Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 12a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
ArezzorinvFano
LegnagorinvImolese
Perugia00Gubbio
Triestina31Fermana
Matelica22Cesena
Modena12Sud Tirol
Feralpi Salò31Padova
Ravenna11Samb
V. Verona11Mantova
Vis Pesaro32Carpi
MONDO AMARANTO
Davide, Nicola e Niccolò all'Emirates Stadium di Londra
NEWS

L'Arezzo perde di nuovo. Venti minuti di buio, il Gualdo segna tre volte. Espulso Dierna

Nel turno infrasettimanale di campionato, gli amaranto incassano la seconda sconfitta consecutiva dopo quella di Foligno. Fatale l'inizio della ripresa, con la squadra deconcentrata che va sotto per un gol di Tomassini e resta in inferiorità numerica. I padroni di casa ne approfittano con Zanchi e Majella (rigore). Alla mezz'ora Essoussi accorcia le distanze dal dischetto. Il vantaggio sulla Pianese adesso è di soli 2 punti



il Gualdo esulta per la salvezza matematicaTurno infrasettimanale di campionato in attesa della domenica di Pasqua. L'Arezzo gioca a Gualdo contro una squadra già affrontata in autunno in Coppa Italia (2-2 al novantesimo, qualificazione amaranto dopo i rigori).

Gli umbri sono vicini al traguardo della salvezza ma hanno ancora bisogno di qualche punto. Giunti, che da quando è arrivato al posto di Francioni ha dato una bella sterzata, dispone i suoi con un 3-4-3 che si preannuncia molto aggressivo. Tre posti liberi per i quattro attaccanti, con Majella che parte dalla panchina.

Chiappini invece deve fare i conti con le assenze. Tra infortunati e squalificati ne mancano sette, ma anche Rubechini non sta benissimo. Tornano Dierna in difesa e Rascaroli a centrocampo, mentre in avanti vengono confermati Essoussi e Dieme. Prima convocazione per Cubillos dopo l'infortunio di fine settembre al ginocchio.

Arbitra Guida di Salerno, all'esordio con l'Arezzo.

Il Gualdo parte pimpante e prende in mano l'iniziativa. De Luca, attivissimo sulla destra del tridente, calcia in porta debolmente al 5'. Ma è lui il più vivace: Mencarelli deve stenderlo due volte e al 14' rimedia l'ammonizione. Al 20' il Gualdo perde Bellucci per un colpo al viso: al suo posto entra il temibile Majella.

Piano piano l'Arezzo prende le misure all'avversario e colpisce di rimessa. Al 31' Dierna, dopo una scavallata di sessanta metri, scarica per Mencarelli che però alza troppo la mira col sinistro. Ancora più clamorosa la palla gol del minuto 34: Essoussi trova il corridoio per Dieme che solo davanti a Di Nardo apre il piattone, ma il portiere ci arriva e mette in angolo.

All'ultimo minuto del primo tempo, Quadrini prende il giallo per un fallo da tergo. Era diffidato, salterà la Colligiana dopo Pasqua. Dopo 2 minuti di recupero, Guida chiude il primo tempo. Tanti falli, una sola occasione pulita (quella di Dieme), risultato soatanzialmente giusto.

A inizio ripresa il match si sblocca. De Luca salta Bellavigna in dribbling e mette in mezzo per Tomassini, cresciuto nelle giovanili amaranto, che da due passi insacca. Come a Foligno, piove sul bagnato. All'8' Dierna, già ammonito, stende proprio Tomassini e l'arbitro gli mostra un altro giallo, poi il rosso. Sugli sviluppi della punizione, Majella crossa sul secondo palo per Zanchi che schiaccia di testa. Carteri salva sulla riga ma ancora Zanchi ribadisce in gol. 2-0.

Chiappini allora toglie Quadrini e inserisce Bricca, che va a fare il centrale difensivo. Il nuovo entrato però al 18' stende Majella fuori dall'area di rigore. Per Guida però il fallo avviene dentro i sedici metri e concede il penalty a Gualdo, che Majella trasforma spiazzando Scarpelli. E' il primo tiro dal dischetto concesso in stagione contro l'Arezzo.

La reazione amaranto, in una partita compromessa, frutta un colpo di testa di Frasca (subentrato a Dieme) che scheggia la traversa e poi, al 29', un rigore per presunto fallo di Tempesta su Essoussi. L'attaccante marocchino si presenta sul dischetto (dodicesimo tiro dagli undici metri a favore in campionato) e spiazza Di Nardo, salendo a quota 12 gol personali.

Ma poi non accade altro. L'Arezzo incassa così la seconda sconfitta di fila dopo quella di Foligno e vede ridursi il vantaggio sulla Pianese a soli 2 punti. Anche il terzo posto, adesso, non è più così blindato.

 

Stadio ''Carlo Angelo Luzi'', ore 15.

GUALDO CASACASTALDA (3-4-3): Di Nardo; Cotroneo, Tempesta (st 26' Gaggioli), Zanchi; Canestri, Abdija, Goretti, Tofoni; De Luca (st 14' Ruggiero), Bellucci (pt 20' Majella), Tomassini.

A disposizione: Lenzi, Aquilini, Moriconi, Gnagni, Salvucci, Tretola.

Allenatore: Federico Giunti.

AREZZO (4-3-1-2): Scarpelli; Bellavigna, Dierna, Zaccanti, Mencarelli; Rascaroli, Carteri, Disanto; Quadrini (st 10' Bricca); Essoussi, Dieme (st 20' Frasca).

A disposizione: David, De Martino, Tonetto, Carminucci, Rubechini, Cappelli, Cubillos.

Allenatore: Andrea Chiappini.

Indisponibili: Carfora, Cubillos, Invernizzi, Martinez, Ruggeri. Squalificati: Idromela, Pecorari. Diffidati: Dieme, Quadrini, Rubechini, Tonetto.

ARBITRO: Guida di Salerno (Rabotti di Roma - Carbonari di Roma).

NOTE: spettatori circa 100, forti raffiche di vento sul campo. Espulso Dierna all'8' st. Ammoniti: pt 14' Mencarelli, 21' Canestri, 36' Dierna, 45' Quadrini; st 27' Essoussi, 29' Tempesta, 36' Tofoni. Angoli: 3-4. Recupero tempi: 2' e 4'

RETI: st 5' Tomassini, 9' Zanchi, 18' rig. Majella, 30' rig. Essoussi

 

scritto da: Andrea Avato, 17/04/2014





Gualdo Casacastalda-Arezzo 3-1, le immagini

Gualdo Casacastalda-Arezzo 3-1
comments powered by Disqus