Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Virtus Entella, Pordenone, Juve Stabia
PLAY OFF
Carrarese22Pisa
Monza13Imolese
Feralpi Salo10Catanzaro
Arezzo30Viterbese
Potenza11Catania
PLAY OUT
Lucchese20Cuneo
Cuneosab14.30Lucchese
IN SERIE D
perdente play-out
MONDO AMARANTO
vessilli amaranto ad Anfield Road - Liverpool
NEWS

Panariello, un pilastro in difesa. Montini combattivo. Millesi, un'altra espulsione

L'Arezzo a Busto Arsizio ritrova i colpi di qualità di Erpen, autore del gol del 2-0 su punizione. Benassi male con i piedi e benissimo con le mani. Villagatti dà solidità alla difesa, Pisani no. Positivo Coppola al posto di Cucciniello, errore da matita rossa per Bonvissuto a tu per tu con il portiere Perilli



l'ex amaranto Serafini nella morsa di Gambadori e PanarielloLe pagelle di Pro Patria-Arezzo.

BENASSI 7 Il piede è senza convergenza, la mano per fortuna no. Sbaglia un rinvio dietro l’altro, ma quando deve metterci una pezza è il solito gatto. La paratona su Candido è portentosa e peccato che la respinta finisca proprio sul piede di Serafini che la schiaffa dentro. Vispo anche nel primo tempo su una punizione che gli era rimbalzata davanti.

PANARIELLO 6.5 Sono le sue partite. L’area come un fortino da difendere e tanti corpo a corpo con gli avanti avversari. Una sola sbavatura sul gol preso: fa salire la linea e Serafini gli mette la palla sopra la testa. Per il resto, un bel pilastro in difesa.

PISANI 5 E’ in un periodo di luna calante. Soffre la vivacità di D’Errico e nel primo tempo rischia anche il fallo da rigore per buttarlo giù. Nella ripresa rinvia alla viva il parroco e spalanca a Guglielmotti un’autostrada verso Benassi. Quello sbaglia, ma l’erroraccio resta. In affanno.

GAMBADORI 6 Come ad Alessandria, Capuano gli consegna le chiavi del gioco. E lui interpreta il ruolo da par suo, facendo schermo a Panariello e strozzando le combinazioni bustocche fuori dall’area. Regista di contenimento e non di creatività, ma oggi andava bene così.

CUCCINIELLO ng In campo meno di un quarto d’ora. Poi si fa male e abbandona (pt 14’ Coppola 6 Lo sviluppo tattico del match è congeniale alle sue caratteristiche. Cuce, contrasta e si propone quando può. Dinamico, ci mette il piede, non crea chissà cosa ma si fa sentire. Positivo).

VILLAGATTI 6 Diligente, applicato, duro nei contrasti. Il Baclet attuale non è quello ammirato in amaranto, ma resta un cliente scomodo. Gli concede pochino, tiene bene la zona di centro destra, aiuta Brumat. Fa il suo.

BRUMAT 6 Ok, non è il trenino che a inizio stagione si spolmonava avanti e indietro, ma non era nemmeno il momento di rischiare troppo. Fase difensiva oculata, nel suo pomeriggio c’è pure un assist alla Erpen per Bonvissuto. Cosa chiedergli di più?

DETTORI 6.5 Il gol, molto bello, è una sorta di fiore nel deserto, nel senso che sembra giocare col freno a mano tirato, limitandosi al minimo sindacale. Però l’episodio che porta la sua firma è decisivo e indirizza la gara. Quel tiro, oltretutto, sembra facile solo dopo che l’hai messa dentro. E spezza un digiuno di 402 minuti.

MONTINI 6 Dopo il cazziatone di Alessandria, Capuano lo ha promosso titolare. Lui in campo ci butta voglia e ardore, anche se di palloni puliti lassù ne arriva uno ogni quarto d’ora. Comunque si salva per la combattività e per la tenacia con cui guadagna falli e punizioni. Si vede che ha qualità, anche se le tira fuori a sprazzi (st 14’ Bonvissuto 5.5 Guadagna subito la punizione del raddoppio, mulina i gomiti e le anche, aiuta la squadra. Poi gli capita la palla che potrebbe chiudere il match e fa fare bella figura a Perilli. Lì doveva tirare giù la porta).

ERPEN 7 Furbo e smaliziato, sa di non essere in gran forma e allora decide di giocare di prima. Un tocco e via, manda fuori giri i marcatori e tiene alto il ritmo dell’azione. Presente nella manovra, si propone sulla trequarti e in verticale. Quando l’arbitro gli concede la punizione dalla zolla amica, disegna una delle sue parabole e mette l’epitaffio sul match. Qualità pura (st 32’ Campagna ng Venti minuti a fare muro contro gli ultimi assalti bustocchi).

MILLESI 4 L'ennesimo pomeriggio di fatica. Da quella parte D'Errico, Bovi e Guglielmotti creano le insidie maggiori. Spinge poco e l'assist per il gol di Dettori non basta a rivalutare una prestazione mortificata da un'espulsione evitabile (la seconda in poche settimane) che poteva costare carissima.

 

scritto da: Andrea Avato, 16/11/2014





Pro Patria-Arezzo 1-2 / Intervista a Capuano

Pro Patria-Arezzo 1-2
comments powered by Disqus