Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Livia ed Elisa a Londra
NEWS

La società blinda l'allenatore. Ma adesso l'Arezzo deve trovare equilibrio. Deruta spartiacque

Il direttore generale Diomede ha confermato la fiducia in Mezzanotti a prescindere da quello che succederà domenica. Ma la prossima partita per gli amaranto è fondamentale. Perché dopo sei giornate e la sconfitta di Sansepolcro c'è bisogno che la squadra trovi un'identità definitiva, sia nella disposizione tattica che nello sfruttamento delle proprie qualità



partita delicatissima per l'Arezzo contro il DerutaTanto tuonò che piovve, dice un famoso proverbio. A Sansepolcro, questo è stato vero sia in senso metereologico sia in senso calcistico. Sebbene ci fossero state delle avvisaglie nelle prime quattro giornate, il crescendo a livello di risultati aveva un po' mascherato certe magagne, venute poi puntualmente a galla al primo scrollone (sempre in ambo i sensi).

A questo punto i discorsi sulle partenze a rilento fatti nelle scorse settimane cominciano un po' a saltare, nel senso che una squadra che punta al primo posto (e l'Arezzo, visto l'organico, il blasone e le aspettative della piazza, non può avere altro obiettivo) dopo cinque giornate bisogna che cominci ad ingranare. La partenza a rilento ci può stare, e anzi - come avevamo ricordato qualche settimana fa - è stata una caratteristica ricorrente delle squadre che poi si sono affermate in questo girone: è successo al Perugia, è successo al Pontedera, è successo a maggior ragione al Castel Rigone lo scorso anno. Tuttavia la sconfitta di Sansepolcro ha rappresentato il primo, importantissimo spartiacque della stagione.

Ammesso e non concesso che si vogliano concedere tutte le attenuanti del caso agli amaranto (e la pioggia che livella il gap tecnico tra le squadre, e loro due tiri due gol, e noi due gol annullati, e il campo stretto, e l'oroscopo sfavorevole e la Lodovini in tribuna a tifare Sansepolcro, e via elencando), è evidente e palese che il tempo del rodaggio e degli esperimenti tattici è finito. Se le amichevoli e le partite di coppa qualche campanello d'allarme l'avevano fatto suonare, la prima sconfitta in campionato non ha fatto che accentuare il rumore di quei campanelli.

I ragazzi di Mezzanotti prendono qualche gol di troppo (5 in 5 partite, anche se Spoleto e Fiesole che ci sono davanti hanno fatto peggio di noi, ma Foligno e Pistoiese hanno guarda caso la miglior difesa con solo 3 reti al passivo) e soprattutto faticano a costruire palle gol nitide contro avversari che si chiudono a riccio (ovvero quasi tutti quelli che incontreranno quest'anno). L'Arezzo deve trovare al più presto un assetto tattico che gli permetta di avere maggior equilibrio in difesa e di esaltare le caratteristiche dei propri giocatori da centrocampo in su.

Il dibattito tra 4-3-3 e 4-4-2 è stucchevole e di lana caprina, ok. Però ci sono delle cose da sistemare al più presto, e - opinione di chi scrive - ha fatto bene la società a confermare la fiducia a Mezzanotti, perché non è che se l'Arezzo perde a Sansepolcro automaticamente l'allenatore diventa un cialtrone e i giocatori un ammasso di brocchi. Fortunatamente di cose da salvare, in queste prime cinque giornate, ce ne sono, soprattutto per quanto riguarda l'approccio alle gare. Però bisogna rimettersi subito in moto, infilare qualche vittoria in serie e non perdere il contatto con le prime.

Un campionato non è mai compromesso a 29 giornate dal termine, ma lo diventa se a metà girone d'andata si deve ancora trovare un assetto tattico, un'identità di gioco, una solidità difensiva. Tempo da perdere non ce n'è più, e Mezzanotti è sicuramente il primo a saperlo. Domenica contro il Deruta l'Arezzo sarà già obbligato a vincere e convincere, per restituire ai tifosi e a se stesso certezze che al momento vacillano. Una vittoria, possibilmente senza gol al passivo, in tal caso potrebbe valere ben più dei tre punti che mette in palio.

