Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 19a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Arezzo02Cesena
Fano11Gubbio
Fermana21Legnago
Imolese20Matelica
Mantova00Triestina
Perugia32Feralpi Salò
Samb01Padova
Sud Tirol10Vis Pesaro
Carpi42Ravenna
Modena01V. Verona
MONDO AMARANTO
Alessandro a Istanbul - Turchia
NEWS

Dettori-Erpen, due perle. Il gol dell'ex stavolta non fa male. L'Arezzo risorge a Busto

Su un campo allentato dalla pioggia, Capuano schiera la stessa formazione della settimana scorsa, con l'unica variante di Brumat per Campagna. Gli amaranto soffrono la verve della Pro Patria, ma passano poco dopo la mezz'ora e raddoppiano a inizio ripresa con una punizione splendida dell'argentino. Il tapin di Serafini e l'espulsione di Millesi rimettono in bilico la sfida, ma alla fine arrivano i tre punti. Interrotta la serie negativa di quattro giornate



esultanza amaranto dopo il gol di DettoriScongiurato il rischio rinvio: le abbondanti piogge delle ore scorse non hanno pregiudicato la tenuta del prato a Busto Arsizio. Il terreno di gioco dello stadio ''Carlo Speroni'' è allentato ma praticabile. Una mano la danno anche le temperature in risalita: il pomeriggio è soleggiato e mite.

Capuano presenta una sola novità in formazione rispetto all'ultima uscita: a destra c'è Brumat al posto di Campagna, con Montini confermato in attacco. In regia, in luogo dell'infortunato Carcione, giostra Gambadori. La Pro Patria conferma il suo 4-3-3 con gli ex amaranto Serafini e Baclet che compongono il tridente offensivo insieme al talentuoso D'Errico.

L’Arezzo non parte male. Erpen e Montini, sostenuti dagli intermedi, pressano alto e non danno modo alla Pro Patria di partire con l’azione dai difensori. Ne vengono fuori un paio di palle intercettate che però non producono effetti, eccezion fatta per due angoli. Dall’altra parte la Pro conferma di essere pericolosa in fase offensiva: al 4’ Candido sfiora la traversa di Benassi e all’8’ Serafini arriva con un attimo di ritardo sul tiro cross insidioso di Bovi. Già privo di Carcione in mediana, Capuano poco prima del quarto d’ora perde anche Cucciniello per infortunio. Dalla panchina va dentro Coppola.

Girano le lancette e gli amaranto concedono sempre più campo. Arati dirige le operazioni e i bustocchi trovano varchi invitanti. Benassi al minuto 21 deve sventare in corner una palla ferma di Candido che era rimbalzata pericolosamente lì nei pressi. Quattro minuti più tardi ci prova anche Baclet con una spizzata aerea senza esito. D’Errico, l’esterno di sinistra del tridente bustocco, è ispirato e mette in difficoltà sia Millesi che Pisani. E’ proprio il difensore ad affossarlo in area al 29’, ma Schirru lascia correre.

Quando nessuno se lo aspetta, ecco il gol amaranto: tutto nasce da un fallo laterale a sinistra. Millesi la crossa arretrata al limite dell’area dove Dettori ha il tempo di coordinarsi e battere al volo col destro. Palla in rete e 1-0 per l’Arezzo, un gol che interrompe un’astinenza di 402 minuti. La Pro Patria accusa il colpo. A parte un diagonale di D’Errico che s’infrange sull’esterno della rete, i padroni di casa non creano null’altro. Gli amaranto invece guadagnano brio e chiudono la prima frazione avanti di un gol.

Si materializza così il timore dell’ex Serafini, che in settimana aveva avvertito: ‘’se andiamo sotto, poi rifare gol all’Arezzo sarà durissima’’. Detto e fatto. Capuano tiene Brumat e Millesi molto bassi, non concede profondità e gli attacchi biancoblù sono sterili. L’unico brivido lo procura Pisani che rinvia addosso a Guglielmotti e gli spalanca un’autostrada verso la porta: ma il terzino angola troppo la mira e la mette fuori. Al 14’ Capuano toglie Montini e inserisce Bonvissuto, che dopo pochi secondi si guadagna una punizione appena fuori dall’area. Quella è la mattonella di Erpen che difatti non sbaglia: traiettoria sopra la barriera e Perilli immobile. E’ il raddoppio amaranto. 

La partita sembra nel pieno controllo amaranto, ma tutto cambia in un attimo. Al 28’ Serafini scodella sopra la linea di difesa una palla al bacio per Candido. Benassi fa un miracolo sulla bordata del numero dieci ma nulla può sul successivo tapin del numero 9, che così firma il suo gol dell’ex. La partita cambia volto anche perché Millesi, nell’ennesimo pomeriggio grigio, si fa beccare da Schirru nel secondo fallo da ammonizione e lascia i compagni in inferiorità numerica. Capuano toglie Erpen e piazza Campagna a fare muro. Il match diventa un monologo biancoblù: al 35’ D’Errico calcia forte dai venti metri, la palla tocca la schiena di Pisani e sbatte sul palo alla destra di Benassi. 

L’occasione per chiudere definitivamente la contesa capita a Bonvissuto. L’assist di Brumat è perfetto, il centravanti controlla e incrocia col destro ma Perilli si distende e ci arriva, tenendo la Pro Patria appesa al filo della speranza. Schirru concede ben 6 minuti di recupero, ma il fortino amaranto tiene. E così da Busto Arsizio piovono tre punti d'oro zecchino, che ridanno ossigeno alla squadra e allontanano la zona calda della classifica. Capuano interrompe la striscia negativa di quattro giornate e la settimana che conduce al match casalingo con la capolista Real Vicenza, adesso, ha un aspetto meno brutto.

 

Stadio ''Carlo Speroni'', ore 14.30.

PRO PATRIA (4-3-3): Perilli; Guglielmotti (st 24' Graham), Anderson, Gerolino, Taino; Bovi (st 43' Terrani), Arati (st 17' Giorno), Candido; D'Errico, Serafini, Baclet.

A disposizione: Melillo, Ulizio, Cannoni, Casantini.

Allenatore: Aldo Monza.

AREZZO (3-5-1-1): Benassi; Villagatti, Panariello, Pisani; Brumat, Dettori, Gambadori, Cucciniello (pt 14' Coppola), Millesi; Erpen (st 32' Campagna); Montini (st 14' Bonvissuto).

A disposizione: Leuci, Guarino, Morga, Padulano.

Allenatore: Ezio Capuano.

Indisponibili: Carcione, Conti, De Martino, Fè. Diffidati: Carcione, Dettori, Gambadori, Panariello.

ARBITRO: Schirru di Nichelino (Lacalamita di Bari - Viola di Bari). OA: Galise di Monza.

NOTE: terreno allentato dalla pioggia. Spettatori 1.500 circa. Ammoniti: pt 22' Villagatti, 32' Millesi, 45' Bovi; st 18' Anderson, 24' Giorno, 26' D'Errico, 48' Bonvissuto. Espulso Millesi al 29' st per somma di ammonizioni. Angoli: 5-4. Recupero tempi: 3' e 6'

RETI: pt 34' Dettori; st 16' Erpen, 28' Serafini

 

scritto da: Andrea Avato, 16/11/2014





Pro Patria-Arezzo 1-2 / Intervista a Serafini

Pro Patria-Arezzo 1-2
comments powered by Disqus