Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 8a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzosab16.30Triestina
Fermanadom15Carpi
Mantovadom15Imolese
Modenadom15Perugia
Sud Tiroldom15Samb
V. Veronadom15Matelica
Legnagodom17.30Feralpi Salò
Ravennadom17.30Fano
Vis Pesarodom17.30Gubbio
Cesenalun21Padova
MONDO AMARANTO
Fabio in trasferta a Gallipoli
NEWS

I treni persi, l'ansia da risultato, i rigori del dubbio, l'ultimo salto di qualità

L'1-1 dei rimpianti: troppo poco ha fatto il Todi per prendere il punto. Troppo di più ha costruito l'Arezzo per non vincere. Invece è finita pari, soprattutto per colpa di un secondo tempo in cui gli amaranto hanno lasciato campo e iniziativa agli avversari. La squadra è competitiva, è solida, non perde praticamente mai. Ma le manca l'ultimo salto di qualità



l'undici amaranto schierato a TodiUn altro appuntamento mancato, un altro treno perso, altri due punti mandati in fumo. L’Arezzo fa e disfa da un bel po’ di tempo, viaggia in quarta marcia ma non in quinta. L’1-1 di Todi è l’ulteriore anello della catena dei rimpianti, perché Pecorari e compagni avevano in mano partita e risultato, ma non li hanno saputi gestire. E stavolta, a fronte di prestazioni individuali discrete, è venuto meno il coraggio di tenere il campo, di aggredire, di far girare palla. E’ stato l’atteggiamento di squadra a rivelarsi improduttivo, avvelenato da una timidezza di cui l’Arezzo, in queste forme, non aveva mai sofferto. Troppo poco ha combinato il Todi, in quanto a palle gol, per portarsi a casa il punto. Troppo di più, nell’arco dei 96 minuti, hanno fatto vedere gli amaranto per non chiudere con il risultato pieno. E invece è finita pari e patta. Mai come stavolta, è stato fatale quel lento ma inesorabile arretramento a ridosso della tre quarti, lasciando l’iniziativa agli avversari, diradando le sortite in contropiede. E il Todi, con il peggior attacco del torneo e il solo Tarpani che là davanti poteva inventarsi qualcosa, alla fine si è aggrappato all’episodio che gli ha permesso di tenere la testa fuori dal pelo dell’acqua. Ma il calcio è così: se concedi metri e palloni dentro l’area, poi può scapparci il rimpallo, la botta di sfortuna o, come nel caso di ieri, un contatto mezzo e mezzo che l’arbitro giudica da rigore.
l'occasione del raddoppio capitata a RubechiniE’ qui che si annidano le recriminazioni dell’Arezzo, che altro non sono se non contriti mea culpa. Dopo un primo tempo di quella fatta, determinato, vivace, battagliero, lucido, chiuso con un gol di vantaggio strameritato, bisognava insistere e mandare giù l’avversario che barcollava. Il Todi dall’attacco anemico, costretto a sbilanciarsi per cercare il pareggio, dietro lasciava corridoi sempre più larghi, nonostante la buona prova dei centrali Brozzetti e Baratteri. Ma l’Arezzo, quegli spazi, li ha attaccati per una decina di minuti, poi si è messo là a difesa del fortino, ricorrendo al giro palla sempre più di rado, affidandosi ripetutamente ai lanci lunghi per Raso e Cissé, che han fatto quello che hanno potuto.
E’ vero che, come con lo Sporting, bisognava andare al riposo col doppio vantaggio. E sarebbe stata tutt’altra storia. Ma capita di non riuscire a chiuderla e allora occorre saperla gestire. Sotto questo profilo, il campo ha detto che si poteva e doveva fare di più. Se sia stata una scelta quella di lasciare il possesso al Todi e puntare sulle ripartenze, non si sa. Probabilmente no, il che è pure peggio, perché significa che alla squadra è presa l’ansia da risultato, che è la malattia più subdola di tutte.
Bacis, alla fine, ha detto che il Todi poteva segnare solo su punizione o rigore. E in effetti, in diretta, l'impressione era esattamente quella. Ma è per questo che bisognava giocare di più. Perché nel secondo tempo c’è stata una punizione di Bernicchi che ha originato un mischione da brividi. C’è stata la punizione di Baratteri con la deviazione di Cascella e la super parata di Bucchi. C’è stato l’angolo sul quale Galasso e Brozzetti sono venuti a contatto. Di lì il rigore di Tarpani. Troppi palloni all’interno dei sedici metri amaranto. Che poi, per dirla tutta, è vera pure un’altra cosa. Il fallo di Galasso era dubbio e l’arbitro ha dato rigore. Il fallo su Pozzebon era dubbio e l’arbitro non ha dato rigore. Per chi vuole ridurre la discussione all’osso, c’è materiale in abbondanza, in una partita chiusa con dodici ammoniti (sei per parte) e una lunga serie di randellate.
l'intervento di Baratteri su Pozzebon che ha fatto gridare al rigoreLa conclusione si lega alla premessa dell’articolo. Dopo tredici giornate, pregi e difetti cominciano a intravedersi più nitidamente. L’Arezzo è squadra solida e oggettivamente competitiva. Segna molto, più di tutta la concorrenza. Subisce pochi gol, solo il Pontedera ne ha presi di meno. Ha la miglior differenza reti del torneo. Non perde praticamente mai, visto che da gennaio a oggi è andata sotto appena due volte. E’ costante nel rendimento ma le manca il salto di qualità definitivo. Non è un caso che abbia azzeccato una doppietta di vittorie soltanto una volta e che subito dopo siano arrivati due pareggi in fila. Rispetto alle altre, l’Arezzo propone pure una bontà di gioco mediamente superiore. Ma spesso raccoglie meno di quanto semina. In poche parole, è squadra brava ma non bravissima. Finora è stata da sette e mezzo e non da otto e mezzo. E la sensazione è che questo gruppo, che in fatto d’impegno non è mai mancato, possa arrivare fino a qui, non più su. Adesso, col mercato che riapre, siamo a un bivio. Se si pensa che, recuperando gli infortunati e confidando in un minore accanimento della sorte, si salga l’ultimo gradino, si può pure restare così. Se invece si pensa che va fatta un’ultima ma decisiva iniezione di tecnica e personalità, allora bisognerà guardarsi intorno. A dicembre, come insegna la scorsa stagione, ci si gioca il campionato. In campo e fuori.

