Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia, Pisa, Trapani
PLAY OFF
Piacenza00Trapani
Pisa22Triestina
PLAY OUT
Lucchese10Bisceglie
Bisceglie3-3dcrLucchese
IN SERIE D
Fano, Paganese, Virtus Verona, Cuneo, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Ilaria e Massimiliano a Berlino
NEWS

Comune, Ferretti e OA: ''incontro positivo''. Dai tifosi l'esortazione: ''basta bugie''

Il presidente stamani è arrivato in città per un vertice con l'amministrazione comunale, rappresentata da vicesindaco e assessore allo sport, e Orgoglio Amaranto, al termine del quale è stato stilato un comunicato congiunto dai toni concilianti. Poi il faccia a faccia con giornalisti e sportivi, condito da qualche polemica e alcune imprecazioni. Il sindaco di Castiglion Fiorentino, Mario Agnelli, entrerà nell'organigramma alle relazioni esterne



il tavolo della conferenza stampaOre 16 - I sessanta minuti di faccia a faccia tra Ferretti e i tifosi hanno modificato poco o nulla l'umore della piazza. Il confronto è stato acceso ma non ha lenito il rimpianto per ciò che sarebbe potuto accadere se a luglio la domanda di ripescaggio fosse stata presentata. ''Lei presidente era amatissimo fino a un anno fa, la gente le faceva gli applausi in tribuna, poi ha preso la zappa e ha cominciato a darsela sui piedi'' ha detto uno degli sportivi in sala. ''Basta bugie presidente, siamo stanchi delle scuse, dei comunicati, delle parole. In tanti non faremo l'abbonamento ma ci saremo sempre con il cuore, in casa e in trasferta. Ma adesso vogliamo i fatti e la verità'' ha detto un altro. Certificando che la frattura si potrà ricomporre solo con i risultati o con un clamoroso ripescaggio settembrino in serie C.

 

Ore 15.50 - La conferenza si è chiusa con le ultime parole di Ferretti. ''Forse è vero che devo affrontare le cose in maniera diversa, ma ci sto provando. Io non sono un competente di calcio, sono un appassionato. E la presenza di mister Capuano e del direttore Federico va in questa direzione''. La dirigenza è poi rientrata in sede, mentre Capuano si è intrattenuto con i tifosi ancora per qualche minuto. E a chi gli chiedeva lumi sulle scelte tecniche delle ultime settimane, ha risposto secco: ''con me conta solo la meritocrazia''.

 

Ore 15.40 - Anche mister Capuano ha preso la parola, ribadendo che a suo giudizio ''non aver presentato la domanda di ripescaggio a luglio è stato un errore gravissimo. Ma adesso l'Arezzo è in corsa e se riaprono i termini, noi siamo la prima squadra in graduatoria''. Poi ha difeso Ferretti: ''quest'uomo si è scusato, sta investendo soldi, vuole vincere, cosa deve fare di più?''. Il tutto condito da un'imprecazione molto toscana che ha suscitato ilarità e qualche mugugno di disapprovazione. Dalla sala sono partiti applausi. Ma qualcuno ha urlato ''basta sceneggiate'' e anche ''fai giocare De Martino''. Il vicepresidente al tavolo si è colorato di rosso in viso, accennando ad alzarsi dalla sedia, mentre Zerbini con la mano gli ha fatto cenno di mantenere la calma.

 

La fotogallery della conferenza stampa

 

Ore 15.30 - In sintesi, ecco cosa ha detto Ferretti a giornalisti e sportivi, in un clima tutto sommato tranquillo nonostante qualche momento di contestazione dura. Non sono mancate nemmeno le imprecazioni a rendere più colorito il pomeriggio.