 

scritto da: Roberto Gennari, 02/10/2013





Il Dg Diomede: ''Avanti con Mezzanotti''

COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: aloee, il 02/10/2013 alle 14:43

Foto Commenti

Avato mi deludi...è talmente evidente che Mezzanotti non è in grado di allenare per vincere questo campionato.... se veramente la pensi così mi cade un mito ... CHE AMAREZZA..... buttato via un altro annoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Commento 2 - Inviato da: RobertoGennari, il 02/10/2013 alle 15:07

Foto Commenti

L'autore non è Andrea, sono io. Wink E comunque, ribadisco quello che ho scritto nell'articolo:

 non è che se l'Arezzo perde a Sansepolcro automaticamente l'allenatore diventa un cialtrone e i giocatori un ammasso di brocchi.

Commento 3 - Inviato da: Gatsubest, il 02/10/2013 alle 15:10

Foto Commenti

Sò incazzato come una bestia per le sorti dell'Arezzo, ma voi disfattisti che parlate già di altro anno perso mi fatte incazzare ancora di più..........certo chi lo sà, magari dovremmo cambiare allenatore, certo SERVIREBBE un direttore sportivo con i controcazzi, ma parlare già di anno perso è utile come piazzare un banchino della porchetta davanti alla Mecca........qui c'è da vincere io lupo e ancora non è detta l'ultima parola.

FORZA AREZZO!!!!!!!

Commento 4 - Inviato da: il ferro, il 02/10/2013 alle 15:30

Foto Commenti

roberto....

ora stucchevole me ce diventi te però....

io ho difeso la squadra finora nonostante 3 partite su 5 senza un solo tiro in porta.

ma invece è proprio così:

si deve dire "bravi" quando vincoino e "somari" quando perdono....cosa ci sarà di male??? si deve sempre e per forza fare la media??? te la faccio io: se si continua così si vince col cazzo.

 

però andrei a citare alcune cose OGGETTIVE ovvero non giudizi o disamine, ma solo cose evidenti e inconfutabili:

 

1) tutti, dal pres al mister ai giocatori asseriscono tuttora (al limite di superbia e spavalderia) che vinceremo il campionato noi e che dobbiamo solo tifare e stare tranquilli.

 

2) su 5 partite 3 volte non hai praticamente tirato in porta, compreso domenica dove avevi davanti un portiere del '96 (16-17 anni) alto un metro e quindici

 

3) ai battuto 4657 angoli e 1635 punizioni-cross senza esito

 

4)i ballottaggi in porta hanno rotto le palle: MAI hanno dato validi risultati. decidere!!!

 

5) la squadra non ha ancora nè modulo base nè titolari e riserve. ogni volta che abbiamo visto qualcosa di buono ad arezzo c'erano moduli fissi e titolari inamovibili con riserve toste che ti risovevano spesso la gara (vendrame, ciullo, campanile e vado avanti fino a pasqua)

 

6) la squadra non ha un diesse nè una persona esperta di calcio che possa seguirla. il più esperto è il 28enne ex sansepolcro Diomede che fa addirittura il dg. buon elemento comunque. il mister stesso non ha mai vinto pur avendo fatto discreti campionati.

 

7)TUTTI ci si sarebbe aspettati qualcosa di più. anzi tanto di più

 

8) il pubblico è  2 serie sopra. SEMPRE e a prescindere dai prezzi delle tessere

 

9) TUTTI i giocatori dell'arezzo sono ambiti e se li sognano la notte TUTTE le squadre del girone. ok, quasi tutti i giocatori, non tutti. alcuni infatti non sei riuscito manco a regalarli e te li ritrovi quest'anno (tipo dieme)

 

partendo da questi presupposti uno trae le proprie conclusioni

Commento 5 - Inviato da: il ferro, il 02/10/2013 alle 15:33

Foto Commenti

La società blinda

lasupercazzolaspermaturatacomefosseantaniscarpallacciaallacciascarpaposterdatilalbergotalapiatapioca

Commento 6 - Inviato da: spiblo, il 02/10/2013 alle 16:29

Foto Commenti

Autocitarsi non è ne bello nè elegante ma far la figura del disfattista non ci sto. Già dopo Scandicci nei commenti scrissi che non c'era gioco. Idem dopo Pistoia...Nessuno dice che Mezzanotti fosse da cacciare dopo il Buitoni ma che occorra darsi una mossa ( perchè i valori ci sono, eccome ) è indiscutibile. Cito invece, e sottoscrivo i versi in rima baciata del Ferro "  se si continua così si vince col cazzo.".................

