Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 8a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzosab16.30Triestina
Fermanadom15Carpi
Mantovadom15Imolese
Modenadom15Perugia
Sud Tiroldom15Samb
V. Veronadom15Matelica
Legnagodom17.30Feralpi Salò
Ravennadom17.30Fano
Vis Pesarodom17.30Gubbio
Cesenalun21Padova
MONDO AMARANTO
Claudio e Vincenzo a Londra
NEWS

Rischiava di fallire, ora sogna la C2: Viterbese, che annata. Ma l'Arezzo e i tifosi ci credono

La società gialloblù ha vissuto un periodo nero a causa delle difficoltà economiche della dirigenza, risolte almeno per adesso dalla sponsorizzazione dell'ex presidente Angelo Deodati. La squadra di Farris però ha disputato un girone di ritorno splendido e si è tuffata anima e corpo nei play-off. Gli amaranto arrivano alla sfida di domenica senza i favori del pronostico, ma più riposati e brillanti degli avversari. E in novanta minuti tutto può accadere. I gruppi della curva sud organizzano dei pullman



i tifosi della Viterbese ad Arezzo lo scorso 21 ottobreDella Viterbese ce n’eravamo già occupati un paio di mesi fa, quando sembrava che il club laziale fosse arrivato alla canna del gas. Società latitante, dimissioni in massa dei dirigenti, stipendi non pagati: un bel caos.

Roberto Piccolo, un ex gialloblù, raccontò che prima della partita contro l’Arezzo, il 3 marzo scorso, il suo vecchio compagno di squadra Vegnaduzzo gli aveva descritto una sorta di vicolo cieco: “o andiamo in C2 o non becchiamo un euro”. E’ anche per questo, evidentemente, che la Viterbese ha disputato un girone di ritorno splendido, perdendo solo una volta e tramutando in motivazioni forti le peripezie gestionali del club. Uno di quei casi in cui le difficoltà, anziché smembrare e illanguidire il gruppo, lo compattano al punto di andare quasi oltre le proprie possibilità.

Tra l’altro la situazione, a quanto pare, sta un po’ migliorando. Alla Viterbese si è riavvicinato l’ex presidente Angelo Deodati, quello che i gialloblù li portò in serie C qualche anno fa. Per adesso si è rimesso in pista con una sponsorizzazione, che però ha avuto un primo effetto benefico, perché ha portato nelle casse sociali la liquidità indispensabile per saldare gli stipendi degli ultimi mesi e tranquillizzare calciatori e staff, all’asciutto da tempo immemore.

La svolta positiva, in apparenza, non ha annacquato lo spirito garibaldino della squadra, che in questi play-off ci si è tuffata anima e corpo. Sfruttando il fattore campo, ha asfaltato prima il Sansepolcro di Essoussi (4-1) e poi lo Spoleto (3-0). Punteggi larghi a prova di recriminazioni e polemiche, che pure ci sono state. In entrambe le occasioni, infatti, bomber Vegnaduzzo (22 gol stagionali) ha potuto segnare due reti pesanti su altrettanti calci di rigore contestati con veemenza dagli avversari. I famosi episodi, che però di solito premiano chi se lo merita di più.

Gran parte degli elogi per la stagione sopra le righe della Viterbese, che era comunque partita con l’obiettivo promozione, vanno a mister Farris, un ex terzino che ha saputo gestire con polso fermo l'inizio non proprio sprint e le successive beghe amministrative, diventate un propulsore per l’unità di spogliatoio.

 

aretini a Viterbo in campionatoConsiderando che l’Arezzo, fra le dieci squadre in bazzica nei play-off, è quella messa peggio per piazzamento in classifica e coefficiente, poco si può dire sull’avversario capitato in sorte. Di fronte ci sarebbe stata comunque una squadra sulla carta più attrezzata, ma gli spareggi in gara secca sono imprevedibili più del meteo e il pronostico non è scontato. Anche perché al match di domenica la Viterbese ci arriva con due partite già sulle gambe e una stagione lunghissima, oltre che sfibrante, tirata avanti senza soste. Gli amaranto invece hanno potuto staccare la spina, recuperare le energie fisiche e nervose e prepararsi con cura. E’ un dettaglio che potrebbe avere un peso determinante sulla gara, al pari dell’arbitraggio.

