Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo23Feralpi Salò
Imolese11Padova
Modena20Gubbio
Legnago21Vis Pesaro
Fano00Perugia
Mantova10Fermana
Matelica32Triestina
Samb51Carpi
Sud Tirol21Ravenna
Cesena13V. Verona
MONDO AMARANTO
Orla e Bigio in Sardegna
NEWS

Punizioni al bacio, tatanka Essoussi, Invernizzi-gol, cose da migliorare, maglia amaranto

Chi ben comincia è a metà dell'opera, anche se l'abbrivio vero sarà quello di Scandicci. Dopo il 2-0 di Coppa alla Pianese, l'Arezzo si gode un Carfora in versione super e un Invernizzi che ha segnato un gol da Attaccante con la maiuscola. Standing ovation per Essoussi, impreciso sotto porta ma osannato dal pubblico per il grande cuore buttato in campo. Mezzanotti ha anche difetti da correggere, ma la squadra è in palla e i tifosi sono elettrici in vista del debutto di campionato



Invernizzi festeggiato da Essoussi dopo il raddoppio1. Chi ben comincia è a metà dell’opera, anche se l’abbrivio vero sarà quello di Scandicci. Mezzanotti ha ribadito più volte, nei giorni scorsi, che anche le amichevoli erano attendibilissime, perché pure lì i difensori dovevano evitare di prendere gol, i centrocampisti dovevano fare gioco e gli attaccanti dovevano buttarla dentro. Ma il clima, l’approccio e l’interpretazione delle gare ufficiali è qualcosa di diverso. Di molto diverso. Già ieri sera se n’è avuta una ruvida dimostrazione, con la Pianese che ha fatto muro e ha tenuto lo 0-0 finché una punizione non ha schiodato il punteggio. Di partite così, quest’anno se ne vedranno a bizzeffe. Ma non è una novità.

2. Il re della serata è stato Davide Carfora, 36 anni a novembre, un sinistro che canta e una mobilità ammirevole per uno che dovrebbe avere il fisico appesantito dall’anagrafe. Anzi, in teoria dovrebbe avere pure la pancia piena, visto che viene da due campionati vinti e da una carriera in cui le sue soddisfazioni se l’è già tolte. Invece sembrava un ragazzino al debutto. La capacità di rigenerarsi e di divertirsi conta più dell’età e anche della tecnica, che Carfora comunque possiede in percentuale decisamente superiore alla media.

3. Quest’estate di trepida attesa per il campionato, ci ha già regalato tre punizioni dirette finite in fondo al sacco. Cubillos al Siena, Rubechini a Bucine, Carfora alla Pianese: strage di ragni sotto l’incrocio dei pali.

4. Il pubblico è talmente gasato, elettrico, impaziente che ha preso a ben volere tutti quanti. E anche se uno si mangia un paio di gol clamorosi, come capitato a Essoussi, poco importa. Il centravanti, a un certo punto, ha lottato come un leone nei pressi della bandierina, ha difeso palla in mezzo a due, ha guadagnato una rimessa laterale e la gente alla balaustra per poco non scavalca per andarlo ad abbracciare. Quando è stato sostituito, Essoussi era un po’ corrucciato, perché due volte aveva sprecato la palla per segnare. Ma la tribuna si è levata in piedi e gli ha dedicato un applausone da brivido, a testimonianza del fatto che qua si botica parecchio ma alla fine i giocatori di cuore si sanno riconoscere.

5. Quando Essoussi allunga la falcata, aprendo il gas come un cinquantino truccato che nei primi trenta metri non gli sta dietro nessuno, ricorda un po’ Dario Hubner, detto tatanka. Gran centravanti il bisonte.

 

giubilo amaranto alla fine della partita6. Invernizzi ha segnato un gol da Attaccante. La maiuscola non è casuale. Stop non perfetto, recupero coordinazione, torsione, diagonale incrociato. Avrà anche avuto fortuna, che la palla è passata sotto il piede del difensore, ma se non padroneggi istinto, tecnica e gamba un gol così non lo fai. Applausi per l’uruguagio.

7. Impressioni dalla serata (che necessitano di conferme, ovvio). Se l’Arezzo non si fa infilare, nove su dieci la partita la vince. Perché un gol prima o poi lo segna. Davanti ci sono troppa qualità e troppe alternative di giocata. I calci piazzati saranno un piede di porco del quale rendere grazie a nostro Signore o, più prosaicamente, alla breriana Eupalla. Davvero ogni angolo e ogni punizione, anche laterale, possono tramutarsi in un’occasione da rete. Per adesso nessuno soffre del complesso di superiorità. Tecnica e abilità potrebbero soffocare l’agonismo, ma finora non è accaduto ed è un bene. Senza randellare, senza correre come stantuffi, in D si fa fatica a prescindere.

8. Singoli e cose da migliorare. David non dà ancora quella sensazione di sicurezza che ci si attende da un giovane già rodato come lui. Magari serve un altro po’ di tempo. Ruggeri ha compiuto un passo indietro rispetto alle brillanti prime uscite. Ieri ha sbagliato troppo in appoggio e la Pianese quel poco che ha combinato, lo ha costruito dalla sua parte. Carteri ha esperienza e qualità, ma finora è stato scolastico, limitandosi al compitino. Se cresce lui, il giro palla non può che trarne beneficio, limitando il rischio di appesantirsi e rallentare.

