Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Nicoletta e Giacomo a Rimini
NEWS

5 punti in tre giornate, l'Arezzo sta arrivando. Serve più pazienza e meno gramigna

Gli amaranto a Ostia hanno conquistato il primo successo in campionato. Per Mezzanotti non è stata una partenza sprint, ma Perugia, Pontedera e Castel Rigone negli anni scorsi avevano avuto lo stesso approccio, se non peggiore. Quel che conta è stare davanti a tutti a maggio, non a settembre. Per questo occorrono moderazione e lucidità nei giudizi, nonostante il gioco brillante ancora non si sia visto e tre gol subiti siano un po' troppi per una squadra che punta al salto di categoria



la formazione amaranto schierata a OstiaAlla fine è arrivata questa benedetta vittoria. Cinque punti in tre partite, non un ruolino di marcia irresistibile, ma in fin dei conti a punteggio pieno c’è solo il Foligno, e se proprio ce la vogliamo dire tutta, lo scorso anno il Castel Rigone dopo tre giornate di punti ne aveva zero, l’anno prima il Pontedera ne aveva 5 (contro i 7 dell’Arezzo, e alla fine sappiamo tutti come è andata), l’anno prima ancora il Perugia ne aveva anche lui 5. E l’Arezzo di Cosmi? Alzi la mano chi se ne ricorda. 5 punti dopo le prime tre giornate (e 7 dopo cinque partite, tanto che qualcuno già chiedeva la testa di Serse).

Questo per dire che ok, una partenza sprint a volte aiuta ma più spesso inganna, perché le forze vanno dosate lungo le 34 giornate, e pazienza se qualcuno già ha storto la bocca, se i primi (prevedibili, prevedibilissimi) “a me fino a primavera ‘un me c’arvedete de sicuro” hanno cominciato a riecheggiare nel piazzale davanti allo stadio già dopo il pari casalingo agguantato dalla Pistoiese in extremis: chi vive ad Arezzo e segue il calcio aretino, sa che questo atteggiamento è come la gramigna, pressoché impossibile da estirpare e altamente infestante.

Pazienza, dicevamo. Come quella che dovrebbero avere i nostri giocatori, ai quali in queste prime tre giornate una stecca non l’ha risparmiata nessuno, e infatti in tre partite i nostri avanti hanno già rimediato un paio di cartellini rossi (di troppo). Pazienza perché, come abbiamo ripetuto fino alla nausea, il campionato di serie D si vince con la spada più che con il fioretto; pazienza perché con le bocche di fuoco di cui dispone l’Arezzo, il gol è sempre e solo questione di tempo, non bisogna essere frettolosi, o almeno non troppo. Perché i campionati li vince chi è davanti alla trentaquattresima giornata, e tutto il resto è relativo, hai voglia a dire.

 

i tifosi aretini in trasferta sul litorale romanoQuindi, per una volta nella tua storia, Arezzo, abbi un po’ di pazienza. Anche se questa serie D è venuta a noia a tutti, dopo quattro anni di fila. Anche se dei tre gol presi in queste prime tre giornate due erano probabilmente evitabili. Anche se Carfora non ha ancora segnato su punizione, anche se la miglior partita che abbiamo visto fare a Cubillos è stata quella di precampionato contro il Siena, anche se la Pistoiese il pari l’avrà agguantato anche allo scadere ma tutto sommato nei novanta minuti se l’era meritato, anche se il Sansepolcro l’abbiamo eliminato solo ai rigori dalla Coppa Italia.

È troppo presto per fare i conti, e tuttavia siamo ancora in corsa in Coppa Italia e - ma che ve lo dico a fare? - in campionato, e se non si è visto quel gioco brillante che in tanti si aspettavano (anche chi scrive, lo ammetto), per lo meno abbiamo visto una squadra fatta di ragazzi che non tirano indietro il piede, che non pensano di essere il Barcellona contro la squadra del dopolavoro ferroviario, che per certi versi incarnano molto più quel “vecchio cuore amaranto” di molte delle squadre che negli anni scorsi l’hanno preceduta. In fondo, domenica è vicina, molto vicina, e quest’anno ci sono i mondiali, quindi i campionati finiscono anche prima del solito.