Certo, guardando cos’è successo in campionato, non è che l’ottimismo sgorghi copioso. Al Comunale, il 21 ottobre, finì 3-2 per la Viterbese: gol di Eramo, Vegnaduzzo su rigore (netto stavolta), Gentili, Gamboni e Scardini a tempo scaduto. Una sconfitta troppo severa per l’Arezzo, così come quella del girone di ritorno, il 3 marzo. 1-0 per i gialloblù, rete di Gubinelli in sospetto fuorigioco e traversa di Rubechini da sommare a una pressione costante ma infruttuosa.

Se si mette tutto insieme e si conta pure il vantaggio di giocare in casa, la Viterbese è favorita. Però c’è un però. L’Arezzo, in quanto a valori tecnici, non è così distante dalla squadra arrivata terza e che fino all’ultima giornata ha cullato la speranza di promozione. Inoltre le motivazioni saranno perlomeno alla pari, perché i play-off non sono una bazzecola e Nofri, da questo punto di vista, è uno che spreme il massimo da ogni calciatore. E in novanta minuti, come insegnano i luoghi comuni del calcio, tutto può accadere.

 

Gli Ultras Arezzo in occasione della trasferta a Viterbo di domenica allestiranno dei pullman. Le iscrizioni si ricevono stasera, dalle ore 21.30 alle ore 23, presso la sede di via Fiorentina. Il costo del biglietto per il viaggio in pullman è di 15 euro. Il ritrovo per domenica, è fissato allo stadio alle ore 12.45, partenza ore 13.


scritto da: Andrea Avato, 16/05/2013





COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Briaschi, il 16/05/2013 alle 10:56

Foto Commenti

Andrea te che sai tutto... Quanti rigori a favore ha avuto quest'anno la Viterbese?

Mi sembra una caterva, il contrario di noi

Commento 2 - Inviato da: Amarantegnene, il 16/05/2013 alle 11:06

Foto Commenti

ma alla fine, viusto che ognuno ha detto tutto e il contrario di tutto  e un pò tutti asseriscono di avere ragione, se si vincessero sti play off, ci ripescano....o no???

Commento 3 - Inviato da: Toni, il 16/05/2013 alle 11:08

Foto Commenti

No perchè qualcuno dei nostri giocatori ci crede veramente?!?

Commento 4 - Inviato da: Andrea Avato, il 16/05/2013 alle 11:10

Foto Commenti

BRIASCHI (1)

Ho scartabellato un po' in giro, ma non trovo dati certi. Di sicuro 3 rigori la Viterbese ce l'ha avuti: due nei play-off e uno contro di noi all'andata. Vedo di reperire qualcos'altro.

AMARANTEGNENE (2)

La risposta che tutti dovrebbero dare è: boh. I rispescaggi sono un po' più probabili dell'anno scorso, questo sì.

TONI (3)

Domenica si vede subito.

Commento 5 - Inviato da: Jappy7, il 16/05/2013 alle 11:19

Foto Commenti

Domenica devo metterci tutta la voglia possibile..altrimenti ci incazziamo.

Commento 6 - Inviato da: Briaschi, il 16/05/2013 alle 11:22

Foto Commenti

A Spoleto dicono che il rigore di ieri sera con cui la Viterbese ha sbloccato la partita sia qualcosa di allucinante.

Commento 7 - Inviato da: Andrea Avato, il 16/05/2013 alle 11:26

Foto Commenti

Ho letto. Rigore, secondo giallo ed espulsione.

Commento 8 - Inviato da: il ferro, il 16/05/2013 alle 11:50

Foto Commenti

mmmhhhh

i viterbesi.....un po' mi fanno schifo e un po' li stimo.

discreta tifoseria e zoccolo duro di destra. sempre presenti e compatti.di qui la stima.