Ripescaggio - Mi sono scusato per non aver presentato la domanda a luglio. Ma in quel momento, secondo le mie fonti autorevoli, non c'erano le condizioni giuste per l'Arezzo. Poi è successo di tutto e guardate oggi in che situazione si trova il calcio italiano, con i campionati che stanno per cominciare nell'incertezza. Nella vita purtroppo si sbaglia. (Dal pubblico hanno chiesto perché la domanda non è stata presentata lo stesso) Serviva una circolare da 46 mila euro e la fidejussione da 600mila, soldi che hanno la coda lunga. Io ho rischiato tante volte in vita mia, ma alla gara partecipo se posso vincere. E a me dissero che non potevo vincere. L'anno scorso? C'era il problema dei bilanci della vecchia proprietà e la Covisoc controlla tutto. Noi non potevamo partecipare. Io ho fatto una denuncia per truffa e mi domando: perché la Procura non mi chiama per ascoltare cosa ho da dire?

Lo stadio - Ci sono cose riguardo lo stadio che devono essere risolte dal Comune e dalla Prefettura (Ferretti si riferisce alla videosorveglianza da rimettere in funzione, ai tornelli che necessitano del software per la lettura dei biglietti nominali e al verbale della Commissione di vigilanza). Stavolta però ci sono le condizioni per chiedere il ripescaggio e, se la Figc riaprirà i termini, noi lo faremo.

Il futuro - L'anno scorso ci ho rimesso molti soldi. Il domani della società è garantito, quest'anno il budget è addirittura superiore. La squadra è stata rifatta da capo a piedi perché io avevo chiesto che fosse giovane e svelta. Di questo ringrazio il mister. Prima mi avevano portato tutta gente di 34 anni. Se sono ancora qua è perché ci credo e vogliamo andare avanti.

Vendo o non vendo? - Sento dire che noi non accettiamo nessuno in società. Non è vero. Noi siamo aperti a tutti, purché si presentino con le idee chiare e soprattutto con i capitali. Imprenditori aretini? Gli unici che ho visto in questi mesi sono gli sponsor. E comunque lo dico apertamente: non sono disposto a vendere, però posso accettare qualche partner.

Settore giovanile - Con il Villaggio Amaranto c'è un atto firmato del luglio 2013. In programma c'è la cessione del settore giovanile all'Us Arezzo. Ma non esistono scadenze, può succedere fra due settimane o fra due mesi o più in là. Lo decideremo noi.

Pagni - L'ex direttore è stato qui tre mesi. Era una scelta sbagliata, ma per fortuna me ne sono accorto presto. A giorni annunceremo l'ingresso di Mario Agnelli, sindaco di Castiglion Fiorentino, nell'organigramma: si occuperà di comunicazione e relazioni esterne.

 

Ferretti e la delegazione amaranto all'uscita da palazzo CavalloOre 15 - Puntualissimo, il presidente Mauro Ferretti si è seduto al tavolo della conferenza. La sala stampa, gremita di giornalisti e tifosi, era in pratica un bunker presidiato da agenti della polizia municipale, carabinieri e servizio d'ordine della società. Accanto a Ferretti, l'allenatore Capuano, il team manager Cerquozzi, il direttore sportivo Federico, il vicepresidente De Martino e il segretario Zinci. In platea gli sponsor Nardis e Paglicci e il presidente del VA Zerbini. Primo intoppo: non c'era il microfono per l'audiodiffusione. I tifosi hanno protestato vivacemente, Ferretti si è scusato e ha parlato a voce alta.

 

Ore 13.30 - Il comunicato congiunto di Comune, Us Arezzo e OA.

Oltre un’ora di colloquio. Utile a confermare che l’Amministrazione comunale, la società Arezzo Calcio e i tifosi sono d’accordo nel lavorare insieme per il futuro della squadra amaranto. In Sala Giunta si sono ritrovati il vice Sindaco Gasperini, l’assessore allo sport Romizi; il Presidente della Società, Mauro Ferretti e il Presidente di Orgoglio Amaranto, Roberto Cucciniello.
L’Amministrazione comunale ha confermato di essere a disposizione per eventuali ed ulteriori lavori che si rivelassero utili per lo svolgimento del campionato. E questo a seguito dell’impegno, confermato dalla Società, di continuare nei suoi investimenti per migliorare la competitività della squadra, puntare alla promozione e, qualora si verificassero le condizioni, ad attivarsi per il ripescaggio.
Orgoglio Amaranto ha sostenuto che questo nuovo clima tra tutti i soggetti interessati al futuro della squadra, può consentire di consolidare il progetto sul futuro della squadra, anche a partire dalla conferenza stampa di oggi pomeriggio della Società allo stadio.

