Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 36a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Ravenna03Perugia
Gubbio00Mantova
Legnago11Arezzo
Matelica00Fano
V. Verona01Samb
Feralpi Salò61Carpi
Modena30Padova
Cesena02Imolese
Vis Pesaro11Fermana
Triestina32Sud Tirol
MONDO AMARANTO
Stefano e Roberta, matrimonio amaranto
NEWS

Obiettivo: vincere il campionato. All'Arezzo adesso servono altri grandi colpi

I primi acquisti sono stati ottimi, senza se e senza ma. Ma il difficile comincia ora, perché per salire di categoria serve una rosa solida e senza buchi, con i rincalzi che non sono rincalzi ma potenziali titolari, in grado di scendere in campo e fare la differenza. Per questo occorre un altro centrale di difesa, un centrocampista sul livello di Giannone e una punta che possa risolvere le partite con una giocata



Tomas Scarpelli, portiere classe '93I primi acquisti dell’Arezzo sono stati ottimi, senza se e senza ma. Scarpelli è un under che ha già fatto esperienza tra i pali. Dierna viene da quattro stagioni di C2 e ha quella sana ignoranza che serve come il pane. Giannone dal punto di vista tecnico è un lusso per la categoria. Disanto è uno dei migliori under, nel ruolo di esterno offensivo, che si potevano prendere. E poi c’è Essoussi, che nel mercato dei bomber era uno dei top player.

I primi puntelli, quindi, meritano un plauso, anche se Mezzanotti e Diomede sanno che il difficile comincia adesso. Una squadra come l’Arezzo, che vuole vincere il campionato senza bastoni fra le ruote, deve avere una rosa di livello. I rincalzi, cioè, non devono essere rincalzi ma titolari, in grado di rimpiazzare chiunque senza scompensi e senza minare il valore dell’undici. Alla luce di questo, i prossimi movimenti saranno determinanti, visto che per arrivare primi occorre un organico con 20 o 22 pedine di qualità.

In porta manca un ’94 che si alterni con il ’93 Scarpelli. Potrà capitare infatti che Mezzanotti scelga l’under più giovane per liberare un posto a qualcun altro in mezzo al campo. Legato a questo, c’è il discorso che riguarda la difesa. Il ’95 Ruggeri a sinistra dovrebbe arrivare nonostante la concorrenza di Pistoiese e Lucchese, mentre qualche problema in più c’è per Calzola, ’95 pure lui. Va trovato l’accordo sull’ingaggio e le distanze sono ancora marcate. Poi c’è anche la questione centrali da affrontare senza indugi. Zaccanti è bravo ma ha 31 anni. Pecorari lo conosciamo tutti ma di anni ne ha addirittura 37. Scavallata la trentina, qualche acciacco durante il torneo va messo in conto. Dierna è ottimo, ma nel suo cv, relativamente alle ultime tre stagioni, oltre ai 10 gol segnati (tanti!) figurano 24 ammonizioni e 8 giornate di squalifica. E’ vero che il suo score disciplinare è andato sempre migliorando, ma gli arbitri di serie D abbiamo visto come sono. Quindi di centrale ne va preso un altro forte, perché il solo De Martino come alternativa non dà le dovute garanzie. Tra l’altro è passata quasi sotto silenzio la follia tecnica di rinunciare a uno come Sereni (che in mezzo alla difesa, in D, ci gioca con la sigaretta in bocca), di non confermare uno come Secci (che da centrale, nel girone di ritorno, ha fatto benissimo e che oltretutto è un ’93) per lasciare dentro De Martino, classe ’91, che ad Arezzo all’attivo ha una presenza nel maggio del 2012. Siccome non siamo nemmeno a luglio, siccome non si può sbandierare che l’obiettivo è andare in Lega Pro e poi lasciare i buchi in rosa, siccome Diomede l’altro giorno ha detto che per la difesa sono a posto così, sarà bene buttarci un occhio alla svelta. Ma è probabile che Mezzanotti e l’area tecnica queste cose le sappiano già e che le frasi del dg dell’altro giorno celino in realtà ben altre intenzioni. Con un quinto giocatore per il centro della difesa, saremmo a posto. Così, no.