 

ci copiarono con "brigata etrusca"(per lo più di destra) la fossa etrusca (quella che poi è diventata solo"fossa"- un covo rosso più che amaranto- ma amiconi de sempre).

quando si litigò mi toccò darmi da fare come si deve.

di qui lo schifo

 

pensare che s'era anche amici sul serio dei viterbesi e prima di un paio di partite si mangiò(e si bevve) insieme.

poi si sa, quando si va in traferta in tanti c'è sempre qualcuno che non capisce un cazzo e si ruppe l'amicizia per colpa dei soliti tifosi improvvisati dell'annata buona.......

in coppa (o amichevole? boh) una volta ci si andò in una decina e si stette tutta la partita a insultare FRAU(che dalla roma cadde in disgrazia fino a viterbo)e a fargli il verso della pecora.....ahahahhahahah

 

il gemellaggio ad esempio coi sangiovannesi(vabbe' ..gemellaggio.....mezza amicizia, via....) si incrinò perchè un amico di tortaia che tifa lazio e bari e che veniva allo stadio poco e perlopiù in trasferta a fare casino, appena entrato nella tribuna ospiti, che è accanto a quella di casa, tirò una bottiglia da litro e mezzo quasi piena di là berciando:

"forza, coraggio, rompiamo il gemellaggio!!!"....ahahahahahah

un po' mi fece piacere: il valdarno con arezzo c'ha a che fare solo perchè bevono l'acqua dell'arno dove noi ci si scarica......   però se fossi stato un tifoso organizzato che aveva fatto tanto per qull'amicizia l'avrei preso a calci nel culo......

poi quando vennero a arezzo per giocare con la fiorentina si toccò il culmine....chi c'era sa perchè. si comportarono da polii valdarnotti da combattimento. ovvero potevano combattere con altri polli. ma no coi lupi.......

CI POTREI SCRIVERE UN LIBRO DI QUESTI ANEDDOTI.....

se qualcuno mi aiuta si scrive insieme.......

Commento 9 - Inviato da: frick, il 16/05/2013 alle 12:21

Foto Commenti

In campionato:

Viterbese 7 rigori a favore (7 trasformati)  6 rigori contro (4 trasformati)

Commento 10 - Inviato da: pipanos, il 16/05/2013 alle 13:04

Foto Commenti

Ma non si poteva fare anche noi, non pagare i giocatori fino alla  promozione in c2,,speriamo che questa sosta invece di ricaricarli non li abbia scaricati !!!!!

Commento 11 - Inviato da: lallo, il 16/05/2013 alle 13:10

Foto Commenti

da Spoleto Sport:

"

VITERBESE-SPOLETO 3-0

VITERBESE 4-3-1-2: Riommi 6, Ugolini 6, Ibojo 6, Fapperdue 6, D’Ambrosio 6, Ciogli 8 (40‘st Persico), Pollini 6,5, Nikolla 7, La Porta 7 (25‘st Gubinelli 6,5), Scardini sv (31′st Pero Nullo 7), Vegnaduzzo 7. A disp: Ciampini, D’Alessio, Rapino, Gubinelli, Gnignera All. Farris

SPOLETO 4-3-3: Pasquini 6,5, Bianchi 5, Guastavano 5 (21‘st Castellazzi 5), Schettino 5, Cavitolo 5,5 (31′st Cesari 5,5), Falzone 5 (8’st Tomassoni 5,5) Francesconi 5,5, Gjata 5,5, Maulini 5, Gammaidoni 5, Di Giuseppe 5 a disp: Lazzarini, Galli, Piantoni, Perugini All. Brevi

