Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 18a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Pianese12Pontedera
Pro Vercelli00Pistoiese
Siena10Como
Arezzo10Gozzano
Juventus U2313Carrarese
Lecco20Olbia
Pro Patria12Novara
Albinoleffe12Renate
Monza30Giana Erminio
Pergolettese21Alessandria
MONDO AMARANTO
Luigi in Egitto
NEWS

Una trasferta sempre decisiva: dalla vittoria nella nebbia all'addio di Balbo. Quanti intrecci

Piancastagnaio nelle ultime tre stagioni ha rappresentato un crocevia determinante per il campionato amaranto. Dal rotondo 3-0 del gennaio 2011, che lanciò la squadra verso la conquista della salvezza, all'incredibile 0-4 del gennaio 2012, con i giocatori presi a pallate di neve dai tifosi inferociti. Fino all'ultimo confronto diretto, perso dall'Arezzo al 93esimo, che costò l'esonero all'allenatore argentino e al direttore generale Martucci



30 gennaio 2011, Raso segna su rigorePiancastagnaio è sempre stato un crocevia determinante per l’Arezzo, nel bene e nel male. Nelle tre stagioni passate, la pittoresca trasferta sull’Amiata ha rappresentato lo snodo decisivo del campionato, il bivio dell’anno. Una volta ha cambiato le cose in positivo, due volte è accaduto in negativo. Adesso, a giudicare dal contesto di classifica, ci risiamo. Il che aggiunge adrenalina a una partita importante di suo.

30 gennaio 2011, trampolino salvezza. Rivoluzionato al mercato di dicembre dopo il passaggio di consegne tra Massetti e Severini, l’Arezzo doveva ancora lasciarsi alle spalle la zona calda della classifica. E il cambio passo arrivò in una domenica da tregenda, meteorologicamente parlando: pioggia a goccioloni, nevischio, un freddo boia e il campo in erba naturale ridotto a un pantano. Pecorari si fece male nel riscaldamento e al suo posto giocò Bacis. La Pianese era in zona play-off ma gli amaranto furono leoni: segnò Raso su rigore, l’arbitro negò un altro penalty clamoroso a Rubechini, raddoppiò Sanguinetti prima dell’intervallo e prima di farsi espellere insieme a Rosi, arcigno difensore bianconero. Nella ripresa Rubechini firmò il tris, con la partita che rischiò la sospensione perché a un certo punto in campo non si vedeva niente causa nebbia. Fu una gran giornata per l’Arezzo, fu il quarto risultato utile di fila di una striscia che sarebbe arrivata a sedici. A giugno, a giochi fatti, alla domanda su quale fosse stata la domenica della svolta, tutti rispondevano senza esitare: Piancastagnaio.

 

19 febbraio 2012, Bucchi battuto con la neve a bordo campo19 febbraio 2012, addio sogni di gloria. Con il Pontedera 4 punti sopra e dieci giorni di allenamenti al palaCaselle per le nevicate che avevano coperto il centro Italia, l’Arezzo si presentò in casa della Pianese con un chiaro obiettivo: vincere. E l’inizio fu confortante: traversa di Crescenzo, occasionissima per Martinez, padroni di casa costretti a subire. Invece il match si snodò in modo tremendo. Al primo tiro bianconero di Pereyra, gol. Secondo tiro di Del Giusto a trenta secondi dall’intervallo, gol. Terzo tiro di Giomarelli al primo minuto della ripresa, gol. Quarto tiro di Giomarelli, gol. Una carneficina calcistica, con l’Arezzo colpevole e sfigato, sciupone e stordito. E così una partita che sembrava non dovesse giocarsi per la neve stile Lapponia caduta in precedenza e accatastata a bordo campo, si trasformò nell’inizio della fine. Colpa del sintetico, colpa degli episodi, colpa di non si sa chi, fatto sta che quel giorno si ruppe qualcosa: i tifosi presero a pallate di neve i giocatori a fine match e il Pontedera bulldozer prese il largo. A fine anno, alla domanda su quale fosse stata la partita spartiacque, tutti rispondevano senza il minimo dubbio: Piancastagnaio.