Commento 7 - Inviato da: aloee, il 02/10/2013 alle 16:33

Foto Commenti

ahh ecco mi sembrava strano che  Avato fosse caduto così in basso....Roberto vai a vederti qualche allenamento e ti renderai conto della pochezza tattica del mister....e che intenditore di calcio è chi l'ha portato ... GATSUBEST quanto vorrei darti ragione... purtroppo troppi anni d'esperienza-stadio mi hanno insegnato a riconoscere subito quando un allenatore c'è o non c'è.. poi chiaro se voi non disfattisti vi accontentate di un buon campionato e arrivare anche negli utilissimi  play off allora fate bene  a stare muti e continuare allegramente a saltellare!!!|!

Commento 8 - Inviato da: aloee, il 02/10/2013 alle 16:46

Foto Commenti

ahh Gennari mi elenchi le cose da salvare che  avrebbe fatto Mezzanotti???

Commento 9 - Inviato da: il ferro, il 02/10/2013 alle 17:04

Foto Commenti

ma CALZOLA???

a santarcangelo(c2) in prestito dal perdugia

ZERO presenze (fonte tuttocalciatori.net).

era così difficile tenerlo?

è così difficile riprenderlo?

Commento 10 - Inviato da: RobertoGennari, il 02/10/2013 alle 17:17

Foto Commenti

Ferro, te sai quanto ti stimo (come tifoso e come persona che ne capisce di calcio), quindi ti rispondo punto per punto.

1) se ben ricordi, eravamo intorno al 15 di agosto quando ti dissi che io invece ero uno di quelli che riteneva che si partiva da zero punti esattamente come Foligno, Pistoiese e tutte le altre. C'è un articolo uscito qui su AM prima della prima giornata dove l'ho scritto, tra l'altro.

2) e io non ho detto che L'Arezzo deve trovare al più presto un'identità di gioco?

3) non dimenticare che siamo in serie D. Purtroppo.

4) D'accordo al 200%

5) Giusto, però parli di categorie che non hanno l'obbligo di far giocare gli under. In serie D un allenatore a volte si deve scervellare anche su questo punto, che poi condiziona tutta la formazione di conseguenza.

6) Qua si entra in questioni societarie, il mio articolo era riferito esclusivamente a quello che succede in campo.

7) Avoglia! E infatti ho detto che "una squadra che punta al primo posto, dopo cinque giornate bisogna che cominci ad ingranare" 

8) Anche qui, al 200% d'accordo con te. Ma purtroppo i campionati non ce li fanno vincere per il pubblico.

9) E infatti ho scritto che ora deve essere il mister a trovare l'assetto tattico che sappia farli rendere al meglio.

(Non mi sembra che ci siano punti dove siamo drasticamente lontani) Ho scritto, e lo ripeto, che a questo punto del campionato ha senso confermare Mezzanotti. E che però per la squadra sono finite le attenuanti, e che domenica bisogna vincere e iniziare una serie positiva di vittorie. Non mi sembra di essere stato troppo buonista. Se poi vuoi sapere il mio punto di vista di tifoso, ti dico che anche io avrei preferito avere 15 punti, ma sono d'accordo con Gatsubest (3) che dice che dopo 5 giornate parlare di stagione buttata è da disfattisti! Wink

 

Commento 11 - Inviato da: il ferro, il 02/10/2013 alle 17:47

Foto Commenti

ti ringrazio per le risposte (anche se i miei punti non erano certo scritti in contrasto o per rispondere al tuo articolo!).

 

la stagione non è di certo ancora buttata. io HO SEMPRE DIFESO TUTTO E TUTTI ANCHE DOPO PISTOIA (fidati che è così). il calendario fino al 1 dicembre (foligno) è abbordabile. ma come ho già detto secondo me i bonus DEVONO essere finiti qui. parlare di riconferme a prescindere dal risultato di domenica col deruta mi fa paura. in questi anni abbiamo sempre aspettato i famosi "filotti" e ancora siamo qui. è chiaro che se tra 3-4 partite il trend non è cambiato(e di parecchio) qualcuno dovrà farne le spese. e non credo sia la squadra il in sè il problema.

dire "a maggio vedremo" come hai scritto l'altra volta non te lo posso appoggiare però. e nemmeno non incazzarsi quando perdono male . è normalissimo dargli dei somari quando perdono e esaltarli quando vincono.....come fai a dire: non erano fenomeni ieri e non sono brocchi oggi......è calcio e si discute domenica per domenica..... si dovesse discutere solo a maggio probabilmente si sarebbe a giocare col'olmoponte....

