Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Massimiliano e una maglia per ricordo
NEWS

Arezzo, troppi errori. Il cucchiaio di Erpen non basta, la Cremonese vince e si rilancia

Gli amaranto masticano amaro allo ''Zini''. Dopo essere partiti meglio degli avversari, vanno sotto per un gol in contropiede ma l'argentino pareggia col cucchiaio. Benassi regala il raddoppio a Jadid e nella ripresa, dopo il tris di Palermo, Montini manda sulla traversa la palla che poteva riaprire il match. Capuano infuriato in panchina



l'errore di Benassi sul tiro di JadidReduce da due successi consecutivi, l'Arezzo cerca punti nella trasferta di Cremona. Di fronte c'è un avversario che viene dalla batosta di Pavia e che dieci giorni fa ha cambiato allenatore, con Giampaolo che ha preso il posto di Montorfano.

4-3-3 per i grigiorossi: c'è Jadid in cambina di regia e Brighenti al centro dell'attacco. Capuano invece non cambia il 3-5-1-1 ma rilancia Bonvissuto in avanti, con Montini che parte dalla panca. Assenti lo squalificato Gambadori, oltre all'infortunato Conti e all'indisponibile Campagna.
Due ex tre le file amaranto: Dettori e Bonvissuto. Per loro sarà una sfida particolare.

I primi dieci minuti certificano le difficoltà emotive dei lombardi, che partono timorosi e contratti. L'Arezzo invece ha geometrie consolidate e si propone al tiro due volte: Carcione dai venti metri non va troppo distante dall'incrocio e Millesi, dall'interno dell'area, calcia sporco col sinistro, rammaricandosi per l'occasione fallita. Impossibile non vedere una strategia precisa dietro lo start ruspante degli amaranto. Eppure, a conferma che il calcio è strano, arriva il gol della Cremonese. E' il minuto 11: l'Arezzo si fa prendere d'infilata dopo un angolo a favore e Kirilov avvia la ripartenza fatale. Assist per Palermo e Brighenti, da due passi, deve solo spingerla dentro. 1-0.

La settima rete stagionale del bomber grigiorosso cambia l'inerzia del match. La Cremonese prende ad attaccare con maggior vigore e gli amaranto devono difendersi. A sinistra Di Francesco è bravo ad aprire spazi per Marchi, che arriva sovente al cross. Però l'Arezzo non demorde e al 21' Bonvissuto imbecca Erpen in area: il pallonetto col mancino è appena corto e Galli ci arriva.

La gara si assesta pian piano e si fa equilibrata. Bonvissuto sfrutta male di testa il solito schema su palla ferma e Carcione, su punizione diretta, lambisce il sette. Quindi al 40' la svolta: punizione laterale per l'Arezzo, Giorgi colpisce in modo maldestro e la sua deviazione diventa un assist per Erpen che, con classe e sfrontatezza, scavalca Galli con il cucchiaio. 1-1 e palla al centro. Ma la gioia amaranto dura poco: a pochi istanti dall'intervallo Jadid calcia in porta da trenta mtri. La palla rimbalza davanti a Benassi e il portiere se la fa scivolare sotto la pancia, tradito anche dal terreno allentato. Incredibile papera del numero uno e Cremonese che si riporta incredibilmente avanti.

L'avvio di ripresa è più ingessato. La Cremonese ha più profondità perché l'Arezzo deve spingere, ma Benassi non corre troppi rischi. Il problema è che davanti Bonvissuto resta da solo e non basta Erpen a dargli man forte. Così al 13' Capuano toglie Brumat e butta dentro Padulano, disegnando un 4-3-3 speculare a quello di Giampaolo.

Ma il match si è fatto complicato ormai. Quando Erpen, sugli sviluppi di uno schema da fermo, calcia fuori da posizione defilata, a Capuano vengono brutti pensieri. Difatti al 24' Palermo la incorna di testa in mischia e la mette dove Benassi non può arrivare. E' il 3-1 che sembra mettere in ghiaccio la gara. Invece Montini, subentrato a Coppola, avrebbe sulla testa il pallone per riaprire la sfida: ma la sua incornata da un metro, su cross pennellato di Erpen, si schianta sulla traversa e torna in campo. Capuano, infuriato, prende a pugni la panchina.

L'ultimo quarto d'ora regala pochi brividi. Nonostante il 4-2-4 d'assalto, con Morga al posto di Bonvissuto, l'Arezzo non sfonda. E la Cremonese si accontenta di fare muro, lanciando di tanto in tanto Kirilov in contropiede. Dopo 4 minuti di recupero, Strippoli chiude la sfida e gli amaranto masticano amaro. Con un po' di attenzione in più sarebbe di sicuro finita diversamente. Gli errori però si pagano e la Cremonese ne ha saputo approfittare.

 

Stadio ''Giovanni Zini'', ore 14.30.

CREMONESE (4-3-3): Galli; Palomeque, Gambaretti, Giorgi, Favalli; A.Marchi, Jadid, Palermo (st 40' Moroni); Di Francesco (st 42' Ciccone), Brighenti (st 33' M.Marchi), Kirilov.

A disposizione: Rongoni, Zieleniecki, Crialese, Manaj.

Allenatore: Marco Giampaolo.

AREZZO (3-5-1-1): Benassi; Villagatti, Panariello, Pisani; Brumat (st 13' Padulano), Dettori, Carcione, Coppola (st 26' Montini), Millesi; Erpen; Bonvissuto (st 31' Morga).

A disposizione: Leuci, De Martino, Guarino, Cucciniello.

Allenatore: Ezio Capuano.

Squalificati: Gambadori. Diffidati: Carcione, Dettori, Panariello. Indisponibili: Campagna, Conti, Fè.

ARBITRO: Strippoli di Bari (Larotonda di Collegno - Garavaglia di Novara). OA: Canzonieri di Roma.

NOTE: spettatori presenti 3.046 (552 paganti più 2.494 abbonati), incasso di 9.766 euro. Ammoniti: pt 38' A.Marchi; st 17' Millesi, 19' Di Francesco, 27' Palermo. Angoli: 3-6. Recupero tempi: 0' e 4'

RETI: pt 11' Brighenti, 40' Erpen, 44' Jadid; st 24' Palermo

 

scritto da: Andrea Avato, 29/11/2014





Cremonese-Arezzo 3-1
comments powered by Disqus