Certo, se domenica l’Arezzo volesse continuare il discorso intrapreso allo stadio ”Anco Marzio” di Ostia, difficile pensare che qualcuno possa avere qualcosa in contrario. Per ora, dopo sole tre giornate i ragazzi di mister Mezzanotti hanno dimostrato di aver capito che in serie D nessuno ti regala neanche un centimetro, cosa niente affatto scontata anche solo un mese fa. Se sei l’Arezzo, questa cosa conta più di avere 7 punti in classifica invece di 5, a questo punto del campionato, solo che magari te ne accorgi qualche tempo dopo.

 

scritto da: Roberto Gennari, 17/09/2013





Pistoiese-Gualdo Casacastalda 3-1, le immagini

Ostia Mare-Arezzo 2-3
COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Andrea Avato, il 17/09/2013 alle 10:32

Foto Commenti

Segnalo sul numero attualmente in edicola di Calcio2000, il magazine dedicato al calcio italiano e internazionale, due pagine (la 58 e la 59) dedicate all'Us Arezzo. L'articolo è firmato da Riccardo Bonelli. Il giornale può essere consultato dal web cliccando sul link qua sotto.

 

http://issuu.com/calcio2000/docs/calcio2000-190 

Commento 2 - Inviato da: ciabu, il 17/09/2013 alle 11:18

Foto Commenti

comunque Carfora l'ha fatto un gol su punizione :)

Commento 3 - Inviato da: mino27, il 17/09/2013 alle 12:59

Foto Commenti

Si Ciaubu,ma non in campionatoWink

Commento 4 - Inviato da: botolo ringhioso ma saggio, il 17/09/2013 alle 13:05

Foto Commenti

Alcune precisazioni doverose caro Roberto. L'Arezzo di Cosmi dopo 3 giornate aveva sì 5 punti, ma dopo 5 giornate ne aveva 7 e il Sansepolcro di Trillini, Tardioli e Recchi ne aveva 13, cioè 6 in più. Il Borgo stava prendendo il largo e probabilmente avrebbe vinto facilmente il campionato se non gli avessero tolto quei punti per aver schierato Guidotti  che era squalificato. E' come quando in Formula 1 qualcuno parte dai box e gli altri in pole position o nelle prime posizioni...

Per quanto riguarda il Pontedera al suo primo scontro diretto, sul campo del Castel Rigone vinse 1-0 gol di Arrighini e sulla panchina degli umbri c'era guarda caso Mezzanotti. Particolare da non sottovalutare è che il favorito del torneo per ben 14 allenatori su 18 era il Castel Rigone (che poi arrivò a 25 punti, dico venticinque dal Pontedera). Come a dire, qualcuno ha già pilotato una Red Bull...ma è arrivato dopo che la Ferrari l'aveva doppiato.

Per quanto riguarda il Perugia di Battistini, oltre a vincere il campionato vinse anche la Coppa Italia. Sì, perchè se te lo fossi dimenticato la Sansovino qualche anno fa fu promossa dopo aver vinto la Coppa Italia e i playoff. Invece noi abbiamo snobbato questa competizione superando il turno a malapena ai rigori.

E se non bastasse a Scandicci dove la Colligiana ha asfaltato (come direbbe Renzi) la squadra di casa con 3 gol, noi a momenti si rischia di perdere in 10 (9) contro 11.

Non mi sembra proprio lo stesso paragone. Anche guardando il filmato della Pistoiese si vede una squadra che crea tante occasioni da gol. Non a caso ne ha già segnati 10 subendone 2 ed entrambi su calcio di rigore.