Arbitro: Sig. Colinucci di Cesena

Reti: 28′st Vegnaduzzo (rig.),13’st Nikolla, 36’st Gubinelli

Note: Espulso Schettino per doppia ammonizione

Finisce l’avventura play off dello Spoleto di mister Brevi, che a Viterbo gioca ad armi pari soltato per 27 minuti, poi ci pensa l’arbitro Colinucci ad inventarsi un rigore piuttosto dubbio, che costa l’espulsione a Schettino. In 10 gli uomini di Brevi possono ben poco contro una Viterbese cinica e ben messa in campo. Nella ripresa arriva al raddoppio poi nel finale dopo il 3 a 0 i padroni di casa rischiano di finire in goleada. Mister Brevi deve rinunciare a Piernera e sulla fascia destra schiera Bianchi. in avanti c’è Di Giuseppe con Tomassoni costretto ad accomodarsi in panchina. Primi 15 minuti tutti di marca Viterbese. Al 6′ Vegnaduzzo, servito in profondità da Pollini entra in area sulla sinistra, prova il diagonale, ma la palla termina abbondantemente fuori. Al 12′ indecisione di Schettino, la palla arriva a La Porta che dal limite prova il sinistro, il tiro è debole e centrale, Pasquini blocca a terra.  Al 15′ La Porta su punizione dal limite impegna Pasquini che respinge di pugno. lo Spoleto si fa vedere al 16′, punizione dalla sinistra di Falzone che batte direttamente in rete, Riommi devia in angolo. Al 25′ tiro di Nikolla dal vertice sinistro dell’area, Schettino salva sulla linea. Al 27′ l’azione che deciderà la gara. Ciogli entra in area rimpalla su due avversari, ma riesce comunque a calciare in porta, Pasquini in uscita devia, ma l’arbitro vede un fallo di Schettino (espulso per doppia ammonizione) ed assegna un rigore pittosto dubbio. Sul discetto va Vegnaduzzo che calcia sull’agolino alto, Pasquini intuisce, ma non ci arriva ed è vantaggio Viterbese. Al 36′ i padroni di casa provano a raddoppiare, La Porta prova dalla sinistra il suo tiro in diagonale esce di molto. il primo tempo termina con la Viterbese avanti 1 a 0. Nella ripresa è ancora la Viterbese a fare il gioco. Al 3′ Vegnaduzzo apre sulla destra per l’ex Pero Nullo che di destro colpisce in pieno la traversa. Al 6′ La Porta recupera a centrocampo sale, supera Guastalvino, batte in porta, ma Pasquini è bravo e devia in angolo. Al 13′ Errore difensivo dello Spoleto Nikolla recupera e dal limite di destro infila l’incolpevole Pasquini. 2 minuti più tardi è sempre la Viterbese a cercare la rete, cross di Pero Nullo dalla sinistra Ciogli sul secondo palo prova da buona posizione, ma la pala termina alta. Al 30′ Vegnaduzzo prova l’acrobazia al centro dell’area la palla terminas abbondantemente alta. Al 36′ arriva la terza rete: cross della Viterbese con Ciogli, Gubinelli infila alle spalle di Pasquini di testa. Nel finale i padroni di casa potrebbero finire in goleada ma lo Spoleto si salva come può e la gara termina 3 a 0. "

Commento 12 - Inviato da: lallo, il 16/05/2013 alle 13:11

Foto Commenti

dice che vogliono giocare in notturna.....

Commento 13 - Inviato da: lallo, il 16/05/2013 alle 13:17

Foto Commenti

da Viterbo News 24 :

"

Viterbese di notte sei bellissima
Finale dominata, Vegnaduzzo, Nikolla e Gubinelli abbattono lo Spoleto
15/05/2013 - 22:34
 

di Domenico Savino

VITERBESE –VOLUNTAS SPOLETO 3-0

VITERBESE (4-3-1-2) Riommi; Ugolini, Fapperdue, Ibojo, D’Ambrosio; Ciogli (dal 40’ s.t. Persico), Pollini, Nikolla; La Porta (dal 25’ s.t. Gubinelli); Vegnaduzzo, Scardini (dal 31’ p.t. Pero Nullo) A DISPOSIZIONE Ciampini, D’Alessio, Rapino, Gnignera ALLENATORE Farris

VOLUNTAS SPOLETO (4-3-3) Pasquini; Bianchi, Schettino, Guastalvino (dal 21’ s.t. Castellazzi), Cavitolo (dal 31’ p.t. Cesari); Gjata, Francesconi, Falzone (dall’8’ s.t. Tomassoni); Maulini, Gammaidoni, Di Giuseppe A DISPOSIZIONE Lazzarini, Galli, Piantoni, Cesari, Perugini ALLENATORE Brevi 

ARBITRO Colinucci di Cesena (Di Monte e D’Alberto)

RETI nel p.t. al 27’ Vegnaduzzo (V); nel s.t. al 13’ Nikolla (V), al 38’ Gubinelli (V)

NOTE serata nuvolosa, terreno in buone condizioni, spettatori 1500 circa con sparuta rappresentanza ospite. Ammoniti D’Ambrosio per la Viterbese; Schettino, Cesari e Falzone per lo Spoleto Espulso Schettino per lo Spoleto Angoli 8-1 Recupero 2 + 2

VITERBO – La serata perfetta. Quelle che consente di vincere la finale, rifilare tre gol allo Spoleto, di comandare la partita e di non lasciarsela mai sfuggire. E’ una musica che incanta quella suona dalla banda di Farris che indovina tutto: uomini, approccio e atteggiamento. Quest’ultimo è la nota più lieta e più importante: oltre i tre gol, c’è la fame e la cattiveria agonistica nel mostrare la sua superiorità sul campo. Una squadra mai sazia coccolata da un pubblico che è rimasto estasiato dalla bellezza della partita gialloblu.

