Atlantide ADV
SPORTUBE
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE A - 27a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Carrarese30Gozzano
Renate12Pergolettese
Monza11Arezzo
Siena11Albinoleffe
Juventus U2310Pianese
Olbia10Pistoiese
Pontedera01Alessandria
Giana ErminiorinvComo
LeccorinvPro Patria
Pro VercellirinvNovara
MONDO AMARANTO
Alessandro e 50 anni di fede amaranto
NEWS

Montini, zampata decisiva. L'Arezzo rimonta, vince e gode. La salvezza è cosa fatta

Gli amaranto espugnano Lumezzane grazie al gol in extremis dell'attaccante. I padroni di casa erano passati in vantaggio con Varas, ma Dettori aveva ristabilito subito la parità con un rigore concesso per fallo su Bonvissuto. Decisiva l'espulsione di Belotti a un quarto d'ora dal termine. Adesso Capuano può veramente cambiare obiettivo e puntare ad arrivare tra le prime nove, in modo da partecipare l'anno prossimo alla Coppa Italia dei grandi



il rigore trasformato da DettoriRitiro di cinque giorni in Lombardia: oggi il recupero di Lumezzane, domenica la trasferta di Salò. Per l’Arezzo, che ha spostato il quartier generale nel profondo nord, il tour de force va avanti ma l’obiettivo salvezza ormai è dietro l’angolo.

In val Trompia si gioca dopo il rinvio per neve dello scorso febbraio. In attacco torna Bonvissuto, in difesa esce Panariello. Il modulo è sempre lo stesso: 3-5-1-1 con Yaisien trequartista. Il Lume è quart’ultimo e vuole agganciare il Giana a quota 31, per poi puntare alla salvezza diretta.

L'inizio gara è compassato, complice anche il terreno sabbioso che non agevola il controllo palla. All'Arezzo il pari starebbe benone, per cui l'iniziativa la prendono i rossoblù. Ma succede poco: sul taccuino c'è solo un rasoterra di Brumat finito in rete dopo che Bonvissuto si era portato la palla oltre la riga di fondo. Il centravanti reclama il penalty al 13' dopo un contatto in area con Belotti, ma Candeo lascia correre e vede bene. Poi l'arbitro ammonisce Crescenzi e Sarao in rapida sequenza.

Gli amaranto restano attendisti, concedendo agli avversari qualche mischia e poco più. Ma quando la squadra non digrigna i denti e aggredisce, tentando ci controllare la situazione, rischia di abbassare la guardia. Difatti al 38', sulla parabola di Potenza, Benassi esita nell'uscita e consente a Varas di appoggiarla di testa in fondo al sacco. Capuano sbraita davanti alla panchina e per fortuna che cade subito l'episodio salvifico: Nossa allunga la gamba per contrastare Bonvissuto e colpisce l'avversario. Stavolta Candeo, che poco prima aveva ammonito l'attaccante per simulazione, concede il penalty. Dagli undici metri si presenta Dettori che infila Bason con una bordata sotto la traversa. Al riposo ci si va sul punteggio di parità.

Dopo sei minuti della ripresa ecco il primo cambio. Capuano toglie Bonvissuto, che esce massggiandosi l'adduttore, e inserisce Montini. I ritmi restano bassi e soporiferi: gli attacchi rossoblù sono all'insegna del vorrei ma non posso mentre nell'Arezzo è apprezzabile la continuità di giocate di Yaisien, che non va al tiro ma cuce il gioco con costanza. In pratica si arriva alla mezz'ora senza neanche un sussulto. Così a scaldare un po' l'ambiente ci pensa Candeo, che rifila il secondo giallo a Belotti per un fallo di mano e lo caccia anzitempo. Con il Lumezzane in dieci, Capuano toglie Dettori e manda dentro Padulano, disegnando il tridente per l'ultimo scampolo di gara.

Ma succede pochissimo, almeno fino al novantesimo. Coppola si guadagna il corner con una bella iniziativa personale e Montini, dopo il primo tentativo di Villagatti, trova la zampata decisiva a due passi da Bason. Secondo gol stagionale per l'attaccante dopo quello di Bolzano e tre punti d'oro per l'Arezzo, che sale addirittura a quota 41 in classifica.

La salvezza è cosa fatta e adesso Capuano può davvero mettere il mirino sulle prime nove posizioni che valgono la partecipazione alla Coppa Italia dei grandi. Chi l'avrebbe detto soltanto un mese fa?

 

Stadio ''Tullio Saleri'', ore 14.30.

LUMEZZANE (4-3-3): Bason; Mogos, Belotti, Nossa, Pantano; Franchini, Genevier, Alimi; Potenza (st 23' Ekuban), Sarao, Varas (st 32' Bagnai).

A disposizione: Furlan, Pippa, Biondi, Meduri, Cruz.

Allenatore: Maurizio Braghin.

AREZZO (3-5-1-1): Benassi; Villagatti, Guidi, Crescenzi; Brumat, Gambadori, Carcione (st 30' Coppola), Dettori (st 34' Padulano), Franchino; Yaisien; Bonvissuto (st 6' Montini).

A disposizione: Rosti, De Martino, Panariello, Barusso.

Allenatore: Ezio Capuano.

Indisponibili: Conti, Cucciniello, Erpen, Leuci, Sabatino, Testardi. Diffidati: Benassi.

ARBITRO: Candeo di Este (Defina di Cesena - Scarpa di Reggio Emilia). OA: Faraone di Monza.

NOTE: spettatori 200 circa. Espulso Belotti al 31' st per somma di ammonizioni. Ammoniti: pt 14' Crescenzi, 16' Sarao, 27' Belotti, 35' Bonvissuto, 42' Nossa; st 37' Villagatti. Angoli: 6-2. Recupero tempi: 0' e 4'

RETI: pt 38' Varas, 43' rig. Dettori; st 45' Montini

 

scritto da: Andrea Avato, 11/03/2015





Lumezzane-Arezzo 1-2
comments powered by Disqus