFINI Attaccante - 2004-2005 Elvis ABBRUSCATO Attaccante
2005-2006 Antonio FLORO FLORES Attaccante - 2006-2007 Antonio FLORO FLORES Attaccante
2007-2008 Andrea RANOCCHIA Difensore - 2008-2009 Alan Pierre BACLET Attaccante
2009-2010 Vincenzo CHIANESE Attaccante - 2010-11 Lorenzo BUCCHI Portiere
2011-12 Michele MENCARELLI Difensore - 2012-13 Stefano RUBECHINI Centrocampista

 

scritto da: Andrea Avato, 09/05/2013





Il Cavallino d'oro a Stefano Rubechini

Il Cavallino d'oro a Stefano Rubechini
COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: pipanos, il 09/05/2013 alle 10:24

Foto Commenti

Mamma mia che brividi a leggere quei nomi.Bozzao che signor terzino, infatti poi andò in A,Juve e Spal, e Tassinari, un vero signore del centrocampo, testa alta e lanci millimetrici e una educazione straordinaria, e Meroi, era l'unico che nei campi fangosi di quei tempi usciva con i pantaloncini puliti,magari dopo aver segnato un paio di reti, memorabile, non mi ricordo con chi(a una certa età la memoria fa brutti scherzi)la rete segnata partendo da centrocampo seminando per strada 5 avversari per poi saltare il portiere e entrare in porta con il pallone, che spettacolo!!!!!!

Commento 2 - Inviato da: pipanos, il 09/05/2013 alle 11:40

Foto Commenti

Mi sono dimenticato di fare i complimenti a Rubechini, bravo, tra l'altro se non erro è il terzo aretino dopo Baldi e Neri ha vincere il Cavallino.

Commento 3 - Inviato da: Andrea Avato, il 09/05/2013 alle 12:15

Foto Commenti

Anche Mencarelli

Commento 4 - Inviato da: il ferro, il 09/05/2013 alle 12:47

Foto Commenti

MAGHERINI (1959) era aretino purosangue .

Commento 5 - Inviato da: il ferro, il 09/05/2013 alle 12:51

Foto Commenti

MARINI nato altrove ma aretino.

BALDI aretino

Commento 6 - Inviato da: il ferro, il 09/05/2013 alle 12:54

Foto Commenti

altri tipo bonini beretta regni bissoli parolini benatti bertini ...

so una sega di dove sono. chissà.

 

PIPANOS:

se ti ricordi giocare BOZZAO hai come minimo 70 anni!!!!! onore a te vecchia guardia amaranto!!!

Commento 7 - Inviato da: il ferro, il 09/05/2013 alle 12:59

Foto Commenti

io da neri in poi (1981)

li ho visti tutti giocare e li ho tutti tifati.

ma alcuni l'hanno vinto per mancanza di avversari il cavallino......

altri invece è scandaloso che l'abbiano vinto(bonetto??? clementini???)

altri invece che l'hanno  perso (penso al capocannoniere della b spinesi o a pasqual, a mangoni, a pozza, a gritti)ma l'avrebbero meritato. e me ne scordo diversi....

Commento 8 - Inviato da: Andrea Avato, il 09/05/2013 alle 13:08

Foto Commenti

Bravo FERRO, sta discussione m'ingarella. Ieri sera ne parlavo anche con Paolo Bertini: è strano per esempio che Menchino abbia vinto una volta sola e che nella stagione della rovesciata arrivò primo Colantuono. Che fece una bella annata, è vero, ma Menchino di più. 

Tra i vincitori "strani", Clementini è più "strano" di Bonetto. Bonetto giocò un campionato d'alto livello, Clementini insomma.

Commento 9 - Inviato da: il ferro, il 09/05/2013 alle 13:46

Foto Commenti

l'anno di bonetto c'erano frick, benfari, vendrame,campofranco etc etc.....

Commento 10 - Inviato da: il ferro, il 09/05/2013 alle 13:47

Foto Commenti

colantuono ci salvò......se ti ricordi bene più di neri......

Commento 11 - Inviato da: Gnicchelibero, il 09/05/2013 alle 13:59

Foto Commenti

Nel 2000/2001 la svolta fu l'arrivo di frick quindi penso lo meritasse lui,l'anno dopo fu una stagione sciagurata,clementini era uno dei pochi che si salvava

Commento 12 - Inviato da: Cavalloamaranto, il 09/05/2013 alle 14:06

Foto Commenti

Bei ricordi, io da tonani paroloni e vezzoso ho iniziato! Ferro quella volta ci salvò Anconetani insieme a Colantuono

Commento 13 - Inviato da: chiana, il 09/05/2013 alle 14:20

Foto Commenti

Ferro Bonetto alla fine fece un signor campionato ma quell'anno il cavallino l'avrebbe meritato Frick anche se giocò poche partite (forse non lo vinse per quello). Benfari segnava solo perchè Frick lo metteva davanti alla porta da solo... diviso da Frick ha fatto gli stessi gol di Pozzebon. Di Clementini avevo rimosso l'esistenza però non era malaccio... 

