Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - Play-off e Play-out

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN SERIE B
Vicenza, Monza, Reggina, Reggiana
PLAY OFF
Reggiana10Bari
PLAY OUT
Pianese00Pergolettese
Olbia10Giana Erminio
IN SERIE D
Gozzano, Pianese, Giana Erminio, Rimini, Arzignano, Ravenna, Rieti, Rende, Bisceglie
MONDO AMARANTO
Battifolle amaranto all'Oktober Fest - Monaco di Baviera
NEWS

La palla ferma stavolta è fatale: Giosa segna di testa, il Como prende i tre punti

Moduli speculari a confronto: Capuano sceglie Montini in attacco e Brumat a sinistra. Dall'altra parte Colella dà fiducia a Defendi e Ganz, che dopo pochi secondi si vede negare il gol da uno strepitoso Benassi. Il match è equilibrato, le occasioni scarseggiano sul campo pesante. A metà ripresa uno schema su calcio piazzato punisce gli amaranto. Inutile il forcing finale



il gol di Giosa che ha deciso il matchC'è la sconfitta di Cremona da riscattare per l'Arezzo. Capuano recupera Gambadori dopo la squalifica e lascia in panchina Millesi per scelta tecnica. Al suo posto a sinistra gioca Brumat. Montini invece vince il ballottaggio con Bonvissuto per la maglia numero 9 in avanti.

Dall'altra parte c'è un Como che cerca continuità in trasferta per avvicinare la vetta della classifica. 3-5-2 per mister Colella, con la coppia Defendi-Ganz in attacco.

Partenza brillante per l'Arezzo, che dopo un minuto si fa già vedere dalle parti di Crispino con un tiro dal limite di Brumat, deviato in angolo, ma il Como non si fa pregare e ribatte immediatamente il colpo con un tiro a botta sicura di Ganz (aiutatosi, nel controllo, probabilmente con un braccio), disinnescato soltanto da un capolavoro di Benassi.
Dopo lo scoppiettante avvio le squadre si fanno più pragmatiche, provando comunque ad impensierire le retroguardie avversarie con alcuni cross.
Prova anche a farsi sentire lo sparuto gruppo di tifosi ospiti, immediatamente sovrastati in quantità e qualità dall'incitamento della Minghelli.

Ancora Ganz, al 19', calcia alto un pallone giuntogli casualmente dopo un tiro rimpallato di Casoli. L'Arezzo si fa vedere da fuori, questa volta con Carcione, ma la sua bordata dai 25 metri finisce alta sopra la traversa.

Alla mezzora ci prova Fautario ad interrompere la fase di stallo, ma la sua conclusione da fuori è debole e Benassi non ha problemi a far suo il pallone, mentre sul ribaltamento di fronte l'ennesima incursione centrale di Brumat finisce in un nulla di fatto.
Al 35' Campagna sforna un cross molto teso in corsa, Crispino con un colpo di reni toglie il pallone dalla testa dell'accorrente Brumat. Due minuti dopo è Montini a mancare l'appuntamento con il pallone dopo il cross di Dettori, esibitosi in alcune finte di corpo.

La squadra amaranto tiene il pallino del gioco e al 40' si rende ancora pericolosa da fuori area con Gambadori, che riceve il pallone su corta respinta della difesa dopo un angolo di Erpen.
Il Como si rivede soltanto al 44' quando, al termine di un'azione ben orchestrata, una sponda di Casoli libera al tiro Scapuzzi, che fortunatamente spreca malamente mancando lo specchio della porta di Benassi.

Al rientro delle squadre in campo Capuano decide di giocasi la carta Millesi, al quale deve far spazio un pur volitivo Brumat.
La prima incursione offensiva del secondo tempo è di marca lombarda, con Fautario che approfitta di uno scivolone di Villagatti per arrivare sul fondo e mettere un pallone invitante nel cuore dell'area, ma un super Benassi riesce a liberare distendendosi prima che qualunque minaccia possa far capolino.

Gli amaranto tornano a farsi vedere con Montini, che al 14' preferisce cercare la soluzione personale invece di servire l'accorrente Millesi facendosi però rimpallare il tiro, prima di lasciare il campo a Bonvissuto nella consueta staffetta tra punte.
Al 19' il vantaggio del Como. Punizione dalla trequarti sinistra di Le Noci, Giosa trova un'autostrada libera in area e colpisce di testa, indisturbato, a pochi passi da Benassi, che nulla può stavolta per evitare la rete.

Dopo la rete Eziolino ridisegna la squadra con un 4-3-3 per tentare di recuperare uno svantaggio per molti versi inaspettato. Al 30' l'Arezzo reclama un rigore quando Erpen, assistito da Bonvissuto, viene duramente contrastato da un difensore avversario con molta foga, ma l'arbitro Formato non ravvede alcuna scorrettezza e fa continuare il gioco tra i fischi generali.

Il Como, forte del vantaggio, inizia a frammentare sempre di più il gioco e rubacchiare secondi preziosi, cercando il raddoppio in contropiede come in occasione del tiro di De Sousa al 40', su gentile concessione di Villagatti che sbaglia il disimpegno.

Il recupero monstre di 6 minuti non porta molte emozioni: da segnalare giusto una punizione dal limite di Le Noci al 47', bloccata senza troppi patemi da Benassi, e un'incursione di Dettori al 51', che però viene murato all'ultimo secondo.

Il tour de force degli amaranto non inizia nel migliore dei modi, e gli strascichi di questa partita si faranno sentire anche nella prossima trasferta di Monza, dove manchera Carcione, che era in diffida ed e stato ammonito.

Il fortino del Comunale viene violato per la seconda volta in stagione.

 

Stadio ''Città di Arezzo'', ore 16.

AREZZO (3-5-1-1): Benassi; Villagatti, Panariello, Pisani; Campagna (st 23' Padulano), Gambadori, Carcione, Dettori, Brumat (st 1' Millesi); Erpen; Montini (st 16' Bonvissuto).

A disposizione: Leuci, De Martino, Guarino, Cucciniello.

Allenatore: Ezio Capuano.

Indisponibili: Conti, Coppola, Fè. Diffidati: Campagna, Carcionei, Panariello.

COMO (3-5-2): Crispino; Ambrosini, Giosa, Lebran; Casoli, Scapuzzi (st 34' Rinaldi), Corticchia, Le Noci, Fautario; Defendi (st 26' De Sousa), Ganz (st 12' Ardito).

A disposizione: Falcone, Curti, Marchi, Comentale.

Allenatore: Francesco Colella.

ARBITRO: Formato di Benevento (Monetta di Salerno - Manzolillo di Sala Consilina). OA: Melograni di Roma.

NOTE: spettatori presenti 2.417 (933 paganti più 1.434 abbonati), incasso non comunicato. Ammoniti: st 3' Montini, 24' Carcione, 35' Millesi, 46' Villagatti, 49' Dettori. Angoli: 3-3. Recupero tempi: 1' e 6'

RETI: st 19' Giosa

 

scritto da: Daniele Marignani, 06/12/2014





Arezzo-Como 0-1 / Intervista a Colella

Arezzo-Como 0-1
comments powered by Disqus