Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 6a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Sud Tirol30Carpi
Mantova52Matelica
Arezzo05Padova
Legnago02Perugia
Vis Pesaro01Triestina
Modena00Feralpi Salò
Cesena30Fano
Fermana21Gubbio
Imolese11Samb
Ravenna20V. Verona
MONDO AMARANTO
Davide, Enrico, Paolo e Federico, i Ragani amaranto
NEWS

Consiglio Federale, la nomenklatura lo blandisce ma Abete conferma: ''mi dimetto''

Dopo averlo annunciato in Brasile, subito dopo l'eliminazione dell'Italia dai Mondiali, il presidente della Figc ha ribadito il suo addio all'incarico. Il successore verrà eletto l'11 agosto. Da Tavecchio, Macalli e Nicchi parole di apprezzamento: ''perdiamo un grande dirigente''



Giancarlo Abete lascia la presidenza della FigcAdesso è ufficiale. Il presidente della Figc, Giancarlo Abete, ha rassegnato le dimissioni dalla carica che ricopriva da sette anni. Dopo averle anticipate a mezzo stampa subito dopo l'eliminazione della Nazionale dai Mondiali in Brasile, Abete oggi ha confermato la sua uscita di scena durante la riunione del Consiglio Federale.

Il presidente federale ha aperto i lavori alle ore 13. Presenti: il vice presidente vicario Tavecchio (presidente LND); il vice presidente Albertini (AIC); i consiglieri: Lotito per la Lega Nazionale Professionisti – Serie A; Abodi per la Lega Nazionale Professionisti – Serie B; Macalli, Pitrolo per la Lega Pro; Mambelli, Burelli, Caridi, Colonna, Tonelli per la Lega Nazionale Dilettanti; Tommasi, Calcagno, Perrotta per l’Associazione Calciatori; Ulivieri, Perdomi per l’Associazione Allenatori; il presidente dell’Associazione Italiana Arbitri Nicchi; il presidente del Settore Tecnico Rivera; il presidente del Settore Giovanile Scolastico Pancalli; i componenti il Collegio dei Revisori dei Conti; il direttore generale della FIGC Valentini, il segretario della FIGC Di Sebastiano.

In apertura delle sue comunicazioni, il presidente Abete ha formalizzato le dimissioni annunciate subito dopo l'eliminazione della Nazionale dal Campionato del Mondo. "Ragioni personali, professionali e di politica sportiva - ha detto Abete - sono alla base della mia decisione, già maturata prima dei Mondiali rispetto alla scelta di concludere comunque in anticipo il mio mandato svolto a livello volontaristico, che sarebbe scaduto alla fine di questo quadriennio olimpico”. Abete ha poi comunicato al Consiglio di voler fissare per l'11 agosto la convocazione della prossima Assemblea Elettiva dove si voterà per eleggere il nuovo presidente e il nuovo Consiglio federale. Fino a quella data - come prevede lo statuto - la FIGC agirà in regime di ordinaria amministrazione sotto la guida del presidente e del Consiglio federale uscenti. 

Sarà quindi il prossimo presidente federale a nominare il nuovo CT della Nazionale in seguito alle dimissioni annunciate da Cesare Prandelli subito dopo l'eliminazione dal Mondiale. Nel dibattito successivo, sono intervenuti nell'ordine: il vice presidente vicario e presidente della LND Carlo Tavecchio che ha insistito sulla richiesta che Abete ritirasse le dimissioni; a Giancarlo Abete, Tavecchio ha rivolto – a nome di tutta la LND – parole di “stima, apprezzamento e condivisione delle scelte di politica sportiva fin qui adottate dalla FIGC; le dimissioni di Abete - ha detto Tavecchio - sono la conseguenza di una logica perversa che in Italia mette in relazione risultati sportivi e risultati gestionali e di politica sportiva perseguiti con successo in questi anni, peraltro a titolo di impegno volontario, non retribuito”.

Il presidente della Lega Pro Mario Macalli è intervenuto per sostenere la richiesta di ritiro delle dimissioni da parte di Abete al quale ha rinnovato stima e affetto, auspicando che il mondo del calcio sappia dare un'ulteriore testimonianza di unità e di solidarietà affinché si rinnovi dal suo interno. Per Nicchi, presidente AIA, ad Abete va la gratitudine dell'intero mondo arbitrale: "perdiamo un grande valore aggiunto per il calcio italiano". Per la LND e' intervenuto anche il consigliere federale Colonna, esprimendo la convinzione che la FIGC abbia al suo interno la forza e la capacità per rinnovare i propri organi dirigenti. 

 

scritto da: Ufficio Stampa Figc, 30/06/2014





comments powered by Disqus