Tu sarai ottimista, ma noi ne abbiamo subiti 2 soltanto contro l'Ostia Lido, che non si è dimostrato certo una squadra che potrà ambire a piazze importanti (così come accade da anni alle laziali che arrivano nel girone tosco-umbro). Se poi vogliamo essere ottimisti a tutti i costi, così come l'anno scorso come quando tutti (tranne il sottoscritto) lodavano Raso e molti anche Balbo (addirittura un giornalista basso sosteneva che sarebbe stato il nostro punto di forza...).

Dobbiamo essere obiettivi. Tu hai fatto tanti begli esempi, ma io ti potrei ricordare che le l'ultima promozione l'abbiamo ottenuta con Somma, vincendo le prime giornate come un rullo compressore, proprio come sta facendo adesso il Foligno. E poi sulle ali dell'entusiasmo l'abbiamo gestito. Un po' come ha fatto anche il Sassuolo l'anno scorso in serie B.

L'Arezzo ora è atteso da 3 impegni che per una compagine che vuole vincere il campionato equivalgono a 9 punti tranquilli. Vedremo se Foligno e Pistoiese rallenteranno o se manterranno il passo. Perchè in quel caso l'unico modo per prendere la vetta sarà vincere gli scontri diretti e il primo l'hai già pareggiato e per di più in casa!

Commento 5 - Inviato da: Andruca, il 17/09/2013 alle 13:23

Foto Commenti

Quoto al 100% botolo ringhioso ma saggio... Inoltre la pistoiese mi sta facendo un'ottima impressione e Bigoni sembra forte per davvero

Commento 6 - Inviato da: baicol, il 17/09/2013 alle 14:40

Foto Commenti

Di queste prima tre partite c'e' da apprezzare lo spirito combattivo della squadra, finalmente abbiamo imparato a fare a randellate come la serie d esige. C'e' da augurarsi maggiore astuzia nel commettere i falli o nel rifarsi da quelli subiti, abbiamo gia' giocato in 10 contro 11 per un'ora su 4,5 ore giocate, la riprova non c'e' ma a Scandicci in 11 fino al 90esimo poteva andare diversamente.

Per adesso mi hanno convinto poco alcune scelte del mister ma se anno scorso ha fatto quello che ha fatto con il sansepolcro un motivo ci sara' e credo sia lecito dargli fiducia.

La pistoiese a me non ha impressionato per niente, squadra ben rodata e abbastanza solida ma non ci ho visto un rullo compressore tipo pontedera 2011, il foligno aspetto di vederlo all'opera.

 

 