Commento 12 - Inviato da: contedimontecrisco, il 02/10/2013 alle 18:13

Foto Commenti

Ben detto ferro(11).Ma parlare di Deruta come spartiacque effettivamente qualcosa non funziona stiamo parlando di squadra che molto probabilmente non si salvera',non credo sara' un problema asfartarla.Le somme si tireranno esattamente il 1° Dicembre,speriamo non sia troppo tardi prevenire e' meglio che curare.

Commento 13 - Inviato da: Gatsubest, il 02/10/2013 alle 18:26

Foto Commenti

Aloee(7): io mica ho detto che bisogna stare muti, anzi, se rileggi i post di ieri io avevo detto di andare anche a spiegare un paio di cose sia ai ragazzi che al mister (tipo che le pizze ce se va in tempi non sospetti a mangiarle, non durante un campionato) e dirgli che se non si comincia a vincere il giochino è belle finito.

Non bisogna aspettare Maggio e neanche Dicembre, ma dire che il campionato è già buttato mi sembra prematuro, detto questo per me se pol mandare a casa anche Don Alvaro, basta vincere. Laughing

Commento 14 - Inviato da: aloee, il 02/10/2013 alle 18:58

Foto Commenti

cioè quindi aspettiamo poi se fra 4-5 giornate non ingraniamo si manda via ....giusto.... ma se tra  4-5 giornate siamo a 10 punti dalla prima ( in 5 partite sei già a meno 5) poi li riprendi?????????????

Commento 15 - Inviato da: RobertoGennari, il 02/10/2013 alle 18:58

Foto Commenti

Ma infatti secondo me si pensa nello stesso modo, nel senso che se io scrivo

Domenica contro il Deruta l'Arezzo sarà già obbligato a vincere e convincere, per restituire ai tifosi e a se stesso certezze che al momento vacillano.

 è proprio perché i bonus sono finiti. Il fatto è che io in generale sono abbastanza scettico per quanto riguarda gli esoneri, perché sono più le volte che fanno male di quelle che fanno bene. 
La frase "a maggio vedremo" è stata fraintesa, il senso era che a me importa essere in testa alla classifica all'ultima giornata, più di quanto mi importi esserci adesso. Ovvio che se a gennaio dovessimo essere a -10 dalla vetta, la stagione si potrebbe già considerare un fallimento. Ma non ora, con 29 partite da giocare e 5 punti da recuperare. 
A te e aloee dico questo: Mezzanotti ha mostrato tanti difetti, però ha saputo costruire una squadra che ha un'anima, e questo non era per niente scontato. Ovvio che se non vinci le partite tutti i discorsi vanno a farsi friggere, perché nel calcio conta fare punti e stop. Però io credo che una squadra come l'Arezzo, con il tasso tecnico che ha e la grinta che ha messo in campo, basta sistemarla tatticamente e ha le potenzialità per vincerlo alla grande, questo campionato.Faccio ancora una volta l'esempio del Perugia 2011 (poi la smetto). Prime cinque partite: pareggio-pareggio-vittoria risicata-sconfitta in casa-vittoria risicata. Fine campionato: +12 sulla seconda. Ovvio che a un certo punto hanno fatto tipo 8-9 vittorie di fila, ed è quello che deve fare l'Arezzo da ora in poi.

Commento 16 - Inviato da: Gatsubest, il 02/10/2013 alle 19:06

Foto Commenti

No allora non hai capito, io dico semplicemente che il campionato non è ancora da buttare.

Poi è chiaro che se devi prendere provvedimenti lo devi fare alla svelta alla svelta, ma come dice Roberto con 29 partite da giocare è ancora tutto da decidere

Commento 17 - Inviato da: il ferro, il 02/10/2013 alle 19:47

Foto Commenti

Mezzanotti ha mostrato tanti difetti, però ha saputo costruire una squadra che ha un'anima,

è proprio qui il contenzioso..... questa (se c'è) è un'anima prava da inferno dantesco. girone dei superbi. per adesso almeno.

la superbia di dire: aspetta e vedrai che vinco io.

quando nessuno invece ha più tempo e voglia di aspettare......

Commento 18 - Inviato da: il ferro, il 02/10/2013 alle 19:48

Foto Commenti

alò.....squadra che ha un'anima no roberto,dai......

dici che c'è chi avrebbe potuto fare di peggio???

già, almeno uno si......