FOTOGALLERY BY GIULIO CIRINEI

scritto da: Andrea Avato, 28/11/2011





Todi-Arezzo 1-1, le immagini della partita

Todi-Arezzo 1-1
COMMENTI degli utenti

Commento 1 - Inviato da: baicol, il 28/11/2011 alle 10:22

Foto Commenti

Sveglia!!!! La prossima settimana sarà, e stavolta è vero, la settimana decisiva. Al mister e alla squadra il compito di dimostrare di meritare questa maglia. Le possibilità le avete, le motivazioni non mancano, se siete veramente i più forti sta solo a voi dimostrarlo.

Commento 2 - Inviato da: Keaton, il 28/11/2011 alle 10:59

Foto Commenti

Articolo da condividere in pieno. Questa squadra a volte da la sensazione di non avere la cattiveria necessaria per chiudere le partite. 

Con i risultati di ieri ci si poteva avvicinare alla vetta e affrontare i prossimi scontri diretti con Castel Rigone e Pontedera da una posizione migliore. Sono occasioni da non perdere.

Commento 3 - Inviato da: Avanti_Arezzo, il 28/11/2011 alle 12:33

Foto Commenti

Articolo condivisibile in parte.Fin'ora il cammino dell'Arezzo è da 6,5,e non da 7,5.

Io insisto.3 innesti di personalità,e poi addio serie D.Và fatto un mercato in prospettiva promozione,e credo che la società non ci deluderà anche perchè un'occasione così ghiotta non se la possono lasciar sfuggire.Domenica anche noi dobbiamo fare la nostra parte,riempiendo i gradoni del Città di Arezzo e trascinando la squadra alla vittoria.