Commento 7 - Inviato da: RobertoGennari, il 17/09/2013 alle 15:03

Foto Commenti

Per Botolo ringhioso ma saggio: mi piacciono le risposte articolate e argomentate come è la tua, quindi ti rispondo punto per punto.
L'Arezzo di Cosmi partì al rallentatore ma fece oltre venti risultati utili consecutivi, perdendo praticamente solo una volta (la seconda sconfitta arrivò a campionato ormai virtualmente chiuso). Campionato vinto facilmente ne dubito (e comunque il Sansepolcro chiuse il campionato a -12, quindi non avremo mai la riprova). Wink
Il Pontedera: che vuoi che ti dica? Che il campionato non si vince solo negli scontri diretti? Penso tu lo sappia da solo... Sono sicuro di dire la verità, se dico che quell'anno lì la vittoria del Pontedera era "scritta nelle stelle", perché hanno vinto tante, tante partite facendo un tiro in porta e un gol, o due tiri in porta e due gol. O ci siamo dimenticati come hanno vinto contro di noi all'andata, per dire?
Il Perugia: alla quarta giornata perse in casa col Monteriggioni. E se succedesse a noi, che si fa? Si esonera Mezzanotti? A Perugia non l'hanno mandato via, e hanno vinto il campionato con 12 punti sulla seconda. Per dire. E il discorso della Coppa Italia della Sansovino non regge, perché se anni indietro la vittoria in coppa voleva dire una quasi automatica promozione, lo scorso anno la Turris ha vinto la coppa ed è arrivata seconda in campionato e quest'anno gioca ancora in serie D, e allora?
Nella fattispecie, il senso dell'articolo è questo: se non possiamo essere contenti dei risultati (anche io avrei preferito essere lassù col Foligno), se dal gioco ci saremmo aspettati qualcosa di più (e questo l'ho scritto chiaramente, mi pare), almeno rispetto agli anni scorsi non abbiamo una squadra di "fighette" ma un insieme di giocatori che hanno capito in che campionato giocano, e si regolano di conseguenza.
L'ultima promozione è quella di Somma, ok. Altro campionato, altre aspettative a inizio anno, altro livello delle avversarie (in C1 si trova anche gente che ti lascia giocare a pallone, in D mica sempre). Partire bene in serie D, dove a gennaio gli organici si rivoluzionano perché sette/otto squadre smettono di pagare i rimborsi, conta relativamente: l'importante è non perdere il treno, e questo si capisce dopo otto o nove giornate, non dopo tre. Smile
La Pistoiese è forte, il Foligno è forte, ma non bisogna farsi ossessionare dalle avversarie. Gli arancioni hanno due punti più di noi e hanno giocato contro il Bastia che non sembra proprio il Real Madrid. Il Foligno ha vinto tre partite di fila, vero. Ma contro chi? Una contro l'Ostia Mare (1-0), e sappiamo di che squadra parliamo. Una contro la Narnese (obiettivo dichiarato la salvezza). Una contro il Sansepolcro (1-0, obiettivo dichiarato: vedi Narnese). Con tutta la stima per mister Nofri (e non è poca, te lo assicuro), non mi sembra questa squadra asfalta-campionato, per ora. Poi oh, staremo a vedere. Io dico solo che per una volta potremmo provare a non farci prendere dal panico dopo tre giornate, per dire. Laughing

Commento 8 - Inviato da: chiana, il 17/09/2013 alle 15:11

Foto Commenti

Il Borgo stava prendendo il largo e probabilmente avrebbe vinto facilmente il campionato se non gli avessero tolto quei punti per aver schierato Guidotti  che era squalificato.

Il borgo proprio a causa di quella penalizzazione giocò alla morte ogni partita proprio per dimostrare che con i 14 punti che ritenevano di meritare avrebbero vinto loro e non l'Arezzo. Onestamente ce la fecero per il rotto della cuffia riducendo lo svantaggio dall'Arezzo a 13 punti (se non erro) ma bisogna essere onesti e dire che l'Arezzo giocò molte partite con la sigaretta in una mano e l'aperitivo sull'altra lasciando molti punti per strada quando ormai era sicuro di vincere il campionato.

Ogni stagione fa storia a se... lasciamo perdere i paragoni e remiamo tutti dalla stessa parte. 

Commento 9 - Inviato da: teba02, il 17/09/2013 alle 15:25

Foto Commenti

concordo con RobertoGennari (7), si fa per parlare e per tranquillizzarci di questo avvio di torneo non proprio esaltante x noi, diciamocelo in faccia che ci aspettavamo tutti di più (forse anche il Mr e i ragazzi) ma dopo la partita di domenica ad Ostia possiamo dire che l'Arezzo c'è! sarà dura perchè a mio modo di vedere finora, questo campionato pare più difficile d'anno scorso ma una cosa è certa al di là dei paragoni col passato: OGNI CAMPIONATO E' STORIA A SE...  e speriamo di scriverla noi.