C’è aria di calcio diverso al Rocchi: lo stadio che ribolle di tifo. Ci sono bandiere gialloblu dappertutto. C’è la curva che canta a squarciagola e che sente l’importanza della gara e c’è la tribuna che si popola ed asseconda la spinta. E’ una Serata diversa che ha il sapore di un calcio che da queste parti non si respirava da tanto (e forse troppo) tempo.

Farris schiera la sua Viterbese: quella classica che si schiera il centrocampo a rombo. Brevi gli frappone un 4-3-3- che in fase di non possesso diventa una mediana a cinque con Maulini e Di Giuseppe che si abbassano dando sostanza e garantendo adeguata copertura. Accorto lo Spoleto bada a contenere e lascia che sia la Viterbese a fare la gara. E ci pensa La Porta a calamitare tutti i palloni: l’ex Foggia si abbassa per impostare la manovra offensiva e lascia che Ciogli e Nikolla si buttino negli spazi. Lo Spoleto non ha interesse a che la gara prenda ritmo. I gialloblu provano con accelerazioni per via centrali a fiaccare la resistenza degli umbri. La gara è tirata, giocata a centrocampo con qualche fallo di troppo. La Viterbese ha intenzione di far muovere la statica difesa umbra: è utile la corsa di Scardini che attacca la profondità quando Vegnaduzzo viene incontro. Lo Spoleto mostra di avere meno idee e si affida al lancio lungo per Gammaidoni quando gli spazi sono coperti e non c’è modo di sviluppare gioco. Ma la Viterbese cresce con il passare del tempo e capisce che può colpire. E’ un’azione a percussione che crepa il muro dei biancorossi. In questo modo la Viterbese si cucina il vantaggio. Vuole prima vedere dove mordere la preda: e allora prima La Porta impegna Pasquini, poi Nikolla prova il pallonetto che Schettino devia sulla linea. Quindi Ciogli si procura il rigore e l’espulsione di Schettino (che lo trattiene). Vegnaduzzo realizza e lo Spoleto si trova sotto di un gol e di un uomo. Brevi ordina il 4-4-1 e inserisce Cesari per Cavitolo. Ora Gammaidoni è sempre più solo in avanti con Di Giuseppe che di rado va ad aiutarlo. La Viterbese perde Scardini per infortunio, ma l’ingresso di Pero Nullo non varia modulo e convinzioni.

Nella ripresa non cambia l’atteggiamento della Viterbese sempre propositivo e pronto ad attaccare lo Spoleto. Succede che Pero Nullo faccia venire i brividi a Pasquini con un violento destro che si stampa sulla traversa. Gli attacchi gialloblu sono continui e La Porta avrebbe la possibilità dio chiudere ma l’estremo biancorosso si oppone. Possibilità che non spreca Nikolla (migliore in campo), preciso il suo destro che si infila all’angolino per il raddoppio. Lo Spoleto perde le distanze, la difesa diventa a tre e lascia spazi nei quali la Viterbese si infila a meraviglia. Farris inserisce Gubinelli per La Porta ed è una mossa per tenere meglio in pugno la gara. Mossa azzeccata che garantisce anche il terzo gol di Gubinelli su assist di Ciogli.  "

 

Questi son gasati fitto!!!!Tongue out

 

Commento 14 - Inviato da: il ferro, il 16/05/2013 alle 13:24

Foto Commenti

gli farà più male batterci il muso.....

Commento 15 - Inviato da: lallo, il 16/05/2013 alle 13:25

Foto Commenti

certo che il calcio ognuno lo vede a modo suo.... e soprattutto con gli occhi del tifoso! Basta leggere i due commenti provenienti da Spoleto e da ViterboCool

questo invece  l'articolo con l'intervista all'allenatore della Viterbese.