 

28 ottobre 2012, Bacis, Martucci e Balbo in tribuna28 ottobre 2012, doppio esonero. Reduce da una domenica devastante contro la Viterbese, battuto in casa nell’extratime e con la coda maligna della squalifica del campo e di tutto lo staff tecnico per colpa del referto di Zanonato di Vicenza, l’Arezzo andò sull’Amiata in cerca di riscatto, con Tocci e Pellicanò in panchina, Balbo e Bacis in tribuna, i tifosi fuori dallo stadio per il divieto del Casms e uno striscione di protesta attaccato alla cancellata esterna (rimosso in fretta da uno zelante inserviente del posto). In campo regnò l’equilibrio, Bianchini fece gol ma glielo annullarono, poi al 93esimo Lukaj trovò il varco giusto e infilò la porta di Martinuzzi, che dopo la doccia litigò di brutto con Macellari. Un massacro. Fu quella la quinta sconfitta in nove giornate e il martedì mattina successivo, a Roma, Severini convocò Balbo e il direttore generale Martucci e li esonerò entrambi. La squadra fu affidata a Bacis: una soluzione temporanea che ben presto si tramutò in definitiva, con De Nicola a capo dell’area tecnica per gestire la campagna trasferimenti dicembrina, fatta di cessioni eccellenti e acquisti a buon mercato. Il nuovo assetto durò poco: l’arrivo di Ferretti alla presidenza, con Dioguardi direttore generale, portò con sé anche l’addio di De Nicola e Bacis, rimpiazzato da Nofri. A maggio fu salvezza, in mezzo a mille altri cambiamenti nell’organigramma. A stagione chiusa, alla domanda su quali fossero state le giornate dirimenti, tutti inserivano senza esitare anche quella di Piancastagnaio.

Dopodomani, se corsi e ricorsi storici hanno qualche valore, al Comunale di via Fratelli Rosselli ci sarà in palio molto di più che i semplici tre punti.

 

Video - Stagione 2010/11, Pianese-Arezzo 0-3

 

Video - Stagione 2011/12, Pianese-Arezzo 4-0

 

scritto da: Andrea Avato, 25/10/2013





Pianese-Arezzo 1-0, le immagini della partita

COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: Giotto, il 25/10/2013 alle 11:19

Foto Commenti

Alò, ma quanti biglietti s'è venduto?

Commento 2 - Inviato da: DaM, il 25/10/2013 alle 11:20

Foto Commenti

Ahhh Balbo. Chi allena ora? La Nuova Zelanda?

Commento 3 - Inviato da: Giotto, il 25/10/2013 alle 11:42

Foto Commenti

Dal sito ufficio di Abel Eduardo Balbo non si capisce molto. Da un altra fonte invece lo davano in partenza (a settembre) per il Gambia, dove ricoprirà un incarico per la Federazione.

Commento 4 - Inviato da: il ferro, il 25/10/2013 alle 16:24

Foto Commenti

si. il paese africano lo ha recentemente ingaggiato nel settore banane.

mansione: raddrizzarle col culo.

Commento 5 - Inviato da: elrubbe, il 25/10/2013 alle 16:31

Foto Commenti

mi domando dove sono andati a finire tutti i grandi allenatori di questo blog che insultavano il nostro MISTER! Forse stanno aspettando domenica per ricominciare? Non sarà il miglior mister sulla piazza e forse gli manca un pò di esperienza ma sparare sempre a preiscindere è da vigliacchi! Ma siete andati almeno una volta ad assistere agli allenamenti per vedere con quanta competenza e grande motivazione lavora? Fate schifo e non siete dei veri tifosi!! Per citare il Ferro un saluto da uno dei tanti nuovi coglioncelli!

 

Commento 6 - Inviato da: spiblo, il 25/10/2013 alle 16:56

Foto Commenti

Nessuno ha mai voluto fare il mister. Chi ( come me) ha criticato il modo di giocare dell'Arezzo lo ha fatto perchè in campo la domenica si vedeva giocare male, senza organizzazione ne idee; si vedevano fare sostituzioni dubbie rispetto all'esito ed all'assetto e dato che chi scrive qua lo fa perchè è innamorato dell'Arezzo ma non cieco ne obnubilato dal tifo, segnala e svrive quel che vede. Poi tutti noi ed io per primo siamo non felici, ma entusiasti di vedere che col tempo le cose si raddirizzano, che il gioco viene e si forma, che la squadra vince e scala la classifica. Sono stato a Scandicci e sotto il temporale a Sansepolcro, probabilmente andrò a Piancastagnaio perchè sono il primo ( come tutti noi, del resto ) a credere in questo progetto, in questa squadra e nella capacità di motivarla del suo allenatore , però per nessuna ragione ho mai accettato nè accetterò mai di applaudire per ordine di scuderia.  Forza Arezzo, sempre e per sempre 

Commento 7 - Inviato da: Amarantegnene, il 25/10/2013 alle 19:15

Foto Commenti

Quoto Ferro e Spiblo!!

Commento 8 - Inviato da: aretinodentro, il 25/10/2013 alle 19:25

Foto Commenti

Si sa quanti biglietti sono stati venduti?