SOLO E SEMPRE FORZA AREZZO

Commento 10 - Inviato da: Leo, il 17/09/2013 alle 15:34

Foto Commenti

a mio modesto parere il livello è piu' o meno quello dell'anno scorso e quindi basterà semplicemente avere continuità nei risultati e, visto che fortunatamente non ci allena piu' Bacis, dovrebbe essere un problema risolvibile. E' ovvio che ad avere avuto uno come Speranza a centrocampo (si fa per parlare, nulla contro i giocatori attuali, ma è quello che obiettivamente manca) secondo me non avremmo avuto rivali

Commento 11 - Inviato da: aloee, il 17/09/2013 alle 15:35

Foto Commenti

un mediano in meno e un esterno in più e il gioco è fatto!!! più coraggio misterrrrrrrrrrrrrrrrrr

Commento 12 - Inviato da: Sava, il 17/09/2013 alle 16:02

Foto Commenti

Commento 7 - Inviato da: RobertoGennari, il 17/09/2013 alle 15:03

Per Botolo ringhioso ma saggio (...)
Io dico solo che per una volta potremmo provare a non farci prendere dal panico dopo tre giornate, per dire. Laughing

Che poi, come consiglio, è proprio questo ultimo di Roberto a sembrarmi realmente saggio, per dire. :)

Commento 13 - Inviato da: Andrea Avato, il 17/09/2013 alle 16:26

Foto Commenti

Su Arezzo-Sansepolcro del '96 penso sia inutile tornare, perché come sarebbe finita senza la penalizzazione del Borgo non lo sa nessuno. E' lo stesso del 2007: come sarebbe finita se l'Arezzo non fosse partito da -6?

Sono d'accordo con chi dice che ogni campionato fa storia a sé: ci sono esempi di squadre che hanno vinto dopo partenze fallimentari (un anno fa il Castel Rigone ne perse 4 nelle prime sei) e squadre che sono partite zoppicando per non riprendersi più. 

Credo che a noi, più che i risultati, in queste prime giornate sia mancato il gioco. A Ostia c'è stata una inversione di tendenza ma la riprova vera sarà la continuità che Mezzanotti riuscirà a ottenere dalla squadra nelle prossime giornate. Per vincere le partite e il campionato serve costanza di rendimento e se la squadra fatica a proporre, diventa difficile vincere anche se sei più forte degli avversari.

Commento 14 - Inviato da: leonARdo, il 17/09/2013 alle 17:01

Foto Commenti

Le prossime due partite bisogna vincerle per forza, perchè se ci fate caso il Foligno in queste prime 3 giornate ha vinto proprio con Ostia (già battuta anche noi), Narnese e Sansepolcro ( le nostre due prossime avversarie).

Ah! Poi il foligno questa domenica ha il Deruta che noi affronteremo dopo il Sansepolcro...

Che calendario strano...

Commento 15 - Inviato da: repe, il 17/09/2013 alle 19:36

Foto Commenti

concordo con il fatto di mantenere la calma,non e'facile dopo quattro anni di purgatorio, io aggiungerei ancira una cosa che l'arezzo di quest'anno ha cambiato davvero faccia e quindi se per le altre squadre bisogna dargli il tempo di amalgamarsi il tempo diamolo anche ai nostri ragazz

Commento 16 - Inviato da: aloee, il 17/09/2013 alle 19:39

Foto Commenti

che questa squadra giochi " castrata" lo noterebbe anche un ipo-vedente però la vittoria di domenica potrebbe sbloccare mentalmente ..Mezzanotti.. dargli coraggio ,  e  esempio domenica proporre un centrocampo con Bricca e Carfora in mediana , Rubechini e Disanto esterni, Essousi e Invernizzi in attacco....

Commento 17 - Inviato da: aloee, il 17/09/2013 alle 19:45

Foto Commenti

Cubillos mi sbaglierò Avato ma con Mezzanotti scalderà tanta panchina .. mi è bastato vedere una rifinitura per capire che considerazione ha per lui...

Commento 18 - Inviato da: Andrea Avato, il 17/09/2013 alle 23:26

Foto Commenti

Dubbio fondato. Anche se poi con la Pistoiese Cubillos era partito titolare. 

Commento 19 - Inviato da: amarantodentro, il 18/09/2013 alle 09:25

Foto Commenti

Ricordo ai più smemorati che sono 4 anni che si parte male e tutti gli anni leggo che "bisogna dargli tempo di amalgamarsi", io invece penso che dobbiamo darci una mossa e se abbiamo una squadra veramente forte bisogna dimostrarlo!

