Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi42Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
il mitico Riccardino
NEWS

Cade il fortino amaranto. Magnaghi (eurogol) e Marino aprono la crisi dell'Arezzo

Una prodezza del centravanti del Venezia mette in salita la gara dopo appena 6 minuti. Erpen, sotto tono, fallisce il pari e non bastano i cambi di Capuano dalla panchina per raddrizzare la situazione. Il raddoppio a metà ripresa su azione d'angolo è una mazzata. Nel finale palo di Bonvissuto. Il trend si fa preoccupante: prima sconfitta interna, un punto nelle ultime quattro giornate



l'eurogol di Magnaghi dopo 6 minutiUn punto nelle ultime tre giornate: l'Arezzo ha bisogno della vittoria contro il Venezia per chiudere il mini ciclo negativo e rimettere la zona play-out a distanza di sicurezza.

Dopo una settimana di polemiche a causa delle dichiarazioni rilasciate nel dopo gara di Alessandria, Capuano affida la maglia da titolare proprio a Montini, che in avanti fa coppia con Erpen. Bonvissuto, acciaccato, parte dalla panca mentre Cucciniello si piazza in regia al posto dell'infortunato Carcione.

Schieramento offensivo per il Venezia di Serena, in panchina da dieci giorni al posto dell'esonerato Dal Canto. Bellazzini parte da intermedio, mentre in attacco c'è il tridente formato da Raimondi, Greco e Magnaghi.

L'Arezzo, a sorpresa, si presenta in campo con la terza maglia, con una fantasia militare quasi a preannunciare l'imminente battaglia.

Dopo solo 5' Montini prova a dare subito una risposta a mister Capuano con una spettacolare rovesciata nel cuore dell'area di rigore ma la palla termina a lato di poco con Fortunato immobile. Purtroppo, sul cambio di fronte, Magnaghi da fuori area scaglia un tiro tesissimo che non lascia scampo all'incolpevole Benassi, e l'Arezzo si trova subito a dover rincorrere.

La reazione amaranto non si fa attendere e al 14' Campagna prova ad imitare Magnaghi, anche se da posizione più defilata, ma Fortunato ci mette la punta delle dita deviando in corner. Altra ottima occasione al 18', quando Erpen approfitta di uno svarione di Legati, ma il suo sinistro termina al di sopra della traversa.

Montini ancora propositivo al 25' in contropiede dopo un ottimo anticipo al limite della propria area di Villagatti, ma il tiro non centra lo specchio. Al 27' si rivede in attacco il Venezia, con Magnaghi che prova a bissare la prima marcatura con un altro tiro da fuori, ma la palla stavolta esce.

Attimi di paura al 36' quando Montini rimane a terra dopo una scivolata all'altezza della linea mediana del campo, fortunatamente senza conseguenze. Il Venezia ci riprova al 41', stavolta con Marino; Benassi sembra deviare la palla, ma l'arbitro non concede il calcio d'angolo. Il primo tempo termina senza altre emozioni.

Al rientro in campo Capuano si presenta con Bonvissuto al posto di Pisani, passando dunque al 4-3-1-2. Dopo 2 minuti Gambadori si procura una punizione al limite dell'area, purtroppo respinta dalla barriera. Sugli sviluppi del seguente angolo Campagna centra l'incrocio dei pali con un tiro-cross. La curva Sud, galvanizzata dalla partenza degli amaranto, si fa sentire ad ogni folata offensiva e Cucciniello, assecondandola, al 5'scaglia un missile terra-aria da 35 metri che impegna severamente Fortunato, che si ripete tre minuti dopo su un tiro del volitivo Montini.

Al 13' azione molto dubbia: Cucciniello tenta uno sciagurato dribbling a centrocampo, Raimondi si presenta davanti a Benassi ed insacca la rete del raddoppio, annullata però su segnalazione del secondo assistente D'Alberto per un fuorigioco di Magnaghi.

Non appena l'Arezzo abbassa un attimo la pressione, i lagunari raddoppiano, stavolta davvero: un corner pennellato di Varano dalla bandierina viene incocciato da Marino, con Benassi che ancora una volta poteva fare ben poco per salvare il proprio fortino.

Al 29' finisce la partita di un combattivo Montini, sostituito da Morga, con Capuano che imbastisce un 4-2-4 per tentare una disperata e caparbia rimonta, ma la fortuna oggi non è dalla sua, visto il palo colpito al 33' da Bonvissuto dopo un appoggio in area di Morga, mentre il Venezia si rende pericoloso sulle ripartenze al 36' con Magnaghi dopo una corta respinta della difesa.

Non demorde la squadra di Eziolino Capuano che al 42' sfiora il gol: Morga scambia con Bonvussuto, sponda per Dettori che a botta sicura si vede negato il gol da un grande intervento in tuffo di Fortunato. L'ultima occasione del match capita ad Erpen, che però da pochi passi spedisce alto un assist volante di Bonvissuto, ben pescato in mezzo all'area da Padulano.

Cade il fortino del “Comunale”, ma la Curva Sud accompagna comunque l'uscita dal campo dei propri uomini con un caloroso e prolungato applauso. Bisogna cercare di ripartire: un solo punto nelle ultime quattro partite ed una sola rete, su autogol, nelle ultime cinque iniziano ad essere numeri poco incoraggianti.

 

Stadio ''Città di Arezzo'', ore 19.30

AREZZO (3-5-1-1): Benassi; Villagatti, Panariello, Pisani (st 1' Bonvissuto); Campagna, Gambadori, Cucciniello (st 27' Padulano), Dettori, Millesi; Erpen; Montini (st 29' Morga).

A disposizione: Leuci, Guarino, Brumat, Coppola.

Allenatore: Ezio Capuano.

Indisponibili: Carcione, Conti, De Martino. Diffidati: Carcione, Dettori, Gambadori, Panariello.

VENEZIA (4-3-1-2): Fortunato; Sales, Legati, Marino, Giuliatto; Bellazzini, Esposito, Varano (st 42' Alba); Greco (st 34' Panzeri); Raimondi (st 25' Franchini), Magnaghi.

A disposizione: D'Arsiè, Cernuto, Ghosheh, Scanferlato.

Allenatore: Michele Serena.

ARBITRO: Massimi di Termoli (Colatriano di Pescara - D'Alberto di Teramo). OA: Grassi di Valdarno.

NOTE: spettatori presenti 2.242 (804 paganti più 1.438 abbonati), incasso non comunicato. Ammoniti: pt 26' Varano; st 2' Raimondi, 4' Greco, 43' Millesi. Angoli: 5-4. Recupero tempi: 0' e 3'

RETI: pt 6' Magnaghi; st 24' Marino

 

scritto da: Daniele Marignani, 07/11/2014





Arezzo-Venezia 0-2 / Intervista a Serena

Arezzo-Venezia 0-2
comments powered by Disqus