Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 13a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Imolese02Arezzo
Fano12V. Verona
Gubbio11Feralpi Salò
Samb11Legnago
Sud Tirol11Perugia
Carpi22Triestina
Cesena00Modena
Fermana11Matelica
Mantova21Ravenna
Padova53Vis Pesaro
MONDO AMARANTO
Margherita, Angiolo e Sara - Bruxelles
NEWS

Sintetico, Essoussi a casa, due gol da rimontare. All'Arezzo serve la partita perfetta

Il centravanti squalificato come Pecorari, l'erba artificiale di Secondigliano, lo 0-2 dell'andata e una condizione atletica poco brillante: sono gli ostacoli più grandi da superare per ribaltare la situazione e qualificarsi per la finale di Coppa Italia. La qualità tecnica degli amaranto però è superiore a quella del Pomigliano e giocare senza pubblico potrebbe essere un vantaggio. Chiappini comunque dovrà sbagliare poco nella scelta dell'undici e nella gestione della gara



Horacio Martinez guiderà l'attacco contro il PomiglianoSulla carta non sarebbe un’impresa impossibile. Recuperare due gol al Pomigliano si può, a patto che l’Arezzo tiri fuori una prova maiuscola come da tempo non si vede. E che i granata si facciano prendere dall’ansia da prestazione.

A vantaggio di Chiappini c’è il campo neutro: si gioca a Secondigliano perché il ‘’Gobbato’’ di Pomigliano è inagibile. Si gioca anche a porte chiuse perché contro il Savoia, nel turno precedente di Coppa, i tifosi ne combinarono più di Carlo in Francia e il giudice sportivo calcò la mano: multa di duemila euro e due turni senza pubblico sugli spalti. Inoltre il Pomigliano, guardando la classifica del girone I e la prestazione dell’andata, non è uno schiacciasassi. In campionato sta lottando per evitare i play-out e nel 2014 ha vinto solo due partite su sette. Inoltre ci sono tre squalificati: l'attaccante Panico, l’under Festa e il tiratore scelto Varriale, terzino armato di un sinistro micidiale sui calci piazzati.

A vantaggio dei campani, rovesciando l’analisi, c’è indubbiamente il 2-0 conquistato con merito al Comunale. Perché è vero che i supplementari non sono previsti e che con identico risultato l’Arezzo andrebbe direttamente ai rigori, con cui ha già fatto fuori Sansepolcro, Gualdo e Lupa Roma, ma vincere largo in trasferta non è mai semplice, tanto più che Seno quest’anno in casa ha lasciato la posta solo tre volte, due delle quali a settembre. Poi si giocherà sul sintetico, che qualche problemino lo crea sempre a chi non c’è abituato. E infine, parafrasando Chiappini, la gamba degli amaranto non sta granché. E se non hai birra per correre novanta minuti, come servirà mercoledì, è complicato ipotizzare il colpaccio. Infine staranno fuori sia Pecorari che Essoussi, entrambi squalificati.

Però in palio c’è la finale del 2 aprile e la garanzia di entrare perlomeno nei quarti dei play-off. Che sono l’unico passepartout buono per il ripescaggio. Dunque, tutto può accadere. In teoria. In pratica si vedrà sul campo, con Chiappini che dovrà sbagliare poco nella scelta dell'undici iniziale e nella gestione della gara.

 

I 20 convocati amaranto. Portieri: Scarpelli, David. Difensori: Zaccanti, Tonetto, Dierna, De Martino, Carminucci, Bellavigna, Mencarelli. Centrocampisti: Idromela, Carfora, Carteri, Rascaroli, Bricca, Rubechini, Frasca. Attaccanti: Martinez, Disanto, Dieme, Quadrini

 

scritto da: Andrea Avato, 04/03/2014





Coppa / Arezzo-Pomigliano 0-2, le immagini

comments powered by Disqus