Commento 20 - Inviato da: Vecchia guardia, il 18/09/2013 alle 09:46

Foto Commenti

dire che siamo partiti male dopo 5 punti in 3 partite di cui 2 in trasferta mi sembra poco sensato.

Probabilmente ci aspettavamo di vincerle tutte dall' inizio alla fine, ma questa cosa qui a mia memoria non è mai successa a nessuna squadra . Questa squadra sicuramente non ha alibi, sa come e perche è stata assemblata così, ma mi sembra che ne siano tutti perfettamente coscienti e non si nascondano.

Commento 21 - Inviato da: RobertoGennari, il 18/09/2013 alle 09:53

Foto Commenti

per amarantodentro (19): 2011-2012, dopo tre giornate Arezzo 7 punti, Pontedera 5 punti.

Commento 22 - Inviato da: Toni, il 18/09/2013 alle 10:00

Foto Commenti

Si infatti per una squadra come l'Arezzo (vi ricordo che se non si vince il campionato quest'anno ri-finisce il calcio ad Arezzo!) aver fatto 5 punti nelle prime 3 giornate non vuol dire essere partiti male ma di merda! A me sembra poco sensato dare alibi o continuare a pensare ai rodaggi all'amalgama e all'assimilazionedegli schemi!

S'era detto che s'aveva una squadra e un attacco da paura? e allora bisognava essere già in testa alla classifica dopo 3 giornate. Ci importa una sega delle statistiche, degli altri anni o della preparazione.

In queste prime 3 giornate qualcosa non è andato come doveva andare, quindi testa bassa e pedalare! Al momento siamo in zona salvezza ma ad Arezzo della zona salvezza al 4° anno di serie D non ce ne facciamo di niente!

Tutti gli anni tocca rincorrere! SVEGLIA CAZZO!!! POCHE SCUSE E VINCERLE TUTTE FINO A QUANDO NON AVREMO 5 PUNTI DI VANTAGGIO DALLA SECONDA!

Commento 23 - Inviato da: Vecchia guardia, il 18/09/2013 alle 10:28

Foto Commenti

una squadra come l'arezzo non vuol dire nulla vista che gioca in serie d come tutte le altre...i giocatori li ha presi dalla serie d (anche se probabilmente tra i piu quotati) non dalla serie a.

mi sembra di leggere esagerazioni assurde.

Commento 24 - Inviato da: pippo, il 18/09/2013 alle 10:38

Foto Commenti

TUTTI GLI ANNI I SOLITI ALIBI..UNA VOLTA UNA SCUSA, UNA VOLTA UN'ALTRA E COME SI FINISCE????SI RESTA IN SERIE D!!!

SVEGLIA MAREMMA SUDICIA!!!!

Commento 25 - Inviato da: Toni, il 18/09/2013 alle 11:05

Foto Commenti

Vecchia guardia abbiamo preso i meglio giocatori della serie D e alcuni da categorie superiori.

Non ci prendiamo per il culo per favore.

Commento 26 - Inviato da: aloee, il 18/09/2013 alle 11:18

Foto Commenti

Secondo tanta gente bisogna stare zitti non dire niente ed assistere passivamente agli eventi per poi casomai incazzarsi quando ormai tutto è compromesso..io non capisco... bahhhh

Commento 27 - Inviato da: Pandoro, il 18/09/2013 alle 11:28

Foto Commenti

arezzo è diventato il ben godi, negli anni 80 allo stadio si contestava anche le zanzare, ora chi viene qua fa il su porco comodo e così in serie D ci si sverna..se qui t'azzardi a dire la verità ovvero che si gioca da fare schifo e se non ci si da una mossa non si va di sopra neanche quest'anno ti montano tutti addosso e ti dicono che bubi o che sei un gufo..dimme te che cervelli che c'è in giro....       