9. Sta di fatto che per essere al 26 agosto, la squadra è avanti nell’assimilazione delle idee di gioco. Avere a disposizione calciatori evoluti tatticamente, esperti, con il piede, per Mezzanotti significa partire un’incollatura avanti ai colleghi del girone.

10. Il calzoncino sarebbe stato più bello nero. O anche bianco al limite. Per spezzare un po’ la monocromia della divisa. E comunque la maglia amaranto è sempre un bel vedere.

 

scritto da: Andrea Avato, 26/08/2013





Coppa / Arezzo-Pianese 2-0, gli highlights

Arezzo-Pianese 2-0
COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Andruca, il 26/08/2013 alle 15:54

Foto Commenti

X Andrea Avato: complimenti per il consueto bellissimo pezzo...una domanda....Carfora é proprio strano che non abbia mai giocato in b (nel Genoa ha 0 presenze). Che spiegazione tecnico-tattica dai? Od é un altro dei misteri del calcio a cui dobbiamo adeguarsi?

Commento 2 - Inviato da: spiblo, il 26/08/2013 alle 16:42

Foto Commenti

tutto giustissimo. Aggiungerei la voglia che tutti hanno dimostrato di avere in mezzo al campo e anche la pazienza di insistere senza farsi prendere dalla foga. La pianese si muoveva molto bene, faceva densità in mezzo al campo, raddoppi asfissianti e randellate come conviene al calcio vero. I nostri non hanno mai perso la testa ed hanno cercato di venire a capo della partita rispondendo colpo su colpo e sfruttando quella qualità che quest'anno si vede e si sente. Anche questo è un merito che va dato al mister che per come ha saputo creare gruppo e ambiente ( mica facile con tanti che vorrebbero giocare )  merita per il momento il voto più alto.

Commento 3 - Inviato da: RICK57, il 26/08/2013 alle 20:44

Foto Commenti

Andruca, provo a darti una risposta io ...si chiama Davide Carfora e non Pedro David Joakin Carforihna.....

Commento 4 - Inviato da: Amaranta, il 26/08/2013 alle 22:46

Foto Commenti

Il calzoncino sarebbe stato più bello nero. O anche bianco al limite. Per spezzare un po’ la monocromia della divisa. E comunque la maglia amaranto è sempre un bel vedere

Pensare che a me piace immensamente di piu' la divisa completamente amaranto, come ieri sera...

Commento 5 - Inviato da: Andruca, il 26/08/2013 alle 22:54

Foto Commenti

Credo tu abbia ragione rick57..!!!

Commento 6 - Inviato da: Amarantegnene, il 26/08/2013 alle 23:11

Foto Commenti

10. Il calzoncino sarebbe stato più bello nero. O anche bianco al limite. Per spezzare un po’ la monocromia della divisa. E comunque la maglia amaranto è sempre un bel vedere. Meno male i nostri problemi... So questi!!!:-))

Commento 7 - Inviato da: RICK57, il 26/08/2013 alle 23:25

Foto Commenti

Bellissimo ill bandierone grigio con i colori amaranto

Commento 8 - Inviato da: il ferro, il 26/08/2013 alle 23:45

Foto Commenti

wow.....

 anche se l'abbrivio vero

Commento 9 - Inviato da: mino27, il 27/08/2013 alle 00:01

Foto Commenti

D'accordissimo con la Cri!

Commento 10 - Inviato da: lele, il 27/08/2013 alle 09:20

Foto Commenti

DOMANDA:

orario della partita sabato a Scandicci & prevendite???

Commento 11 - Inviato da: mussamaranto, il 27/08/2013 alle 09:37

Foto Commenti

Tutto molto bello,entusiasmo a volontà come ora è giusto che sia,splendido l'incoraggiamento del pubblico alla grande volontà di Essoussi(un gigante che parla come Valentino Rossi a 16 anni) e una richiesta alla dirigenza che,a quanto pare,ha la grande dote dell'ascolto:stante la grande idea del biglietto unico di tribuna perchè non provvedere in qualche modo a "tappare"lo scempio della maratona che cade letteralmente a pezzi? Butto un'idea: 4/5 piccoli sponsor con un piccolo investimento potrebbero mettere il loro logo e la loro pubblicità "dentro" a una copertura tutta amaranto telonata.Per loro sarebbe di grande impatto e visibilità,molto meglio dei cartelloni a bordo campo e a noi tifosi e a chi vede le immagini risparmierebbe uno visuale che ricorda Sarajevo nel 1991.

Commento 12 - Inviato da: mussamaranto, il 27/08/2013 alle 09:39

Foto Commenti

Errata corrige:...rispamierebbe UNA visuale

Commento 13 - Inviato da: gnikke8, il 27/08/2013 alle 12:23

Foto Commenti

mussamaranto 11 e 12 GIUSTA OSSERVAZIONE gli anni passati ci avevano provato senza risultati concreti....vediamo...ma lo striscione EURONICS e' abusivo??? credo di si......Comunque credo che una copertura con telo impermeabile costi non poco...vediamo se con gli sponsor si riesce ad azzerare il costo....