Commento 19 - Inviato da: DaM, il 02/10/2013 alle 19:52

Foto Commenti

Io sulle questioni tecniche non mi ci lancio, in primis perchè le partite non le ho viste e sarebbe ridicolo prendersela con chiunque in una condizione del genere.

Sulla partita al Borgo alla fine è successo, a parti inverse, esattamente quello che è successo l'anno scorso ad Arezzo: ha vinto chi, sul campo asciutto, ne sarebbe probabilmente uscito con le ossa rotte. Bizzarro che sia avvenuto entrambe le volte con Mezzanotti in panchina, ma non credo ci sia qualche significato particolare in questa bizzarria.

Inoltre, per quanto non riesca proprio a sentirlo come un derby, è noto che in partite del genere l'1X2 è la regola, e spesso la spunta chi non ti aspetti.

Secondo me, a freddo, pesano e peseranno molto di più i punti persi con la Pistoiese. Se vogliamo ripartire da qualcosa, ripartiamo da lì, non dalle due vittorie successive, perchè è su quei dettagli che si vincono i campionati.

Commento 20 - Inviato da: Tulliogol, il 02/10/2013 alle 20:09

Foto Commenti

Io l'altro giorno ho scritto che Mezzanotti vincerà il suo primo campionato quest'anno, ma adesso che sento parlare il Dg Diomede mi verrebbe da esclamare Dio...beh evitiamo. Chiunque abbia qualche cognizione di prossemica e conosca i significati del linguaggio del corpo sa che quando si risponde a una domanda e si guarda lateralmente significa che non si crede in ciò che si sta dicendo... Ora riguardate l'intervista...

Il problema è che come ha detto Diomede, lui (il gatto) e il vicepresidente De Martino (la volpe) hanno parlato con Mezzanotti domenica sera.

Ecco perchè serve subito un direttore vero, che si renda conto che questa squadra non ha un gioco (anche se c'è qualcuno, probabilmente cieco che gli vede un'anima ?!?!?). Che se i risultati dovessero tardare ad arrivare scelga un allenatore con esperienza e si renda conto se il mercato è stato gestito correttamente (secondo me sono stati spesi tanti soldi ma a vanvera). Che se ne freghi dei nepotismi e se come dice Andrea servisse un difensore centrale non se ne accorga quando dovrà giocare il figlio di De Martino perchè 2 degli altri 3 di esperienza hanno problemi di infortuni o di squalifiche. Perchè parliamoci chiaro Mezzanotti ha accettato anche questa condizione. Cosa che probabilmente non avrebbe fatto Nofri!

Io sono d'accordo per molte cose con Aloee e Ferro e vorrei dire a Roberto Gennari che la Sansovino di Sarri nell'anno della vittoria dei playoff e della Coppa Italia, segnò almeno una quindicina di gol su palla inattiva e non erano schemi del cappero come quelli visti finora. Il Tuttocuoio che ha stravinto nel girone di Massese, Lucchese, Pistoiese, SPAL e Piacenza idem. E non avevano certo Carfora a calciarle... Se pensi che gli schemi di Mezzanotti siano interessanti allora lo erano anche quelli di Bacis l'anno che siamo arrivati dietro al Pontedera: PECORARI segnò ZERO reti, con il potenziale che ha uno come lui... La dice lunga su chi sa lavorare sulle palle inattive... E comunque di gol su palla inattiva ne arriveranno quest'anno, perchè -ribadisco- abbiamo Carfora e anche per sbaglio una decina di pere. Però con schemi veri altro che una decina...

Tanto Mezzanotti non verrà cambiato nemmeno se dovesse perdere contro il Deruta di Mattoni (contro cui pareggiò due volte 0-0 l'anno scorso), perchè il presidente non conosce il calcio e perchè il gatto e la volpe hanno fatto la squadra con Mezzanotti, e un suo esonero significherebbe anche una LORO SCONFITTA! In quel caso che cosa fai, fai scegliere il prossimo allenatore da chi ha appena fatto flop?

Comunque io voglio essere positivo e voglio credere che l'Arezzo vincerà le prossime 2 partite con i due fanalini di coda.

