Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 14a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Monza22Carrarese
Albinoleffe10Pontedera
Arezzo21Olbia
Juventus U2302Pistoiese
Lecco02Renate
Pianese20Pergolettese
Novara21Como
Pro Patria00Alessandria
Pro Vercelli11Giana Erminio
Siena11Gozzano
MONDO AMARANTO
Alessandro alla porta di Brandeburgo - Germania
NEWS

Arezzo, ci voleva proprio. Tre gol al Giana, vittoria che vale doppio. La classifica migliora

Gli amaranto tornano al successo dopo cinque giornate ed espugnano il ''Brianteo'' di Monza. Traversa di Recino per i padroni di casa, quindi Pisani segna di testa tra le proteste dei lombardi (palla respinta dentro la porta o sulla riga?). Nella ripresa raddoppia Cucciniello e poi Erpen con il cucchiaio mette il sigillo dal dischetto



Perna ribatte nei pressi della riga il colpo di testa di PisaniUn mese dopo l'1-1 firmato da Padulano contro il Monza, l'Arezzo torna al ''Brianteo'', stavolta per affrontare il Giana Erminio.

La squadra di Gorgonzola, alla prima esperienza nei professionisti, viene da due buoni risultati (vittoria interna contro il Sud Tirol e pareggio a Cremona) e vuole tenersi alle spalle la zona play-out. 4-4-2 per mister Albè, con Solerio stantuffo a sinistra.

Capuano non ha Dettori squalificato e nemmeno gli infortunati Conti e Sabatino, mentre Vanin è in attesa del transfer dalla Slovenia. In difesa torna Panariello, c'è Coppola in mediana e in attacco resta fuori Montini, con il tandem offensivo formato da Erpen e Bonvissuto.

Arbitra Zanonato di Vicenza. Due anni fa in serie D stangò l'Arezzo con un referto che portò addirittura alla sanzione delle porte chiuse.

Si gioca davanti a pochi intimi e con un vento forte che taglia il campo di traverso. Il Giana predilige la spinta a sinistra, dove Augello e Solerio hanno gamba e verve. L'Arezzo si appoggia spesso su Bonvissuto, che come suo costume ingaggia ruvidi duelli con i difensori per tenere il possesso. Per un quarto d'ora abbondante succede poco, poi al 17' Recino sfonda la linea difensiva amaranto e calcia in porta con violenza, scheggiando la traversa di Benassi.

Il match ristagna a centrocampo, condizionato anche dal vento che inibisce le trame di gioco delle due squadre. Al 41', alla prima conclusione verso i pali biancocelesti, l'Arezzo passa. Angolo di Erpen, colpo di testa di Pisani e Perna respinge nei pressi della riga di porta. Per l'assistente Sgheiz di Como però la palla era già entrata e gli amaranto si ritrovano avanti con il secondo gol stagionale del difensore.

Il Giana a inizio ripresa parte con il piglio di chi deve rimontare, ma l'Arezzo fa muro con efficacia. Al 3' brivido per un angolo che attraversa tutta l'area piccola di Benassi, con la palla che poi finisce fuori.
Al primo raid offensivo, l'Arezzo raddoppia. Bonvissuto di forza difende palla ed entra in area sul lato destro, poi traversa in mezzo un rasoterra che trova Cucciniello solo soletto all'altezza del secondo palo. Piattone destro e rete che si gonfia per il primo sigillo in campionato del jolly amaranto.

Capuano toglie Campagna, inserisce Millesi a sinistra e sposta Cucciniello dall'altra parte, mentre Bonvissuto macchia la sua buona prestazione con un'ammonizione inutile per un fallo di mano nell'area avversaria. Diffidato, salterà l'Albinoleffe per squalifica al pari di Cucciniello. E' anche l'ultima giocata del centravanti, rimpiazzato da Montini. A sette dalla fine Montesano stende Erpen dentro i sedici metri. E' rigore grosso così. Proprio Erpen mette la palla sul dischetto e, nonostante il disturbo del vento, infila Ghislanzoni con il cucchiaio proprio come a Bassano.

Capuano così porta indietro una vittoria pesantissima che ridà ossigeno alla classifica e restituisce autostima a una squadra che aveva vinto solo due volte nelle ultime undici gare. Ma il 3-0 di Monza, la vittoria più larga di questo torneo, ha l'effetto di un toccasana arrivato proprio al momento giusto.

 

Monza, stadio ''Brianteo'', ore 15.

GIANA ERMINIO (4-4-2): Ghislanzoni; Perico (st 1' Crotti), Bonalumi (st 23' Sarao), Montesano, Augello; Rossini, Marotta, Pinto (st 33' Di Lauri), Solerio; Perna, Recino.

A disposizione: Sanchez, Sosio, Cannistrà, Capano.

Allenatore: Cesare Albè.

AREZZO (3-5-1-1): Benassi; Villagatti, Panariello, Pisani; Campagna (st 24' Millesi), Gambadori, Carcione, Coppola (st 40' Guarino), Cucciniello; Erpen; Bonvissuto (st 28' Montini).

A disposizione: Garbinesi, Brumat, Mariani, Padulano.

Allenatore: Ezio Capuano.

Indisponibili: Conti, De Martino, Leuci, Sabatino. Squalificati: Dettori. Diffidati: Bonvissuto, Campagna, Cucciniello, Millesi, Villagatti.

ARBITRO: Zanonato di Vicenza (Sgheiz di Como - Cartaino di Pavia). OA: Puglisi di Voghera.

NOTE: spettatori duecento circa. Ammoniti: pt 20' Carcione; st 6' Crotti, 8' Cucciniello, 25' Bonvissuto, 35' Benassi. Angoli: 4-3. Recupero tempi: 1' e 4'

RETI: pt 41' Pisani; st 16' Cucciniello, 38' rig. Erpen

 

scritto da: Andrea Avato, 11/01/2015





Giana Erminio-Arezzo 0-3 / Intervista a Benassi

Giana Erminio-Arezzo 0-3
comments powered by Disqus