Secondo me il giornalista  è un .... poeta Surprised basta leggere l'incipit dell'articolo stesso

"

Farris: ''Orgoglioso per la città di Viterbo''
 
16/05/2013 - 01:08
 

di Domenico Savino

VITERBO – E’ una festa. Di calcio e di popolo in cui le emozioni prendono il sopravvento sui pensieri, sulle parole. Provare a commentare la vittoria contro lo Spoleto non è semplice per Massimiliano Farris. Non solo perché ha la voce rauca ma per l’arrivo dei tifosi che lo inondano d’amore. Il tecnico della Viterbese abbraccia tutti, vorrebbe stringerli uno per uno sempre più forte. E’ questo amore che gli ha dato la forza per andare avanti nei momenti difficili. E sono stati tanti in questa stagione. Arrivano anche i familiari e allora c’è la commozione la lacrima riga il volto. Ma si tratta di lacrime di felicità, mai come in questo momento sentite e condivise.

Di tempo per commentare la partita ce ne sarà in questi giorni che precedono il match di domenica 19 maggio. Adesso la parola che riesce a ripetere Max Farris è orgoglio: “Sono orgoglioso per la città di Viterbo e per i suoi tifosi – dice con il filo di voce che gli è rimasto -. Vedere lo stadio così pieno è una emozione enorme, essere riusciti a riportare così tanta gente al Rocchi mi riempie d’orgoglio. Questo è uno stadio di un’altra categoria, questo è un pubblico di un’altra categoria. Voglio dividere questo momento con i miei collaboratori ecco perché sono qui accanto a me in sala stampa. Con patrizio Fimiani, con Cristiano Giovannini, e ancora Maurizio Donsanti, il direttore Manfra e tutti i collaboratori che ci sono stati e ci staranno ancora vicino. Io ci metto la faccia ma adesso voglio che siano i protagonisti di questa bellissima serata”.

Si sottolinea l’atteggiamento: “Si siamo stati sempre sul pezzo – ammette il trainer – ed è questo il grande merito. Temevo un attimo di rilassamento, invece tutto è andato ancora a meraviglia. La fotografia della nostra vittoria è un intervento in scivolata di D’Ambrosio al novantesimo nella metà campo dello Spoleto. Questo significa che la squadra ha la mentalità giusta per affrontare questo tipo di gara. Ho sempre pensato che nel momento in cui avremmo sentito l’odore del sangue, non si sarebbe mollato di un centimetro”.

Mentre Farris parla si iniziano a sentire i canti dei tifosi: arrivano nitidamente le urla fin dentro la sala stampa. Poi entrano e la festa prosegue. Abbracci, cori e lacrime che vengono giù naturali e sono l’essenza della grande emozione che si sta vivendo. Foto e video per tutti. E la festa prosegue. Domenica il prossimo capitolo.

 

Commento 16 - Inviato da: Briaschi, il 16/05/2013 alle 14:06

Foto Commenti

Qui Lallo c'è una riflessione leggermente più pesante....

http://www.settecalcio.it/DettaglioNews.aspx?ID=13034

Commento 17 - Inviato da: Jappy7, il 16/05/2013 alle 14:10

Foto Commenti

Domenica se mettiamo in campo grinta e cuore per loro non sara' facile..noi ci faremo sentire come sempre..senza mai smettere di cantare..aspettando domenica..gia carico, sperando che siano carichi anche i giocatori.

Commento 18 - Inviato da: Andrea Avato, il 16/05/2013 alle 14:18

Foto Commenti

FERRO (8)

Il gemellaggio mi pare saltò nel '99, quando andammo a giocare là con Antonioli e Bazzani squalificati. Arbitro Pieri di Genova. Espulso Bacci, Battaglia graziato dopo un fallo di reazione. Perdemmo 4-1 e Pieri buttò fuori anche Cosmi. Ci furono un po' di casini. Con loro giocavano Testini, Liverani, Baiocco.

FRICK (9)

Grazie. Noi 6 a favore (5 realizzati) e 5 contro (tutti realizzati).

JAPPY (17)

Domenica secondo me sarà dura ma aperta a ogni risultato.