Commento 14 - Inviato da: Andrea Avato, il 09/05/2013 alle 14:21

Foto Commenti

colantuono ci salvò......se ti ricordi bene più di neri......

 

Però se Menchino non trova quel corridoio a 5 minuti dalla fine... 2 punti a vittoria e il pareggio che muove la classifica: che tempi!

Commento 15 - Inviato da: mino27, il 09/05/2013 alle 14:29

Foto Commenti

Grande Rube!

Commento 16 - Inviato da: pipanos, il 09/05/2013 alle 14:31

Foto Commenti

Ferro ne ho 65, ai tempi di Bozzao ne avevo 10.

Commento 17 - Inviato da: Arretium Amaranthus, il 09/05/2013 alle 14:46

Foto Commenti

Andrea l'Amarcord è sempre ricco di nostalgia ma soprattutto vorrei dire che erano BEI TEMPI  perchè giocavamo in categorie VERE non in questo schifo di campionato di serie D.Una città come Arezzo,che per quanti noi stessi la disprezziamo "socialmente e culturalmente",è sempre una tra le più grandi e ricche della Toscana eppure è incredibile come negli ultimi 20 anni almeno 7(sperando sempre che il prossimo sia l'ultimo....)abbiamo solcato i campi vergognosi della serie D.....roba da non credere!

Commento 18 - Inviato da: Perfido, il 09/05/2013 alle 16:01

Foto Commenti

...a Scichilone gli si dovrebbe riprendere...se penso a Livorno..

Commento 19 - Inviato da: il ferro, il 09/05/2013 alle 17:14

Foto Commenti

e batterglielo sui denti......

Commento 20 - Inviato da: Sandrotto69, il 09/05/2013 alle 22:35

Foto Commenti

da Menchino in poi li conosco tutti a memoria............che segno è..........forse che gli anni passano

Commento 21 - Inviato da: il ferro, il 10/05/2013 alle 12:55

Foto Commenti

amimodo:

ma te sei de fori come una terrazza.

MAI massacrato rubechini mai. e manco parlato male. nemmeno 2 anni fa!!!

anzi:

è l'unico che ho sempre sostenuto e ogni volta che parlavo di lui, pur riconoscendo tristemente che ne imbroccava una su tre concludevo  sempre che comunque gli si voleva bene.

 

non puoi dare del fenomeno a uno quando gioca discontinuo.

il primo anno ne imbroccava una su 5

il secondo una su 3

quest'anno una si e una no ma più volte si.

l'anno prossimo porta l'arezzo in c2 . (diciamolo piano)

 

PENSA TE AMIMODO.....quanto c'hai preso......

guarda: è l'unica persona che proprio non avrei mai potuto massacrare.....

o hai confuso con un altro o sei confuso te!!Wink

Commento 22 - Inviato da: Andrea Avato, il 10/05/2013 alle 17:52

Foto Commenti

ARRETIUM (17)

L'amarcord stringe il cuore perché erano categorie vere. Ma anche perché eravamo tutti più giovani. Il tempo passa.

 

Comunque facevo caso che nell'elenco dei vincitori ce ne sono diversi che se tornassero oggi da avversari prenderebbero più fischi che applausi. Colpa loro o forse no. Boh

Commento 23 - Inviato da: il ferro, il 10/05/2013 alle 18:43

Foto Commenti

mah, tolti :

COLANTUONO

SCICHILONE

CHIANESE

io gli altri non li fischierei. anzi, qualcuno lo saluterei volentieri.

ma questi 3 no.

chi per spacconaggine gratuita, parole fuori luogo e rivelatosi poi avversario scorretto.

 

chi per esultanze inconsulte tipo champions league non essendo,tralatro,un fenomeno. inoltre per il colore della pelle.

 

che perchè o vacca o mariuolo t'ha fatto più danni che favori. e non parlo della questione col presidente......

Commento 24 - Inviato da: il ferro, il 11/05/2013 alle 15:22

Foto Commenti

ah,ecco.....

certo,essere incazzato per una partite giocata di merda ci sta. soprattutto se è l'unico giocatore a cui sei un minimo affezionato.....