Commento 4 - Inviato da: Avanti_Arezzo, il 28/11/2011 alle 12:34

Foto Commenti

Baicol,sarebbe bene si svegliasse anche la città,che è caduta in un letargo imbarazzante.

Commento 5 - Inviato da: classe69, il 28/11/2011 alle 13:39

Foto Commenti

Parlare di treni persi a 21 giornate dalla fine mi sembra da manicomio...il cammino della rosa attuale è da 7...poi per fare il definitivo salto di qualità manca qualcosa....ma chi non se ne è accorto????????Ci sono giocatori che non servono e che molto probabilmente non giocheranno mai....via questi per un obbiettivo che non possiamo fallire!!!! Poi mettimoci pure gli infortuni....!!!!!

Commento 6 - Inviato da: Toni, il 28/11/2011 alle 14:40

Foto Commenti

Scusa classe69 ma qual'è il tuo criterio di giudizio?

Si sta parlando di una squadra qualunque o di una che deve vincere il campionato?

Se è la prima allora ti do ragione, se è la seconda mi dispiace ma per me sono da 5!

Non si può perdere punti così!!!! Con la squadra che abbiamo il campionato bisognerebbe asfaltarlo!!!! 

Commento 7 - Inviato da: Andrea Avato, il 28/11/2011 alle 14:44

Foto Commenti

Se consideriamo i numeri, anche in rapporto alle altre squadre, il voto per l'Arezo non può essere insufficiente. Non è che siamo a metà classifica, siamo secondi da soli e con possibilità concrete di vincere il campionato. Poi 7, 7.5, 8 cambia poco. La rosa è competitiva per me, ma il campo sta dicendo che arriviamo fino a una certa soglia e non riusciamo ad andare oltre. O dipende dalle tante assenze o dipende da qualche rifinitura da fare al mercato. Non si scappa.

Commento 8 - Inviato da: baicol, il 28/11/2011 alle 15:04

Foto Commenti

Avanti_Arezzo purtroppo questa città non la svegli manco con le cannonate, almeno fino a che non tornerà di moda venire allo stadio saremo sempre i soliti innamorati dell'Arezzo o poco più.

La squadra invece deve dimostrare di che pasta è fatta nelle prossime partite, se sbagli queste diventa un casino. Se siamo veramente i più forti è arrivato il momento di farlo vedere.

Sul fronte mercato la vediamo più o meno tutti alla stessa maniera, sfoltire chi non è riuscito ad esprimersi e a forza di aspettarlo ha preso la muffa, sostituendolo con 2/3 pezzi di valore. 

L'occasione di vincere questo campionato è chiara e assolutamente alla nostra portata, ma bisogna dasse na mossa perchè conta solo arrivare primi e noi primi lo siamo stati solo 2 domeniche su 13 se non sbaglio, un po' pochino. 

 

Commento 9 - Inviato da: Andrea Avato, il 28/11/2011 alle 15:09

Foto Commenti

Il pareggio di Todi è deleterio anche per questo. Una vittoria ieri, un bel risultato col Castel Rigone e a Orvieto, l'8 dicembre, si rivedeva un esodo come ai vecchi tempi!!! Frown

Commento 10 - Inviato da: il ferro, il 28/11/2011 alle 15:37

Foto Commenti

lo diceva Materazzi. ma la società lo ha eclissato.

lo diceva anche il ferro e tutti lo infamavano.

ora che il fatto che " MANCA QUALCOSA "lo vedono tutti,caro martucci ce lo pigli qualcuno per levarsi dalla D?? in prospettiva futura,come giustamente dice anche AVANTI AREZZO?

pensierino: MIGLIOR ATTACCO,MEGLIO DIFESA,SQUADRA TOSTA MA SENZA ATTRIBUTI e che vince solo se ne fa 4.....altrove il tecnico sarebbe già alle maldive in vacanza forzata.....e MATERAZZI,sbandierato come il vice-balbo NON PARLA DA AGOSTO....quando disse che mancava qualcosa e fu subito aciaccato come un gatto in autostarda...NERI E MANGONI CI SONO SEMPRE???BOH!!! fazioso il ferro,eh! ma sbaglia sempre poco. a pensar male ci si piglia spesso.

