Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Gubbio11Vis Pesaro
Imolese15Mantova
Matelica10V. Verona
Samb04Sud Tirol
Feralpi Salò10Legnago
Perugia30Modena
Carpidom12.30Fermana
Fanodom15Ravenna
Triestinadom15Arezzo
Padovadom17.30Cesena
MONDO AMARANTO
Simone ed Emanuele, fedelissimi della Minghelli
NEWS

Si sono svegliati gli attaccanti. Occasioni, rigori, gol: quante alternative per Mezzanotti

Dopo le difficoltà delle prime due giornate, le cose sono cambiate. Tra Ostia e Narnese gli amaranto hanno segnato 7 volte, con due rigori guadagnati e moltissime conclusioni verso la porta avversaria. Essoussi è il bomber con 4 centri, ma l'allenatore adesso può contare anche su Invernizzi, Cubillos e tutti gli altri. Meglio dell'Arezzo, in termini di prolificità offensiva, hanno fatto solo Pistoiese e Pianese



il gol di testa segnato da Essoussi alla NarneseNelle ultime due partite l’attacco ha fatto boom. Protagonista di uno splendido precampionato, trampolino di lancio per le fantasie dei tifosi, il reparto offensivo dell’Arezzo aveva iniziato il torneo a rilento, come una macchina col motore ingolfato che procede a scatti. E a parte il rigore di Essoussi contro la Pistoiese, dai giocatori là davanti erano arrivati pochissimi segnali di vita. Un problema di condizione, di automatismi da assimilare, di manovra poco fluida, di acciacchi: giustificazioni ce ne erano tante, tutte con un fondo di verità. L’unica tesi insostenibile riguardava il valore dei singoli: perché Essoussi e Invernizzi, Martinez e Cubillos, Rubechini e Disanto (’94), sono top player o quasi per la serie D.

Da Ostia in poi è cambiato il mondo. I gol sono fioccati così come le occasioni costruite e l’attacco dell’Arezzo è tornato in linea con il suo potenziale e con le previsioni di inizio stagione. In estate infatti, durante i lavori in corso al calcio mercato, l’opinione comune di osservatori, tecnici, addetti ai lavori e tifosi era che il punto di forza della squadra di Mezzanotti fosse lassù, nei pressi del portiere avversario. E gli ultimi 180 minuti hanno contribuito a rafforzare l’argomentazione.

La stella che più riluce, a oggi, è quella di Adnane Essoussi. Nel suo score ci sono 4 reti realizzate, due rigori procurati e una costante sensazione di pericolo per le retroguardie che lo fronteggiano. Lui Mezzanotti lo conosce bene (e viceversa), dunque avremmo dovuto stupirci se il centravanti fosse rimasto all’asciutto dopo un mese. Il bonus a quota 15, oltretutto, è uno stimolo in più che non guasta. E anche l’impatto con la realtà di Arezzo, così diversa da Sansepolcro, si sta dimostrando ottimo.

 

Cubillos di sinistro realizza la sua prima rete in campionatoContro la Narnese si è sbloccato Invernizzi dopo il gol di Coppa alla Pianese. L’uruguaiano non è ancora al top della forma fisica, ma ha voglia di fare e tecnica. Quando si piazza qualche metro dietro Essoussi, come domenica, l’Arezzo ne guadagna in soluzioni e impatto atletico sulla gara. Ora che ha smaltito l’infortunio al ginocchio, anche Cubillos può tornare a recitare appieno il ruolo del jolly, dell’asso nella manica. Estroso e imprevedibile, è l’uomo in grado di spaccare le partite, così come Rubechini è l’ago della bilancia per passare da un modulo all’altro, dal 4-2-3-1 con la manovra allargata sugli esterni al 4-3-1-2 con il trequartista fino all’albero di Natale con due rifinitori dietro il centravanti. In questa chiave, pure Disanto tornerà utile, con l’ulteriore beneficio dell’età che lo rende uno degli under più preziosi. E il gol di Ostia, tra l’altro, è un biglietto da visita niente male. All’appello sul tabellino marcatori manca ancora Martinez, che però ha saltato due partite su quattro, a Scandicci ha giocato molti minuti zoppo e a Ostia, prima dell’espulsione, ha comunque fatto il suo.

