Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 10a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Olbiamer15Albinoleffe
Carraresemer18.30Como
Giana Erminiomer18.30Pergolettese
Leccomer18.30Juventus U23
Pontederamer18.30Pro Patria
Renatemer18.30Novara
Alessandriamer20.45Pistoiese
Monzamer20.45Gozzano
Pro Vercellimer20.45Arezzo
Sienamer20.45Pianese
MONDO AMARANTO
il due aste della Falange amaranto
NEWS

Un architetto di fama e uno stadio che cade a pezzi. Il Comune studia come intervenire

Questa sera, alla cena per la festa biennale del collegio geometri di Arezzo, è in programma un primo incontro fra Gino Zavanella, professionista di fama che ha messo la firma anche sullo Juventus Stadium di Torino, e il vicesindaco Stefano Gasperini, titolare della delega all'urbanistica. Si parlerà di come e se sia possibile progettare un disegno complessivo di recupero della zona intorno al Comunale



una veduta dall'alto dello stadio ComunaleLa notizia l'ha pubblicata stamattina La Nazione e lascia intravedere qualche spiraglio per riammodernare (nei limiti del possibile) lo stadio Comunale e l'area limitrofa, inserita nel contesto urbano della cittadella dello sport.

L'architetto Gino Zavanella, professionista di fama che nel corso della carriera ha messo la firma su impianti sportivi all'avanguardia, fra cui lo Juventus Stadium di Torino, ha offerto la sua disponibilità a portare avanti un disegno complessivo di recupero e rilancio della zona stadio ad Arezzo. Zavanella era venuto in città qualche settimana addietro e aveva illustrato ai geometri di Arezzo i dettagli del progetto riguardante il nuovo stadio di Pisa, i cui lavori dovrebbero partire a breve. Una sorta di lezione, di trasferimento di conoscenze dal maestro agli allievi, alle prese con il corso di formazione.

E' stato il consigliere comunale Gianni Cantaloni a prendere la palla al balzo e a mettere in contatto Zavanella con palazzo Cavallo, proprio allo scopo di capire se esistono i presupposti per dare una lustratina alle brutture del Comunale. E Zavanella non si è tirato indietro, tant'è che stasera prenderà parte alla cena per la festa biennale del collegio geometri di Arezzo. Lì avrà modo di scambiare le prime impressioni con il vicesindaco Stefano Gasperini, titolare della delega all'urbanistica. Il sindaco Giuseppe Fanfani, invece, non potrà partecipare al convivio a causa di una sciatalgia che lo sta bloccando a casa da alcuni giorni. 

Da questo primo pour parler non bisogna aspettarsi niente più di un confronto per chiarirsi le idee. Ma pare che dentro le stanze dell'amministrazione e della politica ci si sia convinti che sullo stadio, prima o poi, occorrerà metterci le mani. E che non sarebbe sbagliato prendere in esame l'ipotesi di non considerare il Comunale un semplice contentitore di partite, bensì di trasformarlo in qualcosa di diverso, legato magari al settore commerciale. Ovviamente, dopo aver studiato a fondo le direttrici lungo le quali muoversi. E in questo senso il parere dell'architetto Zavanella sarà fondamentale.

 

scritto da: Andrea Avato, 31/05/2013





I geometri e il progetto stadio

Lo stadio fatiscente
COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: il ferro, il 31/05/2013 alle 16:29

Foto Commenti

ma perchè gli articoli nuovi non li metti in cima? eh lavato? anzi, eh andre'????

 

oh zavattella....io ti chiedo una consulenza per lo stadio e ti dò 10, si dice al sindy che t'ha dato venti e quei dieci che avanzano mezzi per uno.,.....

così farebbero altrove. ma arezzo no.......

Commento 2 - Inviato da: Amarantegnene, il 31/05/2013 alle 18:17

Foto Commenti

Parlare possono parlare, possono anche dire di costruirci nei pressi un casino" e un area attrezzata per le mignotte, ma che poi con questa amministrazione, arrivino a muovere un mattone, i bookmeker ce danno 1 a 1.000.000.000!!!

Commento 3 - Inviato da: pippo, il 01/06/2013 alle 21:14

Foto Commenti

non ci vuole di essere scienziati a capire che bisogna demolire la maratona e la curva nord e ricostruirle a bordo campo. credo che zavanella vada proprio in questa direzione.