 

Matteo Idromela, centrocampista, 19 anniPiù o meno identica è la situazione in mediana, dove ad oggi ci sono due senior, Giannone e Rubechini, e tre under, Idromela, Zurli e Disanto. Qua mancano altri due giovani e due vecchi, uno in mezzo e uno sull’esterno di destra. L’Arezzo ci sta lavorando e fa bene a farlo senza fretta né premura, perché più il tempo passa e più i giocatori abbassano la cresta. Adesso hanno tutti la bocca larga, mentre tra quindici giorni, coi ritiri alle porte, cambieranno strategia. I nomi di Ciogli, di Alessandro e di Ferri Marini sono importanti, ma nella lista della società non mancheranno le alternative. Anche qua, come per la difesa, il concetto dev’essere chiaro: all’Arezzo non manca una riserva di Giannone ma uno che possa giocare al posto di Giannone e che sia sullo stesso step. Bricca, per citare un calciatore che da queste parti meriterebbe un monumento per il cuore, il passato e per la pasta di ragazzo che è, ha 31 anni e certi problemi li risolve parzialmente. Va bene anche lui, che di sicuro un ruolo di peso se lo ritaglierebbe comunque (pure nello spogliatoio), ma poi ne va preso un altro in aggiunta.

Idem per l’attacco. Essoussi è forte, ma in doppia cifra ci è andato solo a Sansepolcro. Martinez è forte, ma la prossima stagione per lui sarà la prova del nove. Il terzo attaccante non dovrà essere un tappabuchi ma uno che, se gli altri annaspano, va dentro e risolve le partite. Come Pippi, che è in parola con la Lupa Frascati, ha un'offerta della Turris ma da noi ci verebbe volentieri. O come Vegnaduzzo, inseguito anche dalla Pistoiese.

Poi ci sarà tempo e modo, eventualmente, per le rifiniture, perché è chiaro che ci vorrà anche qualche giovane da crescere o qualche anziano che faccia la stampella. Ma il campionato si vince con la rosa solida. Sennò basta il primo infortunio, la prima espulsione del solito arbitro megalomane, il primo risultato toppato e risiamo al punto di partenza. Pensiamoci oggi che di tempo ce n’è a iosa.

 

scritto da: Andrea Avato, 29/06/2013





COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: DaM, il 29/06/2013 alle 15:37

Foto Commenti

Non so chi ha preso la decisione su Sereni, ma siamo ancora in tempo per rimediare.

Commento 2 - Inviato da: aloee, il 29/06/2013 alle 16:26

Foto Commenti

Avato mi stupisci... finalmente hai capito ciò che ci vuole per vincere un campionato...incredibile!! bene bravo! continua così!!

Commento 3 - Inviato da: Pandoro, il 29/06/2013 alle 16:40

Foto Commenti

A me mi sembra che a parte Essoussi si stia dormendo..se si vuol vincere il campionato bisogna darsi una mossa e mettere mano al portafoglio perchè della serie D e delle chiacchere siamo abbastanza stufi.

Commento 4 - Inviato da: baicol, il 29/06/2013 alle 16:41

Foto Commenti

Con Sereni risolverebbero diversi problemi tecnici, in difesa lo puoi mettere dove ti pare e anche come esterno alto in D fa la sua figura. Inoltre farebbero un altro regalone alla piazza. Non ho capito se sia un problema economico o legato a chi lo ha portato o altro ma confermarlo sarebbe una gran mossa.

Commento 5 - Inviato da: max71, il 29/06/2013 alle 19:28

Foto Commenti

PANDORO mi parr vhe non ti stia bene niente di quello che fa sta società o pare a me?

Facile parlare con il  borsello degli altri, iniziamo noi a fare abbonamento e card.

Commento 6 - Inviato da: Amarantegnene, il 29/06/2013 alle 22:05

Foto Commenti

Pandoro ma perchè nn torni da dove sei venuto??? Questo sito è composto da innamorati dell' Arezzo. Su questo sito ci sono persone che hanno avuto vicessitudini per i colori amaranto, che te non puoi neanche immaginare. Per mille cose abbiamo litigato fra di noi, ma sempre, poichè abbiamo un unico e solo denominatore, abbiamo  trovato una soluzuine o un compromesso.Tutti e per la prima volta ci siamo accorti che c è un cambiamento epocale nella dirigenza della società,  per la prima volta tutti siamo concordi. Ora che arrivi te, e vuoi mettere zizzania.......vai pure in culo in un altro sito.....vai!!! qui sei una pecora nera. A dir poco sarai umbro!!!

Commento 7 - Inviato da: Cavalloamaranto, il 29/06/2013 alle 22:17

Foto Commenti

Bravo Max 71 mi pare che pandoro sia un iscritto dell'ultimo momento, cosa dobbiamo criticare Ferretti? Penso sia utile criticarlo costruttivamente per arrivare finalmente ad obiettivi che ci competono, su Sereni sono convinto che alla fine lo potranno reintegrare anche perché è' un lusso per la categoria poi fondamentale e' della provincia di Arezzo possiamo dire di Arezzo, su via presidente Calzola e Sereni sono due tasselli molto importanti.

