Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Nicolò, Matteo, Marco, Niko, Giulio e Niko sulle Dolomiti
NEWS

Un torneo giovanile e un premio per Abete. Nel nome di Rachini e della riconciliazione

Presentata stamani una grande manifestazione di sport dedicata alla memoria di Azelio Rachini: dal 18 al 20 aprile si affronteranno le formazioni Allievi di Arezzo, Perugia, Siena, Poggibonsi, Fiorentina, Prato, Bologna e Boston, con le partite in programma al Villaggio Amaranto e al Comunale. Il presidente della Figc invece riceverà il premio come miglior dirigente italiano



Azelio Rachini in una foto con Tavecchio e AbeteIl 18 aprile arriva Giancarlo Abete in città. Il presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio riceverà il premio come miglior dirigente sportivo del 2013 e contestualmente darà il via al primo torneo internazionale giovanile dedicato alla memoria di Azelio Rachini

Nato ad Arezzo, sbarcato in Federazione quando ancora aveva i colori del Cavallino sulla divisa, Rachini è il personaggio al quale è stato intitolato il Villaggio Amaranto. E proprio alla sua filosofia di sport si sono ispirati gli organizzatori dell'Arezzo Football Academy nel mettere in moto la macchina della logistica. Il 2014 rappresenterà infatti il punto di partenza per consolidare nel panorama calcistico italiano due iniziative di grande rilievo: il torneo di calcio riservato alla categoria Allievi e il premio per il dirigente che più si è contraddistinto per abilità, lungimiranza e spirito di servizio.

A nessuno sfugge che quello di Giancarlo Abete, massimo rappresentante delle istituzioni calcistiche mai troppo tenere con l'Arezzo, non sia un nome di grande appeal per gli sportivi. Il fallimento del 1993, la penalizzazione del 2006, l'indifferenza verso la petizione promossa da OA nel 2012 e firmata perfino dal sindaco Fanfani, bastano per ridestare antichi e mai sopiti rancori. Ma il premio nasce a prescindere da tutto ciò. Semmai, giornalisticamente parlando, bisognerà approfittarne per una riconciliazione, anche alla luce di un ripescaggio in Lega Pro che, per andare in porto, ha bisogno di risultati sportivi, disponibilità economiche e rapporti morbidi con il Palazzo.

E comunque stamani, durante la conferenza stampa di presentazione del premio e del torneo, si è parlato soprattutto della figura di Azelio Rachini, un uomo che era diventato dirigente benemerito della Figc dopo essere partito dalla sede dell'Arezzo negli anni '60 e '70. Rachini nella sua carriera aveva seguito per molti anni la Nazionale militare (che vinse il titolo iridato proprio ad Arezzo nel 1987) e nel 1990 riuscì a portare al Comunale gli azzurri di Vicini, a pochi giorni dal Mondiale, per una seguitissima amichevole contro il Cannes vinta 3-0. Di lui vengono ancora oggi ricordate la bonomia e la disponibilità.

Al torneo, in programma dal 18 al 21 aprile, parteciperanno le formazioni Allievi di Arezzo, Fiorentina, Perugia, Siena, Poggibonsi, Prato, Bologna e Boston. Lo Zenit di San Pietroburgo ha dato forfait in extremis per la difficile situazione ambientale che si sta vivendo da quelle parti.

Le partite si giocheranno al campo del Villaggio Amaranto e allo stadio Comunale. Verranno predisposte due grandi aree di stands gastronomici toscani, grazie alla collaborazione tra Pad Football Projects e Cate Events. Il torneo avrà anche una finalità sociale e benefica con il coinvolgimento della Onlus Pionta di Arezzo, che si occupa di maggiorenni con problemi psicologici dovuti a traumi e psicofarmaci.

Alla manifestazione è stato concesso il patrocinio del Comune di Arezzo e della Confcommercio.

 

scritto da: Andrea Avato, 20/03/2014





Presentazione premio e torneo ''Azelio Rachini''
comments powered by Disqus