Commento 21 - Inviato da: CAP52031, il 02/10/2013 alle 20:23

Foto Commenti

...Vi ripeto Mezzanotti è un bravo citto ma fare l'allenatore vero è un altra cosa!..può far bene solo al borgo (dove peraltro mi sembra facciano bene tutti) perchè li il gruppo e l'ambiente ci sono da sempre, molti ragazzi hanno fatto tutta la trafila delle giovanili assieme e si conoscono benissimo, hanno spirito di appartenenza e nulla da perdere..la situazione ideale! Ad Arezzo (come a Castelrigone) è un altra cosa!

Sono passate solo 5 giornate è vero ma quante altre ce ne vorranno per trovare gioco, unità ed equilibrio? e quanti punti riusciremo a fare nel frattempo?..e anche se trovassimo il gioco quanti punti dovremmo a quel punto recuperare?...ricordiamoci che qui arrivare secondi non SERVE A NIENTE (e nei gironi del sud ho visto squadre arrivarci con 82 punti!)

Speriamo..ma chi visse sperando...

Commento 22 - Inviato da: max71, il 02/10/2013 alle 22:49

Foto Commenti

diomede sentirti parlare sembra di sentire paperino(in tutti i sensi).

Commento 23 - Inviato da: spiblo, il 02/10/2013 alle 23:08

Foto Commenti

"Però io credo che una squadra come l'Arezzo, con il tasso tecnico che ha e la grinta che ha messo in campo, basta sistemarla tatticamente e ha le potenzialità per vincerlo alla grande, questo campionato"........hai detto scansati....

Commento 24 - Inviato da: spiblo, il 02/10/2013 alle 23:13

Foto Commenti

se l'analisi della partita di Sansepolcro è quella che ha detto Diomede nell'intervista si 'sta freschi...arrogante sicumera che ottunde le menti e gli occhi...con questo atteggiamento le soluzioni non verranno fuori MAI

Commento 25 - Inviato da: alòalòarezzo, il 03/10/2013 alle 10:00

Foto Commenti

Mezzanotti, secondo me non è adatto, non da gioco alla squadra .. grande motivatore ma senza gioco non si vincono i campionati .. andava preso un mister che in passato avesse gia vinto la serie D. A volte è meglio spendere di piu' su un allenatore bono che su un giocatore bono.

Commento 26 - Inviato da: walter, il 03/10/2013 alle 10:23

Foto Commenti

Mezzanotti sarà confermato anche in caso di sconfitta domenica col deruta????

Diomede, ma porco xxxxxx, almeno di' che non esiste perdere domenica! questa possibilità manco va presa in considerazione, E' OBBLIGATORIO NON SOLO VINCERE MA CONVINCERE.

La vogliamo dare una svolta o no a questa stagione? Se vole vincere o no sto campionato? ora me sto incaxxando...

NB: attenzione che il Deruta NON E' UNA SQUADRA MATERASSO come molti qui dentro credono e vanno dicendo! vero, ha 1 solo punto in classifica dopo 5 giornate, ma dopo aver perso le prime 4 ha pareggiato a foligno (!!) e domenica stava vincendo in casa prima della sospensione per pioggia. Prima di iniziare il campionato era considerata da molti addetti ai lavori (compreso il Ferro...) come una delle squadre meglio attrezzate... vero, non ha riconfermato il trio Bernicchi-Bevilacqua-Porricelli ma ha giocatori validi e affidabili per la D come Sgambato e l'ex Ancona e Arezzo Eramo in difesa (visto che è un ex tocchiamoci le palle...), Ventanni e Loiodice (anno scorso in lega pro) a centrocampo, l'ex pierantonio Berradi (che a noi ha sempre segnato...), l'ex Casacastalda e Arezzo Tomassini (visto che è un ex tocchiamoci le palle...contro di noi ha già segnato) e Gesuele (ex Sporting Terni, fior di giocatore) in attacco.

Questo per dire che domenica non sarà una passeggiata ma DOBBIAMO VINCERE E CONVINCERE, non ci sono altre possibilità. 

Commento 27 - Inviato da: Andrea Avato, il 03/10/2013 alle 10:27

Foto Commenti

Quoto alcuni concetti di TULLIOGOL (20), la visione generale di SPIBLO e l'analisi del Deruta che ha fatto WALTER (26).

Commento 28 - Inviato da: alòalòarezzo, il 03/10/2013 alle 11:28

Foto Commenti

domenneca 4 ciaccine e tutti a casa .. senza se e senza ma...

Commento 29 - Inviato da: il ferro, il 03/10/2013 alle 14:39

Foto Commenti

il DERUTA è a 1 punto, ma come squadra è meglio della pistoiese di "bomber"bigoni......