Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE D GIRONE E - Playoff e Playout

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
IN LEGA PRO
San Donato
PLAY OFF
Poggibonsi10Pianese
Arezzo02Gavorrano
PLAY OUT
Rieti20Foligno
IN ECCELLENZA
Pro Livorno, Cannara, Unipomezia, Foligno
MONDO AMARANTO
Pepone durante il suo addio al celibato
NEWS

E il campo come sta? Così così. Green Grass: ''L'abbiamo asciugato. Ora va nutrito''

A distanza di quasi un mese dall'ultima volta (0-0 con il Novara il 21 dicembre), l'Arezzo torna a giocare al Comunale. Le condizioni del prato sono migliorate rispetto a prima ma non sono ancora quelle ideali. Dopo la bucatura profonda e la sabbiatura, i tecnici stanno aspettando i risultati delle analisi per procedere alla fertilizzazione. Di nuovo in piena efficienza invece l'impianto di illuminazione



erba e sabbia sul terreno del ComunaleQuasi un mese dopo l'ultima partita casalinga (0-0 con il Novara il 21 dicembre), l'Arezzo torna sul prato del Comunale. E la domanda che i tifosi si pongono è: in che condizioni si trova il terreno? Buone ma non buonissime: è questa la risposta giusta.

Tutti ricorderanno lo strazio di fine novembre, quando i giocatori dovevano correre sopra un pantano, con l'aderenza ridotta e il pallone che rimbalzava in maniera imprevedibile. Capuano sbottò e l'Arezzo, allora, decise di affidare la manutenzione a Green Grass, azienda aretina specializzata nella cura dei tappeti erbosi. I tecnici hanno provveduto alla bucatura profonda e alla sabbiatura, utilizzando la sabbia del Po che è la più indicata in questi casi.

Adesso, a guardarlo dall'alto, il campo sembra perfetto. A camminarci dentro invece la situazione si presenta in modo diverso. La sabbia è stata assorbita ma non del tutto e l'erba non è ancora compatta come ai bei tempi, quando ad Arezzo si giocava sopra un vero e proprio biliardo.

"Abbiamo provveduto a una prima concimazione - ha spiegato Maurizio Serboli, direttore tecnico di Green Grass - e siamo in attesa dei risultati delle analisi che deve fornirci l'istituto di Torino. Quando avremo quelli, potremo dedicarci anche a una progressiva e mirata fertilizzazione. Il terreno è sicuramente più asciutto rispetto a prima, ma deve essere nutrito. Purtroppo negli ultimi mesi questo non è avvenuto e gli effetti sono quelli che vediamo tutti. In ogni caso, con un programma di interventi a media scadenza, contiamo di rimetterlo in sesto e di riportarlo in salute''.

Se il prato ha bisogno di altro tempo, l'impianto di illuminazione è stato definitivamente sistemato. Il Comune ha provveduto a sostituire le lampade difettose e adesso le torri faro sono di nuovo efficienti al cento per cento. Anche se oggi, salvo annuvolamenti improvvisi, non ci sarà bisogno di metterle in funzione. 

 

scritto da: Andrea Avato, 18/01/2015





comments powered by Disqus