Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Alessandro e Pierangelo a Marsa Alam
NEWS

Arezzo, una mini rivoluzione per spezzare l'inerzia. A Chiappini serve la vittoria

L'allenatore è intenzionato a cambiare diversi undicesimi di formazione nella partita di domani contro la Flaminia. Gli ultimi tre pareggi consecutivi hanno anestetizzato l'ambiente e ai play-off mancano ancora due mesi, quindi servono scelte nette per tornare al successo e preparare al meglio gli spareggi. Torna Mencarelli, c'è Dieme in attacco, fuori Carfora, Quadrini e Martinez



Chiappini cambia diversi undicesimi di formazioneEppure qualcosa bisogna fare. Il campionato, lo sappiamo tutti, ormai è soltanto una lunga anticamera dei play-off, ai quali l'Arezzo si è qualificato grazie a un complesso meccanismo di incroci che riguardano la Coppa Italia. Le prossime sette giornate contano poco sul piano della classifica, anche perché la Pistoiese guarda tutti dall'alto del suo amplissimo vantaggio e l'unica cosa da capire è in quale domenica Morgia festeggerà la promozione.
Eppure non si può stare qua ad aspettare che la barca arrivi in porto trascinata dalla corrente. Bisogna dare qualche colpo di remo e tentare di concretizzare una virata quanto mai utile per tenere desto l'ambiente, che in questo momento ha perso speranze, fiducia e voglia di esserci. I larghi e prevedibili vuoti di domani al Comunale possono essere rintuzzati soltanto con qualche prestazione come Dio comanda e con qualche risultato pieno, a prescindere dal fatto che davanti ci sia la Flaminia, il Fiesole o il Foligno.
Probabilmente Chiappini, pensando a tutto questo, ha deciso che l'inerzia va invertita. E che, fermo restando il modulo con il rombo a centrocampo, c'è da cambiare gli interpreti. E allora, ripensando alla partitella di giovedì (come al solito molto indicativa), ecco qua che la metamorfosi amaranto è in atto. Dietro i tre capisaldi sono il portiere Scarpelli, i centrali Dierna e Zaccanti. Ma domani si torna all'antico: Bellavigna a destra e Mencarelli a sinistra. Specialmente l'esclusione di quest'ultimo, tenuto addirittura fuori dalla lista dei venti convocati per tre volte, aveva fatto storcere il naso a tanti. Chiappini in quel ruolo ha provato Tonetto e Ruggeri (ma anche Rubechini) poi ha riavvolto il nastro, anche perché Mencarelli, per qualità tecniche, è uno del quale difficilmente si può fare a meno.
Rascaroli recupera così la sua posizione naturale, quella di mezz'ala. Arretrato sull'esterno basso, ha fatto fatica e Chiappini si è accorto che i contro erano superiori ai pro. Carteri, tra i pochi a galleggiare sempre sopra la lnea della sufficienza, è il regista designato, mentre Rubechini ha riguadagnato una maglia da titolare fisso grazie a corsa, tecnica, duttilità e tempi d'inserimento.
In avanti spazio a Essoussi, unica prima punta in organico, e al redivivo Dieme, un giocatore che Chiappini vuole provare ancora una volta. Alle loro spalle non più Quadrini ma Idromela, sia per motivi anagrafici che tecnici. In quella porzione di campo Idromela deve adattarsi, ma in teoria, guardando le esercitazioni in allenamento, lui non dovrebbe fare il trequartista statico, bensì arrivarci partendo da dietro, deformando una sorta di 4-4-2 iniziale.
Insomma, le novità non mancano e nemmeno le scelte nette. Bricca, Carfora, Martinez, lo stesso Disanto e soprattutto Quadrini sono esclusioni eccellenti, ma Chiappini adesso vuole lavorare per il presente e per il prossimo futuro. Dopo tre pareggi consecutivi, compresa la Coppa, c'è da vincere e basta. Altrimenti aspettare il 18 maggio, più che un conto alla rovescia, sarebbe un insopportabile stillicidio.

 

I 21 convocati. Portieri: Scarpelli, David. Difensori: Zaccanti, Bellavigna, Dierna, De Martino, Carminucci, Pecorari, Mencarelli. Centrocampisti: Cappelli, Idromela, Carfora, Carteri, Rascaroli, Bricca, Rubechini. Attaccanti: Martinez, Essoussi, Disanto, Dieme, Quadrini. 

 

scritto da: Andrea Avato, 22/03/2014





comments powered by Disqus