 

Ore 13 - ''L'incontro è andato bene, è stato positivo. Tra poco uscirà un comunicato congiunto del Comune, dell'Us Arezzo e di Orgoglio Amaranto''. Sono le uniche parole che Mauro Ferretti ha pronunciato dopo il vertice a palazzo Cavallo con il vicesindaco Stefano Gasperini e l'assessore Francesco Romizi, cui hanno preso parte anche il vicepresidente Enrico De Martino, il team manager Giulio Cerquozzi e il segretario Gianluca Zinci. Per OA c'erano il presidente Roberto Cucciniello e l'addetto ai soci Simone Trippi. Il summit è cominciato puntualissimo alle 11 e si è concluso un'ora a mezza più tardi. Confermata l'assenza del sindaco Giuseppe Fanfani.

 

uno striscione esposto dai tifosi in cittàOre 9 - E' una giornata calda per l'Arezzo e il meteo c'entra fino a un certo punto. Dopo le polemiche di ieri riguardanti l'agibilità dello stadio, stamani il presidente Mauro Ferretti arriva in città.

Alle 11 è fissato un incontro a palazzo Cavallo con il vicesindaco Stefano Gasperini e l'assessore Francesco Romizi. Il confronto chiarificatore era stato chiesto dall'amministrazione comunale dopo la rinuncia da parte di Ferretti alla presentazione della domanda di ripescaggio in serie C, lo scorso 28 luglio. L'attesa è stata lunga: in pratica è passato un mese esatto, a quanto pare per impegni pregressi del sindaco. Ma Giuseppe Fanfani non ci sarà nemmeno stamani. E' in ferie. Il tavolo di lavoro servirà soprattutto per sciogliere gli ultimi dubbi legati all'agibilità del Comunale e alla sua conformità ai requisiti richiesti dalla Lega.

Alle 15, nella sala stampa dello stadio è in programma un faccia a faccia fra il presidente Ferretti, i giornalisti e i tifosi, invitati a partecipare. La piazza, sul piede di guerra dopo la rinuncia del 28 luglio al ripescaggio, pretende spiegazioni anche alla luce degli ultimi eventi, compreso l'annuncio di ieri sera sulla disponibilità dell'Arezzo a presentare la fidejussione da 600mila euro. Ripescaggio, licenziamento del dg Pagni, rivoluzione dell'organico, mercato, prospettive future: sono questi i temi più importanti che verranno affrontati.

Alle 16, intanto, a Roma il Collegio di Garanzia del Coni esaminerà il ricorso presentato dal Novara che chiede la riammissione in serie B oltre che il posticipo della prima giornata del torneo cadetto e della Lega Pro. Il verdetto del Collegio orienterà le decisioni della Figc sia sul ripescaggio in serie B che, conseguentemente, sul ripescaggio in serie C e, eventualmente, sulla riapertura dei termini per la presentazione delle domande.

Alle 18, infine, l'Arezzo giocherà in amichevole all'antistadio contro il Subbiano, formazione di Promozione. Per Capuano si tratta dell'ultimo test in vista dell'esordio in Coppa Italia di domenica contro il Sansepolcro (gara secca, ore 16). Con il gruppo si stanno allenando da un paio di giorni il portiere Falso ('94) e l'attaccante Gaeta ('84), mentre il difensore Colombini ('80) ha fatto le valigie ed è in cerca di un'altra sistemazione.

 

scritto da: Andrea Avato, 28/08/2014





Ferretti incontra stampa e tifosi - video integrale

Incontro in Comune con amministrazione e OA
comments powered by Disqus