Quello dell’Arezzo, dopo un mese di calcio vero, è il terzo attacco del torneo a pari merito con il Fiesole (8 gol ciascuno). Meglio hanno fatto solo Pistoiese e Pianese, rispettivamente a quota 12 e 10 gol messi a segno. Entrambe le squadre sono riuscite nell’impresa di vincere una gara con punteggio tennistico (Morgia ne ha rifilati 6 al Bastia e Coppi 6 alla Pontevecchio), il che ha migliorato anche la differenza reti.

Ma l’Arezzo è in crescita, Mezzanotti ha mille alternative e la qualità tecnica, alla lunga, paga sempre. Sansepolcro, visto il contesto in cui si giocherà, sarà un bel test anche per le bocche da fuoco amaranto.

 

scritto da: Andrea Avato, 24/09/2013





COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Giotto, il 24/09/2013 alle 12:31

Foto Commenti

Certo che, per fare una mera considerazione statistica, dei sei uomini d'attacco che si ritrova l'Arezzo, ben 4 sono stranieri. Non avrei mai pensato che anche in serie D un giorno i nostri "azzurrini" avrebbero dovuto sgomitare per ritagliarsi un posto.

Commento 2 - Inviato da: il ferro, il 24/09/2013 alle 14:58

Foto Commenti

il bonus a 15 è regalato.

ok, non è mai facile fare gol e soprattutto ripetersi,ma si tratta di uno che in 23 presenze (ripeto 23) ha fatto 17 reti se non erro......e con una squadra di ragazzotti di provincia e senza alcuna ambizione.

i bonus si danno se uno MIGLIORA il suo standard o per lo meno lo ripete......

fatte le proporzioni in 34 partite in uno squadrone corazzato dovrebbe arrivare minimo a 25........

ha i numeri per arrivarci. ramadan permettendo.

FORZA LEONE DEL MAROCCO !!!!!

 

lo stesso dicasi per invernizzi: 18 reti in una squadra da eccellenza come il bastia, nell Arezzo ne potrebbe fare 25 anche lui !!!

ALò bomber!!!

Commento 3 - Inviato da: Galliano1973, il 24/09/2013 alle 15:20

Foto Commenti

L'attacco è oggettivamente straripante...Essoussi fa reparto da solo, Invernizzi tecnicamente molto bravo (da notare però che al 15' dopo uno scatto di 20 mt domenica è stato 2 minuti con le mani sui fianchi....), Martinez crea spazi e lotta come un leone e Cubillos giocherebbe titolare ovunque in D....ma la legge del calcio dice che a tutti i livelli 99 volte su 100 i campionati li vince la miglior difesa (che a sua volta è coperta da un buon centrocampo).  Questo per dire che Mezzanotti ci dovrà mettere parecchio del suo ed esser bravo a far girare in armonia tutto sto ben di Dio che ha a disposizione.

Commento 4 - Inviato da: NO RODAGGIO, il 24/09/2013 alle 15:35

Foto Commenti

ma come ferro, non erano tutti delinquenti i marocchini? essoussi vai a casa tua a segnare!!!! Wink

Commento 5 - Inviato da: il ferro, il 24/09/2013 alle 21:12

Foto Commenti

trovami una sola frase in cui abbia detto questo......e ti pago una cena.

inutile mettere la faccina con l'occhiolino se spari una cazzata.......

Commento 6 - Inviato da: il ferro, il 24/09/2013 alle 21:12

Foto Commenti

trovami una sola frase in cui abbia detto questo......e ti pago una cena.

inutile mettere la faccina con l'occhiolino se spari una cazzata.......

Commento 7 - Inviato da: Amaranta, il 24/09/2013 alle 23:21

Foto Commenti

dei sei uomini d'attacco che si ritrova l'Arezzo, ben 4 sono stranieri

Io direi che ad essere pignoli gli stranieri tra gli attaccanti sono 5 ..... Cubillos, Essoussi, Martinez, Invernizzi e....Dieme non vogliamo contarlo? Se Rubechini e Disanto vogliamo considerarli centrocampisti, come recita il sito ufficiale se andiamo a guardare la rosa,  gli attaccanti sono tutti stranieri, 5 su 5!!!

Commento 8 - Inviato da: il ferro, il 25/09/2013 alle 14:15

Foto Commenti

mi tocca dare ragione a amaranta ...... ora la giornata è rovinata. vado a letto.

Commento 9 - Inviato da: DaM, il 26/09/2013 alle 17:15

Foto Commenti

Dieme non vogliamo contarlo? 

no Cool