Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 20a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzosab15Feralpi Salò
Imolesesab17.30Padova
Modenadom12.30Gubbio
Legnagodom14.30Vis Pesaro
Fanodom15Perugia
Mantovadom15Fermana
Matelicadom15Triestina
Sambdom15Carpi
Sud Tiroldom15Ravenna
Cesenadom17.30V. Verona
MONDO AMARANTO
Luca a Santo Domingo
NEWS

Feralpi con il mal di trasferta e senza Pinardi. Scienza punta sulle palle inattive

La squadra di Salò finora ha raccolto soltanto un punto nelle gare fuori casa e non avrà a disposizione il regista per squalifica. In attacco però c'è il grande ex Abbruscato e i verdeblù possono contare su un buon palleggio. Quello di domani è il primo incrocio della storia fra i due club



Giuseppe Scienza, allenatore della FeralpiProssimo avversario al Comunale dell’Arezzo sarà la FeralpiSalò, al momento 13 punti in classifica, società molto giovane nata nel 2009 dalla fusione tra il Calcio Feralpi Lonato di Lonato del Garda e l'Associazione Calcio Salò.

La nuova squadra adotta i colori verdeblù (il Feralpi era biancoverde e il Salò biancoblù) e viene iscritta alla serie D, categoria di appartenenza di entrambe le società, ma viene subito ripescata in Lega Pro Seconda Divisione, grazie al 4° posto dell’anno precedente del Salò.

Alla sua prima esperienza nei prof disputa un ottimo campionato chiudendo al 4° posto, ma ai play-off è battuta dal Legnano, mentre la stagione successiva riesce addirittura ad ottenere la promozione in Prima Divisione, grazie alla vittoria nella finale dei play-off sulla Pro Patria.

Le prime due stagioni nella nuova categoria si chiudono con due salvezze, un 13° ed un 10° posto finale, mentre nella scorsa stagione si qualifica per i play-off, ma viene sconfitta dalla Pro Vercelli, poi promossa in B, per 3-0.

In questa annata il presidente Pasini non ha nascosto le ambizioni da protagonista, operando un’importante campagna acquisti e affidando la squadra a Giuseppe Scienza (classe ’66) ex centrocampista di Reggiana, Piacenza e Torino, con esperienze da tecnico in B a Brescia (esonerato dopo 13 giornate di campionato, senza nessuna vittoria) e in Lega Pro con Viareggio e Cremonese.
La squadra era partita con il 4-3-3, poi abbandonato in favore del 3-5-2, adottato in un paio di occasioni contro Torres e Venezia, per poi passare al 4-3-1-2, modulo che è stato utilizzato nelle ultime partite e che dovrebbe essere proposto anche ad Arezzo.

 

Elvis Abbruscato, grande ex, in maglia verdebluIn porta il titolare è Branduani (’89). In difesa, reparto molto prolifero dal punto di vista realizzativo (sono 5 le reti provenienti dai difensori) dovrebbe giocare a destra Tantardini (’93, ex giovanili dell’Atalanta) con a sinistra uno tra Belfasti (’93, ex Pro Vercelli) e Broli (’94, prodotto del vivaio, in gol con il Real Vicenza), mentre i centrali saranno capitan Leonarduzzi (’83, in gol nel 5-4 contro il Perdonone) e Ranellucci (’83, ex Pro Vercelli), autore in campionato già di 3 reti (doppietta nel 2-1 alla Torres e gol vittoria domenica scorsa alla Cremonese), con il giovane Carboni (’93) probabile sostituto.

A centrocampo mancherà il deus ex machina della manovra verdeblù, Alex Pinardi (’80), ex Atalanta, Lecce e Novara, già autore di 3 assist, espulso domenica nei minuti di recupero, che sarà sostituito in cabina di regia da Bracaletti (’83) o dal giovane scuola Juve Cavion (’94), in rete nella sconfitta di Pavia, mentre il reperto sarà completato da Fabris (’93). Potrebbe esserci anche l’avanzamento nella linea di Broli, che è stato impiegato in diversi ruoli da mister Scienza oppure l’utilizzo di Cittadino (’94), che può giostrare pure da mezza punta.

A rifinire la manovra, se recupera dall’infortunio patito contro il Como, Scienza potrebbe impiegare l’argentino Juan Antonio (’88, ex Samp, Brescia e Varese), il più importante colpo del calciomercato estivo, autore di 2 assist e 1 gol al Pordenone, mentre in avanti accanto a Elvis Abbruscato (’81, per lui 5 gol all’attivo), le alternative sono Romeo (’92, partito titolare nell’ultimo turno), Zerbo (’94) al momento il più utilizzato, oppure l’ex viola Axel Gulin (’95), protagonista del reality in onda su Mtv “calciatori, giovani speranze”.

La FeralpiSalò è una squadra mix di giovani e giocatori d’esperienza, che predilige giocare in velocità con palla a terra, molto forte sulle palle inattive, dove sono da tenere d’occhio i centrali di difesa Leonarduzzi e Ranellucci, con giocatori come Abbruscato e Juan Antonio, se disponibile, che in categoria fanno la differenza, ma a cui mancherà il giocatore più importante, Pinardi.

I lombardi sono partiti in questo campionato per recitare un ruolo da protagonista, ma al momento, a causa del “mal di trasferta” (1 punto in 4 partite, frutto del pareggio 0-0 contro l’Albinoleffe e delle sconfitte per 1-0 a Novara, 3-1 a Pavia e 4-1 a Venezia), non stanno trovando la continuità di risultati che serve per poter ambire ai vertici della classifica.

Le due squadre non si sono mai incontrate prima.

 

scritto da: Mauro Guerri, 24/10/2014





comments powered by Disqus