Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 14a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Monza22Carrarese
Albinoleffe10Pontedera
Arezzo21Olbia
Juventus U2302Pistoiese
Lecco02Renate
Pianese20Pergolettese
Novara21Como
Pro Patria00Alessandria
Pro Vercelli11Giana Erminio
Siena11Gozzano
MONDO AMARANTO
Roberto, Jacopo, Chiara e Giulia alla Valle dei Templi - Agrigento
NEWS

Dalla fidejussione al calendario, dallo stadio allo ''spezzatino''. Le info sul ripescaggio

La Figc ha deciso di riaprire i termini per le domande di ammissione alla serie C. Per presentare la documentazione c'è tempo fino alle ore 19 di martedì 2 settembre. La squadra ripescata andrà a prendere il posto del Vicenza nel girone A di Lega Pro. L'Arezzo giocherà regolarmente domani in Coppa Italia dilettanti ma potrebbe essere rinviato l'esordio di campionato a Spoleto



tutte le info sul ripescaggioE adesso che succede? Cerchiamo di mettere a fuoco la situazione dopo che ieri la Figc ha comunicato ufficialmente la riapertura dei ripescaggi per la serie C, concedendo ai club interessati una finestra di tempo che scadrà tassativamente martedì 2 settembre alle ore 19.

 

I CRITERI - La Figc dovrà ripescare una società in Lega Pro per colmare il vuoto lasciato dal Vicenza, ripescato a sua volta in serie B. La priorità verrà data ai club che nella stagione 2013/14 hanno militato in serie D.

La procedura che verrà seguita è quella stabilita dal comunicato ufficiale 171/A del 27 maggio, in cui vengono fissati due paletti importanti:

1 - (pagina 9 paragrafo A3) per i club di serie D non valgono i parametri relativi a piazzamento nell'ultima stagione, tradizione del club, presenze spettatori o bacino d'utenza, ma fa fede esclusivamente la graduatoria stilata dalla Lnd in base all'esito dei play-off;

2 - (pagina 15) ai fini del ripescaggio nel Campionato di Divisione Unica - LegaPro, non saranno ammesse deroghe sui Criteri Infrastrutturali fissati dalle Licenze Nazionali.

 

LA GRADUATORIA - Dopo la conclusione dei play-off, la classifica dei club di serie D per il ripescaggio è la seguente (prime 12 posizioni): 1 Correggese, 2 Akragas, 3 Matelica, 4 Pomigliano, 5 Borgosesia, 6 Arezzo, 7 Pontisola, 8 Foligno, 9 Sacilese, 10 San Cesareo, 11 Taranto, 12 Olginatese

 

LA DOCUMENTAZIONE - Entro martedì alle ore 19, l'Arezzo dovrà recapitare a Firenze un fascicolo di incartamenti molto corposo che comprende tutta una serie di fogli comprovanti la rispondenza della società a precise direttive della Federazione.

Criteri legali ed economico finanziari - (i più importanti) Copia del bilancio, coordinate conti correnti, budget finanziario, inesistenza debiti, fidejussione da 600mila euro rilasciata da una Banca iscritta all'Albo della Banca d'Italia, assegno circolare di 46mila euro per la tassa d'iscrizione alla Lega Pro

Criteri infrastrutturali - (i più importanti) ´╗┐Disponibilità dell'impianto e convenzione d'uso

Criteri sportivi e organizzativi - (i più importanti) ´╗┐Impegno a partecipare ai campionati Berretti, Allievi Nazionali e Giovanissimi Nazionali

 

LO STADIO - Dopo il botta e risposta dei giorni scorsi con il presidente Ferretti, il Comune ha ribadito che riguardo “all’agibilità dello stadio Città di Arezzo, ad oggi nulla è mutato rispetto a quanto previsto e prescritto nel verbale della Commissione Tecnica Provinciale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo n. 57/2008”. L'impianto è assolutamente a norma, ma è probabile che, per scrupolo ulteriore, l'Us Arezzo solleciti la Prefettura a convocare la Commissione di vigilanza per poi inviare in Lega un verbale di agibilità aggiornato. 

 

IL SETTORE GIOVANILE - L'Us Arezzo, come noto, gestisce in proprio soltanto la squadra Juniores, che in caso di ripescaggio diventerebbe Berretti. Per adesso alla Figc basta la dichiarazione d'impegno a partecipare anche ai campionati Allievi e Giovanissimi, impegno che la società potrà rispettare dopo aver acquisito i cartellini dei ragazzi delle suddette formazioni dall'Arezzo Football Academy. Un'operazione del genere, resa possibile dalla collaborazione già in piedi con il Villaggio Amaranto, andrà ratificata entro il 18 settembre.

 

LA SERIE C - In caso di ripescaggio, l'Arezzo non verrebbe inserito nel girone B, quello dell'Italia centrale, ma finirebbe nel gruppo A, quello settentrionale, andando a prendere il posto del Vicenza insieme ad Albinoleffe, Alessandria, Bassano, Como, Cremonese, Feralpi Salò, Giana Erminio, Lumezzane, Mantova, Monza, Novara, Pavia, Pordenone, Pro Patria, Real Vicenza, Renate, Sud Tirol, Torres e Venezia. Da quest'anno in Lega Pro le trenta partite dei tre gironi sono in formato spezzatino, scaglionate in quattro giorni: se ne giocano 2 il venerdì in notturna (19.30 e 20.45), 14 il sabato (3 alle 14.30, 3 alle 15, 3 alle 16, 3 alle 17, 2 alle 19.30), 13 la domenica (una alle 11, 2 alle 12.30, 4 alle 14.30, 3 alle 16, 3 alle 18) e una il lunedì in notturna (20.45). Tutte le partite saranno visibili gratuitamente in diretta streaming su pc, tablet e smartphone.

 

IL CALENDARIO - L'Arezzo giocherà regolarmente domani in Coppa Italia dilettanti contro il Sansepolcro. Se la società presenterà la domanda di ripescaggio, verranno rinviate tutte le partite antecedenti la decisione della Figc sul completamento dell'organico di Lega Pro. Nel caso di salto in serie C, gli amaranto prenderebbero in eredità il calendario che era del Vicenza. E cioè: 7 settembre trasferta con l'Albinoleffe, 10 settembre in casa con la Torres, 14 settembre a Renate (Monza), 21 settembre in casa con il Lumezzane, 28 settembre a Mantova.

 

LE DATE E IL POGGIBONSI - In teoria la Figc potrebbe comunicare la società ripescata in serie C già mercoledì 3 settembre. In realtà è probabile che si voglia attendere il 9 settembre, giorno del responso del Tar sul ricorso del Poggibonsi, che ha chiesto il reintegro in serie C. Se il Poggibonsi vincesse in Tribunale, la Figc avrebbe due strade: ripescare i giallorossi e invalidare di fatto tutta la procedura delle nuove domande, oppure aggiungere il Poggibonsi come 61esima squadra in serie C. La Figc sta comunque cercando di far anticipare di qualche giorno il responso del Tar.

 

scritto da: Andrea Avato, 30/08/2014





comments powered by Disqus