Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo23Feralpi Salò
Imolese11Padova
Modena20Gubbio
Legnago21Vis Pesaro
Fano00Perugia
Mantova10Fermana
Matelica32Triestina
Samb51Carpi
Sud Tirol21Ravenna
Cesena13V. Verona
MONDO AMARANTO
Nicoletta con Floro Flores
NEWS

L'Arezzo è al top, lo Spoleto no. Schenardi punta su Bagnato per ribaltare i pronostici

Contro gli umbri, nei tre precedenti al Comunale, sono arrivate altrettante vittorie e gol a grappoli. Mezzanotti ha tutti gli uomini a disposizione, con la condizione fisica e psicologica che è quasi perfetta dopo gli ultimi successi. Di fronte però si presenterà un avversario che ha cambiato panchina da dieci giorni e che in organico ha elementi di categoria come Gammaidoni, Cardarelli, Falzone e Schettino, l'uomo dei falli laterali a lunga gittata. Ma il più temuto è l'ex amaranto



l'Arezzo aspetta lo Spoleto prima di salire a PiancastagnaioLo Spoleto è una specie di toccasana per l’Arezzo, almeno al Comunale. Nelle passate tre stagioni di serie D, gli umbri hanno sempre rimediato belle scoppole, perdendo pure nel 2010, quando gli amaranto erano in piena crisi e avevano appena sostituito Carrara con Fratini in panchina. Reduce da due pareggi e tre sconfitte in cinque giornate, quella squadra rialzò la testa e centrò la prima vittoria dell’anno (2-1) grazie ai gol di Sanguinetti e Iacona. Per il cileno fu il primo di dieci, per Iacona il primo e l’ultimo.

Nel 2012 la partita contro lo Spoleto cadde al termine di una settimana piena come un uovo. La domenica l’Arezzo prese quattro nane a Piancastagnaio, il mercoledì vinse di misura il recupero con la Viterbese e quindi rifilò un sonoro 4-0 ai malcapitati spoletini, che beccarono due gol prima dell’intervallo da Crescenzo e Martinez e due gol dopo da Raso. Gli amaranto di Bacis quel giorno vestivano la divisa blu notte, una delle più apprezzate (cromaticamente parlando) del recente periodo.

L’anno passato Arezzo-Spoleto segnò un altro debutto in panchina, stavolta di Nofri che aveva rimpiazzato Bacis. Come per Fratini, l’esordio fu bagnato positivamente. E venne fuori un ritondo 3-0 grazie a Gentili, Martinez e Rubechini.

In totale, mettendo insieme i precedenti, lo Spoleto al Comunale ha raccattato 0 punti, ha segnato un gol inutile e ne ha incassati nove. Se là hanno buona memoria, domani si presenteranno con il coltello fra i denti.

Inutile dire che l’Arezzo a questa gara ci arriva in condizioni ideali. Mezzanotti ha tutti disponibili, le ultime vittorie hanno rasserenato il clima e all’orizzonte c’è il confronto diretto di Piancastagnaio. Ecco, magari il rischio può essere di pensare già a quella partita lì, ma è un timore relativo. In cima all’Amiata bisogna andarci con le batterie cariche e senza rimpianti, evitando di complicarsi la vita e di scivolare maldestramente sul più bello. Il rientro di Carfora porta in dote una maggiore pericolosità sui calci piazzati, oltre che qualche linea di gioco più incisiva e accurata. Martinez ha ritrovato il gol, Essoussi non l’ha mai perso e Rubechini ha lanciato segnali di crescita. Anche il probabile turn over dei terzini under, con Dierna e Zaccanti in queste condizioni, non dovrebbe comportare troppi scompensi.

Di là c’è uno Spoleto in difficoltà, reduce da due sconfitte di fila e con un cambio di allenatore consumato dieci giorni fa. Schenardi ha preso il posto di Luzi e questa per l’Arezzo non è una bella notizia, perché il neo mister spoletino è uno che conosce la categoria come le sue tasche e al Comunale in campionato ha strappato due volte il pari. Gli umbri di solito giocano con il 4-4-2, che domani potrebbe trasformarsi in un 4-4-1-1 corto e coeso. Davanti Gammaidoni è il classico attaccante tutto fisico e sportellate, affiancato da un Cardarelli col quale si integra alla perfezione, tant’è che hanno già segnato 4 gol cadauno. Gli elementi d’esperienza e valore allo Spoleto non mancano, da Guastalvino a Scappito, da Falzone a Schettino, il difensore che ormai conoscono tutti e che con un fallo laterale è in grado di arrivare dal Comunale a piazza Giotto. Poi c’è Bagnato, uno che ad Arezzo c’è capitato nel momento sbagliato ma che ha qualità da professionista. E’ un ex e conoscendo la storia amaranto sarà bene portarsi il ferro di cavallo in tasca.