Commento 19 - Inviato da: Toni, il 16/05/2013 alle 14:42

Foto Commenti

Ai valdarnotti avevamo prestato anche l'impianto... poi ci fu qualcuno di loro che si fece prendere un pò troppo dall'entusiasmo e pisciarono fuori dal vaso; entrammo in curva a riprenderci l'impianto o durante la partita o forse all'intervallo (non ricordo bene).

 Se non ricordo male quella partita a viterbo liverani segnò sotto la ns curva e venne ad esultare li sotto... sta merda.

Commento 20 - Inviato da: Andrea Avato, il 16/05/2013 alle 14:50

Foto Commenti

Il Dipartimento Interregionale ha provveduto a definire gli abbinamenti per lo svolgimento della terza fase dei Play-off. Per realizzarli sono state individuate dapprima 5 teste di serie, come da regolamento, sulla base della posizione in classifica ed il quoziente punti conseguito al termine della stagione regolare, con questo ordine: 1ª Nuova Cosenza (2°posto in campionato - 2,14 pt), 2ª Santhià (2° - 2,02), 3ª Matera (3° - 2,00), 4ª Viterbese (3° - 1,85), 5ª Olginatese (3° - 1,84). Successivamente gli abbinamenti sono stati stabiliti con criteri di vicinorietà geografica. Il turno viene deciso con gara unica. In caso di parità, al termine dei tempi regolamentari, si ricorrerà subito ai calci di rigore.

 

Programma gare del 19 maggio 2013 (ore 16)
Girone 1: Nuova Cosenza-Casertana (ore 20.30)
Girone 2: Matera-Maceratese (porte chiuse)
Girone 3: Viterbese-Arezzo
Girone 4: Santhià-Pistoiese
Girone 5: Olginatese-Virtus Vecomp Verona

 

www.lnd.it

Commento 21 - Inviato da: il ferro, il 16/05/2013 alle 16:52

Foto Commenti

il gemellaggio si ruppe quando si perse 4-1- l'anno di bazzani . con mezz'ora di sassaiola nell'intervallo. STOP.

avato lo saprò.....l'ho anche detto,s'era in tanti e qualcuno scazzò.

di certo non si ruppe quando s'era in 10 e si faceva bèè-bèèèèè a frau !!!!!

 

con la sangiovannese si fu troppo buoni......

Commento 22 - Inviato da: il ferro, il 16/05/2013 alle 17:16

Foto Commenti

p.s.

che teneeeero idromeeelaaaaaa........

signò' mannaggia che ber pupo avete fatto!!!!

vi prego dateje er permesso di rimane' a arezzo!!!!

la spesa gliaa famo noi!!!

VAI MATTE' !!! gajardo e tosto!!!!

Commento 23 - Inviato da: contedimontecrisco, il 16/05/2013 alle 18:12

Foto Commenti

Finalmente una partita degna di categoria superiore con un po di storia alle spalle!Vista in campionato non mi pare inbattibile ,pronostico aperto a tutti i risultati  fuori le palle !!

Commento 24 - Inviato da: Amarantegnene, il 17/05/2013 alle 05:26

Foto Commenti

Infatti sta squadra può vincere o perdere con tutti. Dalla voglia che hanno...la risposta pare scontata !

Commento 25 - Inviato da: Ghibellino_Amaranto, il 17/05/2013 alle 13:00

Foto Commenti

il prezzo dei biglietti per il settore ospiti si sa?

Commento 26 - Inviato da: Jappy7, il 17/05/2013 alle 13:07

Foto Commenti

Quando ci sono andato a marzo..il biglietto costava 6 euri, ora non so se hanno aumentato qualcosa o e' sempre lo stesso prezzo. Comunque nel giro tra oggi e domani dovremmo saperlo.

Commento 27 - Inviato da: Andrea Avato, il 17/05/2013 alle 14:52

Foto Commenti

Gli Ultras Arezzo comunicano che sarà possibile iscriversi ai pullman per la trasferta di Viterbo, in programma domenica 19 maggio, anche nella giornata di sabato 18 maggio, dalle ore 15.00 alle ore 17.30, presso la sede di via Fiorentina.

Commento 28 - Inviato da: Andrea Avato, il 17/05/2013 alle 15:06

Foto Commenti

GHIBELLINO (25)

5 euro