Commento 28 - Inviato da: scarfaceamaranto, il 18/09/2013 alle 11:57

Foto Commenti

dire che siamo partiti male dopo 5 punti in 3 partite di cui 2 in trasferta mi sembra poco sensato. COMMENTO 20

ma eri allo stadio a vedere le partite...............??

Commento 29 - Inviato da: Tulliogol, il 18/09/2013 alle 12:37

Foto Commenti

Una precisazione Andrea: è vero che il Castel Rigone l'anno scorso ha vinto dopo essere partito con alcune sconfitte nelle prime giornate. Ma è anche vero che Cucinelli ha esonerato l'allenatore dopo una partenza del genere (memore dell'esperienza dell'anno prima*) e il Sansepolcro di Mezzanotti è scoppiato! E non raccontatemi la favola che il Sansepolcro non voleva vincere il campionato, perchè Boldrini dopo anni di professionismo tra Perugia e Gubbio non sarebbe sceso di categoria semplicemente per partecipare...

Per quanto riguarda il gioco, Nofri con una rosa nettamente inferiore a questa, dopo qualche partita aveva già dato un'anima all'Arezzo. Mezzanotti (sabato saranno 2 mesi dalla partenza per il ritiro) non ha dato nè gioco, nè carattere: a Scandicci nei minuti finali ci siamo fatti schiacciare nella nostra metà campo, idem con la Pistoiese e stessa cosa con l'Ostia: dopo il loro 2° gol non vedevo l'ora che l'arbitro fischiasse e nella mischia finale ho temuto che gli concedesse un rigore inesistente.

*Io pensavo che scherzasse chi scriveva che il Castel Rigone di Mezzanotti aveva concluso il campionato a 25 punti dal Pontedera. Invece è vero!

Comunque fino a metà ottobre sono molto fiducioso perchè Narnese, Sansepolcro e Bastia dovrebbero rappresentare una passeggiata di salute con una rosa come la nostra (anche senza Martinez).

Commento 30 - Inviato da: Paul, il 18/09/2013 alle 12:44

Foto Commenti

Io dico a tutti, abbiate pazienza, non si fanno "processi" solo dopo 3 giornate di campionato.

Se alla fine del girone di ritorno ci saranno qualche problema si potrà provare a fare qualche cambiamento, ma solo se necessario, tipo intervenire nel "mercato" invernale per trovare quello che eventualmente manca od è mancato, però ripeto non si può criticare dopo solo 3 partite.

Commento 31 - Inviato da: NO RODAGGIO, il 18/09/2013 alle 12:54

Foto Commenti

il bastia è all'ultima giornata tullio, semmai il deruta (ancora a zero punti, ma non doveva essere uno squadrone?).

comunque le prossime 4-5 partite sono tutte facili sulla carta...

Commento 32 - Inviato da: Andrea Avato, il 18/09/2013 alle 14:01

Foto Commenti

LEONARDO (14)

Se guardi bene il calendario, il Foligno gioca con le squadre con cui giochiamo noi 15 giorni dopo. Si vede che la Lega l'ha proprio strutturato così, almeno fino allo scontro diretto del primo dicembre.

 

Riguardo il cammino della squadra, dico che non possiamo steccare più. Tre giornate non sono niente per dare un giudizio, ma già domenica bisogna vincere e cominciare una striscia lunga. Sennò veramente si rischia di rimanere indietro. Aspettare la fine del girone di andata è un lusso che non ci possiamo concedere.

Commento 33 - Inviato da: contedimontecrisco, il 18/09/2013 alle 14:35

Foto Commenti

...................................per quello che visto io l'unica differenza con il recente passato al momento si chiama Essousi, per il resto niente di che .E' chiaro che sara' lotta a tre (Pistoiese e Foligno)con Nofri che non mollera' fino alla fine (qualche ritocchino a Dicembre e...)A proposito di arbitri ,nessuno si e' lamentato/evidenziato che  3° goal  di Domenica era in netto fuori gioco,tanto per dire !!!(32)Se non vinci con la Narnese è meglio andare a funghi................Sempre Forza Arezzo