Commento 9 - Inviato da: il ferro, il 25/10/2013 alle 20:16

Foto Commenti

il calcio parla col gioco e coi risultati.

il resto è lolla.

il pubblico se non vede un tiro in 3 gare si incazza,così come se vede l'AREZZO  a 5 punti dalla pianese......e siccome la squadra è a detta di tutti (con poche -stranissime eccezioni) ottima, è chiaro che uno se la prende col mister.  poi per farlo diventare un eroe c'è tempo.....a maggio sapremo quale tributo rivolgergli.

PERCHE' QUEST'ANNO CHI NON ARRIVA PRIMO è BENE CHE A AREZZO CI TORNI IL MENO POSSIBILE......

la d non la sopporta più nessuno.

i giocatori e i mister passano.....i tifosi,la maglia e (forse) la società restano!!!   ricordatevelo coglioncelli!!!

Commento 10 - Inviato da: CAP52031, il 25/10/2013 alle 20:33

Foto Commenti

...Io ho sempre detto che il Mister è un bravo citto ma non adatto a gestire pressioni. Se le critiche sono costruttive secondo me vanno sempre accettate, possono essere uno stimolo a far meglio se uno ha carattere (e Mezzanotti ce l'ha) Si sono visti dei miglioramenti (ERA ORA!!!!), a livello di gioco latitiamo ancora molto, schemi quasi zero,continui cambi di formazione, sostituzioni cervellotiche, richiesta di rinforzi!!!!!ecc.. Abbiamo fatto 3 vittorie di fila (contro squadre modeste) giocando maluccio per larghi tratti, poi chiaro che quando hai Essoussi che ti trova il rigore, Carteri che ti segna da 25 metri, Sprazzi di classe di Martinez, i centrali di difesa da altre categorie ecc ti puoi permettere di tenere Invernizzi,Quadrini,Pecorari e compagnia a scaldare la panca e vincere lo stesso. Le vittorie sempre belle,importanti e corroboranti non devono però farti chiudere gli occhi sul resto!!!...Detto questo ALO' Arezzo e ALO' Mister..vinciamo e cresciamo tutti assieme!!

Commento 11 - Inviato da: il ferro, il 25/10/2013 alle 20:47

Foto Commenti

poi mi sembra che le critiche al mister abbiano fatto altro che bene.

si deve capire che è da bischeri dire le cose per partito preso, mentre è intelligente dire "bene" quando va bene e "male" quando va male.....

non è che se uno una volta ha detto "male" lo deve dire in eterno sennò è incoerente....

Commento 12 - Inviato da: CAP52031, il 25/10/2013 alle 21:10

Foto Commenti

...Volevo fare i complimenti a tutti (o quasi)..un blog di tifosi intelligenti con commenti sensati (quasi tutti)..sono orgoglioso di farne parte...Siamo da altre categorie non solo come squadra e tifosi ma anche come blogger...Ma se leggesse sti commenti un perugino (mediamente ignorante) secondo voi che ci capirebbe?...per me un c...o!!!Smile

Commento 13 - Inviato da: elrubbe, il 25/10/2013 alle 22:15

Foto Commenti

ottimi commenti. ma i veri detrattori sono rimasti zitti. spero che non si azzardino a salire sul carro dei vincitori.si perchè VINCEREMO

Commento 14 - Inviato da: leonARdo, il 25/10/2013 alle 22:24

Foto Commenti

Quest'anno questa partita deve essere ricordata come quella dell'aggangio alla vetta della classifica (Pistoiese permettendo) e dell'inizio di una cavalcata vincente!!!

Commento 15 - Inviato da: Marco Bianchi, il 25/10/2013 alle 22:34

Foto Commenti

FORZA RAGAZZI! Cool

Commento 16 - Inviato da: Amarantegnene, il 26/10/2013 alle 01:16

Foto Commenti

I soliti noti detrattori, si iscriveranno con altri nick e si schiereranno secondo il vento che tira!! Sicuro!

Commento 17 - Inviato da: scarfaceamaranto, il 26/10/2013 alle 10:00

Foto Commenti

Grande Ferro!!! concordo con tuo commento(12), credevo di riuscire a non intervenire per un breve periodo, dopo piccola polemica scorsa settimana, quando ero stato accusato di lanciare la corsa a favore di INVERNIZZI(ricordate?). La mia era solo una considerazione su come MEZZANOTTI gestisce la rosa(ed e' diverso), chiedere a chi suda da norcia come si sente dopo l'arrivo di QUADRINI...(solo INVERNIZZI?), un anno e mezzo che non gioca e magari domani e' pure in panchina...... ne vogliamo parlare? Per non parlare di come ha gestito i cambi durante le partite..... Quindi?? Cque spero di essere smentito e domani la partita si concluda con un bel risultato all'inglese 0-2 e tutti a casa. FORZA AREZZO.

Commento 18 - Inviato da: il ferro, il 26/10/2013 alle 10:13

Foto Commenti

ora et semper  +*o