Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Giada e Ilaria in trasferta a Terni
NEWS

La domenica di Panariello. Dettori, che assist! Erpen dribbla anche la stanchezza

Per una volta non è Benassi il migliore in campo. Villagatti sforna un'altra prestazione di sostanza e Campagna si fa apprezzare anche in proiezione offensiva. Gambadori soffre ma intercetta tanti palloni e anche Montini guadagna la sufficienza grazie all'atteggiamento battagliero. Spezzone prezioso per Bonvissuto



prestazione convincente per Dettori a metà campoLe pagelle di Arezzo-Real Vicenza.
BENASSI 6.5 A un certo punto gli sfugge un pallone dalle mani e la gente si meraviglia nel vedere un errore di quello che è un numero uno per maglia e rendimento. Un paio di parate splendide nel finale, ma oggi il migliore in campo non è lui. E a Capuano di sicuro non dispiacerà.
PANARIELLO 7.5 Il simbolo del Capuanesimo, la longa manus dell'allenatore nel cuore della difesa. Spirito e ardore agonistico ne fanno l'interprete perfetto di un certo tipo di calcio, senza raffinatezze stilistiche ma con la ruvidezza del contrasto elevata a stile riconosciuto di gioco. Sempre più leader dietro, efficace nelle chiusure e nei raddoppi, si scopre anche attaccante di razza: stop e tiro a pelo d'erba valgono il vantaggio e tre quarti di vittoria. Come dice Eziolino, chapeau.
VILLAGATTI 6.5 Il granatiere che non riluce, il francobollatore indefesso e poco appariscente. Niente fronzoli, tanta ''ciccia'': governa il braccetto di destra e insieme a Campagna chiude la cerniera senza crepe. Fosse un'automobile, sarebbe una di quelle macchine tedesche che, come dicono in tivù, sono sinonimo di affidabilità.
GAMBADORI 6 Una partita col fiatone. Inizia da mediano e quelli del Real gli fanno girare la testa. Dopo l'intervallo ricomincia da play basso ma fatica a smistare il gioco. In un frangente rimedia all'errore con un fallo e becca il cartellino che gli farà saltare Cremona. Però quando la palla ce l'hanno gli altri, si trasforma in una mignatta implacabile. Un intercetto dietro l'altro gli valgono la sufficienza.
CARCIONE 6 Un recupero in velocità, un paio di aperture in bello stile e la gente si ricorda che l'Arezzo sa anche proporre qualche trama come Dio comanda. La lunga assenza però si fa sentire e un paio di volte perde palla in zona rossa. In vantaggio di un gol, Eziolino non indugia: lo toglie nell'intervallo e sposta Gambadori a fare filtro in quella zona (st 1' Coppola 6 Diligente e di gamba. Fa l'intermedio con sagacia, si oppone a Cristini e conferma di essere un rimpiazzo utilissimo).
CONTI ng Torna dopo due mesi e desta buona impressione. Purtroppo incappa nel contrasto fatale e il ginocchio lussato rifà crack di nuovo. Un peccato (pt 35' Pisani 6 Non era facile ritrovare la bussola dopo il confino in panca. Invece entra bene e, al di là di qualche affanno, contribuisce a chiudere i lucchetti dell'area di rigore).
CAMPAGNA 6.5 La sorpresa è vederlo spingere e affondare, lui che finora aveva fatto fatica ad azzannare la tre quarti avversaria. Invece stavolta va e torna, va e torna. Sbagliando qualcosa ma con inedita intraprendenza. In crescita.
DETTORI 7 In dubbio per un acciacco fisico accusato in settimana, va in campo da titolare e tira fuori una signora prestazione. Anche nel primo tempo, quando il giro palla vicentino è costante, si dimena e non demorde. Nella ripresa è tra i più risoluti, fino alla palla sopra che manda Bonvissuto a guadagnarsi il rigore. Dopo il gol di Busto, una conferma importante.
MONTINI 6 Il solito impasto di sacrificio, fisicità e movimento. E' a metà del processo di capuanizzazione e si vede. Di suo ci mette un colpo di tacco (azzeccato) a centrocampo e qualche giocata di fino che fa parte del dna. Esce senza aver mai tirato in porta ma il pubblico lo incoraggia (st 21' Bonvissuto 6 Venticinque minuti intensi, con un fallo duro su Polverini, l'ammonizione e il rigore guadagnato. Prezioso).
ERPEN 7 Il periodaccio sembra passato. E' tornato il funambolo che cuce la mediana con quel poco d'attacco che propone la squadra. Mobile, dinamico, ispirato, dribbla avversari e stanchezza. Perfetta l'esecuzione del penalty, stavolta senza cucchiaio. Quarto gol per el diez, secondo consecutivo.
BRUMAT 6 La fascia sinistra, palesemente, non è casa sua. Da quella parte c'è Lavagnoli, un satanasso. E a dargli man forte sale Carlini. Il ragazzino soffre per mezz'ora, poi si sistema, prende le misure e porta in fondo una partita complicata.

 

scritto da: Andrea Avato, 23/11/2014





Arezzo-Real Vicenza 2-0 / Intervista a Dettori

Arezzo-Real Vicenza 2-0
comments powered by Disqus