Commento 11 - Inviato da: Andrea Avato, il 28/11/2011 alle 15:48

Foto Commenti

Ferro, giusto per essere precisi. Materazzi non è vero che non parla da agosto (ha parlato anche dopo il 2-1 alla Pontevecchio, l'ultima conf stampa l'ha fatta a inizio ottobre), è sempre al campo, ha incontrato le società dei settori giovanili, ha preso parte (ovviamente) alle riunioni per il mercato. 

Commento 12 - Inviato da: Arretium Amaranthus, il 28/11/2011 alle 16:42

Foto Commenti

Il dato allarmante è che nonostante il Pontedera abbia rallentato l'Arezzo è sempre a  -4 e non è stato capace di approfittarne anche se giocava con l'ultima in classifica ed essere passato in vantaggio....effettivamente manca qualcosa ma non sono sicuro che sia una lacuna puramente qualitativa che può essere acquistata con il mercato......poi quando si dice di vendere chi non serve allo scopo penso che in questo momento di crisi economica il mercato in uscita sia difficilissimo anche per il miglior Moggi e spero che questo non pregiudichi eventuali arrivi.....

Commento 13 - Inviato da: Giulio Cirinei, il 28/11/2011 alle 16:54

Foto Commenti

nella mia personale moviola mancano un rosso a Tarpani e un rigore a Pozzebon. Non ero nella posizione giusta per giudicare il rigore su Raso nel secondo tempo, ma c'è una evidente trattenuta, sempre su Raso, nel primo tempo.

http://www.amarantomagazine.it/upload/galleria/img/106_0112.JPG

ultimo minuto del primo tempo. Tarpani su Rubechini in scivolata col piede a martello, e troppo alto per poter dire che cercasse la palla. Qui cercava solo ed esclusivamente di mettere il suo piede fra il piede di Rubechini e il pallone. Rosso. Poteva far danni

http://www.amarantomagazine.it/upload/galleria/img/106_0201.JPG

il rigore su Pozzebon è solare. Ho avuto questa impressione nettissima dal vivo, lo stesso rivedendo le mie immagini, ma sono statiche. Ho rivisto ora le immagini tv e dico che se questo non è rigore, di rigori negli ultimi dieci anni ne ho visti 2 o 3. Pozzebon anticipa il difensore, che cerca (ma non trova) la palla. Dalla foto si vede benissimo che il piede del difensore è già stato superato dal pallone. E che a Pozzebon lo prende, non ci sono dubbi...

Commento 14 - Inviato da: tatanka, il 28/11/2011 alle 17:40

Foto Commenti

Undecided.intanto senza torti arbitrali e la c......con la sansovino staremo lassu' insieme a loro e vi ricordo a che a detta di tanti presunti esperti ,l'Arezzo in Estate era considerata la non favorita anzi .......per cui aspettiamo Castel Rigone ,Orvieto e Pontedera per vedere se siamo da C2 io dico di si, considerando che gli under sono buoni e che gli over sono di categorie superiori C2-C e anche serie B(io non l'ho detto) i risultati arriveranno di sicuro!Per quanto riguarda il mercato siamo sicuri che la societa' è in grado di sostenere ulteriori sforzi economici?Altrimenti mancherebbe ,Pecorari permettendo, solo un giocatore alla Mautone che possa far respirare qualcuno a centrocampo come ieri a Todi quando Marino e crescenzo avevano esaurito le batterie e la squadra non riusciva piu' a risalire se non dalle fasce oltre la propria meta'campo.Forza Arezzo.

Commento 15 - Inviato da: tatanka, il 28/11/2011 alle 19:27

Foto Commenti

...................................dimenticavo Raso e Martinez non hanno quasi mai giocato insieme e speranza è fuori gia'  da 2 settimane e non è poco !!!!!!!!!Ho visto le immagini, rigore inesistente e 2 dubbi a favore.