Commento 8 - Inviato da: spiblo, il 29/06/2013 alle 23:44

Foto Commenti

ma dicevo...per questi under...provare a sentire qualche club di A se ci dirotta qualche ragazzo vispo che avesse voglia di emergere ? E davanti se si trovasse un altro puntero buono ma d'età tra i 25 e i 28 anni ? Intendiamoci, pur di uscire da questo campionato sarei disposto anche a rivedere in campo Mauro Benvenuto , ma non mi dispiacerebbe un acquisto con prospettiva...

Commento 9 - Inviato da: Andruca, il 30/06/2013 alle 00:15

Foto Commenti

Sono sicuro che faremo un gran campionato...se non riprendono calzola e sereni ne troveremo altri di pari valore...fiducia!

Commento 10 - Inviato da: il ferro, il 30/06/2013 alle 02:36

Foto Commenti

 Tra l’altro è passata quasi sotto silenzio la follia tecnica di rinunciare a uno come Sereni (che in mezzo alla difesa, in D, ci gioca con la sigaretta in bocca)

col cazzo. io ho fatto il diavolo a quattro, ma dai vari pandori e panettoni è venuto fuori che sereni non è bono.

SERENI IN D FA LA DIFFERENZA ANCHE DA PUNTA CENTRALE.......

HA 26 ANNI .HA FATTO LA B E LA C1......

ma era aretino e quel tronfio del ditiessegi l'ha scaciato...... 

Commento 11 - Inviato da: il ferro, il 30/06/2013 alle 02:36

Foto Commenti

avato:

secci lo puoi anche confermare. bisogna vedere se lui avrà voglia a 20 anni di fare il QUINTO difensore centrale.....

Commento 12 - Inviato da: binladiano, il 30/06/2013 alle 09:05

Foto Commenti

Se Pecorari fosse considerato, come è giusto che sia vista l' età uomo "traghettatore" per i giovani, Secci deve essere considerto come TERZO centrale, uno tra Dierna e Zaccanti. Di sicuro Secci troverebbe il suo spazio e se le cose vanno come devono obbligatoriamente andare anche Secci si troverebbe in C1 il prox. anno. Il problema vero è proprio credo non sia il l' aspetto economico, in quanto Secci prenderà ocme un giocatore di promozione dell' aretino, ma il fatto che, confermando Secci, l' ultimo centrale De Martino, dovrebbe, per stare ad Arezzo, andare al FA Arezzo.

Commento 13 - Inviato da: Andruca, il 30/06/2013 alle 10:19

Foto Commenti

De Martino é scarso, sereni renderebbe la difesa imbattibile

Commento 14 - Inviato da: DaM, il 30/06/2013 alle 11:43

Foto Commenti

Alò Diomede perora la causa di Sereni. Che senso ha farne a meno?

Commento 15 - Inviato da: Andrea Avato, il 30/06/2013 alle 11:47

Foto Commenti

PANDORO (3)

Ora, che stiano dormendo mi sembra esagerato. Han preso quattro giocatori ottimi, più un ritorno per fine prestito. Il grosso di ciò che resta dovrebbero farlo entro il 21 luglio. Hanno tre settimane.

AMARANTEGNENE (6)

Il cambiamento epocale, onestamente, io non lo vedo. Vedo un presidente che ha messo su una campagna abbonamenti pro-tifosi, che ha mille motivazioni, questo sì, voglia di far bene e ambizioni in linea con quelle della piazza. Non è poco, anzi. Ma il cambiamento epocale ancora non c'è stato.

SPIBLO (8)

Gli under sono un tasto delicato. Dalla serie A possono mandarti qualche Primavera che un campionato vero non l'ha mai giocato. In D, poi, te lo mandano se non ha grandi prospettive. Se le prospettive ce l'ha, lo spediscono in Lega Pro. Meglio gente come Disanto, Ruggeri o Calzola, che ha già mangiato il pane duro dei dilettanti.

FERRO (11)

Se davvero prendono un portiere '94, qualche volta potrebbe giocare lui, con due terzini '95 e Secci centrale. Dalla metà campo in su avresti tutti senior e potresti fare male a diversi. Tra l'altro secondo me Secci, alla fine, rischierebbe di giocare più di qualcun altro, proprio per il rendimento. Comunque non è questione di nomi, sennò sembra che uno vuole tirare la volata a Secci o Sereni: io dico che serve un altro centrale, perché sennò siamo corti. Bisogna che lo prendano e lo prendano buono. Il nome lo trovino loro.