I pronostici, quindi, sono tutti per Mezzanotti (per StanleyBet addirittura il 2 dello Spoleto paga sei volte la posta), anche se l’esperienza insegna che in questo campionato basta un niente e s’arrostisce la partita. Ma l’Arezzo, domani e come sempre, non può e non deve sbagliare.

 

Video - Le rimesse laterali di Schettino

 

scritto da: Andrea Avato, 19/10/2013





Mezzanotti cauto: ''Non mi fido di Schenardi''

COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: il ferro, il 19/10/2013 alle 11:24

Foto Commenti

la squadra scacciacrisi è la reggiaaaanaaaaaa.....

una volta si facevo sto coro perchè tutte le volte che s'aveva bisogno come il pane la reggiana ci faceva i regalini di natale. SEMPRE.

 

questo per dire che io alle tradizioni ci credo e le voglio rispettare.

inutile dire che se vuoi arrivare primo in queste gare c'è un solo risultato plausibile...

Commento 2 - Inviato da: il ferro, il 19/10/2013 alle 11:26

Foto Commenti

p.s.

stanley bet è uno dei nostri nemici più grandi......

purtroppo lo diciamo con cognizione.

il mondo è pieno di ernesti e max.....

Commento 3 - Inviato da: taxiamaranto, il 19/10/2013 alle 14:44

Foto Commenti

Domani tutti allo stadio per dare una spinta importantissima alla nostra squadra del cuore"TUTTI IN TRIBUNA A FARE BOLGIA".

Commento 4 - Inviato da: CAP52031, il 19/10/2013 alle 14:56

Foto Commenti

Alla faccia della scaramanzia...con un titolo così una toccatina è obbligatoria!!!!!Smile

Commento 5 - Inviato da: spiblo, il 19/10/2013 alle 15:33

Foto Commenti

Avato non li fare questi incipit.....ora tocca passare tutto il tempo fino a domani alle 16.45 a toccare ferro..................

Commento 6 - Inviato da: cocciolone, il 19/10/2013 alle 16:24

Foto Commenti

Basterebbe taonalli o requisire portatili,  tablet e cellulari. Guardagli drento i conti correnti e al primo sgarro in pasto ai Leoni. Però quest'anno, visto che il bonifico arriva tutti i mesi regolarmente,  se dovrebbe stare più tranquilli

Commento 7 - Inviato da: mino27, il 19/10/2013 alle 20:03

Foto Commenti

io ho "paura" di SCHETTINO!!!Sealed

Commento 8 - Inviato da: il ferro, il 19/10/2013 alle 20:16

Foto Commenti

io invece lo manderei al circo orfei

lo stesso circo indove si deve andare noi se s'ha paura dello spoleto......

Commento 9 - Inviato da: max71, il 19/10/2013 alle 20:22

Foto Commenti

rispetto per tutti ,paura di nessuno.!!!!!

mezzanotti credo che voglia tenere alta la concentrazione dei propri giocatori,ma che non abbia nessun timore dello spoleto.

Commento 10 - Inviato da: calzino79, il 19/10/2013 alle 20:39

Foto Commenti

Quoto il ferro(8)..e aggiungo che pistoiese foligno e pianese a dispetto di chi diceva che degli amici de chissa do dicevano che loro erano squadroni e noi da rifondare quasi i iln toto se la sognano la nostra rosa..poi se pole (manco pel cazzo senno botte) anche non vincelo ma sono loro che devono aver paura

Commento 11 - Inviato da: mino27, il 19/10/2013 alle 20:47

Foto Commenti

Ferro,ovviamente la mia era una battuta a doppio senso èWinkLaughing

Commento 12 - Inviato da: il ferro, il 19/10/2013 alle 21:24

Foto Commenti

è vero? Kiss

Commento 13 - Inviato da: mino27, il 19/10/2013 alle 22:28

Foto Commenti

si si ma nun me baciare che non me garbi ahahahahahLaughing