Commento 16 - Inviato da: classe69, il 28/11/2011 alle 19:52

Foto Commenti

cOMMENTO 18......il più azzeccato...non saremo il barcellona ma in campo danno tutto!!!!

Commento 17 - Inviato da: Arretium Amaranthus, il 28/11/2011 alle 20:10

Foto Commenti

La partita è stata un massacro...dovevamo vincere 1 a 6 avendo comunque sbagliato anche tante occasioni!Le prossime partite diranno la verità perchè vedremo la differenza fra l?arezzo e le altre candidate alla promozione,per me siamo i pi forti ma non di poco!

Commento 18 - Inviato da: il ferro, il 29/11/2011 alle 15:24

Foto Commenti

DISFATTISMO MAI.

però dire che la squadra è a posto così mi pare autolesionismo. Basta un niente per migliorarla e metterci al sicuro. ma un niente non è un terzino e forse un mautone. un centrocampista buono?un attaccante?? leggendo la classifica marcatori vedo già tanta gente sopra i 10.....noi al massimo siamo a 5. sono stati sfortunati,ma uno che segna serve come il pane. o ci basta sperare che cissè regga tutto da solo? QUI C'è DA ARRIVARE PRIMI E BASTA. IL RESTO è DELUSIONE. E ESSERE A 4 PUNTI DA UN IMBATTUTO PONTEDERA E CON ALTRE 4 SQUADRE INSIEME A NOI NON FA CERTO RESTARE TRANQUILLI.

non si può perdere questo treno. quindi SFOLTIRE E MIGLIORARE per andare sul velluto e avere buoni giocatori in chiave futura. insomma SE TUTTI DICONO CHE MANCA QUEL QUALCOSA......non hai mai vinto 1-0. hai migliori attacco e difesa.hai buoni elementi(qualcuno ottimo) però sei secondo a patire e insieme a altre 5 squadre te la devi lottare. SIAMO L'AREZZO. pretendere di più è obbligatorio. soprattutto ora che basta poco. anno scorso serviva tanto e tanto è arrivato. ora serve poco ma quel poco deve arrivare. e di qualità.

Commento 19 - Inviato da: il ferro, il 29/11/2011 alle 15:32

Foto Commenti

AVATO: però onestamente alzi la mano chi non si sarebbe aspettato più interventi e una maggior presenza mediatica e di rappresentanza di materazzi......o di menchino....o di mangoni.....insomma di chiunque non sia martucci o severini. anche per sentire altre campane.... dai,siamo onesti.....dopo l'esternazione di materazzi che mancava qualcosa non l'hanno fatto parlare quasi più. e gli hanno anche risposto incaszati:(non ho bisogno di tutor).

POI INSOMMA..DATI ALLA MANO NON SERVIREBBE QUALCUNO IN GRADO DI FAR CAMBIARE MENTALITà A UNA SQUADRA POTENZIALMENTE LETALE MA CHE NONOSTANTE L'IMPEGNO PROFUSO NON OTTIENE RISULTATI "DI ATTRIBUTI"??(tipo un bel 1-0 al 90')sarà che deve sempre essere o 4-0 o pareggino con mille rimpianti e colpe dell'arbitro???

non lo so. sto solo cercando di capire quella che potrebbe essere la soluzione per far cambiare marcia a una squadra incapace finora di farlo. perchè se non cambi marcia sarà ancora serie D. e grechetto di todi. almeno un conero o un lambrusco......

Commento 20 - Inviato da: Andrea Avato, il 30/11/2011 alle 18:06

Foto Commenti

Che serva qualcuno (un paio di elementi) lo penso anch'io, perché il campo sta dicendo proprio questo. Due innesti di spessore potrebbero afrci fare il salto di qualità definitivo.

Su Materazzi invece non penso che sia nell'ombra. La sua parola pesa molto, per quel che vedo, sia sulle scelte tecniche che di mercato. Lui è un Dt, secondo me sta dosando gli interventi anche per questo. E non è facile