Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Margherita, Angiolo e Sara - Bruxelles
NEWS

Ripescaggi, chi li vuole e chi no. Tavecchio spinge per il sì. Arezzo, ecco cosa cambierebbe

E' la solita estate turbolenta del calcio italiano, con l'inizio dei campionati di B e C che rischia di slittare. Quella di oggi potrebbe essere una giornata decisiva. O forse no. Abodi e Macalli frenano sui ripescaggi, il neo presidente Figc spinge dalla parte opposta. Ferretti, in caso di salto tra i prof, dovrebbe rifare tutti i contratti ai calciatori e prendersi carico dei premi di valorizzazioni per le giovanili. Ma aumenterebbero incassi, sponsorizzazioni e diritti tivù



lo stadio di Arezzo in regola con le normativeNell'estate turbolenta del calcio italiano è tutto friabile e incerto. E la vicenda dei ripescaggi in serie B, C e D ha i contorni del tormentone. Fatto sta che quella odierna potrebbe essere una giornata decisiva. O forse no. Dipenderà dagli uffici legali, dalle scelte politiche della Figc, dalle pressioni dei club interessati al salto di categoria.

Ricapitolando. Oggi si riuniscono il neo presidente Tavecchio (ex presidente della Lnd), i suoi vice Beretta (presidente Lega di A) e Macalli (presidente Lega di C), gli avvocati della Federazione e i comitati di giunta. Sul tavolo c'è la questione Novara: il club piemontese ha vinto il ricorso al Collegio di Garanzia del Coni, che ha imposto di riportare la serie B a 22 squadre (erano 21 per il fallimento del Siena). La settimana scorsa sono quindi stati riaperti i termini per il ripescaggio in B e di domande ne sono arrivate una decina: Benevento, Catanzaro, Gubbio, Juve Stabia, Lecce, Vicenza, Pisa, Salernitana. La domanda l'ha presentata lo stesso Novara, che al Coni ha chiesto anche il blocco dei campionati di B e Lega Pro (cominciano il prossimo weekend).

Questo ricorso verrà discusso giovedì e la data è spartiacque. Riportare la B a 22 squadre vorrebbe dire riaprire i ripescaggi anche per la serie C, dove i cinque club in lizza (Arzanese, Delta Porto Tolle, Poggibonsi, Correggese, Akragas) hanno chiesto tutti l'iscrizione in deroga per il problema stadio e sono stati già bocciati l'11 agosto. Riaprire i termini significherebbe posticipare la prima giornata di B e C, ma Abodi e Macalli vorrebbero evitare questa soluzione. Ecco perché oggi le decisioni potrebbero slittare con la scusa di attendere giovedì e l'esito del secondo ricorso del Novara. A quel punto, di fronte all'imminenza del calcio d'inizio, sarebbe più facile lasciare tutto com'è in modo pilatesco: serie B a 21 squadre e nessun altro ripescaggio in C, anche per evitare di far salire club che non hanno impianti a norma.

 

Carlo Tavecchio, ex presidente della LndL'Arezzo (almeno in teoria) dovrebbe invece sperare in un epilogo diverso. L'unico al quale aggrapparsi è Carlo Tavecchio, che pare voglia spingere per riaprire i ripescaggi in serie C e premiare così uno dei ''suoi'' vecchi club di serie D. L'Arezzo, in tal caso, balzerebbe in pole, ammesso che Ferretti stavolta si faccia trovare pronto. A fronte della documentazione da produrre, piuttosto corposa, e della famigerata fidejussione da 600mila euro, servirebbe la certificazione della conformità dello stadio al sistema delle Licenze Nazionali (ed è tutto ok)

Poi comincerebbe una battaglia contro il tempo per cambiare tutta la contrattualistica dei calciatori, che adesso hanno lo status di dilettanti e vengono pagati tramite rimborso spese. Nei professionisti dovrebbero sottoscrivere accordi diversi e più complessi, con il costo del lavoro che per il club aumenterebbe di un buon 30 per cento per il versamento dei contributi previdenziali. Inoltre, e c'è tempo fino al 18 settembre, tutti i giocatori delle formazioni Allievi e Giovanissimi, adesso cartellinati con l'Arezzo Football Academy, dovrebbero essere trasferiti all'Us Arezzo, che quindi si troverebbe nella condizione (salvo accordi diversi da prendere caso per caso) di corrispondere i premi di valorizzazione alle vecchie società in cui hanno militato i ragazzi. Si parla di diverse migliaia di euro.

Ecco perché, alla luce di quanto accaduto a fine luglio, forse anche l'Arezzo spera che nulla cambi. Ma la serie C, nonostante il lievitare delle uscite, avrebbe un effetto benefico su abbonamenti, botteghino, sponsorizzazioni e diritti televisivi. Senza contare l'aspetto sportivo, che poi è quello cui i tifosi tengono di più.

 

scritto da: Andrea Avato, 25/08/2014





Il Ds Federico su ripescaggio e mercato

comments powered by Disqus