Atlantide ADV
AMARANTO TV

SERIE C GIRONE B - 13a giornata

RISULTATI CLASSIFICA PROSSIMO TURNO
Imolese02Arezzo
Fano12V. Verona
Gubbio11Feralpi Salò
Samb11Legnago
Sud Tirol11Perugia
Carpi22Triestina
Cesena00Modena
Fermana11Matelica
Mantova21Ravenna
Padova53Vis Pesaro
MONDO AMARANTO
Claudia nell'isola di Brac - Croazia
NEWS

Più su del nono posto con lo stesso budget, Capuano deve calare i jolly. Piace Zampa

Linee guida del mercato amaranto: rinnovi oculati per i giocatori di quest'anno; acquisto svincolati di qualità; relazioni con club di categoria superiore per avere prestiti a buon prezzo. Così si spiegano le trattative in stand by con Gambadori e Panariello e il mirino sui calciatori in scadenza di contratto, come Fortunato e Calderini. I buoni uffici con società di A e B sono indispensabili per arrivare a giovani di valore (Zanon della Fiorentina) ma anche a obiettivi sensibili (Caturano del Melfi)



Enrico Zampa, classe '92, quest'anno in forza al Trapani''Non mangerò, non dormirò, girerò l'Italia ma costruirò una squadra importante. Questa è la promessa che posso fare, parola d'onore''.

Eziolino Capuano non è uno che si scoraggia di fronte alle salite e le frasi pronunciate in diretta televisiva una settimana fa potrebbe scolpirle nel marmo. Dal cilindro dell'allenatore uscirà di sicuro qualche jolly, visto che la serie C per lui ha pochi segreti e che sulle qualità dei giocatori ha dimostrato di avere l'occhio lungo.

E' chiaro, ma lo sa anche Capuano, che la politica dell'Arezzo impone di tenere i piedi per terra. L'asticella, in altre parole, bisogna alzarla per quanto concerne i risultati (senza esagerare) ma il budget, come ha ricordato il mister, resterà lo stesso dell'anno scorso. Il vantaggio è che la rosa può essere costruita fin da oggi e non da settembre: qualche colpo mirato quindi può essere messo a segno. Com'è stato nel caso di Fortunato ('90), portiere già contrattizzato per rimpiazzare Benassi ('81).

Appurato che parlare di serie B è fuorviante e pericoloso per gli equilibri e gli umori della piazza, c'è comunque da assemblare un organico in grado di arrivare un po' più su del nono posto. E Capuano dovrà riuscire nell'impresa gestendo al meglio almeno tre fasi delicatissime: 1) rinnovi dei giocatori di quest'anno; 2) acquisto svincolati di qualità; 3) gestione relazioni con club di categoria superiore per avere prestiti a buon prezzo.

Nella fase 1 rientrano le trattative in corso, per esempio, con i due soldati scelti della stagione appena conclusa: Gambadori e Panariello. Il centrocampista è vicino alla firma ma la firma non c'è ancora; il difensore ha chiesto un aumento dell'ingaggio, Capuano ha proposto un ritocchino. Le parti non sono lontane perché la volontà comune è quella di rinnovare, ma non sono nemmeno così vicine. Difatti è tutto in stand by. E' ovvio che se Capuano allarga i cordoni della borsa adesso, poi arriva corto sui contratti più pesanti, che presumibilmente saranno quelli delle punte.

 

Aniello Panariello, classe '88Nella fase 2 sono comprese tutte le attività di scouting messe in piedi nei mesi scorsi e coordinate da Francesco Panfili. Fortunato era in scadenza di contratto come lo sono Calderini ('88), Caturano ('90) e Fautario ('87). Su questi giocatori c'è concorrenza ma Capuano confida nell'appeal di Arezzo e di una piazza dove si possono coniugare risultati sportivi e qualità di vita. L'affare Dall'Oglio ('92), in virtù di questo ragionamento, si è complicato. Il centrocampista, retrocesso con la Reggina in serie D, si era svincolato automaticamente. Adesso che il club calabrese è stato "ripescato" nei play-out, è tutto diverso. In caso di salvezza il contratto pluriennale del giocatore resterebbe in essere ed è per questo che Capuano, sotto sotto, fa il tifo per il Messina di Pagni.

Fase 3. Che l'allenatore abbia ottimi rapporti con la Fiorentina, non è un mistero. Luca Zanon ('96), esterno sinistro, potrebbe arrivare grazie a questi buoni uffici. Idem dicasi per un nome nuovo circolato in queste ore: Enrico Zampa, classe '92, mediano di grinta e dinamismo in forza al Trapani ma di proprietà della Lazio. Capuano lo aveva cercato già a gennaio ed è tornato alla carica adesso. E le pubbliche relazioni non riguardano solo i giovani. Sul bomber Caturano, per esempio, c'è anche il Chievo. Non sarebbe una sorpresa scoprire che dietro l'operazione si nasconde lo zampino di Capuano, il quale ha sempre sostenuto che mai come adesso occorrono le buone idee, come ad esempio far tesserare un giocatore troppo costoso a un club più importante e poi farselo girare in prestito, offrendo in cambio una valorizzazione tecnica e quindi economica. 

Il mercato dell'Arezzo, dunque, sarà vario e imprevedibile. Capuano spera si riveli anche azzeccato.

 

scritto da: Andrea Avato, 26/05/2015





comments powered by Disqus